.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


25 luglio 2013

Un'intervista del 2009 cancellata...per colpa delle pornostar ! (mah)




Alcuni giorni fa mi è accaduta una cosa non poco assurda.

Una persona alla quale avevo fatto un'intervista, nel 2009, mi chiede di cancellare la medesima dall'archivio del mio blog e me lo chiede con una strana motivazione, ovvero che, allorquando si digita il suo nome nel motore di ricerca Google, compaiono foto di fantomatiche “pornostar”.

Ora, posto che la cosa non risulta né risultava, le faccio notare che, anche cancellando l'intervista la cosa non sarebbe cambiata. Google associa le immagini con particolari algoritmi e, tutto quanto è stato postato in rete, è comunque irrimovibile o, quantomeno, alcune “tracce” permangono.

Ad ogni modo la richiesta era comunque assurda visto che chissà che cosa viene fuori se ciascuno di noi digitasse il suo nome su Google o su qualsiasi motore di ricerca sul web.

Una volta ricordo che, digitando il mio nome e cognome, su Google, compariva – fra le altre cose (e non c'erano “pornostar” di mezzo !) - un'immaginetta di Palmiro Togliatti. La cosa, per me libertario e antitotalitario, poteva farmi piacere ? Certo che no ! Ma che potevo fare ?

Ma, ad ogni modo, le rispondo a mia volta che l'intervista fatta era molto bella ed informo la persona in questione che era - fra le altre cose - mia intenzione pubblicarla in un mio libro-raccolta di mie interviste a personalità di un certo rilievo, di prossima uscita.

L'avessi mai detto ! L'intervistata mi nega persino questo piccolo “piacere” (che poi sarebbe stata cosa utile anche e soprattutto per lei...).

Cancellare e mai più pubblicare !

Ne traggo un'amara conclusione: codesta persona non vuole accostare il suo nome al mio.

Glielo faccio presente, un tantino offeso e, questa persona, per tutta risposta, mi da del “maleducato di cattivo gusto”. Per inciso vi faccio notare che il mio tono era del tutto educato, solo profondamente deluso e offeso.

Accidenti ! Guarda un po' che cosa ci si ricava a dire la verità e a cogliere in fallo le persone ! E anche ad intervistare persone disinteressatamente, solo perché ritieni che abbiano del talento (cosa che continuerò comunque a fare, beninteso) !

Ad ogni modo avevo già rimosso l'intervista e persino il link al sito web della persona in questione. A quel punto ero e sono io a non voler accostare il suo nome al mio ! E ritengo di avere tutte le ragioni del mondo, che vi ho anche qui sommariamente illustrato.

Che poi, almeno mi avesse spiegato – la persona in questione – il motivo di cotanta riprovevolezza nei miei riguardi. C'entreranno per caso le “pornostar” di cui sopra ? Che poi, ma di quali “pornostar” stiamo parlando ? E che avranno mai fatto, poi, le pornostar a codesta persona che intervistai nel 2009 ? Le avranno tolto visibilità ?

Penso davvero che ci siano persone che non hanno la bontà di andare oltre il proprio naso e la cosa mi stupisce molto se penso che, la persona in questione, pur giovane, è una persona di cultura medio alta.

Ora, comprendo la calura estiva, il fatto che il mondo è pazzo e così i suoi abitanti, ma questo piccolo aneddoto rimarrà scolpito nella mia memoria al punto che ve l'ho persino voluto narrare.

E, purtroppo, una volta di più, mi rende sfiducioso sul presente che stiamo vivendo.


Luca Bagatin (nella foto con Ilona Staller in arte Cicciolina, alla faccia di coloro i quali non conoscono la Storia né la cultura. In tutte le loro forme. E, pertanto, non meritano la mia ri-conoscenza)



14 novembre 2011

La crisi del liberalismo è la crisi di un'Italia senza alcuna via d'uscita



Il governo Berlusconi è caduto.
Non sappiamo se questa sia la fine del berlusconismo, ma, ad ogni modo, il berlusconismo, inteso come nuovo liberalismo, era finito da tempo.
Finì allorquando il Cavaliere, anzichè attuare il programma liberale e liberista del 1994 (che prevedeva: riforma della giustizia con separazione delle carriere dei magistrati e spoliticizzazione del CSM; abolizione delle Province quali enti politici; riduzione ad un massimo di tre aliquote fiscali; piano casa; flessibilità del mercato del lavoro e congrui ammortizzatori sociali per le categorie più svantaggiate; riforma del pubblico impiego e relativa riduzione della presenza statale in ogni settore; privatizzazione del carrozzone Rai-Tv), finì per seguire le derive stataliste e cattocomuniste della Lega Nord e pose, al Ministero dell'Economia, uno statalista come Tremonti.
Sfumate, dunque, tutte le promesse del '94 e del 2008. Ed anche tutti i buoni propositi liberali del PdL, raccolti nell'ottimo volume "La mia politica" (Marsilio Editore) di Reneto Brunetta.
E pensare che, Silvio Berlusconi, nel '94, fu l'unico in grado di contrapporsi alla deriva golpista di Tengentopoli che - unico caso al mondo - aveva raso al suolo ben cinque partiti democratici di governo e stava per assicurare il Paese agli sconfitti dalla Storia.
Berlusconi termina la sua carriera politica avendo attuato la medesima politica economica e sociale attuata da Romano Prodi, da Vincenzo Visco e da Massimo D'Alema: come a dire "con Berlusconi al governo avevano già vinto i cattocomunisti e gli sconfitti dalla Storia".
Un Paese dalla scarsissima cultura liberale, il nostro e che, proprio per questo, paga in termini di arretratezza socio-economica e fa pagare ai cittadini onesti e lavoratori, ai giovani ed ai pensionati al minimo, tutto il fardello, lasciando pressochè intaccate tutte le categorie già iper-protette dallo Stato e dalle cosiddette "parti sociali".
Se non sei "coperto", in Italia, allora è meglio che emigri altrove.
Cade Berlusconi e che cosa accade ? Arriva un tecnico come Mario Monti. Bene. E' persona preparata e poi, un tecnico, oggigiorno, farà certamente meno danni di un politico.
I politici oggi, infatti, oltre ad averci aumentato l'IVA, stanno rivalutando di farci nuovamente pagare quella vecchia iniqua imposta chiamata ICI.
Ma privatizzassero le municipalizzate, privatizzassero la Rai, abolissero gli enti inutili come Province, consorzi e comunità montane, anzichè mettere le mani nelle tasche di tutti noi !
Vabè, ma dopo Mario Monti ?
Il rischio è che le elezioni le vincano i cattocomunisti: da Bersani a Vendola, passando per il solito Di Pietro.
Per l'Italia si attendono tempi molto bui. E nessuna prospettiva, all'orizzonte, di nuovi leader liberali, liberisti e libertari, capaci di farci uscire dalla crisi e di dare la possibilità - a ciascuno di noi - di poter governare, davvero, il nostro futuro.

Luca Bagatin



15 settembre 2010

Francesco Nucara, i Repubblicani e l'attuale maggioranza di governo



Francamente l'atteggiamento del mio Segretario Nazionale, Francesco Nucara, non mi scandalizza punto, come invece pare scandalizzare la gran parte della stampa e del mondo politico dalla scarsa responsaibilità istituzionale.
Il Partito Repubblicano Italiano fa a pieno titolo parte, dal 2008, dell'attuale maggioranza di governo.
Che oggi il Segretario del PRI, Nucara, annunci la costituzione di un "Gruppo dei responsabili" al fine di evitare le elezioni ed a salvataggio della maggioranza stessa, non è che lealtà nei confronti degli alleati, ma, soprattutto, responsabilità istituzionale.
Le questioni politiche dalle quali non è possibile prescindere, checchè se ne dica, ad ogni modo, sono tre:

a) il gruppo di Futuro e Libertà, ovvero dei finiani, non ancora politicamente forte, non ha alcuna intenzione di far cadere l'attuale maggioranza. Ha solamente voluto contarsi in Parlamento e nei sondaggi e - giustamente - fare la "voce grossa" di fronte ad un Berlusconi appiattito sulle posizioni anti-riformatrici della Lega Nord.

b) se si andasse a nuove elezioni in tempi brevi, come auspicherebbe piuttosto la Lega Nord - con l'attuale legge elettorale - il Paese ne uscirebbe ingovernabile, con un Berlusconi vincente alla Camera, ma incapace di ottenere la maggioranza al Senato. A trarne vantaggio sarebbero unicamente le forze estreme e destabilizzanti: Lega Nord ed Italia dei Valori. Che infatti stanno spingendo per nuove elezioni.

c) il PRI di Nucara sta offrendo al Paese la possibilità di evitare le elezioni anticipate e proseguire l'attuale legislatura con l'unico governo possibile e senza rischi di ingovernabilità.

Che vi siano amici e compagni Repubblicani che abbiano delle perplessità lo posso anche capire.
Ma per costruire un'alternativa all'attuale maggioranza di governo, ormai sicuramente stantia, è necessario lavorare nei prossimi tre anni. Oggi è ancora, purtroppo, prematuro.
E l'alternativa può - come scrivo da tempo - costruirsi per mezzo di una sinergia fra laici, repubblicani, liberali, finiani di Futuro e Libertà, Udc ed Api, capaci di coalizzarsi per un progetto di riforma che preveda almeno cinque punti: abolizione delle Province; riduzione della spesa pubblica improduttiva; riduzione delle imposte a due o tre aliquote; separazione delle carriere dei magistrati e spoliticizzazzione del CSM.
Come ha ricordato Francesco Nucara in questi giorni, rimane poi prioritaria la questione di "contrastare il Vaticano" e le sue ingerenze nella sfera politica e dunque pubblica. Occorre dunque riaffermare o, meglio, costruire lo Stato laico.

Luca Bagatin



3 aprile 2009

GRAN LOGGIA 2009: Costruttori di Sogni possibili. Rimini, Palacongressi: dal 3 al 5 aprile 2009



Costruire, plasmare, trasformare.....
Dall'Albero della Conoscenza alle Piramidi egizie.....
 dalle Cattedrali gotiche alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.....
I sogni possibili sono il frutto dell'Evoluzione.
Dello Spirito

by Balgu



1 gennaio 2009

"IL SESSO C'ENTRA SEMPRE: I SUPPOSE !" : commenti d'inizio anno by Luca Bagatin


Mario Adinolfi ed il suo sosia americano Michael Moore

Mario Adinolfi, noto giornalista di "Europa", quotidiano del Partito "Democratico", il 30 dicembre scorso sul medesimo giornale ha scritto un articolo di fine anno che è possibile leggere anche sul suo visitatissimo blog: www.marioadinolfi.ilcannocchiale.it.
Il sottoscritto, collaboratore de "L'Opinione delle Libertà " e de "La Voce Repubblicana", per non essere da meno e preso dalla frenesia di dire la sua anche su quest'argomento, come primo post del 2009, ha voluto commentare l'articolo smontandolo e rimontandolo pezzo per pezzo.
Giudicate voi.

Luca Bagatin


IL 2009? TRANQUILLI, TANTO NON SUCCEDE NIENTE (seeee...vabbé !)
di Luca Bagatin quale commento all'ultimo articolo di fine anno di Mario Adinolfi


OBAMA E BERLUSCONI

Il primo mi è sempre stato antipatico: troppo lì ad atteggiarsi, troppo confusionista in politica estera, troppo belloccio e alto per uno come me alquanto insignificante, un tantino panzuto e bassino.
Il secondo mi è sempre stato simpatico, umanamente parlando. Politicamente un po' meno, ma a Veltroni e Di Pietro dico: meno male che Silvio c'è !
Non mi aspetto grandi novità dal prossimo anno: per quanto conto di uscire almeno una volta a cena con la cassiera bionda del supermercato "Sirene Blu" di Pordenone.

L'ANNO DEL WEB

Facebook spopola, ma è il contrario della comunicazione e dell'approfondimento. E' cazzeggio allo stato puro. Pochi commentini, qualche foto più o meno avvenente.
Da buttare nel cestino dopo qualche settimana.
Il blog rimane ancora la frontiera della Comunicazione con la C maiuscola. Quella di cui parla anche Adinolfi, se non erro.
Il fatto che questo mezzo di comunicazione web sia inflazionato negli ultimi tempi, è forse dovuto al fatto che il cazzeggio su internet ultimamente va per la maggiore.
Questa la vera crisi. D'identità.

IL PD

Era ora che indagassero anche lì e trovassero il giusto marcio spettante anche ai cattocom.
Risultato catastrofico alle prossime elezioni ? Sarebbe il minimo, ma speriamo che duri almeno per i prossimi 20 anni così da evitare all'Italia altri governi tartassoni ed anti-riformatori come quelli Prodi-D'Alema-Amato-ri-Prodi.

UN ANNO DI TRANSIZIONE

Un anno di transizione, dice Adinolfi su "Europa".
Più che altro, dopo un 2008 come anno transessuale - con la vittoria di Luxuria all'Isola dei Famosi - potrei augurarmi ed augurare a tutti un anno pansessuale.
All'insegna dell'omonima teoria di Peter Boom.
Il sesso c'ENTRA sempre cari miei.
Anche in Vaticano....I suppose.




22 settembre 2008

"Jazz: istruzioni per l'uso"......a Pordenonelegge



Aperitivo serale carico di "fisicità musicale" ed improvvisazione jazzistica al Caffé Letterario di Pordenone il 20 e 21 settembre di quest'anno, nell'ambito della manifestazione letteraria Pordenonelegge.
"Jazz: istruzioni per l'uso". Così l'Associazione Odeia, nota per il suo "Pordenone Jazz Koinè", ovvero il festival pordenonese del jazz che quest'anno si terrà dal 7 al 28 febbraio 2009 nella sua ottava edizione, ci introduce ai "misteri" della musica afroamericana per eccellenza. E lo fa con Stefano Zenni, Presidente della Società Italiana di Musicologia Afroamericana autore del libro "I segreti del jazz" e Luigi Onori, critico musicale e pubblicista nella sua presentazione del volume "Il Jazz e l'Africa: radici, miti, suoni", anch'esso edito da Stampa Alternativa.
Due serate fra parole e musica (soprattutto la seconda !), in quanto le parole "approfondiscono" la musica, ma esse sarebbero ben poca cosa senza l'ascolto dei brani.
Centodieci brani contenuti in un CD allegato al libro di Zenni, con la possibilità di scaricarne sul web ben altri cinquecento  gratuitamente, per "visualizzare" la corporeità musicale afroamericana da Louis Amstrong a Ben Webster e oltre.
Sì, perché il jazz è prima di tutto "corporeità": il suono diventa fisico grazie alla sua eterogeneità non cristallina e non mediata. E così il musicista jazz incarna in sé il suono al fine di esprimere autenticamente sè stesso ed il cantante giunge financo a "deformare" le parole con la sua voce proprio per focalizzare l'attenzione dell'ascoltatore sul suono. Fisico, carnale, improvvisato, autenticamente umano.
E così, fra un bicchiere di "spritz" - noto aperitivo alcoolico del Nord Est italiano - e una chiacchierata con lo staff di Odeia ed i musicisti Alessandro Turchet e Paolo Corsini, ecco conclusa in allegria e rinnovata creatività la serata e l'edizione 2009 di Pordenonelegge che ci da appuntamento a settembre del 2009.

Luca Bagatin



29 agosto 2008

APPUNTO SULLA PRIMAVERA DI PRAGA


Ecco perché ancora una volta l'On. Walter Veltroni dovrebbe rinfrescare la sua di memoria.
Ecco perché l'On. Walter Veltroni dovrebbe abiurare al suo passato e dire la verità sui suoi "compagni", oggi "amici democratici".
Democratica era anche la Repubblica "Democratica" Tedesca. Peccato che quel "democratico" significasse "sovietico" ovvero "fascista rosso". Così come "democratico" era il Fronte "Democratico" Popolare che vide uniti i comunisti di Togliatti e i socialisti filo-sovietici di Nenni nelle elezioni politiche italiane del 1948 (nelle quali furono fortunatamente sconfitti).
Eh sì, bello essere "democratici" come il confusionista Barack Obama che ancora non ha deciso se andare a braccetto con i terroristi oppure no.
E così l'On. Veltroni inneggi pure a Obama e anche a quel Kennedy che fece piazza pulita dei vietcong. Bell'esempio di "democrazia". Tanto per non dire che il Pci di Berlinguer era amico dell'Urss (dalla quale comunque pigliave i finanziamenti).
All right, mi fermo qui.
Cedo la parola all'amico Lanfranco Palazzolo collaboratore di Radio Radicale e della Voce Repubblicana che, con l'articolo che segue, ci apre nuovamente gli occhi sul Pci e sulla sua bella storia "democratica" di cui, ahilui, anche l'On. Veltroni fa parte.

Luca Bagatin

Appunto sulla Primavera di Praga

20 agosto 1968:
Quel silenzio dei compagni comunisti
di Lanfranco Palazzolo

Diciamo la verità. Questo anniversario dell'irruzione dei carri armati Sovietici a Praga è passato in sordina su alcuni quotidiani. Adesso tutti diranno che la posizione del Pci fu lungimirante perchè il Partito comunista italiano aveva criticato quell'azione militare con la celeberrima formula del "grave dissenso".
Eppure i compagni del Pci furono i primi ad essere informati di quello che stava accadendo a Praga. Perchè non lanciarono l'allarme su quell'attacco e rimasero in silenzio?
Ma vediamo dove si trovavano in quel momento i dirigenti del Pci. Emanuele Macaluso era in vacanza in Urss, il segretario del Pci Luigi Longo si trovava a Dobi, vicino Mosca, Giancarlo Pajetta si trovava tra Odessa e Yalta. Il funzionario di turno del Pci il 20 agosto del 1968 è Armando Cossutta che viene chiamato, insieme a Maurizio Ferrara, dall'ambasciata sovietica che deve dare una comunicazione urgente al Pci. A dare questa comunicazione è l'ambasciatore Nikita Rijov. Sono le 19.30 di quel giorno. L'ambasciatore sovietico riceve Armando Cossutta e gli altri funzionari comunisti e, tra un pasticcino e l'altro, gli spiega che i carri armati sovietici stanno per entrare a Praga. Cossutta gli chiede chi ha dato quell'ordine. L'ambasciatore Rijov non specifica. L'atmosfera è imbarazzante. I funzionari comunisti se ne stanno per andare quando ad un certo punto l'ambasciatore gli corre dietro pregandogli di non dire niente a nessuno. C'è stato un semplice errore di comunicazione. La notizia è coperta da embargo. L'ambasciatore non aveva letto bene il telex da Mosca.
A quel punto Maurizio Ferrara ed Armando Cossutta sono gli unici dirigenti occidentali a sapere quello che nessun altro funzionario di un partito comunista occidentale conosce. Cossutta e Ferrara corrono a l'Unità e si mettono in contatto con i funzionari di partito e i corrispondenti de l'Unità che si trovano a Mosca: "Qualcosa di nuovo?". La risposta è: "No, non è accaduto nulla". Ma alle 02.00 di notte del 21 agosto arriva il primo flash di agenzia: "Truppe corazzate del Patto di Varsavia convergono su Praga". I compagni del Pci hanno rispettato la consegna del silenzio. Spetta alla dirigenza del partito scrivere il comunicato sul "grave dissenso" del Pci. Lo stesso "grave dissenso" del Partito comunista rumeno.
Ma tale dissenso non servirà certo a rompere con Mosca. Anzi, a ribadire che l'Italia - come disse qualche giorno dopo Pietro Ingrao alla Camera - doveva uscire dalla Nato......




28 luglio 2008

Berlusconi decida se vuol diventare un vero Statista Europeo ed Occidentale: eviti di modificare la legge elettorale per le Europee e si apra ai temi laici



Abbiamo ultimamente avuto modo di plaudire più volte al Governo Berlusconi IV ed alle sue misure liberalsocialiste che vanno dalla detassazione degli straordinari passando per l'abbattimento dell'Ici sulla prima casa, la tessera sociale di 400 euro annui, un nuovo piano per le abitazioni per famiglie e meno abbienti, sino al taglio alle spese dei ministeri ed alle misure contro i "fannulloni" nella Pubblica Amministrazione. Plaudiamo anche al Lodo Alfano che finalmente prevede l'immunità per le alte cariche istituzionali e che andrebbe estesa anche ai Parlamentari i quali, una volta eletti dal popolo, solo da questo possono essere giudicati e solo una volta non rieletti possono e devono essere giudicati dalla Magistratura per eventuali infrazioni della Legge. Legge che deve essere uguale per tutti e non "più o meno uguale per qualcuno", come il periodo di Tangentopoli ci ha tristemente insegnato falcidiando un'intera classe dirigente e mantenendone illesa un'altra non certo incolpevole.
Purtuttavia rimaniamo assolutamente esterrefatti relativamente alla proposta di legge elettorale presentata dal PDL relativamente allle Elezioni Europee, ove si fa vera e propria strage di democrazia tanto quanto, se non peggio, della legge elettorale delle Politiche.
Ancora una volta si vuole togliere la possibilità agli elettori di apporre la propria preferenza sui candidati dei relativi partiti ed in tal modo - come per le Politiche - si pretende che ciascun elettore "approvi" la lista dei candidati decisi dalla Segreterie di Partito. Un po' come durante il fascismo ..... tanto più se consideriamo che la suddetta legge prevede uno sbarramento del 5% (ma nei fatti del 20% in quanto le circoscrizioni sono aumentate da 5 a 15) e quindi si vuole a priori falcidiare fior fior di partiti ad unico vantaggio dello stesso PDL, del PD, della Lega e, forse, dell'Italia dei Valori.
L'ennesimo scippo democratico che certo non fa onore ad un partito che si proclama "delle Libertà". Uno scippo che questa volta non perdoniamo al Cavaliere, il quale, se vorrà essere davvero ricordato come uno Statista di stampo liberal-popolare ed Occidentale capace in qualche modo di unire laici e cattolici, dovrà fare i conti anche e proprio su questo tema ripristinando democrazia e pluralismo che peraltro sono i valori fondanti dell'Europa stessa.
Oltre a ciò ci permettiamo anche di suggerire al Premier di aprirsi a temi laici e quindi di civiltà giuridica come l'eutanasia - riportata alla ribalta anche dei media con il caso di Eluana Englaro e di Paolo Ravasin - e quindi il testamento biologico; la possibilità di aprire alla ricerca scientifica a 360 gradi sul modello anglosassone; la pillola del giorno dopo;  ma anche la lotta alle narcomafie confrontandosi ed aprendo alle ricette antiproibizioniste e quindi legalitarie contro il disordine d'oggi in meteria.
Questi dei timidi suggerimenti ad un Governo che oggi ha la possibilità di essere ricordato come un Governo "diverso" rispetto agli ultimi 15 anni. Un governo capace di imprimere la sua svolta riformatrice, arginando le derive sfasciste della destra e facendo rivivere la stagione riformatrice del vero ed unico Centro Sinistra di De Gasperi, Einaudi, La Malfa e Craxi.




Luca Bagatin (nella foto con suo fratello Silvestro)



12 luglio 2008

Premio Weblog 2008



Quella grandissima vulva di Vulvia, in arte Anna Esposito (www.vulvia.ilcannocchiale.it), mi ha, fra gli altri, insignito del Premio Brillante Weblog 2008.
Segue il regolamento:

Regolamento 

Brillante weblog è un premio assegnato
 ai siti ed ai blog che risaltano per la loro
brillantezza sia per quanto riguarda i temi,
che per il design. Lo scopo è quello di
promuovere tutti nella blogosfera mondiale!

1. Al ricevimento del premio, bisogna scrivere
 un post mostrando il premio e citare il nome
di chi ti ha premiato mostrando il link del suo blog;
2. Scegli un minimo di 7 blog che credi siano
 brillanti nei loro temi o nel loro design.
Esibisci il loro nome e il loro link ed
 avvisali che hanno ottenuto il Premio
“Brillante Weblog”.
3. (facoltativo) Esibire la foto o il profilo di chi
ti ha premiato e di chi viene premiato nel tuo blog.



A mia volta premio: Vulvia.ilcannocchiale.it (repetita iuvant !); Graffio80 (www.pokerpazzo.ilcannocchiale.it); Themonk (www.themonk.ilcannocchiale.it); Alice (www.alice_in_chain.ilcannocchiale.it); Ambra (www.litaliaelamiapatria-ambra.blogspot.com), ma, poiché sono misogino (per colpa dell'altra metà del cielo, ovviamente) e sto premiando troppe donne prendendo la brutta piega di Bazardelleparole, premio anche: Mauro Suttora (www.maurosuttora.blogspot.com) e Riformistalchemico (www.riformistalchemico.ilcannocchiale.it).


Luca & Silvestro Bagatin



20 giugno 2008

GRAZIE LANFRANCO !


Vorrei pubblicamente ringraziare l'ottimo amico Lanfranco Palazzolo, redattore di Radio Radicale e collaboratore della Voce Repubblicana, che ho avuto modo di conoscere meglio avendolo incrociato pochi giorni fa sul blog di Mauro Suttora.
Lo ringrazio immensamente per un gesto di simpatia davvero inaspettato non conoscendoci personalmente: ovvero per l'avermi regalato e inviato direttamenta a casa il volume "Contro i crimini di Regime", la raccolta di discorsi parlamentari di Marco Pannella dal 1980 all''86 da lui curato e pubblicato recentemente dalla Kaos Edizioni.
A Lanfranco, nonostante l'irruenza verbale con cui bacchetta sempre l'ottimo Suttora (anche se certa "irruenza" ci accomuna), voglio molto bene e lo seguo da anni su Radio Radicale e sulla Voce Repubblicana alla quale sono orgogliosamente abbonato da più di qualche anno.
L'ho anche sostenuto per le elezioni amministrative di Roma (mia città natale) del 13 e 14 aprile scorsi, ove si è candidato nelle file del Partito Repubblicano Italiano contro lo sfascismo di Veltroni & so(r)ci.
Che dire, a presto caro Lanfranco, amico e compagno di partito.

Luca Bagatin


sfoglia     giugno        agosto






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini