.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


26 settembre 2011

"La mia vita è un caos calmo: Mi manchi" cortometraggio recitato by Baglu



"Mi manchi".
Le manco.
"Come amico".
Amici non ne ho.
"Come persona, l'uomo speciale che sei".
E qui mi commuovo. Tre fazzoletti riempiti.
"Forse non è il modo in cui vorresti mancarmi però ti garantisco che vale molto di più".
Forse.
"Mi manca Baglu e non il mio Baglu".
Ecco...
"So che mi ignorerai..."
Non ignoro, solo che non rispondo. Non so che dire. Nemmeno a me stesso.
E allora mi eclisso e...guardo le nuvole lassù.

"Mi manchi"
Anche tu.
"Come amico".
Bella parola, l'amicizia, ma io non ci credo. All'amicizia.
"Come persona, l'uomo speciale che sei".
Sono una persona insopportabile, un'uomo abominevole.
"Forse non è il modo in cui vorresti mancarmi però ti garantisco che vale molto di più".
Non lo so, mi manchi anche tu e, francamente, non è che mi importi molto il modo in cui. Ma il punto è un altro.
"Mi manca Baglu e non il mio Baglu".
Baglu è sempre Baglu.
"So che mi ignorerai..."
Il punto è che prima vuoi bene ad una persona, continui a volergliene e poi tutto finisce. E' triste ed io sono già troppo triste per sopportare altra tristezza.
Ho riempito tre fazzoletti, piangendo a dirotto e questo mi ha fatto molto bene (perché non piangevo da quasi cinque mesi). Ho pensato anche al Commissario, che è morto il 26 maggio. Ho pianto anche per lui.
Ecco, vuoi bene ad una persona e poi questa muore. E' triste. Preferisco stare da solo, non voler bene a nessuno.
E poi sono insopportabile.
Fra l'altro, nel giro di qualche giorno, ho chiuso con due amici che conoscevo e frequentavo da otto anni. Ho chiuso io: non voglio nè più sentirli nè vederli.
Una ragazza che conosco da poco, ma che vorrei conoscere meglio (male, molto male, prima o poi ti deluderà !?!), mi ha detto che sono una persona buona.
Perché mi commuovo quando mi dicono certe cose ? Dai, io, una persona buona ? Ahahahahahahahah...una persona buona...ahahahahahahah.

Baglu continua a ridere forzatamente e sguaiatamente. Si butta a terra, a pancia in sù, continuando a ridere, mentre la telecamera lo inquadra.
Dalla radio, Franco Battiato continua a cantare "Ritornerai".
Il volume della radio si alza e la musica sovrasta la scena.
Non sappiamo chi lo abbia alzato.




13 settembre 2011

"La mia vita è un caos calmo: elenco delle cose che non voglio scrivere": recital by Baglu



Lei mi chiamava Lù.
Non Baglu. Semplicemente Lù.
Era una dimostrazione di affetto, di empatia che, presto, sarebbe sfociata in una bella storia d'amore. Almeno per me.
Ho riletto un vecchio commento che ho scritto sul suo blog. Due anni fa, esattamente un mese prima di conoscerci di persona.
"Ciao Lù" concludeva il suo, di commento, per salutarmi.
Perché sto piangendo ora ?
Sarà perché sto ascoltando "Minuetto", cantato da Mia Martini nell'edizione originale del 1973.
Sarà nostalgia ?
No.
Direi piuttosto che sono un cazzo di vecchio romantico che finge, nella vita di tutti i giorni, di fare il duro.
Sarà che lei "Minuetto" lo cantava così bene. Ed io ho un debole per le donne che sanno cantare bene.
Sarà che amo tergiversare perché non riesco ad andare al sodo.
Non ora, non qui.
Non sapevo che Lei avesse un debole per le fiabe per bambini di Gianni Orzan e che si sentisse regolarmente con lui.
Io, per intenderci, non so nemmeno chi sia Gianni Orzan.
Sono tante le cose che non so e non vorrei, ora, farne un elenco.
Sono tante le cose che. Punto.
Preferirei fossero poche o, quantomeno, di meno.
Lei dice che mi vuole bene ed io ci credo. Che mi vuole "ancora" bene.
Anch'io le voglio bene e molto, solo che, per dimostraglielo, non mi faccio più sentire.
La felicità dovrebbe essere assoluta. Mai relativa.
Faccio filosofia ?
No, non ne ho i titoli, ma, soprattutto, non mi trovo nelle condizioni giuste.
Vorrei tante cose. Vorrei vorrei ma non posso e attenzione, che altrimenti finisco giù nel fosso.
Non è che sto tergiversando, non è che vi sto coglionando apposta. Potete sempre non leggermi o saltare le righe. Leggere fra le righe.
Quando Lei dice che mi vuole bene io ci credo e mi commuovo come un bambino. E' perché non riesco a ritenere possibile che qualcuno possa volermi bene. Ho un pessimo carattere, infondo.
Un Capodanno di due anni fa eravamo nudi, abbracciati sul letto. Piangevamo.
Lei aveva visto i tagli sul mio corpo ed era scoppiata a piangere e aveva detto, fra le lacrime: "Baglu, che brutto mondo...". Ancora oggi mi commuovo. E' l'unica persona ad essere entrata, per la prima volta, nella mia intimità.
Poi facemmo l'amore.
Che bei ricordi. A me piace ricordarla anche così.
E' vero, è un brutto mondo ed io ci litigo tutti i giorni dall'età di sei anni. Cheppalle !
Però esistono anche le persone sensibili...strano, vero ?
Vabè, ora che ho detto tutto senza dire nulla, la smetto.
Per oggi.



24 agosto 2011

"La mia vita è un caos calmo: Elenco delle cose di Lei di cui ho nostalgia" by Baglu



la sua maglietta con il rebus "Amore a prima vista"

la sua battuta, prima di salutarci alla stazione, quando piangevo a dirotto, per farmi sorridere: "Due cassaforti si incontrano, una dice all'altra: che combinazione !"

mangiare assieme a Lei una fetta di cheesecake in quell'autogrill

fare l'amore con, come sottofondo, le canzoni di Renato Zero e Gianna Nannini

sognare di sposarci su una spiaggia

cantare assieme a Lei al karaoke le canzoni di Mina e Celentano, con lei che imita Mina

cantare assieme a Lei: come può uno scoglio arginare il mare anche se non voglio torno già a volare le distese azzurre e le verdi terre LE DISCESE ARDITEEE E LE RISALITEEE SU NEL CIELO APERTOOOO E POI GIU' IL DESERTOOOOO......

andare al mare, con Lei, a Torvaianica

fumare sigarette alla menta, guardando la luna

la sua ritrosia e pudore quando la spogliavo e le toglievo i pantaloni

il dormire con Lei, quando, nel dormiveglia, la abbracciavo e lei mi respingeva perché diceva che aveva troppo caldo perché quella sera aveva la febbre a quaranta ed era veramente molto accaldata. Però la mattina mi diceva che le avevano fatto piacere quei miei abbracci quasi inconsci.

altre cose


Avrei dovuto non darLe sicurezza, tranquillità e "utilità" emotiva (che poi sarebbe stabilità emotiva).
Lei sarebbe rimasta.
Infondo io alle storie lunghe e serie, alla sicurezza, alla stabilità dei rapporti non ho mai creduto.
Magari sono uno che dà l'impressione di crederci, ma in realtà, chi mi conosce bene (e sono in pochissimi, forse in due o tre, anche perché la maggior parte della razza umana non ha mai voluto veramente conoscermi), sa che non è così.
Per cui, nostalgie a parte - che sono comunque utili a mantenersi desti - penso che sia andata meglio così.
Meno rotture di palle.




30 luglio 2011

"La mia vita è un caos calmo: La stagione dell'amore viene e và": recital by Baglu



Devo essere un po' masochista, anzi no, diciamo che utilizzo il mio star male interiore (e talvolta esteriore, ma solo sino al 2003) per ricordarmi che sono vivo.
Vorrei sorvolare sul Figlio che Non ho e che Non avrò.
Vorrei sorvolare su questa storia.
Penso invece che parlerò del mio lettore dvd, anzi, del fatto che, prima che Lei me lo regalasse, non avevo un lettore dvd. Utilizzavo ancora un semi-nuovo videoregistratore vhs.
Non amo la tecnologia. Non l'ho mai amata e, se potessi, per scrivere, utlizzerei ancora la mia vecchia macchina per scrivere Olivetti.
Vabè, lo so, parlare del lettore dvd è un modo per dire che, ogni volta che guardo un film, penso a Lei.
Lo so e non dovrei tornare su questa storia anche se ci tornerò ancora e a lungo. Negli anni a venire.
Io intanto ufficialmente non ci sono, non chiamo, non rispondo.
Sono un uomo virtuale, ve l'ho mai detto ?
Anche ad Alice ero più simpatico quando ero virtuale. Quando mi conobbe risultai un rompicoglioni e da allora non mi volle mai più sentire. Nemmeno virtualmente.
Poi c'è quell'altra storia di quell'altra tizia che non conosco e alla quale sono risultato appiccicoso solo per un paio di lettere che le ho spedito.
Vabè, lo so, i pensieri negativi si accumulano ed accavallano.

Con Lei, due anni fa, ricordo che facevamo anche le cinque di mattina su msn. Io le chat non le ho mai amate e msn, prima di conoscerla, nemmeno sapevo che cos'era.
Mi spiegò Lei come installarlo, quando ancora in realtà non ci eravamo mai visti. Non ci vedemmo nemmeno in "webcam", come si usa dire oggi. Ci saremmo visti solo diversi mesi dopo, alla stazione Termini di Roma.
Lei mi venne incontro, al binario - due se non ricordo male - sorridendomi, avvolta da una leggera sciarpa viola.
Le tenni la mano, al tavolo del bar, gliela baciai, le regalai un paio di orecchini. Viola. Come i suoi occhi.
Vabè, questo solo per dire che l'estate del 2009 fu una calda estate, ma con lei arrivò anche una ventata di freschezza. Non solo perché Lei era giovane e molto più giovane di me, ma anche perché io, le cinque del mattino su internet, non le avevo mai fatte. Andare a letto quando fuori albeggiava, pensando a Lei, a quel che ci dicevamo.
A volte erano anche discorsi difficili, sul mio passato, sul mio presente... Ed anche i suoi discorsi erano difficili.
Però non ci incontrammo d'estate, ma il 14 novembre 2009. Erano le ore 11 e qualcosa di mattina.

Ormai parliamo di cose passate, di cose da "ex", si direbbe, utilizzando un linguaggio giovanilistico che a me, che non mi sono mai sentito giovane, non si addice punto.
Ex...questa parola mi perseguita.
Io stesso sono un "ex un sacco di cose".
Ovvero: non esisto come presente. Men che meno come futuro.



L'altra sera ho sognato che l'avevo rivista. Abbracciandola le dicevo: "Sai, questa notte non ho dormito, avevo voglia di abbracciarti". Lei, appoggiandomi la sua testa sulla mia spalla: "Anch'io".
Il giorno dopo ho sentito questa canzone e mi sono immaginato Lei ed io, in una casa isolata, magari al mare, fuori la pioggia ed il vento. Noi dentro, abbracciati, con Lei a stringermi le mani. Ed io a calmare il suo respiro con il mio.


30 giugno 2011

"La mia vita è un caos calmo: perché quello innamorato è sempre quello sfigato": testo recitato by Baglu



Con il caldo tendo a perdere la testa, ad arrabbiarmi oltremodo, ad avere attacchi d'ansia più forti del solito che mi mettono lo stomaco in subbuglio (come se io stessi bene di stomaco in generale).
L'estate non è mai stato un bel periodo. Se potessi attraversarla indenne, sarebbe già qualcosa.
Non è mai accaduto.
Notti insonni, sudore sulla faccia, senso di apatia e di mancamento del respiro. E' un fenomeno spesso psicosomatico, lo so.
Per uno che, come me, fra l'altro, vive in un seminterrato senza finestre non è per nulla facile.
E poi, specie la notte, cominciano ad affiorare quei pensieri che non dovrebbero affiorare.
Ed i ricordi, come ad esempio quando ero bambino e, con la scolaresca, andammo a visitare una mostra sulla "Sohah".
Vedere quei corpi magri, martoriati, tristi, spesso di bambini...Mi ricordo che singhiozzavo fra me e mè, poi cominciavo a piangere a dirotto, mentre gli altri miei compagni mi indicavano e ridevano: "Ahahah, Baglu sta piangendo ! Maestraaaa maestraaaa, ahahahah, Baglu piange !".
Sì, piangevo e nemmeno la maestra riusciva a calmarmi. Nemmeno a casa riuscivo a calmarmi. Andavo nella mia stanza e mi infilavo sotto le coperte. A piangere e a chiedermi: "Ma perché ?" Come potevano dei bambini trovarsi lì, tristi, magri, torturati, privati dei loro genitori e con i loro genitori che subivano la loro stessa sorte.
No, non mi dite che studiando la Storia certe cose si capiscono meglio. Io non le ho mai capite al punto che non riesco più a guardarle le immagini dei campi di sterminio, perché riesco a star male anche solo pensandoci.
Ecco, anche adesso sto piangendo a dirotto. E' un modo per affrontare i miei fantasmi ? Una forma di sadomasochismo quella di pensare a certe cose che mi fanno star male ? No, talvolta è solo il caldo che fa riaffiorare certe cose, certi pensieri.
Il fatto è che il caldo è solo una scusa che serve a me stesso per non dire che certi pensieri mi sono entrati dentro e non se ne sono più andati.
I lutti della Storia, i lutti delle storie di vita quotidiana.

Sono stato lasciato, il Commissario è morto ed anche mia madre morirà.

Forse non ve l'ho mai detto, ma io, la cronaca nera, sui giornali o al telegiornale, non riesco a seguirla. Senza vomitare tutto quello che ho mangiato.
Sì, lo so, è facile dire "tu Baglu sei uno che non accetta". Ah sì ? Perché voi accettate che vostro figlio finisca sotto un'automobile, che vostra nipote si getti dal settimo piano di un grattacelo, che vostra madre muoia di tumore al fegato ?
Io no. E questa è la mia battaglia. Non lo accetto perché se mi dicono che certe cose fanno parte della vita io rispondo quello che rispondevo a sette anni dopo aver visto le immagini della Shoah, con le lacrime agli occhi: "La vita è brutta".
Sin da bambino ti abituano alle frasi consolatorie e di circostanza: "Hai tutta la vita davanti"; "Sei giovane" (anche se hai quarant'anni suonati !); "Chiusa una porta si aprirà un portone"; "L'anima è immortale, lui/lei sarà sempre con noi"; "Bisogna essere sereni".
Mi chiedo quale mente malata possa partorire certe stronzate. Io a certe cose non ci ho mai creduto nè ho mai voluto crederci.
Tutti devono avere il diritto all'infelicità, perché è l'infelicità la base della vita. Se non sei infelice non sei vivo, sei solo un automa.

Non puoi stare sereno se l'inquietudine è l'unica cosa che ti rende vivo.

Non affezionarti mai a coloro i quali vuoi bene: prima o poi ti lasceranno.

Sono stato lasciato molte volte, un po' come tutti/e.
Non si è mai verificato che, chiusa una porta, si è aperto un portone.
Si sono aperte altre ferite, al massimo. E poi si è accumulato questo senso di inquietudine mista ad inutilità.
E' curioso constatare che diverse fra le mie ex abbiano detto, anche a distanza di tempo, che per loro sono "stato importante". Ecco, questo verbo al passato...che fitta al cuore.
Peferirei essere ricordato come...sono "stato una merda", piuttosto che questo "stato importante".
Sì, lo sono stato al passato. Che angoscia.
Ma non sarebbe stato meglio non essere stato nulla ? No perché questo concetto di "nullità" mi si addice molto di più.

(Ora dovrei fare l'elenco di tutte le cose che non sono, ma preferisco risparmiarmelo perché sarebbe troppo lungo e doloroso).

Comunque il punto non è che io sia stato così importante, che io sia stato così perfetto, il problema è che il resto dell'universo maschile è totalmente imperfetto.
Dai, ma come si fa a tradire una donna a cui vuoi bene ? Ma come si fa a farci dei figli, magari, e a trombare con la segretaria ? Ma come si fa ad uscire con una un giorno ed il giorno dopo con un'altra ? Come si fa a fare lo stronzo e ad essere adorato da tutte ?
Ecco, io il genere maschile lo odio alquanto e talvolta più di quello femminile. Non lo capisco e mi fa pensare ai nazisti che torturavano gli ebrei, che ci posso fare ?

Poi c'è un'altra cosa: questo non volermi definire da parte delle mie ex....amico....no, amico no, con gli amici ci si scopa ogni tanto. Amante....Baglu amante ? Ahahahahah (risate di sottofondo).
Meglio non definirlo, Baglu, molto meglio.
Infondo chi ha mai voluto conoscerlo davvero, questo Baglu ?
Quanto ve ne è fregato di me ?
Non sapete nemmeno chi sono perché io stesso non lo so. Ma voi ci avete davvero provato a capirmi ?
Non ho più nulla da dire perché non ho più nulla da dare.

Una volta una certa Luisa, di diciassette anni quasi diciotto, mi disse che in me aveva trovato il "principe azzurro". Mi lasciò qualche tempo dopo dicendo che mi lasciava perché ero troppo perfetto e che non era quello che voleva veramente e che voleva uno che la facesse stare sulle spine.
Sulle spine ci rimasi io.
E compresi il dolore del Cristo sulla croce.

La cosa che accomuna le donne fra loro sono le mestruazioni, disse Isabelle Adjani in una delle scene del film "Possession" ed io non posso capire le donne perché non ho mai avuto le mestruazioni.



sfoglia     agosto        ottobre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini