.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


12 gennaio 2012

"La mia vita è un Caos Calmo: Rimorsi e rimpianti" monologo by Baglu



Un giorno, era periodo di campagna elettorale, quando mi capitò fra le mani un volantino di un candidato sindaco del mio paese e nel quale, sfogliandolo, trovai questa frase: "Preferisco avere rimorsi piuttosto che rimpianti". Fui certo che io, un tizio così, non solo non l'averi mai votato, ma ne provai addirittura vergogna: per lui e per tutti i suoi elettori.
Che frase schifosa.
Ma come si fa, io dico, a preferire i rimorsi ai rimpianti ! E la cosa triste è che la maggioranza di voi, lettori di questo post, magari dirà che sì, è giusto così, che la vita va vissuta a fondo, che sì, si può anche passare sopra al prossimo pur di non negarsi la propria felicità... Massì, dai, avete ragione: facciamo le scarpe al nostro collega, fottiamoci la ragazza del nostro amico, giustifichiamo il pedofilo che, sì, adesca e violenta i ragazzini, ma lo fa per non avere rimpianti ! Poi chissenefrega se ha dei rimorsi, vero ? Se commetterà questo crimine.
Giustificiamo i ladri e gli assassini, ma no, perché non diventiamo anche noi ladri ed assassini ? Non avremo il rimpianto di non essere diventati ricchi rapinando una banca o, perché no, ucciso il nostro peggior nemico !
Massì, evviva i rimorsi, abbasso i rimpianti !
Pensate che sia giusto ? Che sia positivo tutto ciò ? Pensate che io sia un moralista ?
Eh no, cari amanti del rimorso, ma non del rimpianto. Cari amanti della "felicità ad ogni costo" pur di non avere rimpianti.
Sapete che anch'io ho un rimorso ? Una cosa se volete sciocca, ma che mi rode ancora la coscienza e che ancora oggi, nonostante la cosa fosse sciocca e sia stato perdonato dalla persona interessata, no, non riesco ancora a perdonarmi ?
Guardate che non dovete nemmeno giustificarvi con me, che sto qui, seduto su questa panchina e, pergiunta, sono un personaggio di fantasia. Sì, voi che non la pensate così mi fate un po' schifo, ma il problema non è certo mio. Ma vostro.
Magari, chissà, sono proprio la vostra Coscienza. Magari una Coscienza l'avete ancora, nonostante abbiate buttato una vita a credere di fare gli edonisti, sempiterni ragazzini deficienti rottinculo, abbiate insegnato persino ai vostri figli o ai figli dei vostri figli che sì, "meglio avere rimorsi che rimpianti".
Tanto...la vita è una sola, no ?
Con tutto il mio più profondo disprezzo umano ed i miei più sentiti calci nel deretano.




8 settembre 2008

La "proprietà" della vita umana e la scelta di una morte dignitosa



Per la Chiesa cattolica la vita non è di proprietà né dello Stato, né dell'individuo.
E allora di chi è ?
Magari della Chiesa cattolica stessa.
Una bella pretesa peraltro in totale assenza di regolare "atto di proprietà" a meno di considerare tale il sacramento del battesimo.
Sacramento che però vale per taluni, ma non per talaltri che in esso non credono.
Fatto sta che nel nostro Paese guai a parlare di "dolce morte".
Lo stesso Senatore Ignazio Marino, che pur è persona laica e ragionevole, mi fa un certo effetto quando afferma che "la nostra cultura non è in grando di recepire un concetto come quello dell'eutanasia".
Allora, la nostra, è evidentemente una sottocultura.
Una sottocultura formatasi sulla base di secoli di dominio delle più diverse Autorità Costituite che da sempre giocano sulla paura e l'insicurezza delle masse ignoranti.
La vita è fatta di sicure insicurezze. O partiamo da questo concetto, oppure siamo e saremo sempre in balia delle Autorità e delle Religioni Istituzionalizzate che utilizzano la fede come mero strumento di potere.
Personalmente ho un grande rispetto per la spiritualità al punto da considerarla la parte più profonda di noi stessi. E proprio per questo non può essere ridotta a mero dogma di fede o a presunta verità rivelata.
La spiritualità è sperimentabile unicamente dal cuore e dalla psiche umane. Il Mahatma Gandhi fu grande interprete contemporaneo di questo messaggio gnostico.
Il resto è mero strumento di potere.
Nel caso della Chiesa cattolica trattasi di uno strumento ideato dall'Imperatore romano Costantino, il quale ha manipolato a suo uso e consumo gli insegnamenti di Gesù detto il Cristo. E così ecco nata la cosiddetta "Chiesa di Roma" o "Santa Romana Ecclesia".
Così è stato anche per l'Islam, per talune sette buddhiste e per l'Induismo radicale che ha introdotto il sistema delle Caste stravolgendo completamente l'insegnamento dei Veda.
Il potere è il grande tentatore dell'individuo, il quale ha bisogno di strumenti. Meglio se questi fanno leva sulla paura.
E così ecco che le Religioni Istituzionalizzate fanno leva sulle sofferenze umane e sulla paura della morte.
La vita è chiaramente anche sofferenza, ma senza una grande forza d'animo interiore che parta anche dal concetto "la vita è fatta di sicure insicurezze", la mente umana sarà preda dei più diversi raggiri: dal sale magico di Wanna Marchi al dogma dell'infallibilità del Papa.
Il Ciel non ti aiuta se tu non ti aiuti, dice un vecchio detto. Per cui: credi pure in ciò che vuoi, ma non lasciarti raggirare mai dalle parole altrui. Medita, rifletti, sperimenta financo di persona, ma con massima apertura perché la mente è una scimmia capricciosa che spesso vuol vedere ciò che in realtà non è che un'illusione.
E soprattutto una fede personale non può diventare automaticamente una legge dello Stato o una regola che vada bene per chiunque.
In primo luogo perché non è rispettoso della fede del singolo, in secondo perché configurerebbe una violazione del libero arbitrio e quindi della libertà personale, concetto tutelato dalle Costituzioni di tutti gli Stati civili e democratici.
In questi giorni il Vaticano afferma che la morte cerebrale non è la fine della vita. Personalmente posso anche essere d'accordo, ma per il solo fatto che la mia concezione gnostica e teosofica mi porta a ritenere che la vita non abbia mai fine e che prosegua anche oltre la "vita fisica", ovvero che tutto ciò che ci circonda sia vita (anche ogni singolo atomo).
Purtuttavia, se parliamo di "vita fisica", mi sembrerebbe una forzatura ritenere che con l'assenza di coscienza di un individuo si possa ancora parlare di "vita" nel senso "fisico" del termine.
E' quindi una questione di "livello di coscienza". Se il cervello non funziona più, puoi anche tenere in "vita" artificialmente la persona in questione, ma questa, dal punto di vista fisico, sarà morta.
Tornando alla questione dell'eutanasia: come può un'istituzione che si dice dedita al servizio del prossimo come la Chiesa cattolica, accettare che una persona soffra indicibilmente a causa delle sue condizioni di salute quando questa non ce la fa più e chiede solo di esserene liberata ?
Questa è una domanda alla quale nessuno ha saputo rispondermi esaurientemente sin da quando avevo 10 anni, ovvero da quando decisi di non essere più cattolico ed abbracciai il libero pensiero e la libera ricerca interiore.




Luca Bagatin (mentre tiene in braccio suo fratello Silvestro)



1 luglio 2008

LIBERO PENSIERO, SPIRITUALITA' LAICA, ESOTERISMO: un incontro fra Peter Boom e Luca Bagatin



SUL LIBERO PENSIERO

by Peter Boom

Il Libero Pensiero, avendo una scuola nella Massoneria, può contribuire molto per ottenere miglioramenti spirituali e materiali nella nostra società globale.
Il Libero Pensiero, l'opposto del pensiero fisso che inesorabilmente è ogni volta destinato a finire, si adatta e crea la possibilità di cambiamento, si svolge trasversalmente e scava con energìa irrefrenabile nella coscienza delle persone.
Il Libero Pensiero è "perfettibile" e mai viene considerato "perfetto", scorre come l'acqua nel fiume senza fermarsi (panta rei) e quando si scontra con qualche ostacolo (dogma o pensiero fisso) cercherà di spostarlo, di scavarlo, di logorarlo, di passarci sotto, dai lati o sopra innalzandosi ..., la Massonerìa quindi, basando la propria filosofìa sulla libertà di pensiero, rappresenta una forza spirituale fondamentale per un cambiamento positivo della società come tra l'altro è già avvenuto nella storia italiana dove la forza di pochi, Garibaldi e i suoi Mille, ha reso possibile l'unità del paese.
La stessa Costituzione italiana risponde ai principi di libertà ed uguaglianza ereditati dalla rivoluzione francese. L'avvento delle Nazioni Unite, dell'Unione Europea, la sconfitta delle dittature naziste, fasciste e comuniste sono senza dubbio frutto del Libero Pensiero, di una spiritualità laica che di continuo subisce il rifiuto e la negazione da parte di chi professa il pensiero fisso per convenienza o perché si illude di avere in tasca la verità.
Il Libero Pensiero è planetario, esiste, magari nascosto, anche nei paesi sotto regimi dittatoriali o fortemente repressivi, il libero pensiero non si può ammazzare, la persona sì, come Giordano Bruno che resistendo alle terribili torture fino alla morte, portò il suo pensiero attraverso i secoli fino a noi.
Certo, anche la Massonerìa è un'etichetta, come lo sono le religioni, i partiti politici, etc., ma è una di quelle poche, pochissime etichette che coltiva appunto una spiritualità libera, è una scuola dalla quale gli apprendisti escono con le loro idee avendo imparato ad agire per un mondo migliore, basato sulla libertà, sull'uguaglianza e la fratellanza.
Un libero pensatore è ben conscio di rimanere sempre un apprendista anche quando ha raggiunto le più alte vette della filosofia, è agnosta, cioè umilmente ammette di non sapere.
Nella Massoneria si formano spiriti liberi, non per guerre, rivoluzioni, rumorose manifestazioni di piazza, ma naturalmente i massoni possono agire come tutti gli altri esseri umani... .
C'è chi non ha bisogno di etichette e che ugualmente vive e propugna i suddetti principi per favorire la libera espressione ed organizzarsi per ottenere una convivenza con diritti civili ed umani uguali per tutti, in questo la Massoneria universale può dare un forte contributo.
Un anziano massone disse un giorno:"Non è necessario che ci si iscriva alla Massoneria, l'importante è essere libero pensatore."
http://digilander.libero.it/pansexuality



UMA MASSONERIA DI POPOLO PER UN NUOVO UMANESIMO CHE UNISCA OCCIDENTE ED ORIENTE
by Luca Bagatin

Che cos'è la Massoneria ?
Un'organizzazione mondiale i cui valori fondanti sono tre: Libertà, Fratellanza ed Uguaglianza alla Gloria del Grande Architetto dell'Universo per l'edificazione del Tempio dell'Umanità.
Di più e meglio non saprei riassumervi.
Sono anni che studio ed approfondisco l'universo massonico e non ho mai fatto mistero di essere affiliato da diverso tempo ad una società paramassonica (ovvero non massonica in senso stretto, ma comunque fondata da massoni e a sfondo iniziatico ed esoterico) a carattere spirituale denominata Società Teosofica fondata 133 anni fa da un'occultista russa, Madame Blavatsky e dal colonnello Henry Olcott.
Ho purtuttavia delle critiche da muovere alla Massoneria nel suo complesso, ovvero trovo che essa sia un po' troppo elitaria, chiusa in sé stessa e ahimé le varie Logge chiedono spesso ai loro affiliati delle quote sociali un tantino elevate. Queste peraltro sono le medesime critiche che mosse il nostro Profeta dell'Unità d'Italia Giuseppe Mazzini, pur venerato dai massoni come un'"icona del libero pensiero".
Una piccola Utopia ho nel cuore da lungo tempo e di cui percepisco la necessità, ovvero lo sviluppo di una Scuola Iniziatica per la crescita e l'implementazione della Creatività e della Coscienza individuale. Al fine di scoprire il nostro "Io" più profondo. Al fine di combattere i dogmi, i pregiudizi, le ipocrisie, le prevaricazioni sociali e psicologiche.
In sintesi: per restituire il potere ad ogni singolo individuo il quale potrebbe finalmente ritornare ad essere il "pilota" dell'Esistenza nel senso più ampio del termine.
La Massoneria nelle sue varie forme potrebbe avere un ruolo importante in questo progetto, ma solo se essa sarà capace di attingere dalle proprie origini (Verità, Sapienza, Conoscenza) e di tornare ad essere "Massoneria di Popolo" come ai tempi di Mazzini, Garibaldi, Mameli in Italia e Benjamin Franklin, George Washington ed i rivoluzionari americani negli Stati Uniti, ove il popolo stesso era al centro della vita massonica per l'emancipazione e le libertà.
Una Nuova Era di Illuminati (non certo la favoletta degli Illuminati della Baviera ed i loro complitti per il controllo del Mondo) potrebbe nascere. Si tratta solo di seguire il flusso dell'Utopia, della Fantasia, della Creatività. E sono convinto che molti Fratelli (e non solo) mi hanno già compreso
.



24 aprile 2008

"L'IMPORTANTE E' ANDARE" meditazione in memoria (anche) di Giuliano Gennaio



L'importante è andare.
Non importa verso dove.
L'importante è andare senza lasciarsi trascinare dalla corrente.
Senza incertezze né paure.
Oggi siamo qui e domani....anche !
La Coscienza Universale siamo noi stessi e non sarà certo un cuore che smette di battere che ci impedirà d'esistere. Per quanto questo cuore possa essere il nostro.
La morte non è che la continuazione dell'esistenza ad un livello di Coscienza diverso.
Approderemo prima o poi da qualche parte o....forse a nulla.
Chissà !
L'esistenza è illogica, probabilmente. Tuttavia vale la pena di viverla in tutte le sue sfaccettature. E sperimentare, approfondire, creare.
La mancanza di questi elementi è la vera morte dell'anima: la sua definitiva scomparsa ed estinzione.
Andiamo avanti sempre.
Senza mai lasciarci trascinare dalla corrente, ma tenendo sempre la rotta.
Si salpa ragazzi !

by Luca Bagatin




17 aprile 2008

Dialoghi al di là del Velo di Maya





Altotas: "Vedi, laggiù, c'è l'orizzonte"

Luca Bagatin: "Sì, ma, che cosa c'è oltre l'orizzonte, Maestro ?"

Altotas: "Un altro orizzonte"

Luca Bagatin: "Ma allora l'orizzonte è infinito ?"

Altotas: "Certo, è come l'Universo"

Luca Bagatin: "L'Universo.....Infinito.....Ma che senso ha tutto ciò, Maestro ?"

Altotas: "Nessuno, almeno in apparenza. L'Universo è l'infinitamente grande nell'infinitamente piccolo. Esso esiste perché esiste la tua mente, la tua Coscienza."

Luca Bagatin: "Altrimenti non esisterebbe ?"

Altotas: "Altrimenti sarebbe un'illusione. Anzi: l'Universo è già di per sé un'illusione. Così come il mondo fisico".

Luca Bagatin: "E' tutto un grande sogno, insomma...."

Altotas: "O un grande incubo, a seconda...."

Luca Bagatin: "Già !"




26 gennaio 2008

PER NON SMETTERE MAI DI ALZARE LA TESTA DI FRONTE AI TOTALITARISMI



Il 27 gennaio di ogni anno si commemorano le vittime della barbarie nazifascista ed è stata scelta proprio questa data in quanto il 27 gennaio 1945, con l'entrata delle truppe sovietiche ad Auschwitz, si scoprì per la prima volta l'esistenza in Germania di campi di sterminio di massa.
E' una triste storia quella dei campi di sterminio di massa. Una storia che ha visto uniti nazisti, fascisti e comunisti: ieri come oggi.
Ieri con i campi di concentramento disclocati in tutto il Terzo Reich per eliminare e disumanizzare: ebrei, dissidenti politici, zingari, omosessuali, testimoni di geova; ieri con i gulag sovietici che mieterono 80 milioni di vittime in tutta l'Asia ed oggi ancora con le barbarie commesse in Cina, a Cuba ed in tutti i Paesi ove regna l'orrore marxista leninista che vuole imporre una "società perfetta e senza classi".
Ma, come dimenticare le vittime del Potere di Santa Romana Ecclesia perpetrato per tutto il Medioevo sino all'800 per eliminare e "redimere" i cosiddetti "eretici": catari, templari, gnostici, liberi pensatori, scienziati: condannati a torture paragonabili alla ferocia dei nazisti ed il tutto in quanto "eretici", ovvero avevano scelto strade diverse rispetto al dogma ed al monolitismo della Chiesa cattolica che ha sempre imposto le sue astrusità financo contrarie al Verbo di quel Gesù detto il Cristo che afferma di rappresentare per mezzo di un uomo che siede nel trono papale ornato riccamente ed al quale financo il Parlamento italiano da ascolto !
E dell'Islam fondamentalista ne vogliamo parlare ?
Tutte le religioni e le chiese istituzionalizzate (comprese le ideologie politiche totalitarie come nazismo, fascismo e comunismo che sono delle vere e proprie fedi messianiche) sono foriere di barbarie e di annientamento delle coscienze individuali.
Esse impongono i loro astrusi credi alle masse al fine di soggiogarle e di far loro un vero e proprio lavaggio della mente.  Le svuotano dalla loro individualità, le fanno sentire partecipi di gloriosi progetti universali che porteranno il Mondo ad essere migliore ! E il tutto per mantenere saldo il potere dei pochi a danno dell'Umanità intera perpetrando violenze, sopraffazioni, indebite ingerenze nelle vite financo private dei cittadini.
Così sono sorte le ideologie messianiche che hanno preso alla lettera il Verbo dei loro profeti e lo hanno strumentalizzato annientando tutti gli eventuali oppositori interni ed esterni.
Nel caso del marxismo, Marx stesso fu il fondatore di una Chiesa antiumanitaria che, come aveva predetto Giuseppe Mazzini nel suo "Discorsi sulla democrazia in Europa", avrebbe asservito un popolo agli interessi di uno Stato schiavista, livellatore e avido.
Altro che società perfette e in armonia !
Le società perfette non sono che illusioni di menti limitate o precisi disegni di menti criminali.
La società è fatta di individui. Questo basta. Ogni individuo ha una sua mente, una sua coscienza, una sua individualissima creatività e proprio attraverso questa ed il suo libero arbitrio può decidere quel che sarà di lui.
E non c'è Stato, Chiesa, dogma, ideologia che può renderlo schiavo pena l'annientamento del suo essere "persona", donna o uomo che sia.
E' per questo che oggi, che sia il 27 gennaio o meno, ogni sincero democratico, ogni sincero liberale, ogni sincero individuo pensante non può non ricordare il passato dei suoi avi barbaramente massacrati. Di suoi pari in quanto persone.
E non può quindi non continuare a battersi contro il nuovo fascismo, il nuovo comunismo, il nuovo clericalismo di ogni credo religioso.
Nei fatti non vi è nulla di "nuovo". Cambiano i nomi, i presunti "leader", i simboli forse, ma per il resto i disegni di queste ideologie totalitarie e messianiche sono gli stessi: fame di Potere e Dominio (specie delle menti e delle coscienze) e desiderio ultimo di raggiungere (impossibili e improbabili) società "perfette" e livellatrici di orwelliana memoria.

Luca Bagatin

"Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case;
Voi che trovate tornando la sera
Il cibo caldo e visi amici:

Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce la pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì e per un no

Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno:

Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole:
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,

Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli:
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri cari torcano il viso da voi".

PRIMO LEVI


"Possa l'individuo essere consapevole
della sua innata Divinità.
Possa egli alzare sempre la testa di fronte ai soprusi
senza abbassarla mai un momento.
Possa egli essere consapevole della propria individualità
senza mischiarsi mai alla massa indistinta.
Non esiste una società perfetta, né
nessuno di noi potrà salvare il mondo dal suo autoannientamento.
Ma ciascuno di noi potrà almeno ricercare la felicità interiore, che
è la cosa più importante.
Possono torturarci, violentarci, mutilarci,
financo uccidere i nostri corpi mortali.
Ma non potranno mai uccidere la nostra Coscienza che è la nostra Anima.
Essa appartiene all'Universo infinito di cui siamo fatti".

LUCA BAGATIN



3 novembre 2007

Al VI Congresso dei Radicali Italiani....


Si è tenuta ieri 2 novembre 2007 la seconda giornata del VI Congresso nazionale dei Radicali Italiani presso la Fiera di Padova di Via Niccolò Tommaseo 59 (l'assise si concluderà domenica 4 novembre alle ore 12.30 con l'approvazione delle mozioni e l'elezione degli organi direttivi).
Ho deciso di recarmi ieri per diversi motivi fra cui il conoscere e l'approfondire l'umore degli iscritti dopo un anno e mezzo di presenza radicale al governo e l'incontrare nuovi e vecchi amici con i quali ho condiviso in questi dieci anni numerose battaglie laiche e liberali.
Giunto alle ore 11.00 presso il padiglione che ospita il Congresso, sono stato cortesemente fermato dai numerosi stand di riviste e pubblicazioni radicali: da "Democrazia & Libertà" che tratta di diritti umani, sino a "Translimen" dell'Associazione Esperantista Radicale sino alla rivista "Agenda Coscioni" che si occupa di ricerca scientifica e che fra l'altro mi arriva già regolarmente a casa.
Indirizzato dagli standisti presso gli uffici ove si erano riunite le Commissioni tematiche (ben nove commissioni: dalle libertà economiche, ai diritti umani, alla pace, alla libertà di ricerca scientifica, ai nuovi tipi di famiglia , alla libertà in rete e a quella d'informazione, alla giustizia ed al futuro dei radicali come partito.
Per quanto io sia arrivato tardi rispetto ai lavori, ho voluto comunque assistere a quelli dell'ottava Commissione: quella sulla libertà di ricerca scientifica e religiosa.
Entro e, chi ti trovo davanti, seduto fra gli spettatori ? Il "Mago Otelma" al secolo Marco Belelli ! Potete ben immaginare il mio immediato stupore....Ad ogni modo, in silenzio, prendo posto accanto a lui (fra l'altro uno dei pochi posti ancora rimasti disponibili) e mi accingo ad ascoltare l'ottimo e toccante intervento di Alessandro Frezzato dell'Associazione Luca Coscioni, ragazzo affetto da distrofia muscolare e autore del volume "Io Alessandro Frezzato: appunti di una battaglia per la vita e per la speranza". Alessandro, come i molti altri interventi, si scaglia giustamente contro un Paese arretrato come l'Italia ove la classe politica con il supporto del Vaticano preferisce ostacolare la ricerca scientifica e quindi condannare i malati al fine di tutelare non si sa bene quale "vita".

Ascoltando Alessandro ripenso a quei "maitre à penser" nostrani che hanno più volte pubblicamente accusato i radicali di "strumentalizzare i malati" come Luca Coscioni, Piero Welby, lo stesso Frezzato e mi viene quasi da piangere e da imprecare contro cotanta ignoranza e cotanta violenza verbale che tuttavia è spesso maggioritaria nei mass media.
Per la prima volta nella storia del nostro Paese (e forse più) dei malati divengono parte attiva di una lotta per la loro stessa vita, per la loro stessa sopravvivenza e quella di altri.
E' questo che si percepisce nella sala dell'ottava Commissione fra malati, medici e ricercatori. Oltre che fra militanti e dirigenti radicali.
Più tardi mi accingo a parlare con Marco Belelli, accanto a me, che io ricordavo nelle vesti televisive del "Mago Otelma" e che ho scoperto essere persona di grande passione e lucidità politica.

Mi ha rivelato di essere militante radicale da 21 anni e che il primo Congresso radicale al quale partercipò fu quello di Bologna nel 1988 e che a quest'assise avrebbe voluto presentare una mozione per una totale lotta alla Casta ed ai suoi privilegi; per l'abolizione della Legge Merlin con la conseguente regolamentazione della prostituzione e per l'integrazione della Turchia nell'Unione Europea a patto che questa rispetti i diritti umani e civili di tutti a cominciare da quelli dei curdi e degli armeni.
Il dibattito congressuale è poi iniziato attorno alle ore 12.30 con le relazioni delle Commissioni a partire dal diritto di famiglia che, secondo i radicali dovrebbe essere riformato introducendo le cosiddette Unioni di fatto indipendentemente dall'orientamento sessuale (come peraltro avviene in quasi tutta Europa) proseguendo con la necessità di introdurre norme repressive per quanto concerne la violenza sulle donne sino a giungere all'abolizione della legge 40 sulla fecondazione assistita.
Nonostante gli interventi dei socialisti Francesco Mosca e Roberto Villetti dello Sdi sulla necessità di riaffermare la laicità dello Stato, essi non sono stati accolti con grande calore dalla platea.
Sullo Sdi, infatti, pesa l'abbandono del progetto della Rosa nel Pugno che l'On. Villetti ha cercato di giustificare affermando che i socialisti e i radicali hanno purtroppo un modo diverso di far politica: i militanti radicali sono una specie di "azionisti" parte attiva nelle loro lotte; mentre i socialisti si sentono più legati all'apparato del partito.
Fatto sta che entrambi si collocano oggi nel centrosinistra per quanto gli umori di militanti e dirigenti radicali per questa collocazione siano tutt'altro che buoni.
Non c'è stato infatti intervento o dichiarazione che non abbia sottolineato come il nostro Paese sia sempre più arretrato sotto tutti i punti di vista e poco democratico nella fattispecie per quanto concerne il sistema dell'informazione (giudicata monolitica con tanto di dati e statistiche alla mano).
C'è infatti chi ha testualmente dichiarato: "In 18 mesi di presenza radicale al governo nulla è cambiato !".
Purtuttavia l'impressone che si è percepita fra militanti, iscritti e simpatizzanti è che ci sia tutto sommato una gran voglia di lottare contro l'ignoranza diffusa, il dogma, l'ottusità politica e clericale.
E soprattutto ho avuto modo di vedere molti giovani fra i 18 e i 30 anni, cosa rarissima di questi tempi in un Congresso di partito.
Giovani provenienti un po' da tutta Italia che si sono pagati vitto e alloggio e che non sono stati "foraggiati" dall'apparato come spessissimo accade nei partiti che se lo possono permettere (anche grazie ai lauti finanziamenti pubblici ai partiti stessi, ottenuti in proporzione al loro peso elettorale).
Marco Pannella, nell'intervento delle ore 17.30 ha detto una frase che penso possa valere a sottolineare lo spirito dei radicali di oggi eredi di quelli di ieri: "L'etica della responsabilità è la premessa per l'etica della libertà". E come non dargli torto in un Paese che storicamente, ahinoi, ha sempre cercato di scaricare le proprie responsabilità su qualcun altro e che la parola "libertà" è sempre stato uno slogan scandito da tutti ma mai praticato, in quanto forse neanche conosciuto e/o sperimentato.

Sul Congresso, tuttavia, pesa un grande assente forse ingiustificato: Daniele Capezzone. E qui mi fermo e preferisco non andar oltre nella questione.
Per quanto concerne il futuro dei radicali, invece, bisognerà attendere il corso degli eventi...."nelle prossime ore, minuti, forse" come ci avverte qualcuno.

Lo storico dirigente radicale Sergio Stanzani (che fondò il primo Partito Radicale negli anni '60, con Ernesto Rossi e altri liberali ed  azionisti), tornando alla questione della Rosa nel Pugno ha ad ogni modo rivendicato il suo essere incondizionatamente da sempre liberale e non socialista in quanto essere liberale significa di per sé occuparsi di problemi sociali e, ha concluso con una riflessione che forse è nei cuori dei radicali di oggi e non solo: se il sogno di Mario Pannunzio e degli Amici de "Il Mondo" si realizzasse davvero, ovvero se nascesse una Terza Forza laica e liberale, la battaglia per una piena democrazia sarebbe inevitabilmente e finalmente vinta.
"Lo credo anch'io", penso dentro di me.

Luca Bagatin

Vorrei dedicare quest'articolo a diverse persone che mi hanno reso la giornata di ieri parcolarmente amabile.
Innanzitutto a Mina Welby che ieri mattina mi ha "buttato giù dal letto" inviandomi un affettuoso sms di "Buona giornata" alle ore 6.50 e che un mese fa mi invitò calorosamente a presenziare al Congresso.
A Marco Belelli per avermi fatto conoscere un "Divino Otelma" dal "volto umano".
A Paola Scaramuzza, amica e militante radicale di sempre che mi ha riportato ai tempi in cui raccoglievamo le firme e attaccavamo i manifesti in solitaria (e a Trieste salimmo sulla ruota del Luna Park come bambini nonostante non solo non ne avessimo l'età, ma neanche il fisico).
Al raggio di sole dai capelli dorati e riccioluti che incontrai al Congresso in serata, fra una sigaretta e l'altra, chiamato Paola Vadalà: giovanissima insegnante di lettere di Taranto il cui più grosso cruccio sono gli studenti che sbagliano l'accento sulla "e".


sfoglia     dicembre        febbraio






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini