.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


5 dicembre 2007

RIFLESSIONI POLITICHE


Da diverso tempo sto riflettendo sulla relazione fra la politica italiana di oggi e quella di ieri e sulla relazione fra la politica di ieri, quella di oggi e l'attuale società italiana.
Perché, infatti, mentre nel 1892 ci fu l'esigenza di costituire un grande partito dei lavoratori denominato Partito Socialista e nel 1895 si costituì un'altro grande partito della democrazia e del lavoro che prese il nome di Partito Repubblicano, con moltitudini di iscritti e simpatizzanti disposti financo a morire per il proprio ideale, oggi abbiamo solo dei contenitori mediocri fatti di parole vuote, composti da molti generali e da poco esercito e soprattutto fondati sullo slogan e su mirate campagne di marketing fini a sé stesse ?
Per carità, non ho nulla contro il marketing: figuriamoci, ne sono un sostenitore. Ma, nel momento in cui, per avere "appeal" si fa un uso pressoché unico di tale strumento di comunicazione allora significa non avere, nei fatti, alcun contenuto.
Ora, sappiamo tutti che le idologie sono crollate, e che per varie vicissitudini si è passati da una Prima ad una Seconda Repubblica.
Non voglio però qui entrare nello specifico, in quanto rischierei di andare anche troppo fuori tema.
Ritorno quindi a bomba: mentre alla fine dell'800 sono sorti dei partiti che miravano all'emancipazione dell'individuo e che sorgevano spesso dalla base dei lavoratori, dei cooperatori, dei piccoli produttori, di intellettuali borghesi....dagli anni '90 ad oggi abbiamo assistito alla nascita di "partiti di plastica", con pochi militanti e molti generali. Partiti basati spesso su figure carismatiche e appoggiati da grandi gruppi industriali, bancari e della comunicazione mediatica.
Questo tanto a "destra" quanto a "sinistra".
Peraltro bisognerebbe aprire una parentesi: dagli anni '90 ad oggi l'Italia conobbe e conosce una strana "destra", tutt'altro che liberale, costituita dagli eredi del fascismo, dai leghisti e da un partito non meglio definito ideologicamente guidato da un imprenditore estraneo alla politica. Allo stesso identico modo il nostro Paese conobbe e conosce una strana "sinistra" capitanata ed egemonizzata da ex comunisti ed ex democristiani.
Le forze della democrazia laica e liberale (Liberali, Socialisti, Repubblicani) erano completamente stati spazzati via, come nel fascismo e tutt'ora faticano a riemergere.
Ecco che oggi assistiamo ad un'ulteriore "mutazione genetica" nei cosiddetti "partiti di massa", ulteriormente svuotati da qualsiasi radice storica e culturale italiana ed europea: da una parte abbiamo un Partito Democratico (fusione fra post comunisti e post democristiani) e dall'altra un Partito delle Libertà.
Curiosa mutazione davvero se pensiamo che questi due "supermercati" di "libertà" e "democrazia" si trovano ad operare in  un Paese a scarsa vocazione democratica e liberale: si pensi specialmente alla sua storia recente e relativamente recente fatta anche di divieti a particolari settori della ricerca scientifica, di regole non certe per quanto concerne la giustizia, di impossibilità per le coppie non sposate di vedersi riconosciuti diritti naturali, di mantenimento di aziende di Stato tutt'altro che in ottima salute, di scarso rispetto ed applicazione della Costituzione Repubblicana e si potrebbe continuare.
Ho cercato così di fotografare la situazione attuale che potrei allargare anche alle varie Costituenti socialiste e liberaldemocratico-repubblicane.
Che senso ha continuare ad affannarsi senza una base militante solida ?
La base militante si forma o si dovrebbe di norma formare su esigenze concrete.
Oggi la base militante è scarsa. In compenso abbiamo moltissimi individui che inseguono facili slogan, promesse di futuri radiosi, e tutto quanto si fa loro bere per mezzo dei mass media.
Un tempo ci si aggregava attorno ad un'idea, ad un progetto, ad un 'iniziativa.
Oggi ci si disgrega di fronte al telegiornale, alla partita di calcio, e nei vari centri commerciali: ciascuno alla ricerca dell'ultimo modello di telefonino.
Ed i prezzi, intanto, sono in aumento. E nessuno si chiede il perché o il percome e ciascuno continua a votare il suo Partito Democratico del Popolo Libero di Bananas.
Mi chiedo quante persone riflettano su queste semplici questioni.
E mi chiedo quante persone abbiano veramente la volontà di studiare ed approfondire la storia e la cultura financo politica del nostro Paese: dal glorioso Risorgimento sino all'Involuzione della Seconda Repubblica. Già sarebbe qualcosa, credetemi.
In questi giorni sul mio blog, non a caso, ho postato un brano tratto da "Lo straniero misterioso" di Mark Twain. In esso si spiega chiaramente come in generale la "maggioranza" sia facilmente preda di una  "minoranza" di individui che fanno più baccano e di come proprio in questo modo le monarchie, le oligarchie politiche e le religioni istituzionalizzate abbiano preso tanto piede nella Storia al punto di soggiogare il popolo bue.
Mi chiedo quanto ancora dovremo vedere ripetersi questa emblematica scena specie un un Paese medievale come il nostro ove si preferisce lanciare il sasso e nascondere la mano e soprattutto tenersi saldo il prosciutto sugli occhi per evitare, spesso, di pensare.



Luca Bagatin



20 novembre 2007

L'alternativa Laica e Liberale ai "partiti Dixan" di Berlusconi & Veltroni


Ci mancava Berlusconi ed il suo pseudo nuovo partito: il Partito del Popolo delle Libertà, che fa il paio con l'altra trovata pubblicitaria del Partito Democratico e delle sue primarie farsa del duo Veltroni-Prodi.
Che dire. Che forse ha ragione Gianfranco Fini quando dice che lo scarso consenso popolare verso l'Unione non si traduce affatto in un pieno consenso alla Cdl.
Tutt'altro, anche perché è sotto gli occhi di tutti la pessima prova di governo di entrambi gli schieramenti politici oggi in campo.
Ed allora un'alternativa liberale, laica, radicale, liberalsocialista e repubblicana dovrebbe imporsi.
Ovviamente non parlo tanto o solo dei partitini laici in sé (Radicali, Ps, Pri, Capezzone, Riformatori Liberali, Psdi), i quali sembrano sempre più seguire la logica degli "utili idioti", dei "sassi in capponaia" utili a questo o a quello schieramento conservatore e non saranno certo le varie Costituenti a rilanciarli.
Parlo della galassia dei valori laici e liberali che in tutto Occidente si contrappongono alla conservazione di destra e sinistra.
In un recente ed ottimo convegno organizzato dalla Voce Repubblicana dal titolo "Valori liberali: quelli veri e quelli falsi", il prof. Riccardo Gallo dell'Università La Sapienza di Roma ha rilevato come solamente il 4% del Parlamento italiano sia composto da partiti e personale politico i cui valori sono autenticamente liberali: Rosa nel Pugno, Partito Repubblicano Italiano, Daniele Capezzone, i Liberaldemocratici e qualche esponente singolo come Debenedetti, la Boniver, Alfredo Biondi.
Per il resto è la conservazione a regnare sovrana.
Ma la società italiana è davvero così controriformatrice ? Così legata ancora ai miti messianici totalitari del passato quali il clericalismo, il neocomunismo ed il neofascismo ?
La risposta è lampante ed è chiaramente no.
Purtuttavia i leader dei due maggiori partiti, sono proprio espressione della controriforma.
Prendiamo il centrosinistra di Veltroni, ad esempio e noteremo che non ha praticamente fatto nulla in favore delle libertà civili ed individuali. Ha prodotto una legge insufficiente, quella dei Dico, e l'ha automaticamente archiviata per evitare di approvarla. Quanto alla ricerca scientifica ha la stessa identica linea, nei fatti, della Casa delle (pseudo) Libertà: vietare, vietare, vietare.
Sotto il profilo economico, poi, a parte tutelare il grande capitale, la grande industria e chi un lavoro gia ce l'ha, ha completamente inviso le piccole e medie imprese, vero motore dell'economia italiana e gli stessi giovani disoccupati che si troveranno a pagare la pensione a chi lascierà il lavoro a 58 anni.
Per quanto concerne la politica estera, poi, non ne parliamo. Si è coniato il termine "equivicinanza" che nei fatti è come dire: libero dialogo con il terrorismo islamico contro Israele !
Ma, veniamo al centrodestra. Capitanato da un imprenditore privo di cultura politica che recentemente ha imbarcato i neo-fascisti della Destra di Storace, ha praticamente aperto la strada alla revisione della legge sull'aborto con le conseguenze disastrose che ciò potrebbe comportare ed un passo indietro notevole. Non ha fatto alcuna seria riforma liberale in campo economico; non ha ridotto la spesa pubblica; si rifiuta di aprire a Pacs ed Unioni di fatto (a differenza dell'allora governo di centrodestra spagnolo di Aznar, dell'attuale governo francese di Sarkozy e della linea del Repubblicano americano Rudy Giuliani); si rifiuta di dare il colpo di grazia allo spaccio di stupefacienti regolamentando le non-droghe; si rifiuta di aprire alla ricerca scientifica a 360 gradi ed è sempre pronto a sostenere una visione antistorica di famiglia.
Ora, vista in questi termini, alla politica italiana degli ultimi 15 anni sembra non esserci scampo. E forse è davvero così....per quanto l'imminente crisi del bipolarismo sembra aprire nuovi spiragli democratici.
In più articoli sostenni e sostengo tutt'ora il rilancio del proporzionale puro, senza sbarramento alcuno, affinché i simili si aggreghino ai simili sulla base di un programma comune.
Solo allora, forse, i liberali ed i riformatori, usciranno allo scoperto e riusciranno, naturalmente e senza imposizioni di legge, a contrapporsi ai conservatori di destra e sinistra con i loro partiti di plastica.
A tal proposito riporto qui le recenti parole del prof. Massimo Teodori: "Il problema dei membri della famiglia liberale oggi – intendendo con questo termine l'intero arco dei liberali, liberaldemocratici e, più in generale, dei democratici-laici come i repubblicani – non è di sottolineare le differenze che li dividono al loro interno in politica economica e sociale, ma al contrario di accentuare le grandi differenze che li separano dai non-liberali: statalisti, corporativisti, consociativisti, clericali, ecc. Per quanto grandi siano le distanze che dividono i liberisti dai keynesiani, i moderati dai progressisti, i moderati laici dagli accaniti anticlericali, esse sono sempre assai minori dalle distanze che li separano dai non liberali".
Mai come oggi tornano d'attualità le battaglie di Ernesto Rossi e di Gaetano Salvemini e le loro riflessioni sul settimanale liberal-radicale "Il Mondo" negli anni '50 in cui i due preferivano parlare "delle singole libertà" e non genericamente della Libertà con la "L" maiuscola, nonché "delle democrazie" anziché solo di "Democrazia".
Infondo anche i comunisti si dicevano "democratici e popolari" a parole, mentre nei fatti erano complici della dittatura sovietica dalla quale erano anche finanziati.
Oggi, con il crollo delle cosiddette ideologie, anziché andare verso l'Europa e l'Occidente democratico ove esistono Liberali, Socialisti e Popolari, si preferisce, in Italia, inventarsi dei "fustini di Dixan" peraltro con personale politico trito e ritrito. E così abbiamo il Partito Democratico Popolare ed il Partito del Popolo Berlusconiano con all'interno la peggior Prima Repubblica e, i pochi nuovi, non sono altro che i portaborse dei "vecchi" o quantomeno persone che si lasciano trasportare da questi specchietti per le allodole o per tordi.
Ora, quel che a me appare lampante, probabilmente ai più non lo è.
La qual cosa forse non mi stupisce facendo io parte di quei "pazzi malinconici" eredi di quel genuino liberalismo e mazzinianesimo delle origini pregno di libertarismo e diffidenza nei confronti dell'autorità costituita, del dogma e delle società perfette.
Purtuttvia ritengo che, politicamente parlando, le scelte obbligate siano oggi due e due solamente: o si continua a sostenere la tesi del "voto il meno peggio" (e non chiedete a me quale sia questo meno peggio perché per voi potrebbe essere anche il peggio) ovvero voto per Forza Italia o per il Pd; oppure si rilancia l'alternativa di Terza Forza laica, liberale, liberalsocialista, e repubblicana: un Partito della Democrazia Laica e Liberale al di là di questi schieramenti, magari legato all'Eldr in Europa, che possa portare i veri laici e liberali oggi in Parlamento dal 4% al 20 % - 30 %.
Le possibilità ci sarebbero tutte.
Le probabilità che ciò si realizzi, invece, ahimé pressoché nulle.
Evidentemente più di qualcuno, in casa laica, a fare l'"utile idiota" ci guadagna.
Personalmente, poi, non vorrei mai più vedere in Parlamento o ai vertici di Partito: Pannella, la Bonino, Turci, De Michelis, Boselli, Craxi, La Malfa, Nucara, Del Pennino ecc...ma solamente giovani come Valeria Manieri, Paola Vadalà, Tommaso Ciuffoletti, Giovanni Postorino, Barbara Maurano, Fulvio Giulio Visigalli, Renato d'Emmanuele, Giuliano Gennaio, Michele Marchioro ecc....
Giovani radicali, liberalsocialisti, repubblicani e liberali che sanno il fatto loro e non ne possono veramente più di una politica senza sbocchi concreti.


Luca Bagatin


sfoglia     novembre        gennaio






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini