.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


28 ottobre 2010

Donne e Massoneria: articolo-intervista alla professoressa Francesca Vigni di Luca Bagatin

Donna che indossa paramenti massonici; il volume di Francesca Vigni; Annie Besant - già presidentessa mondiale della Società Teosofica - indossa paramenti massonici

Può una donna entrare in Massoneria ?
Secondo un preciso landmark (o regola massonica) stabilito nelle regole fondanti della Gran Loggia Unita d'Inghilterra - detta anche Loggia Madre del Mondo - redatte dal reverendo inglese James Anderson nel 1723, no.
In quanto il massone deve essere uomo, oltre che libero e di buoni costumi.
Diciamo subito che la Gran Loggia Unita d'Inghilterra è considerata Loggia Madre del Mondo più per questioni più squisitamente storiche che esoteriche. La Massoneria speculativa si è data, infatti, un'organizzazione vera e propria in Inghilterra nel 1717, per quanto tale istituzione sia ben più antica.
Diciamo anche che il reverendo Anderson e molti studiosi di esoterismo hanno ritenuto e ritengono, pur erroneamente, che, poichè l'iniziazione massonica è solare e non lunare, ciò significa che solo i maschi hanno diritto a tale iniziazione.
Ciò, come ha ricordato anche il grande massone, esoterista ed alchimista moderno Paolo Lucarelli nella pefazione italiana a "Simbolica Massonica per il terzo millennio" di Irène Mainguy (edito in Italia dalle prestigiose Edizioni Mediterranee), è assolutamente smentito dal fatto che nei cantieri operativi dei muratori medievali - ai quali si rifanno gli odierni Libero Muratori - vi erano anche donne. Ed inoltre, sempre il Lucarelli, ricorda che vi erano culti solari - come ad esempio quello di Apollo e Dioniso - che erano officiati soprattutto da sacerdotesse.
Ciò fu confermato già nei primi del '900 anche dal reverendo Cherles W. Leadbeater, trentatreesimo grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato ed autore del volume "La Massoneria e gli Antichi Misteri".
Facciamo poi notare che, in Italia, nonostante le fortissime resistenze del Grande Oriente d'Italia relativamente all'ingresso delle donne nelle Logge, già due illustri Gran Maestri del GOI quali Giuseppe Garibaldi ed Ernesto Nathan, contestarono tale discriminazione. Al punto che Garibaldi stesso iniziò donne alla Massoneria.
Attualmente, peraltro, in Italia, solamente la Gran Loggia d'Italia degli ALAM di Palazzo Vitelleschi, inizia anche le donne.
E' di queste settimana, inoltre, la notizia che il neo-eletto Gran Maestro del Grande Oriente di Francia Bar Arcizet Guy, ha deliberato l'ingresso delle donne nella prestigiosa Obbedienza massonica francese. Decisamente un passo avanti.
Sotto il profilo accademico, in Italia, pressochè solo la professoressa ed amica Francesca Vigni ha ben pensato di approfondire la questione donne e Massoneria.
E lo ha fatto con un ottimo volume edito dalla Bastogi nel 1997: "Donne e Massoneria in Italia", ove fa un vero e proprio excursus storico dalle prime Logge femminili o "di Adozione" in Francia nel XVIII secolo sino a quelle napoletane, passando per le donne Carbonare e Massone durante il Risorgimento italiano e che combatterono per l'Unità d'Italia.
Ampi capitoli del volume sono inoltre dedicati alle Gran Logge Femminili presenti in Italia ai nostri giorni.
Francesca Vigni è nata ad Arezzo, è laureata in lingue straniere ed è insegnante di lingua e letteratura inglese e francese. Si è laureata all'Università di Siena proprio con una tesi sulla Massoneria delle donne nella Francia del '700 ed è stata vincitrice del premio "Treves". Dagli anni '80 si occupa dunque della questione ed è un mio grande piacere avere la possibilità di intervistarla oggi.


Luca Bagatin: Come è nato il tuo l'interesse per la Massoneria ?"

Francesca Vigni: L’interesse per la massoneria nasce molti anni fa, quando ero una studentessa universitaria degli anni '80, dalla lettura di libri che avevo sottomano e dedicati al tema verso il quale nutrivo molta curiosità. I libri erano: “Massoneria e rivoluzione francese” di Carlo Francovich, “Storia della massoneria in Italia” di Aldo Mola ( 1972 ) e “Sette enigmi di storia massonica” di Beatrice Bisogni.

Luca Bagatin: Come è nata l'idea del tuo libro sulle donne in Massoneria ?

Francesca Vigni: L’idea nasce in seguito agli studi che avevo compiuto con la mia tesi di laurea dedicata alle logge di Adozione francesi del Secolo dei Lumi e che mi procurarono molta soddisfazione , perché, soprattutto in Francia, fu apprezzata la nuova chiave di lettura che avevo fornito dall’analisi dei documenti tramandati da queste logge. Spinta anche da questo inizio favorevole, pensai di ampliare la ricerca focalizzando l’attenzione all’Italia e cominciai a raccogliere materiale, reperito con molta fatica. Da qui nacque l’idea di scrivere un libro su donne e massoneria in Italia, un libro che in realtà, in Italia mancava.


Luca Bagatin: Come è stato accolto dalla critica ed in particolare dalle due grandi Obbedienze massoniche italiane (Grande Oriente d'Italia e Gran Loggia d'Italia degli ALAM) ?

Francesca Vigni: La critica non si occupò all’epoca (1997) di questo libro anche perché io ero una persona del tutto sconosciuta al pubblico, non lavoravo nell’ambito universitario, non avevo sponsor, il libro non era stato pubblicizzato e la casa editrice, la Bastogi, era conosciuta da un pubblico ristretto. Forse anche il tema affrontato produceva delle riserve. Qualche autrice femminista tuttavia recensì il volume favorevolmente e ciò mi lusingò . Con molta soddisfazione ho notato che in seguito autori che si sono occupati di storia della Massoneria hanno fatto riferimenti al libro, anche autori stranieri. Il Grande Oriente d’Italia non ha mai preso posizioni ufficiali sulla mia pubblicazione, ma lo hanno fatto certi autori che gravitano in questo ambiente con una critica favorevole. Al contrario, la Gran Loggia d’Italia degli ALAM si oppose duramente a questa pubblicazione. Ricordo che all’uscita del libro, la rivista “Officinae” della Gran Loggia di Palazzo Vitelleschi scrisse un articolo molto negativo ed addirittura invitava il pubblico a non leggere il volume, cosa che mi sembrò paradossale, perché come è vero che la critica è ammessa, è anche vero che c’è libertà di stampa, e non si può impedire alla gente di leggere ciò che vuole. La Gran loggia d’Italia non gradì soprattutto l’intervista rivolta alla Gran Maestra della Gran Loggia Tradizionale Femminile d’Italia, intervista ovviamente, inserita nel volume. Non piacquero certe sue affermazioni. Avrei voluto replicare personalmente e dialogare con queste persone. L’occasione poteva esservi nel marzo 1998, precisamente il 27-28 marzo 1998, perché fui invitata ad un convegno dal tema. “Cinquant’anni dalla dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, genesi, attualità e prospettive” che si teneva a Torino. Tra i relatori vi era anche una rappresentanza della Gran loggia di Palazzo Vitelleschi con Franco Franchi che all’epoca era il Gran Maestro della Gran Loggia, Luigi Pruneti e altri. Io avevo preparato il mio intervento, ma all’ultimo momento, mi fu detto chiaramente di non partecipare al convegno, perché la mia presenza non era gradita dalla Gran Loggia. E dire che io ero stata invitata. Qualche tempo dopo, in occasione di un convegno a Perugia organizzato dal Rito di Memphis e Misraim ed al quale partecipai, fui avvicinata da un “Fratello” della Gran Loggia di Palazzo Vitelleschi, il quale mi spiegò che il libro aveva provocato una discussione tra i fratelli e le sorelle di questa comunione massonica.


Luca Bagatin: Sei stata in qualche modo supportata dalle Gran Logge Femminili presenti in Italia ?

Francesca Vigni: Una Gran loggia Femminile mi ha supportato fornendomi la documentazione , cioè il materiale, indispensabile per scrivere la seconda parte del libro senza mai rivelare che c’era questo libro in preparazione.


Luca Bagatin: Il Grande Oriente d'Italia - maggiore e più antica Obbedienza massonica italiana - a tuo parere, aprirà presto i suoi Templi anche alle donne come è avvenuto recentemente in Francia ?

Francesca Vigni: La domanda non è di facile risposta , bisognerebbe davvero chiederlo al GOI. Secondo me, da un parte c’è la questione del Landmark contenuto nel terzo articolo delle costituzioni massoniche redatte nel 1723 e da te ricordato . Il terzo articolo dichiara che i massoni sono uomini liberi e di buoni costumi, non schiavi, nè donne, nè uomini immorali. Ora, il Landmark è una pietra di confine, un limite che ha tre caratteristiche: l’universalità, l’immutabilità e l’antichità. Ciò fu inserito nell’ elenco dei “principi fondamentali” redatti a Londra nel 1929 e seguiti da quelle Grandi Logge e dai Grandi Orienti che si attengono a questi principi. Dall’altro c’è la questione dell’iniziazione massonica che il mondo massonico dichiara di essere di essenza maschile, anche se su questo punto forse, la massoneria del XXI secolo dovrebbe operare un’altra riflessione con un’ottica più moderna. E’ anche vero, però, che in Italia dovrebbe esservi un mondo massonico femminile più convincente, più presente e più numeroso. Forse, con una presenza più massiccia di donne massoni operose, il GOI potrebbe cominciare a riflettere su certe posizioni. Questa realtà al momento non c’è presso le Gran Logge Femminili. La presenza più consistente di donne massoni è solo all’interno della Gran Loggia d’Italia di palazzo Vitelleschi.


Luca Bagatin: Che cosa ne pensi, in generale, dei massoni e della Massoneria ?

Francesca Vigni: Della Massoneria penso che abbia un bellissima storia, molto affascinante, che è un Ordine animato da importantissimi principi e che alla sua nascita e alla sua diffusione in Europa , in Italia e nel mondo, ha rivestito un grande ruolo. Dei massoni penso che forse dovrebbero studiare più a fondo la storia della loro istituzione e riflettervi sopra.


Luca Bagatin: Quale sarà, secondo te, l'avvenire della Massoneria, in particolare di quella italiana ?

Francesca Vigni: Se penso al periodo storico in cui viviamo attualmente in Italia, al problema della questione morale, per esempio, o al divario tra nord e sud, penso, ma questa è solo la mia opinione personale, che potrebbero essere temi sui quali la Massoneria italiana potrebbe portare un proprio contributo. E questo potrebbe rappresentare il suo avvenire. Altrimenti non riesco a vedere un grande avvenire della Massoneria italiana, se non quello di rimanere prigioniera di polemiche con certe parti politiche che la riporta ad un certo passato o chiusa nei templi ad istruirsi al rituale maschile.



12 ottobre 2009

Donne in Massoneria: una questione antica e dibattuta



Donne con i paramenti massonici e, al centro, stampa d'epoca raffigurante l'Iniziazione di una donna all'Arte Liberomuratoria in una Loggia mista

Donne in Massoneria.
Una questione annosa ed anche controversa.
Una questione di cui si dibatte da lunghissimo tempo a causa del landmark, ovvero della regola massonica, stabilita dal reverendo inglese James Anderson nel 1723 nelle sue Costituzioni, che avrebbero riunito - appunto - tutte le regole della Gran Loggia Unita d'Inghilterra, considerata la Loggia "madre" della Massoneria mondiale (per questioni prettamente e squisitamente storiche più che simboliche).
Ebbene, da secoli si sostiene, sotto il profilo esoterico, che "l'Iniziazione massonica è solare" e dunque maschile e non "lunare", ovvero femminile.
E per questo motivo, ma forse anche per il periodo assai poco femminista nel quale furono scritte le Costituzioni, la gran parte delle Obbedienze massoniche regolari non iniziano le donne in Massoneria. Per quanto - specie negli ultimi anni - si ritenga che un'istituzione laica ed antidogmatica quale è appunto la Massoneria, non possa permettersi - per così dire - di discriminare.
Ciò che ad esempio è avvenuto in Francia di recente, ovvero ai primi del settembre scorso presso il convento di Lione (l'assemblea generale dei massoni francesi) in seno al Grand Orient de France, è sicuramente emblematico.
Chiamati ad esprimersi relativamente all'iniziazione delle donne nelle Logge, il 56 % dei delegati massoni si è espresso in senso contrario. Purtuttavia si noti come solo dieci anni fa, ad esprimersi in senso contrario, furono ben il 70 % dei delegati !
E si noti anche come per la causa pro logge miste si sia espresso l'ottimo ex Gran Maestro del Grand Orient francese Jean-Michel Quillardet, noto peraltro per la sua grande apertura al "mondo profano" e per la difesa della laicità in Francia e che fra l'altro - piccola nota - fu molto disponibile a collaborare con gli scrittori di thriller esoterici Eric Giacometti e Jacques Ravenne nel fornire materiale per i loro romanzi, il cui protagonista è proprio un ispettore di polizia appartentene al Grand Orient de France.
A rimanere nettamente contrari all'Iniziazione massonica femminile sono i delegati più anziani, più legati alla tradizione.
Così in Francia, così in Italia, ove - fra le Obbedienze regolari - solamente la Gran Loggia d'Italia degli ALAM inizia le donne sin dalla sua costituzione nel 1908.
Edito dalla Bastogi, vi è un ottimo ed agile volume che tratta appunto delle donne in Massoneria: "Donne e Massoneria in Italia" di Francesca e Pier Domenico Vigni.
Un vero e proprio excursus storico dalle prime Logge femminili o "di Adozione" nella Francia del XVIII secolo sino a quelle napoletane formate da nobildonne e via via passando per le donne Carbonare e Massone che combatterono per l'Unità d'Italia sino alla dichiarazione del Generale Giuseppe Garibaldi - Gran Maestro dell'Umanità, Internazionalista e femminista - di voler arruolare le donne nelle Logge.
Ed ancora, una descrizione approfondita delle Gran Logge Femminili presenti in Italia (in cui peraltro fu Iniziata anche la moglie dell'attore Ugo Tognazzi, l'attrice Franca Bettoia, e sua madre Marisa fu Gran Maestra).
Una storia d'emancipazione, dunque, in seno all'Istituzione umanitaria ed emancipatoria per eccellenza.
Un'Istituzione - peraltro - in continua evoluzione. Come la vita stessa dei suoi Confratelli dediti allo sgrossamento della pietra grezza ed all'edificazione del Tempio dell'Umanità da elevare alla Virtù.

Luca Bagatin


sfoglia     settembre        novembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini