.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


26 agosto 2012

Emanuel Swedenborg nell'opera musicale di Fabio Mengozzi: spiritualità in musica



Emanuel Swedenborg (1688 – 1772), importante figura del panorama scientifico, filosofico e mistico-spirituale svedese, visse alla corte di re Carlo XII di Svezia di cui divenne anche consulente per le applicazioni militari (pensate che suo è il primo prototipo dell'attuale Hovercraft in uso dalla marina militare).

Swedenborg, come ricorda Lino Sacchi nella sua raccolta di biografie di massoni famosi edita dalle Edizioni Età dell'Acquario, fu massone di Rito Scozzese Antico ed Accettato e, ben presto, sarà conosciuto in tutto l'universo spirituale del XVIII secolo per le sue doti di chiaroveggenza e la sua capacità di sperimentare particolari stati di coscienza molto simili al samadhi della tradizione vedica, con visioni, capacità di preveggenza e medianiche (in particolare legate alla possibilità di comunicare con gli Angeli).

Fu così che elaborò una particolare tecnica di meditazione legata alle varie parti del corpo, molto simile a quella praticata dagli Yogin Himalayani e, tali meditazioni, lo porteranno ad elaborare uno specifico rituale massonico denominato tutt'oggi Rito di Swedenborg o Rito Svedese, diffuso e praticato in Islanda e nei Paesi Scandinavi.

Agli studi ed agli scritti di Swedenborg (oggi disponibili, in Italia, per le Edizioni Mediterranee “Cielo e Inferno” e “Conversazioni con gli Angeli”, volumi che racchiudono la descrizione pressoché completa ed esaustiva delle sue visioni medianiche) si ispirarono numerosissimi intellettuali e studiosi, fra cui lo psicanalista Carl Gustav Jung che nel mistico svedese vide un precursore della psicanalisi, l'insigne filosofo Immanuel Kant, lo scrittore Goethe e – in tempi più recenti – il poeta Jeorge Luis Borges.

A Swdenborg, alcuni anni fa, si è ispirato anche lo scrittore friulano Carlo Sgorlon che, per Mondadori, ha dato alle stampe il romanzo filosofico "Il circolo Swedenborg" e persino l'ambiente musicale è rimasto toccato dall'opera swedenborghana al punto che, un giovane compositore, pianista e direttore d'orchestra quale è l'astigiano Fabio Mengozzi, che mi ha di recente contattato, ha realizzato un brano ove ha applicato la cosiddetta "Dottrina delle Corrispondenze" di Swedenborg.

Tale "Dottrina" è descritta nell'opera "Arcana Coelestia", scritta poco prima del 1750 dal mistico svedese. Essa intende mettere, appunto, in corrispondenza il mondo materiale con quello spirituale. Ogni nostra scelta terrena, infatti, è legata e corrispondente a ciò che ci accadrà quando saremo defunti. I nostro pensieri e le nostre azioni terrene, dunque, sceglieranno se ci collocheremo in quello che Swedenborg definisce "Cielo", oppure nell'"Inferno". Ciò ricorderà a molti la dottrina vedica del karma, non a caso.

Ebbene, Fabio Mengozzi, classe 1980, diplomatosi in pianoforte all'età di 19 anni al Conservatorio di Torino - presentandosi da privatista - avvaldendosi delle relazioni matematiche fra le note, ovvero dei procedimenti numerici cari a Pitagora per trasformare i numeri in musica, ha realizzato - ispirandosi alla mistica swedenborgiana - "Dieci frammenti celesti", una composizione fatta di sonorità inedite e mistiche (ascoltabile su youtube), realizzata, oltre che con il pianoforte, anche con bulloni, viti, gomma e cartone, secondo il metodo ideato dal compositore John Cage.

Fabio Mengozzi mi ha confessato che per lui "il Numero và colto per il suo significato qualitativo oltre che quantitativo". Ed esso è inevitabilmente necessario nelle composizioni musicali, in particolare se si rifanno alla Tradizione.

Il musicista, per Fabio Mengozzi, è, infatti, una sorta di alchimista che mette Ordine al Caos, poiché "Tutto è stato creato nel numero, nel peso e nella misura".

Ed è in base a tale ricerca mistica per mezzo della musica che Fabio Mengozzi si è avvalso, per realizzare la sua musica swedenborgiana, della cosiddetta Successione di Fibonacci, che è connessa con la Sezione Aurea (o Proporzione Divina) che conoscevano molto bene i matematici dell'Antica Grecia e dell'Antico Egitto, oltre che i mistici, i Sufi ed i Costruttori delle Cattedrali...antichi progenitori degli attuali Liberi Mutartori.

L'opera di Mengozzi, ancora purtroppo poco conosciuta, in particolare in Italia, lo ha ad ogni modo messo in contatto con la Swedenborg Scientific Association, che, in Pennsylvania si occupa di divulgare ed approfondire il pensiero filosofico di Emmanuel Swedenborg, nonché gli ha permesso di presentare il brano "Dieci frammenti celesti", in prima assoluta, presso la prestigiosa Winchester Modern Gallery di Victoria, in Canada.

Penso ci sia molto da imparare attraverso l'opera di Fabio Mengozzi.

Innanzitutto permette di comprendere, anche ai ricercatori dello Spirito più navigati, quante applicazioni possa avere la Sezione Aurea e quanto determinati Rituali, anche massonici, siano tutt'altro che inventati o slegati dalla realtà materiale e mistica nella quale viviamo ed alla quale possiamo attingere anche per mezzo dei suoni e della musica. Oltre che della meditazione.

In secondo luogo richiama alla mente l'opera di Swedenborg che fu forse il primo, in Occidente, ad approfondire la tradizione Vedica ed Indù e ad introdurla pesino nel mondo massonico, con perfezione scientifica, senza voli pindarici o ciarlatanerie tipiche dei tanti pseudo-mistici e pseudo-alchimisti di ieri e di oggi.

In terzo luogo, l'opera di Mengozzi, apre le porta ad una riflessione più ampia nel panorama musicale, che non è solo o tanto legato al gusto personale, all'"avere orecchio", come si diceva un tempo. La musica è, come la scrittura, perfezione e responsabilità e, dunque, in particolare se vuole essere efficace a livello "sottile", a livello spirituale, deve contenere le giuste proporzioni, così come è accaduto per la costruzione degli Antichi Templi come quello di Salomone, il Santuario di Asclepio, le Piramidi egizie, le Cattedrali gotiche.

Questo, gli Antichi, lo sapevano bene e questo è il lavoro delle moderne Confraternite spirituali di oggi e di sempre. Mantenere vivo il fuoco della Gnosi, della Conoscenza, in un mondo ove la materialità rischia di offuscare e controllare le menti, svuotandole di ogni intrinseca intelligenza.


Luca Bagatin



9 agosto 2010

Sei anni di blog.......



Sono passati esattamente sei anni.
Sei anni da quando ho aperto questo blog che, inaspettatamente, macina ogni giorno circa seicento visite e che ha raccolto - complessivamente - un milione circa di visitatori.
Un vero record se penso che, quando avevo ancora venticinque anni e correva il 9 agosto del 2004, contavo più che altro di realizzare una sorta di "contenitore" di miei racconti e qualche barzelletta inventata lì per lì presso il call center nel quale lavoravo allora (e che ancora rimpiango, sia detto per inciso).
Statistiche a parte, penso davvero di aver profuso tutte le energie possibili per costruire questa piccola "isola felice" (o a tratti triste, a seconda dei gusti e dei momenti).
Ho iniziato a scirivere presso la sede di un'associazione culturale che oggi non esiste più. Ho proseguito fra i tavoli di un bar che sta quasi per chiudere e poi presso la sede di un'altra associazione con la quale continuo, pur saltuariamente, a collaborare.
Oggi, da un annetto, scrivo finalmente da casa, dopo che ho tempestato Telecom Italia di lettere (una al mese circa) affinché portasse anche qui a casa mia l'indispensabile adsl (se attendevo la triste amministrazione comunale di Pasiano di Pordenone, con il suo "bravo" sindaco - passato dal Pd al PdL nel giro di qualche anno - stavo veramente fresco).
Questa, dunque, spero possa essere anche la vostra "isola".
L'isola di quelli che non hanno peli sulla lingua e che non discriminano nessuno. Nemmeno gli ipertricotici
Un'isola nella quale penso d'aver parlato di tutto ciò di cui nessuno parla o ama parlare, ovvero di tutto ciò che i mass media nemmeno hanno interesse commerciale e men che meno politico a "tirar fuori dal loro cappello".
Penso di aver dato e spero di dare ancora voce a quell'area laica, mazziniana, garibaldina, liberalsocialista e liberaldemocratica che nel nostro Paese è sottorappresentata e schiacciata dalle Chiese cattocomuniste, clericofasciste, giustizialiste e giacobine.
Ho parlato e conto di parlare ancora, senza tabù alcuno, di esoterismo, massoneria e quant'altro. Dimostrando, forse e finalmente, che non vi è alcun mistero se non che ciascuno di noi esseri umani è un mistero in sè stesso.
Ho parlato, come forse si faceva solo durante i mitici '60 e '70 (quando gli individui non erano ancora rincoglioniti dalla televisione, dai media, dalle tette e dai culi utilizzati a scopo meramente commerciale) di libertà sessuale e dunque anche omosessuale, attraverso l'ottima rubrica di Peter Boom e della sua Teoria della Pansessualità.
Ho scritto racconti e sceneggiature horror. Ho curato recensioni editoriali e cinematografiche.
Ho intervistato scrittori, autori, attrici, musicisti, show girl, più o meno conosciuti, con l'unico scopo di promuovere il loro talento.
Ho ricordato, visto che nessuno si era mai preso la briga di farlo, lo scrittore Pier Carpi, gli eroi della Resistenza partigiana Randolfo Pacciardi ed Edgardo Sogno ed il giornalista liberale Mario Pannunzio.
Personalità fuori dagli schemi, eretiche, profondamente democratiche perché antifasciste ed anticomuniste. E per questo volutamente lasciate all'oblio.
Spero e mi auguro di poter continuare a fare tutto ciò.
Perché mi piace, certo, ma anche perché ho scoperto - negli anni - che questi argomenti interessano oltre ogni possibile aspettativa. Ed aprono nuovi orizzonti. Nuovo punti di vista, alimentando una discussione che, altrimenti, non avrebbe mai avuto luogo.
Obiettivamente non so mai come concludere questo mio post annuale.
Vorrei che le conclusioni, magari, le traesse ciascuno di voi lettori, commentandomi qui sotto. Se lo vorrete fare.



25 dicembre 2009

Un augurio speciale di cuore ad ognuno di voi......



Carissime amiche, amici, lettrici e lettori,

come ogni fine anno, desidero inviarVi questa mai mail di auguri per un Buon Solstizio d'Inverno e per un 2010 davvero speciale.
Fra il 21 ed il 25 dicembre, anticamente, si festeggiava il "Natale del Sole Invincibile" o "Sol Invictus", mutuato successivamente anche dalla religione cristiana come data convenzionale della nascita di Gesù detto "Il Cristo".
Anche oggi, gli gnostici, festeggiano la "Festa della Luce" o "Natale del Sole invincibile" in quanto astronomicamente - nell'emisfero nord -  il sole sembra fermarsi in cielo ed inverte il proprio moto.
Il buio della notte raggiunge dunque la sua massima estensione e la luce del giorno, la minima.
Subito dopo il Solstizio, la luce del giorno torna ad aumentare ed il buio della notte si riduce sino al solstizio d'estate.
Il sole, dunque, non sprofonda nelle tenebre, ma "rinasce" e diventa "invincibile".
Ecco perché il 25 dicembre è la festa di tutta l'Umanità e di tutte le culture e civiltà del mondo: in Egitto si festeggia la nascita del Dio Horus, in Persia il Dio Mitra, nella cultura vedica la nascita di Krishna e così via Zaratustra, Attis, Adone, Freyr....e dunque Gesù.
E questo da secoli prima del primo Natale cristiano, imposto dall'Imperatore Costantino nel 330 d.C.
Il 25 dicembre ha dunque un profondissimo valore simbolico e spirituale che abbraccia - forse per la prima volta - tutte le Culture e le Tradizioni del globo, all'insegna dell'Illuminazione esteriore ed interiore.
I destinatari di questa mail non sono stati da me scelti a caso e non fanno parte di una "mailing list" precostituita.
Sono le persone con le quali voglio condividere questi sentimenti di unità e fratellanza universale, affinché possano radicarsi entro ciascuno di noi nell'anno e negli anni a venire.
Desidero in particolare ringraziare alcuni fra voi: Nathan Gelb per la fraterna amicizia con la quale mi ha concesso l'intervista per il secondo numero della rivista "Secreta"; Metis Di Meo alla quale auguro di raggiungere i traguardi che si è prefissata; Valentina D'Agostino, con il suo entusiasmo tutto palermitano che la porterà certamente a crescere artisticamente; Patricia Vezzuli ed Emanuela Battigelli per la simpatica disponibilità e per il loro impegno artistico; Pamela Saino affinché riesca a convincere il suo ufficio stampa a concedetmi un'amichevole intervista :-)); Peter Boom per le sue incessanti battaglie laiche contro i tabù legati alla sessualità; Lucia "Rehab" Conti, che per me è sempre fonte di grande ispirazione letteraria; il prof. Pier Franco Quaglieni che oggi rimane forse l'unico a mantenere vivo il ricordo del grande giornalista liberale Mario Pannunzio; la redazione de "La Voce Repubblicana", "Politicamagazine.info" e "Notiziamagazine.info" per la collaborazione pressoché ormai settimanale; Vittorio Lussana di "Laici.it" per la stima reciproca e la collaborazione; Moreno Neri e Paolo Grugni per la fiducia accordatami nel prendere parte alle loro rispettive iniziative pubbliche e culturali; il prof. Carlo Porcella, Edi Moroso e Gianfranco Cosatti per i loro dotti interventi a ricordo del Risorgimento italiano ed europeo; il prof. Enrico Cisnetto per lo spazio che sempre mi concede su "Terzarepubblica.it"; Lanfranco Palazzolo e Sergio Colombi per la simpatia e per le "dritte" che ogni volta mi forniscono; Mauro Piva, per l'idea di costituire assieme un'associazione di Libero Pensiero a Pordenone; Salvatore Vaglica per la paziente collaborazione nel rievocare il grande regista e scrittore Pier Carpi; l'Avv. Alberto Gamberini per i suoi ringraziamenti e missive a ricordo di Suo padre Giordano, grande figura di esoterista e studioso; Andrea Aromatico, Gianmichele Galassi, Tiziano Busca, Almerindo Duranti e tutti gli amici Gran Capitolo dell'Arco Reale del Rito di York per avermi dato la possibilità di collaborare nell'ambito dei loro prestigiosi progetti editoriali e culturali per i quali conto in un pieno successo per l'anno nuovo.
E, ultima ma non meno importante - anzi - la mia dolce metà che, dopo anni, è l'unica persona ad avermi riaperto davvero il cuore.
Mi scuso davvero se ho dimenticato qualcuno di voi, come mi scuso anche per la lunghezza di questa mail.
Chi mi conosce bene, conosce anche una certa mia tendenza alla prolissità.... :-)
Per l'anno nuovo mi auguro continuerete a seguirmi sulle pagine elettroniche di www.lucabagatin.ilcannocchiale.it , un blog che conto - come ogni anno - di rilanciare all'insegna della massima apertura mentale e culturale.
Nel segno dell'incessante "ricerca" che sempre "mi" e "ci" anima.
Auguri ancora, carissime amiche ed amici.

Luca Bagatin



13 maggio 2009

TOPOLIN TOPOLIN I MILLE MILLE SOGNI DI UN.......(ba)GAT(t)TIN !



Non ho mai bene capito perché, ma questo blog continua a macinare consensi (cribbio !).
Và avanti a vele spiegate da quasi cinque anni con una media di 800 visite al dì, con punte delle 1200, raccontando di tutto e di più. Soprattutto di tutto.
E pensare che inizialmente doveva essere solo un contenitore di racconti !
Ad ogni modo comunque (Dino Buzzati docet) il merito penso possa dirsi in gran parte anche dei suoi ispiratori diretti e/o indiretti, che, in questi anni (specialmente ultimi) con la loro presenza, la loro amicizia ed i loro spunti mi hanno inevitabilmente accompagnato in quest'avventura scrittur-immaginifica.
Sicuramente sono molti di più di quelli che elenco qui sotto ma.....vedremo di rimediare prossimamente.
Ad ogni modo comunque (quanto adoro questa frase che non vuol dire nulla, in sé, è quindi vuol dire tutto per me) eccoVi una carrellata di codesti amici-ispiratori versione DYSNEIANA a tratti redattori più o meno involontari di questo luogo telenettico pSYchellizzato denominato con un vocabolo a tratti gutturale e purtroppo alquanto asettico: blog (che comunque è sempre meglio di FACCIA DI BUCO !!! Terminologicamente eloquente, direi).

ME MEDISIMO: Topolino (il nano benefico)



DARIO "BAZARDELLEPAROLE" MARINI: Pippo (vecchio compagno d'avventure)



LUCIA "REHAB" CONTI: Amelia (magico hard-rock !)



LANFRANCO PALAZZOLO: Paperino (direttamente dagli invisibili teleschermi di Radio Radicale, quella senza Veline)



METIS DI MEO: Minnie (la rossa che dà la scossa !)



MAURO SUTTORA: Gastone (dalla Cina con furore)



SBRICIOLINA: Paperina (erotismo in radio e non solo)



PETER BOOM: Commissario Basettoni (vigilantes dei diritti delle minoranze)



EMANUELA BATTIGELLI: Ariel, la Sirenetta (musica per l'Anima)



25 febbraio 2009

PALPITAZIONI: cortometraggio by Luca Bagatin



Mi trovavo a teatro....ascoltavo quel concerto jazz....tutti quei musicisti e....quella cantante di colore.
Che profondità nella voce.
Amo il jazz, voglio dire, non che io non riesca a non ascoltare altra musica, solo che Duke Ellington.....
Non riesco a capire come sia potuto accadere: addormentarmi al secondo pezzo e ritrovarmi in quella specie di foresta con Emma.
Emma era bella, con la sua dolce arpa, i suoi capelli neri, il suo sguardo da bambina.
Mi ricordavo di lei al tempo del College. Avevamo avuto una storia, nulla di importante....almeno per lei.
Ah...era difficile per me tornare indietro di quasi trent'anni. Preferivo così lasciarmi cullare dalle sue note: Haydn, Mozart, Bach....con Emma che mi sorrideva nel suo abito rosso.
No, non era rosso. Era la mia Coscienza alterata a farmelo percepire tale. Lei era in bianco e nero.
Fu terribile ritrovarmi d'incanto sul palco, con i musicisti jazz attorno e con tutto quel sangue a terra. Con...quella donna che mi osservava, il suo sguardo truce... Lei non era Emma.
Pallida, emaciata, capelli nerissimi, occhi profondi, labbra rosse e carnose.
Ma...riecco la scena con Emma: la foresta, la cascata, l'arpa.
Ci baciammo.
Fu un attimo bellissimo interrotto da un forte dolore al dito mignolo della mia mano destra.
Eccolo lì, a terra, sul palco del teatro. Sanguinante.
Lei, lo raccoglie. Se lo porta alle labbra e lecca tutto il sangue. Lei non è Emma, è l'altra.
Ligeya, mi sussurra all'orecchio.
Lei è Ligeya. Ma chi è Ligeya ?
Intorno a me il vuoto. Le tende rosse. La Loggia Nera.
Vorrei non entrarvi. Desisto. Poi entro.
Emma è lì ad aspettarmi. Ci baciamo. Ancora.
ARBMES EMOC IAM E' ETNIEN
La guardo. Emma si trasforma in Ligeya. Ligeya mi bacia.
Annuisco. Grido. Cado a terra con un coltello conficcato nel mio cuore.
I musicisti del teatro mi guardano e sorridono. Duke Ellington, guardandomi da sopra, reclina la testa: prima a destra e poi a sinistra. Ride. Scompare.
- Emma ! -, chiamo.
Suono d'arpa. Sempre più forte. E' nel mio orecchio.
Sono in acqua. Nuoto anche se ricordo che prima di allora non avevo mai saputo farlo. La cascata bagna e lava la mia testa. Mi rinfresca, ma poi sento freddo.
- E' il freddo della morte –, dice Ligeya, nuda, di fronte a me
- Consolante –, rispondo ironico io.
In realtà vorrei capire ciò che sta accadendo. Sto sognando oppure no ?
E perché mi trovo in questa strana dimensione onirica, con uno strano torpore addosso ?
- La risposta è sopra al Tempio: Do you know yourself ? - mi dice, ridendo, Ligeya.
Scuoto la testa in segno di negazione.
Due mani afferrano le mie.... per un attimo temo il peggio ed un brivido scuote la mia schiena.
Sono di nuovo seduto a teatro, al concerto jazz in onore di Duke Ellington. Accanto a me c'è Emma.
Mi prende la mano amorevolmente carezzandomela. Recide il mignolo della mia mano destra con un coltellino d'argento molto affilato, sorridendo. Getta il dito a terra.
La macchina da presa lo inquadra in un Primissimo Piano.



Con uno speciale ringraziamento a Emanuela Battigelli (Emma; prima foto a sinistra ed alla fine del racconto) ed a Lucia "Rehab" Conti (Ligeya; prima foto a destra
)



15 dicembre 2007

Inebriante Concerto per il Bicentenario Garibaldino a Pordenone offerto da Emanuela Battigelli



Sono appena tornato dal Concerto per il Bicentenario Garibaldino organizzato dal Grande Oriente d'Italia, che si è tenuto al Palace Hotel Moderno di Pordenone quest'oggi 15 dicembre alle ore 17.30.
Debbo dire che sono rimasto totalmente inebriato dalla musica di Emanuela Battigelli, arpista diplomatasi con il massimo dei voti presso il Conservatorio "Tomadini" di Udine nonché presso la "Tel Aviv University" e che ha collaborato, fra le altre, con l'Orchestra Nazionale della Rai Tv.
Ora, debbo confessare che l'arpa è lo strumento che preferisco ascoltare di più e quello di oggi è stato per me un vero e proprio invito a nozze.
L'arpa è, secondo me, l'unico strumento che, ascoltato, può trascinarti in altri "mondi ed universi", nel quale puoi "immergerti" totalmente e lasciarti cullare per poi risvegliarti a nuova Vita.
Avrei ascoltato il suo
recital (con musiche di Z. Kodaly, J. Freidlin, P. Ben Haim, L. Schidlowsky, G. Faurè, E. Parish Alvars e G. F. Haendel),  per ore e ore. Forse anche per tutta la notte e l'indomani mattina.
Emanuela infatti ci ha proposto, come da lei preannunciato prima dell'esecuzione, un vero e proprio "viaggio iniziatico" all'interno del Tempio Interiore di ciascuno che, come sappiamo, è il fulcro dell'esoterismo massonico.
Una vera e propria immersione, quindi, nella dimensione spirituale del Vero, del Buono e del Bello. Come bella era ed è lei, Emanuela, longilinea e sognante musicista dai tratti somatici quasi settecenteschi, la cui solarità ha fatto davvero concorrenza alla sua musica.
Il 2007 sta per concludersi e tutti noi abbiamo celebrato il Bicentenario della nascita dell'Eroe patrio per il quale proviamo un affetto infinito.
Tralasciamo le polemiche futili e sterili che hanno accompagnato il Nostro e ricordiamolo sempre per quel che era realmente: un paladino per la libertà e l'emancipazione del suo popolo e delle classi lavoratrici ed oppresse; un socialista e repubblicano appassionato senza partito né dogmi; un Gran Maestro di e d'Umanità che lavorò per il bene ed il progresso civile e democratico delle generazioni future. Ovvero, di chi, come noi, non smetterà mai di seguire il suo esempio e lo tramanderà di generazione in generazione.

Luca Bagatin


sfoglia     luglio        settembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini