.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


31 ottobre 2012

(Una luce prenderò per te là fuori...) Buon Halloween...in compagnia di "Dellamorte Dellamore"



Ieri sera ho ricevuto gli auguri di Halloween da parte della Loggia Har Tzion Montesion nr. 705 Oriente di Roma all'Obbedienza del Grande Oriente d'Italia.
La cosa mi ha fatto particolarmente piacere in quanto mi sento molto legato a questa ricorrenza che celebra, assieme, la Vita e la Morte. Ovvero l'essenza - per eccellenza - del mistero (l'unico che valga davvero la pena di carpire) che pervade l'Umanità.
Nel "biglietto" di auguri c'era anche una piccola spiegazione del termine Halloween e della fastività stessa, che qui di seguito desidero riportarvi:

Il termine Halloween deriva dal fatto che il 31 di ottobre è la vigilia di Ognissanti, ovvero il giorno in cui la tradizione cristiana celebra tutti i santi, in blocco, nessuno escluso. Questa data, il 1° novembre, è denominata in inglese All Hallows' Day. A questo punto occorre tenere presente che presso i popoli antichi (e pure per gli ebrei di oggi) il giorno non incomincia allo scoccare della mezzanotte, bensì qualche ora prima, al tramonto.
Ecco perché, per esempio, si attribuisce tanta importanza alla vigilia di Natale: il 24 dicembre, infatti, non è solo il giorno prima, ma costituisce senza soluzione di continuità la prima parte del Natale stesso.
Ora, per analogia, la vigilia di Ognissanti è denominata All Hallow' Eve (dove "eve" sta per "vigilia"), ma anche All Hallows' Even (che costituisce il concetto di "vigilia" con quello di "sera"); è facile immaginare come quest'ultima definizione si sia contratta in Hallows' Even, e da lì ad Halloween il passo è stato breve.
Le origini di questa festa risalgono all'epoca in cui le isole britanniche erano dominate dalla cultura celtica, prima che l'Europa cadesse sotto il dominio di Roma. L'anno nuovo, allora, cominciava con il 1° novembre, quando i lavori nei campi erano completamente conclusi, il raccolto era al sicuro, ed i contadini potevano finalmente rilassarsi e godersi i doni che gli dei avevano loro concesso. In tale data, quindi, tutte le divinità pagane venivano ricordate ed evocate a titolo di ringraziamento ed auspicio per l'anno entrante; le porte delle dimensioni ultraterrene erano considerate aperte, per quella notte, e tutti gli spiriti erano liberi di vagare sulla terra e di divertirsi insieme agli uomini.
L'aspetto di festa gioiosa, comunque, non dispiacque alla Chiesa, che in un certo qual modo si impadronì della ricorrenza per celebrare tutti i santi del cristianesimo: ecco allora nascere il nostro giorno di Ognissanti (che non a caso, ricordiamo, precede immediatamente il Giorno dei Morti, tanto per ribadire l'inscindibile legame che collega la dimensione terrena con quella ultraterrena, sia essa la sfera celeste o molto più genericamente l'aldilà).
Da allora, l'antica Halloween è divenuta sinonimo di notte stregata, popolata da tutti gli spiriti maligni che la fantasia potesse immaginare.


Ora, spiegazioni fatte, passiamo al faceto, ovvero a quanto di più serio vi possa essere.
E pertanto mi viene in mente uno zombie amico mio, un certo Baglu.
L'ho incontrato proprio ieri e mi ha raccontato di essere stato lasciato dalla sua fidanzata. Una vita fa.
"Mi ha ferito. Non mi ha ucciso. Infondo io sono già morto".
Un grande freddurista questo Baglu, non c'è che dire !
E "freddurista" deriva da Freddy Krueger, ovviamente.
Un po' come quella sulla possibile caduta del governo Monti. Appena cadrà sarà certamente un bel...colpo di schiena !
Oppure quella dell'insegnante in pensione che non passa giorno che non canti: "Nostalgia nostalgia lavagnaaaaaaa...".
Bah, vabè, lasciamo stare.
Per Halloween, anziché un racconto horrorifico (ne ho scritto uno alcune settimane fa e, per ora, accontentatevi anzichenò) ho pensato di postarvi qui di seguito il bellissimo film di Michele Soavi "Dellamorte Dellamore", del 1994.
Inutile dire che è il mio film preferito in assoluto (anche se preferisco il libro omonimo di Tiziano Sclavi) e nel cui protagonista - Francesco Dellamorte - il mio amico Baglu dice di riconoscersi non poco.
Ovviamente non per quanto riguarda lo charme.
Buona visione. Possibilmente dopo il tramonto.



23 dicembre 2008

23 dicembre giornata dell'Orgoglio Massonico (con augurio finale)



E' stato lanciato su Facebook, ma io, che preferisco di gran lunga l'universo dei blog, lo rilancio qui:

23 dicembre come giornata dell'Orgoglio Massonico.

Del resto questo è il periodo della festa gnostica del Solstizio d'Inverno, ovvero la Festa della Luce (dal quale il Natale cristiano ha mutuato la simbologia ed il significato) !

Per cui:

"Nella ricorrenza di San Giovanni Evangelista, uniamoci con tutti gli altri Massoni del mondo ! Sventolando un vessillo, mettendo una spilla o una cravatta, mostriamoci orgogliosamente Massoni ! In questo giorno onoreremo e ricorderemo tutti i Massoni e la Massoneria stessa ! Saremo la voce dei Fratelli che vivono oppressi da regimi tirannici e faremo loro sapere che non sono soli, adesso né mai".

Ed io estendo l'invito a tutti coloro i quali si sentono davvero Fratelli e Sorelle senza distinzione di sesso, colore politico, razza, credo religioso, orientamento sessuale...
Perché l'Umanità intera possa diventare un'Elite di Illuminati (non necessariamente con il grembiule).



PREGHIERA AL GRANDE ARCHITETTO DELL'UNIVERSO

 “Dall’Irreale conducimi al Reale.
 Dalla Tenebra conducimi alla Luce.
 Dalla Morte conducimi all’Immortalità”.



1 novembre 2008

HALLOWEEN....



Caro Jack La Lanterna,
abbiamo commesso così tanti peccati su questa terra, ovvero abbiamo agito ascoltando la nostra coscienza e rigettando i principi morali, al punto che oggi non siamo accettati né in Paradiso né all'Inferno (specie da quando giocammo quel brutto tiro a Satana).
E così ci troviamo a vagare in questo mare internettico alla ricerca della Luce....in compagnia della nostra fida lucerna.
Il mondo dei Vivi, oggi, si confonde con quello dei Morti.
E noi, chi siamo ?

BagLU





1 novembre 2007

QUEL GRAN DRITTO DI JACK O' LANTERN !


Jack o'Lantern era un vero dritto.
Protagonista incontrastato della festa di Halloween che ricorre nella notte fra il 31
ottobre e l'1 novembre era un astuto e dispettoso personaggio che faceva dispetti
e ingannava chiunque con i suoi trucchetti.
Una volta "sfidò" anche il diavolo in persona facendolo spaventare e salire su un albero.
Così Jack incise una croce sull'albero in modo da rendere il diavolo incapace di scendere.
Fece poi un patto con il Signore del Male chiedendogli di non accettarlo all'Inferno nel
caso in cui egli avesse commesso dei peccati.
Jack, alla morte, aveva commesso così tanti peccati in vita sua che in Paradiso non lo
accettarono. Ma nemmeno all'inferno a causa del famoso patto di cui sopra !
Jack prese allora una zucca o un ortaggio (a seconda del luogo in cui la leggenda viene raccontata),
ne intagliò una specie di volto, ci mise dentro una candela a mò di lanterna
e cominciò a vagare in cerca di un luogo in cui riposare.
E chi s'è visto s'è visto !
Mica scemo il nostro Jack !
Questa storiella irlandese, poi difusa negli odierni Stati Uniti ed oggi vero e proprio
simbolo di Halloween, penso ci sia davvero di grande insegnamento.
Un insegnamento forse un po' sottile, ma che si può tutto sommato cogliere facilmente.
Lo dico soprattutto  per coloro i quali preferiscono pensare con la testa altrui: sia essa "paradisiaca"
o "infernale".
Meglio fare come Jack: un vero dritto da leggenda !

(tratto da Wikipedia con adattamento e conclusioni di Luca Bagatin)



17 settembre 2007

IL NOSTRO XX SETTEMBRE: FESTA NAZIONALE DELLA LAICITA' DELLO STATO by Luca Bagatin


Il 20 settembre 1870 le truppe italiane entravano a Roma, riuscendo ad aprirsi una breccia a Porta Pia, sconfiggendo le truppe papaline. 
La presa di Porta Pia rappresenta non solo l'annessione di Roma al Regno d’Italia di cui divenne capitale, ma anche la caduta del Potere temporale del Papa e del potere vaticano sulla città. 
Il Regno sancì così la separazione fra potere Statale e potere temporale, concedendo al Papa il governo della SOLA Città del Vaticano. Si realizzarono così i sogni di tutti i democratici dell'epoca: mazziniani, liberali, repubblicani, socialisti, ebrei, massoni e di tutti gli anticlericali. 
Questa giornata nazionale della laicità dello Stato, dell'anticlericalismo non antireligioso, fu festa nazionale italiana sino all'avvento del fascismo e dalla sua caduta non fu mai più ripristinata. Purtroppo, oggi, la separazione fra Chiesa e Stato sancita nel Risorgimento è pressoché inesistente dopo la stipula del Concordato fra Mussolini e la Santa Sede nel 1929, assurdamente inserito nella Costituzione repubblicana (Art. 7) con il voto congiunto di democristiani e comunisti nel 1947, ed il successivo Concordato, con il governo Craxi, stipulato fra Italia e Vaticano. 
Punterei oltretutto il dito su diverse questioni che vanno dal meccanismo dell'otto per mille nella dichiarazione annuale del reddito che, nei fatti, è una vera e propria spartizione di quattrini fra Stato e Chiesa cattolica (che peraltro ad oggi incamera circa un miliardo di euro per alimentare la sua struttura burocratica e di potere) passando per l'esenzione dell'ICI sui beni ecclesiastici voluta prima dal governo Berlusconi e poi dall'esecutivo Prodi, sino alle dichiarazioni di sapor oscurantista sulla sessualità e contro la libertò di ricerca scientifica da parte delle gerarchie vaticane presiedute da Banedetto XVI.
Né si può inoltre dimenticare, nel silenzio complice di partiti e sindacati, lo scandalo, unico al mondo, di 25.000 docenti di religione cattolica immessi in ruolo nella scuola di Stato senza essere mai passati attraverso una graduatoria pubblica, ma scelti discrezionalmente dagli apparati diocesani.
E' giunto il momento che i laici italiani si facciano nuovamente sentire in ogni piazza e in ogni luogo democratico:

- per il ripristino immediato della festività del 20 settembre

- per una nuova separazione fra Stato e Chiesa ovvero: abolizione del Nuovo Concordato e dell'art. 7 della Costituzione.

Luca Bagatin



4 luglio 2007

FACCIAMO GIARDINO, FESTA, CULTURA O INTERATTIVITA'? UN PO' QUESTO...UN PO' QUELLO....

E' arrivata l'esatate, tempo di vacanze per chi se le può permettere ovviamente.
E così mi (e per certi versi "ci") è balenata l'idea di un "fare giardino 2", ovvero il riproporre un incontro interattivo, cultural-musical-teatrale fra blogger da proporre qui da noi a Pordenone, in quel del ricco ed evasore fiscale Nord Est d'Italia, in agosto probabilmente l'ultima settimana.
Il perché di quest'iniziativa è presto detto: un'esperimento, dal sottoscritto proposto circa un'anno fa all'amico Bazardelleparole e poi divulgato nella Capitale, che si sostanzia nel passare "dal virtuale al reale", ovvero di andare oltre questo freddo schermo di pixel.
Non a caso in questi ultimi mesi ho "sondato il terreno" anche e soprattutto allo scopo di interagire PERSONALMENTE con coloro i quali leggo e mi leggono da qualche anno.
Ho così sentito telefonicamente Piattaforma, Ilcialosoprakabul, Riformistalchemico, Myriam, Sbriciolina, ma anche amici di forum quali Sergio Colombi nonché opinionisti che leggevo sulla carta stampata da anni quali Aldo Chiarle (con il quale ho una fitta corrispondenza da più di un anno nonché ha partecipato quale relatore alle commemorazioni garibaldine proposte da noi mazziniani del Friuli) e Davide Giacalone.
Ma, torniamo a bomba.
Nell'agosto dell'anno scorso infatti proponemmo quanto segue (voglio riportare integralmente il post di allora per farvi meglio capire):

L'obiettivo era quello di fare giardino. Ovverossia di ribaltare le sorti di una situazione disastrosa. Culturalmente parlando. Alla fine ce l'abbiamo fatta grazie a lei: Alice. Alice, calabrese, occhi scuri e profondi come il cielo, è un'attrice di teatro che studia da anni presso lo Studio Internazionale dell'Attore "Permis de Conduire" di Roma ( www.permisdeconduire.it ) e che è venuta appositamente da Roma sino alla nostra Pordenone. Per essere fra noi e farci emozionare. Alice è una mia vecchia conoscienza di blog. Ci frequentiamo infatti da due anni sul web.  Sin dall'agosto del 2004 ho avuto modo di apprezzare le sue doti di "scrittrice per sé" come ama definirsi lei. Alice scrive prima di tutto per sé ed è probabilmente ormai fra i pochi ad utilizzare il blog come andrebbe in realtà usato: come un diario personale. Neanche un mese fa ho proposto all'amico Dario Marini, scrittore pordenonese e sociologo, di invitare Alice per un piccolo spettacolo a chiusura dei laboratori di scrittura creativa da lui condotti (la Fatquack School) ed ai quali partecipo assiduamente da un paio d'anni. Laboratori in cui la scrittura diventa pretesto per lo sviluppo della creatività personale. E così, abbiamo proposto alla nostra attrice due serate: venerdì 4 e sabato 5 agosto.  La prima serata abbiamo messo in scena il "Toccasana degli Svogliati" che è un momento di comunicazione e di incontro fra "l'attore" ed il pubblico. Come recita il manifesto del "Toccasana" esso è: ...un progetto ideato da alcune persone che hanno intrapreso un viaggio nel mondo della Comunicazione, scoprendo, che c'è una guerra in corso - potremmo chiamarla la guerra dei Media - guerra di cui noi siamo i bersagli, e non sempre molto consapevoli; guerra che fa sì che alla lunga si diventi SVOGLIATI, ma non perchè di pigra costituzione; o in quanto disamorati della vita; o perché fannulloni di natura; o per via che siamo svigoriti dalle innumerevoli polluzioni notturne. No, tutt'altro!!! Il toccasana degli svogliati è dialogo, colloquio, discorso alterno di due o più persone; è il contrario dello Spettacolo". E così Alice, protagonista non unica della serata, ha condotto il pubblico attraverso un percorso di comunicazione...fatto di immagini...colori...il tutto con l'ausulio di una poesia di Vladimir Majakosky e soprattutto attraverso la partecipazione attiva degli "spettatori" che per una volta sono stati attori dell'evento. La seconda serata, intitolata "Nebulizzatori di Pensieri" che si è tenuta nel quartiere Rorai Grande di Pordenone, in due piccole salette, da noi appositamente preparate, Alice ci ha recitato un monologo di Enzo Baldoni, giornalista free lance ucciso in Iraq.  Un monologo scritto quattro giorni prima di morire: un'ode alla vita di cui vorrei riportare alcune frasi significative: "Trascurando che sono certamente immortale, se per qualche errore del Creatore prima o poi dovesse succedere anche a me di morire - evento verso cui serbo la più tranquilla e sorridente delle disposizioni - ecco le istruzioni per il mio funerale." "Alcune parole non dovranno essere pronunciate: dolore, perdita, vuoto incolmabile, padre affettuoso, sposo esemplare, valle di lacrime, non lo dimenticheremo mai, inconsolabile, il mondo è un po' più freddo, sono sempre i migliori che se ne vanno e poi tutti gli eufemismi come si è spento, è scomparso, ci ha lasciati"." Ognuno versi una goccia di vino sulla bara, mica tutto a voi, in fondo sono io che pago. Un'enorme porchetta alla brace, salsicce allo spiedo, pollastri e lasagne. Non mi spiacerebbe se nascessero nuovi amori. Una sveltina su un soppalco defilato non la considererei un'offesa alla morte, bensì un'offerta alla vita". Alice è riuscita a riportare in vita questo grande "edonista free lance". Rotto a tutto. Vivo e presente laddove la morte era presente. Per inneggiare la vita. Successivamente, con tanto di colonna sonora, la giovane attrice d'origine calabrese, ci ha recitato alcuni pezzi tratti dallo spettacolo “Mai leggere Bukowsky sobri”, con testi e poesie dello stesso Buk: eccessivi e financo volgari. Come sempre nei suoi libri. Al fine di mostrarci come non vi è differenza fra pubblico e privato. Fra un rutto fatto in pubblico ed un peto emesso in privato.  E così, in questa nostra piccola città, è avvenuto un piccolo miracolo: mettere in scena, in un periodo estivo e di ferie ferragostane, due micro spettacoli capaci di rendere finalmente protagonista il pubblico.  Una denuncia alla società mediatica, vuota, che ammaestra il pubblico a seconda dei bisogni e delle esigenze di questo o quel VIP, di questo o quel personaggio da baraccone. Nano o ballerina che sia.  Grazie Alice. Alla prossima avventura nel Paese delle Meraviglie.
 
Luca Bagatin

Quest'anno l'idea è quella di riproporre due serate che grosso modo potrebbero svolgersi così:

PRIMA SERATA: overture con danza del ventre di Marina e delle sue eventuali danzatrici (è una ragazza che io e Bazar conosciamo, davvero molto brava);
toccasana degli svogliati con.....Bazardelleparole che ci parlerà dei musicanti di Brema (il toccasana degli svogliati è....un modo per interagire con il pubblico...esso è certamente più semplice da realizzare che da spiegare);
monologo di Alice con un testo da lei preparato.

SECONDA SERATA: heppening di lettura creativa: "Ciliegie & Pavese" ovvero "lettura" improvvisata di un testo breve di Jean Harp ed uno di Cesare Pavese sulla morte che avrà i suoi o i nostri occhi;
happening di scrittura creativa con testi tratti da.....(specificare il testo).
Chiusura danzante e musicale con legni storti e cotillons.
(conterei anche di avere la presenza del gruppo metal-rock laziale BETTY FORD CENTER ma...non montiamoci troppo la testa)

Non so se sono stato sufficientemente chiaro.
Probabilmente no ma l'importante è che siate voi lettori ad avere le idee limpide e pulite.
Per idee, progetti, informazioni e soprattutto per partecipazioni attive pregasi contattare il sottoscritto al consueto numero in sovrimpressione webbica: 3336703161

Luca Bagatin


sfoglia     settembre        novembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini