.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


20 aprile 2011

Luca Bagatin: un Repubblicano libertario nel Consiglio comunale di Pordenone, nella lista civica "Il Ponte", con Gianni Zanolin Sindaco








Se sarò eletto nel prossimo Consiglio comunale di Pordenone, mi impegnerò relativamente a queste tematiche


LAICITA' E DIRITTI:


    • Istituzione del registro comunale delle unioni civili per coppie etero ed omo affettive.

    • Opposizione a qualsiasi finanziamento diretto e/o indiretto ad istituti confessionali e religiosi.

    • Promozione e valorizzazione della cultura laica.

    • Politiche a sostegno dei malati, dei disabili e degli anziani.

    • Politiche a sostegno dei diritti degli animali.


RISPARMIO AMMINISTRATIVO:


  • Taglio degli esuberi e degli sprechi nella Pubblica Amministrazione.

  • Riduzione delle indennità di carica di Sindaco ed Assessori del 20 %.

  • Abolizione delle circoscrizioni comunali ed introduzione del Bilancio partecipativo sull'esempio dei molti Comuni italiani (Arezzo, Bergamo, Cinisello Balsamo, Reggio Emilia...).


INVESTIMENTI DI PUBBLICA UTILITA':


  • Costruzione di cinquemila posti auto al di fuori della città.

  • Potenziamento del servizio di bus navetta al fine di collegare i parcheggi esterni al centro città e riduzione delle tariffe del trasporto pubblico urbano.

  • Tutela dei parchi e del verde pubblico e recupero di aree verdi a partire dai Giardini di Piazza IV Novembre.

  • Incentivi al piccolo commercio, con istituzione di mercatini tematici e dell'antiquariato tutte le domeniche.







3 marzo 2011

Luca Bagatin: un Repubblicano libertario nel Consiglio comunale di Pordenone


Contro gli accordi di potere a Pordenone: a destra come a sinistra

Centrodestra e centrosinistra, a Pordenone, sembrano sempre più spaccati.

Da una parte la Lega cerca accordi di potere con il PdL, mentre dall'altra è l'IdV che cerca di fare altrettanto.

Sopra a tutto ciò aleggia la più totale mancanza di prospettive per la città: tanto a destra quanto a sinistra.

L'unico candidato che sta portando avanti programmi e proposte concrete è, innegabilmente, Giovanni Zanolin, candidato al di fuori degli schieramenti e che ha raccolto i consensi, oltre che di noi Repubblicani, anche di gran parte della società civile, come riscontrabile anche nelle numerose presenze ai seminari da lui organizzati su temi concreti e civici: dai trasporti alla viabilità, dalla cultura all'ambiente.

Luca Bagatin - Candidato del Partito Repubblicano Italiano nella lista civica "Il Ponte"

Soldi pubblici agli enti o alle opere religiose ? No, grazie !

L'Amministrazione retta da Sergio Bolzonello ha deciso di stanziare 15 mila euro per la Diocesi di Pordenone a copertura della realizzazione della statua del vescovo Abramo Freschi.

Atto abbastanza vergognoso se pensiamo che l'Amministrazione pubblica dovrebbe essere laica. E purtroppo non è l'unico sperpero di danaro pubblico a favore di enti religiosi.

Già nel gennaio del 2006 mi trovai a denunciare - con un comunicato riportato persino nella prima pagina di un importante quotidiano cittadino - lo stanziamento di ben 45 mila euro a favore del restauro delle parrocchie.

Come Repubblicani intendiamo batterci, qualora avessimo rappresentanza nel prossimo Consiglio comunale, contro ogni finanziamento diretto o indiretto agli istituti religiosi.

E' oppurtuno, diversamente, che la nuova Amministrazione pubblica che ci auguriamo sarà retta da Giovanni Zanolin, si occupi degli anziani, dei disabili e di opere di pubblica utilità.

 Luca Bagatin - Candidato del Partito Repubblicano Italiano nella lista civica "Il Ponte"



19 febbraio 2011

"La storia, la politica, le istituzioni": gli scritti e i discorsi di Edgardo Sogno editi da Rubbettino



Edgardo Sogno fu un un combattente per la libertà. Un partigiano, un Eroe nazionale dimenticato.
Un liberale intransigentemente antitotalitario, ovvero antifascista ed anticomunista che, solo per aver denunciato - alla metà degli anni '70 - il clerico-marxismo e teorizzato, con l'altro Eroe della Resistenza, Randolfo Pacciardi, una "Seconda Repubblica" fondata sul presidenzialismo e su un governo forte, sull'esempio di De Gaulle in Francia, fu ingiustamente fatto incarcerare dal magistrato comunista Luciano Violante con l'accusa di cospirazione politica.
E' dell'anno scorso la ripubblicazione - per la Sperling & Kupfer - della lunga intervista che gli fece il giornalista Aldo Cazzullo e raccolta nel volume "Testamento di un anticomunista", nella quale Sogno racconta la sua storia politica e la triste vicenda che lo vide ingiustamente coinvolto.
La casa editrice Rubbettino aveva già, nel 1999, ovvero un anno prima della morte di Edgardo Sogno, pubblicato un ottimo volume: "La storia, la politica, le istituzioni: scritti sull'antifascismo, sulla storiografia contemporanea e sulle riforme costituzionali".
Un volume raro e prezioso, che raccoglie gli scritti più importanti e significativi di Sogno.
Il partigiano liberale Edgardo Sogno, medaglia d'oro al valor militare, in questo volume, dimostra - per averlo vissuto in prima persona – come, durante la Resistenza, vi fossero due diversi e contrapposti antifascismi.
Uno di ispirazione liberal-democratica e dunque che si batteva contro il nazifascismo allo scopo ultimo di costruire un'Italia con libere istituzioni, ove tutti potessero concorrere alla vita democratica del Paese; ed uno di ispirazione social-comunista e giacobina, che si batteva contro i fascisti allo scopo di istituire, una volta terminata la guerra, un totalitarismo fondato sulla lotta di classe.
Sogno ed il già citato Randolfo Pacciardi, repubblicano mazziniano, appartenevano alla prima schiera di partigiani.
Via via, nel corso del volume, Edgardo Sogno, afferma cose mai scritte nel libri di Storia in Italia, in quanto fortemente condizionati dall'ideologia clerico-marxista. Egli denuncia l'influenza sovietica nel nostro Paese ed esalta la filosofia di Benedetto Croce, fondatore del Partito Liberale Italiano e, dunque, l'etica delle libertà e del liberalismo da contrapporre persino alla democrazia, se questa può finire per portare al governo dei partiti totalitari (come avvenne in Germania con Hitler, eletto, purtroppo, democraticamente dal popolo).
Edgardo Sogno, poi, esalta il ruolo dei governi del primo dopoguerra, sostenuti dalle forze risorgimentali laiche e cattoliche di ispirazione liberale e dunque da De Gasperi, Einaudi, La Malfa, Pacciardi, Sforza e Saragat, i quali sono anche riusciti ad arginare il clerico-marxismo più reazionario dei Dossetti e dei Togliatti.
Nella seconda parte del volume, Edgardo Sogno, parla delle riforme costituzionali, ovvero della necessità di rivedere profondamente la Costituzione italiana, in quanto fondata nel '47 su principi clerico-marxisti a partire dal primo articolo che fonda la Repubblica sul lavoro e non già sulle libertà ed i diritti individuali.
La Costituzione italiana, spiega Sogno, si fonda su principi anti-risorgimentali, anti-liberali ed anti-occidentali, propri delle forze che a maggioranza l'hanno influenzata: la Dc dossettiana ed il Pci.
Occorre, secondo Sogno, snellire la Costituzione ed eliminare in particolare quegli articoli in pieno contrasto con la libera iniziativa economica (come gli articoli 41 e 42) e che prevedono gli espropri di Stato.
E, in accordo con l'amico Pacciardi, Sogno teorizza una nuova Costituzione nella quale sia inserita una nuova legge elettorale: maggioritaria, a turno unico, con collegi uninominali all'anglosassone e che preveda l'elezione diretta del Presidente della Repubblica con funzioni di governo.
Nell'ultima parte del volume, Edgardo Sogno, ricorda l'amico di sempre: Randolfo Pacciardi. Il repubblicano che aveva due soli modelli ispiratori: Giuseppe Mazzini con il suo “Doveri dell'Uomo” - compendio di emancipazione dei lavoratori e delle donne e di rispetto per la proprietà individuale – e Charles De Gaulle, il Presidente francese che aveva dato al suo popolo una Costituzione pienamente liberaldemocratica, con un esecutivo forte e con un parlamento al quale era affidato il potere legislativo.
Randolfo Pacciardi fu bollato, dalla vulgata clerico-marxista, come un “fascista” e solamente il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, nel 1991, proporrà per lui i funerali di Stato.
Tutto questo e molto altro è contenuto nella raccolta di scritti di Edgardo Sogno edita da Rubettino e relativa alla storia della Resistenza liberaldemocratica e sulla necessità di nuove Istituzioni di ispirazione occidentale.
Un testo da leggere e diffondere: perché un pezzo di Storia, attualissimo, non sia cancellato per sempre.

Luca Bagatin



5 febbraio 2011

Il PRI di Pordenone appoggia il candidato Sindaco Giovanni Zanolin. E candida Luca Bagatin alla carica di consigliere comunale


A sinistra: l'attuale Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pordenone e candidato a Sindaco della lista civica "Il Ponte", Giovanni Zanolin
A destra: Luca Bagatin, candidato Repubblicano alla carica di Consigliere comunale per la lista civica "Il Ponte"


Il direttivo del Partito Repubblicano Italiano della provincia di Pordenone, composto da Andrea Collesan, Cristian Cedolin e Luca Bagatin, ha deciso ufficialmente di appoggiare la candidatura a Sindaco di Pordenone di Giovanni Zanolin nell'ambito della sua lista civica autonomista.
Il PRI pordenonese ha dunque proposto la candidatura di Luca Bagatin alla carica di Consigliere comunale nella lista "Il Ponte".
In questo senso, il PRI pordenonese, intende portare avanti un programma che preveda l'istituzione del registro del testamento biologico e delle unioni civili; la promozione della cultura laica; lo stop a qualsiasi finanziamento agli istituti religiosi; la costruzione di cinquemila posti auto attorno alla città, introducendo un efficiente servizio di bus navetta che permetta ai cittadini di raggiungere agevolmente il centro; la valorizzazione del verde pubblico a partire dall'attualmente degradato Parco di Piazza IV Novembre e la lotta agli sprechi di danaro pubblico, abolendo privilegi ed abolendo definitivamente le circoscrizioni comunali.
La candidatura di Luca Bagatin intende dunque offrire una possibilità di voto, non solo a chi è disgustato dalla politica d'oggi, ma anche a quell'elettorato  liberaldemocratico e liberalsocialista, che, dal '93 ad oggi, non ha più avuto la possibilità di votare per i partiti laici e democratici come il nostro PRI, oltre che per il PSI, il PSDI e per il PLI.

Il direttivo del Partito Repubblicano Italiano di Pordenone
Andrea Collesan, Cristian Cedolin e Luca Bagatin



6 dicembre 2010

Sfiduciare Berlusconi, costruire l'Unione Democratica Liberale ed una nuova coalizione di Centro riformatore



Il 15 settembre lodavo il tentativo del mio Segretario nazionale, Francesco Nucara, leader del Partito Repubblicano Italiano, di tentare di "salvare il salvabile", ovvero l'attuale maggioranza di governo. Confermo questa lode ma oggi, a pochi giorni dal voto di fiducia al governo, ritengo che non ci siano oggettivamente più le condizioni per tenere in piedi una compagine governativa guidata da un Berlusconi che ha fatto e sta facendo di tutto per risultare impresentabile (a se stesso, al Parlamento, oltre che agli elettori).
Berlusconi, infatti, lo dissi già qualche tempo fa, è la principale causa del suo stesso mal.
Da quando si è messo in testa di seguire la Lega Nord ed il Ministro Giulio Tremonti relativamente alle controriforme "social-burocratiche", è finita la parabola del leader liberale e liberista quale si presentò agli elettori nel 1994, contrapponendosi all'ingloriosa "macchina da guerra" di Achille Occhetto & Compagni che, fortunatamente, allora fu sconfitta.
Come se ciò non fosse sufficiente - Berlusconi -  ha proseguito nella sua amicizia interessata con il leader russo - già agente non pentito del KGB ed estimatore del dittatore comunista Stalin - Vladimir Putin; con il leader comunista bielorusso Aleksandr Lukashenko (noto non certo per il suo democraticismo) e con il dittarote libico Mu'ammar Gheddafi.
Che oggi vengano fuori certe "rivelazioni" di Wikileaks sul Cavaliere, non deve certo stupire: le aveva già fatte il giornalista Paolo Guzzanti, già deputato PdL e Presidente della Commissione Mitrokhin ed oggi Vicesegretario del PLI, nella sua biografia su Berlusconi edita un anno fa da Aliberti editore.
Se a tutto ciò aggiungiamo anche l'ipocrisia di un Berlusconi che, sotto le lenzuola si comporta in un modo, mentre pubblicamente si permette di "bacchettare" gli omosessuali e quanti non rispettano i dettami di Santa Romana Ecclesia.....
Beh, ne consegue che il Cavaliere di Arcore deve essere sfiduciato e sostituito da un governo di responsabilità nazionale che escluda a priori le estreme - Lega Nord ed Italia dei Valori - e che approvi una legge elettorale decisamente più democratica e con il ritorno alle preferenze (meglio di tutto sarebbe una legge o proporzionale pura, senza sbarramenti o, al massimo, una legge maggioritaria pura, con l'uninominale all'anglosassone, senza doppi turni).
Meglio ancora potrebbe essere indetta un'Assemblea Costutiente eletta su base proporzionale che riscriva le regole del gioco.
Detto ciò, passiano a "noi". A "noi" repubblicani, laici, radicali, liberali e liberalsocialisti.
E' prioritario costruire una nuova aggregazione nella quale fonderci e che potrebbe chiamarsi Unione Democratica Liberale. Nel 150esimo dell'Unità d'Italia sarebbe davvero il momento di far cadere gli steccati che dividono le forze di ispirazione risorgimentale, unite comunque dal laicismo che ha fatto dell'Italia un Paese moderno.
E' il momento di unire il Partito Repubblicano Italiano, il Partito Liberale Italiano, i Radicali, i Socialisti sparsi a destra e sinistra in un'Unione Democratica Liberale che in Europa si riconosca nell'ELDR, ovvero nell'Internazionale dei Liberali e dei Riformatori.
E per questo è il momento di parlare assieme di diritti civili, libertà individuali ed economiche, laicità, rigore nei conti pubblici, riforma della magistratura in senso garantista.
Sia ben chiaro, dunque, che non vogliamo morire democristiani, ma, per governare, sappiamo bene che i nostri interlocutori privilegiati sono e devono essere loro: i Popolari europei.
E' per questo che è necessario, una volta costruita quest'Unione, aprire un dialogo con Futuro e Libertà, Api ed Udc (evitiamo, magari, di aprire all'Mpa di Lombardo, filo leghista, secessionista e neoborbonica) e, assieme a loro, costruire una forte coalizione di governo per un nuovo Centro riformatore e liberaldemocratico, capace di guardare oltre la destra e la sinistra.
Forse, chissà, a quel punto, il nostro Paese, diventerò un po' più moderno, un po' più europeo.

Luca Bagatin



17 settembre 2010

Pordenonelegge 2010: fra sentimenti, psicanalisi, Templari, democristiani redivivi e Dario Argento (pecorume a parte)


L'orribile manifesto di Pordenonelegge: pecore come simbolo di indottrinamento.
Decisamente di pessimo gusto.

Eretico è, dal greco, "colui che sceglie".
Eretico è, per molti versi e a dispetto del brutto manifesto della kermesse raffigurante delle pecore (simbolo piuttosto di indottrinamento), il frequentatore di Pordenonelegge: la "festa del libro con gli autori" organizzata ogni anno in questo periodo nella città di Pordenone (quest'anno con inizio effettivo dal 17 al 19 settembre).
Volenti o nolenti ci si trova letteralmente circondati da eventi culturali di ogni genere e, dunque, costretti a dover scegliere a quali partecipare ed a quali ricusare.
Sono personalmente sempre stato critico relativamente a Pordenonelegge quale "vetrina" zeppa di incontri, molti dei quali con la letteratura hanno poco o nulla a che vedere. E mi sono sempre chiesto, criticamente, se ciò sia effettivamente utile a diffondere il piacere di leggere.
La mia personale risposta è abbastanza perentoria ovvero "no", ma ad ogni modo e comunque, quale collaboratore de "La Voce Repubblicana" e free lance, non ho mai rinunciato - in queste giornate - a seguire un preciso programma di eventi di cui scrivere.
Ovviamente con occhio attento e curioso (ricordo con un certo piacere l'anno scorso, quando misi veramente in crisi il filosofo sloveno Slavoj Zizek con domande decisamente "politicamente scorrette" per un marxista ortodosso come lui).
E così, quest'anno, ove i "temi caldi" della kermesse letteraria sono sostanzialmente: i sentimenti, la psicanalisi, i Templari, la caduta della Democrazia Cristiana e l'horror di Dario Argento, mi sono prefissato di partecipare alle conferenze stampa con Esther Freud, pronipote del celebre Sigmund Freud ed autrice di "Innamoramenti" ed a quella con Dario Argento (evitando però il suo incontro con il pubblico nella giornata conclusiva di domenica 19 settembre).
Sono inoltre propenso a seguire l'incontro con il pubblico di Roberto Giacobbo che parlerà di Templari, per quanto non mi aspetti nessuna "eclatante rivelazione misteriosofica" (visto il personaggio) ed infine il dialogo fra il giornalista Massimo Franco, biografo di Andreotti, e l'On. Mino Martinazzoli sulla Democrazia Cristiana, la sua storia, la sua caduta e gli anni post-Tangentopoli.
Sarà un vero "tour de force" visto che questi eventi si incastreranno e si susseguiranno a tal punto che, molto probabilmente, quest'anno non riuscirò a scrivere i miei articoli-reportage "in tempo (quasi) reale".
Annoterò tutto sul mio fido taccuino, come i vecchi cronisti di un tempo e, fra qualche giorno, riporterò tutto con calma in organici e, mi auguro, interessanti articoli.

Luca Bagatin



19 maggio 2010

A proposito dei manifesti anti-omofobia a Pordenone e Udine.....da quando un bacio può considerarsi aggressivo ?

COMUNICATO STAMPA



Relativamente alla campagna anti-omofobia lanciata da Arcigay e Arcilesbica nei giorni scorsi a Pordenone e Udine, è oltremodo ridicolo che il tutore dei minori - il Consigliere regionale leghista Edouard Ballaman -  consideri un bacio come "una comunicazione eccessivamente aggressiva". Da quanto un bacio può considerarsi, infatti, aggressivo ?
Ritengo invece che questa campagna possa sensibilizzare proprio i minori e far comprendere loro che l'amore va ben oltre l'orientamento sessuale. E poi se un minore avesse pulsioni omosessuali sono proprio campagne di sensibilizzazione come queste che gli permetterebbero di sentirsi "meno solo" in una società che culturalmente sembra considerare "normale" unicamente l'eterosessualità.
Come laici, peraltro, sono decenni che chiediamo l'introduzione di un'ora di educazione sessuale obbligatoria a scuola (ove si insegna fra l'altro che l'amore di due uomini o di due donne è condizione del tutto naturale), come avviene nella gran parte dei Paesi europei e negli Stati Uniti d'America.

Luca Bagatin
componente del direttivo del Partito Repubblicano Italiano della provincia di Pordenone




DA www.ilfriuli.it
del 18 maggio 2010

I commenti a caldo

Telegrafico Luca Bagatin, componente del direttivo del Partito Repubblicano Italiano della provincia di Pordenone, che in una nota afferma "Relativamente all'oscuramento dei manifesti di Arcigay ed Arcilesbica rivendicato dall'esponente de La Destra Ernesto Pezzetta, penso che ci sia davvero di che riflettere relativamente alle legittimazione democratica di movimenti estremisti come il suo, che dimostrano di non rispettare nemmeno le regole del comune senso civico. E' oltremodo ridicolo, pertanto, che egli affermi di rispettare le persone omosessuali".



17 maggio 2010

Sosteniamo a Pordenone e Udine la campagna anti-omofobia

COMUNICATO STAMPA



Plaudo all'iniziativa in favore dei diritti civili degli omosessuali dal titolo "Diversi da chi ?" promossa dall'Arcigay in occasione della giornata mondiale contro l'omofobia.
Una campagna anti-omofobia che, a Pordenone e Udine, intende mostrare, mediante dei castissimi manifesti ove delle coppie omosessuali si baciano, che l'amore è possibile tanto fra due uomini che fra due donne. Ovvero che l'amore omosessuale ha pari dignità di quello eterosessuale, in linea con le naturali pulsioni umane.
Stupisce più che altro la contrarietà dell'evento espressa dal Presidente della Provincia di Pordenone Alessandro Ciriani del PdL in quota An, al quale consiglierei di frequentare di più la destra europea rappresentata oggi da Sarkozy e da Cameron, i quali sono oggi più vicini al movimento omosessuale di quanto non lo sia la sinistra.
Al clero locale che, puntualmente, si scandalizza ogni qual volta sono promosse campagne di sensibilizzazione anti-omofobia, suggerirei invece di preoccuparsi piuttosto dei recenti scandali relativi ai preti pedofili in seno alla stessa Chiesa cattolica e sui quali, per troppi anni, è stato mantenuto il più tetro silenzio.

Luca Bagatin
Presidente dell'Associazione di Libero Pensiero "Giuseppe Garibaldi" e componente del Direttivo del Partito Repubblicano Italiano della provincia di Pordenone



16 settembre 2009

Pordenonelegge.it : un inizio sotto i peggiori...auspici



Ora, non si è mai capito bene se a Pordenone, (poco sor)ridente città del Nord Est italico, si legga o meno......nonostante PordenoneleggePuntoIt (la kermesse del libro-incontro con gli Autori, che dal 16 al 20 settembre ci vedrà impegnati in probabili ed improbabili reportage).
Ad ogni modo quest'anno non si poteva iniziare....peggio.
Confermando quanto sostenuto dal grande Ernest Hemingway (che proabilmente delle kermesse letterarie se ne sarebbe impiPPato alla grande), Pordenone, oggi, è stata letteralmente il "pisciatoio d'Italia" con temporali e conseguente pioggia a dirotto prevista anche per i giorni successivi.
Come se non bastasse, uno degli eventi clou della serata è stato il recital dell'attrice Claudia Koll con poesie dedicate alla Madonna in collaborazione con le Edizioni Vaticane (sic !).
Dal pornosoft al clericaleggiante...in salsa comunistarda.
Abbiamo ordunque dato forfait.
Per finire....erano del tutto assenti le piacevolissime bancarelle del libro (presenti solo gli stand vuoti ancora in allestimento) !!!!
Tristo inizio. Non può dunque andare peggio.
Finirà in bellezza il 20 settembre, giornata in cui parlerà Beppino Englaro....nel mitico giorno a ricordo della Breccia di Porta Pia !
Come potrebbe essere diversamente del resto (PordenoneleggePuntoVirgolaDuePuntiAcapo.It o meno) !

Luca Bagatin

PS: un ringraziamento meritato invece allo staff dell'Ufficio Stampa di Pordenonelegge: scritto, diretto ed interetato dall'amica radicale (dai tempi della fondazione della Lista Emma Bonino) Paola Sain e dalla sua socia Daniela Volpe.


sfoglia     marzo        maggio






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini