.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


2 agosto 2014

L'uomo che fissa le capre, Jim Channon, lo sviluppo del potenziale umano ed il fallimento delle politiche militari (specie made in USA)

Ne hanno fatto anche un film.

Abbastanza grottesco. Come grottesca è la vicenda. Più che di vicenda, si tratta in realtà dell'esistenza di assurde attività praticate all'interno dell'esercito statunitense, sin dagli Anni '50.

Attività che sconfinano nel paranormale al punto che in un luogo militare chiamato Fort Bragg, a capo di un personaggio assurdo - benché Generale Maggiore - chiamato Albert Stubblebine, si stenta a credere che siano stati praticati i più curiosi esperimenti: dallo stordimento di ignari greggi di capre, sino al tentativo di attraversamento dei muri da parte di soldati addestrati all'uopo.

E' una storia che potrebbe essere stata partorita da qualche romanzo di fantascienza e/o di fantapolitica ed in realtà è la storia ricostruita dal giornalista Jon Ronson un decennio fa, attraverso il saggio "L'uomo che fissa le capre", dal quale di recente è stato tratto l'omonimo film-commedia con George Clooney.

E' una ricostruzione suggestiva e a tratti irriverente, quella di Ronson, ma profondamente inquietante.

E' inquietante, infatti, pensare che quella che si definisce o si tende a definire "la più grande democrazia del mondo", ovvero gli USA, abbia speso fior fior di quattrini in progetti così assurdi che nella maggior parte dei casi non hanno prodotto alcun risultato concreto se non il proliferarsi di progetti correlati/collaterali, quali l'utilizzo di tecniche di tortura praticati nell'ambito della cosiddeta guerra al Terrore, oppure in missioni speciali della CIA altrettanto umanamente distruttive.

Eh sì, perché la CIA sa bene come avvalersi di tecniche apparentemente "non invasive" per torturare il "nemico". Peccato che, da una democrazia, non ti aspetteresti l'utilizzo di tecniche di tortura. Così come dall'esercito degli Stati Uniti d'America non ti aspetteresti che siano mai esistiti progetti che scadono facilmente nell'imbecillità.

Purtuttavia così è stato e così pare continui ad essere. Gli USA patria anche della stupidita, verrebbe da dire. Infondo il celebre umorista statunitense Mark Twain - a noi tanto caro - scrisse: È stato meraviglioso trovare l'America, ma sarebbe stato ancor più meraviglioso perderla.

Jon Ronson racconta tutto ciò con dovizia di particolari, con interviste alla mano, attraverso ricerche ed inchieste.

Purtuttavia - psicosi paramilitari a parte - nel saggio sono raccontate personalità interessanti. Una di queste è certamente Jim Channon, fondatore - alla fine degli Anni '70 -  del Primo Battaglione Terra, ovvero l'idea di un escercito composto da supersoldati o "monaci guerrieri" in grado di agire sul nemico attraverso strumenti di pace tipici dei movimenti New Age e legati alla spiritualità.

Ma chi è Jim Channon ? Tenente Colonnello dell'esercito USA, al termine della Guerra del Vietnam, Channon decise di approdare al cosiddetto "movimento del potenziale umano", frequentando gruppi spiritualeggianti, new age, misticheggianti, tipici in particolare della California ed ispirati al movimento beatnik ed hippie. Fu lì che apprese diverse tecniche di meditazione e di sviluppo, appunto, del potenziale umano.

Tornato nell'esercito decise di rendere operative queste tecniche, attraverso il manuale del Primo Battaglione Terra, di cui tutt'oggi si può trovare traccia presso il sito ufficiale: www.firstearthbattalion.org

Jim Channon è decisamente un personaggio "sui generis". E' un ex militare, ma è anche un hippie nel vero senso della parola. E' una persona molto razionale, ma nel contempo sogna un esercito di pace, che porti effettivamente la pace nel mondo, ovvero che armonizzi la politica in nome della Terra e del pianeta attraverso la ricerca della risoluzione dei conflitti per mezzo di metodi non distruttivi.

Nel film "L'uomo che fissa le capre" il Tenente Colonnello Channon è interpretato da Jeff Bridges e si chiama Bill Django. Un capellone in uniforme, così come lo era, di fatto, lo stesso Channon.

Oggi Jim Channon è un consulente aziendale e cerca di portare, nel mondo degli affari, quel tipo di valori etici che cercò di insegnare all'esercito di Reagan.

Consiglio a chiunque la lettura de "L'uomo che fissa le capre" di Jon Ronson, molto di più della visione del film che, in realtà, ne è una squinternata parodia.

Il saggio di Ronson, che si legge come un romanzo e che sembra davvero un romanzo, aprirà certamente molte menti e farà riflettere. Farà riflettere sugli USA, sul loro sistema (im)politico, sui media, su vere o presunte cospirazioni, ma soprattutto sulla necessità di nuove forme di comunicazione fra gli individui. E sulla ricerca del bene più prezioso, che nessuno Stato e nessuna forma politica ci può fornire (anzi !), ovvero la ricerca della pace interiore, premessa per la pace dell'intero pianeta.

Persone come Jim Channon hanno forse aperto una piccola via in questo senso.


Luca Bagatin



1 novembre 2013

Novembrate



Adamo era soltanto un essere umano. Questo spiega tutto. Non voleva la mela per amore della mela; la desiderava solo perché era proibita. L'errore fu di non proibirgli il serpente; avrebbe allora mangiato il serpente.

(Dal Calendario di Wilson lo Zuccone)




Sforziamoci di vivere in modo tale che quando moriremo perfino il becchino ne sia addolorato.

L'abitudine è l'abitudine, e nessuno può buttarla dalla finestra; si può, semmai, spingerla giù dalle scale un gradino alla volta.


(Dal Calendario di Wilson lo Zuccone)




Non scrivete mai la verità su qualcuno, specialmente se questa corrisponde esattamente alla verità dei fatti per come si presentano di fronte anche ad un imbecille. Qualcuno, infatti, potrebbe dirvi che siete saccenti, ignoranti o - peggio - avete la penna in vendita (o in affitto) oppure cercate notorietà.
Se, ad esempio, il Re è nudo: evitate di farglielo notare. Dategli semplicemente ragione ed elogiatelo per il bell'abito che...ehm..."indossa".


(Dai Consigli surRenali di Baglu)



9 agosto 2013

Nove anni di blog e oltre 4.000.000 di visite ! (dedicato a Ilona e Hula)



Sono passati esattamente nove anni da quando ho aperto questo blog senza pretese, ove Sacro e Profano si fondono e confondono, talvolta anche sessualmente.
Un blog che parla - per così dire - di tutto ciò che non troverete altrove. Parla e dà voce a chi non ha voce in capitolo perché, in questo luogo-nonluogo elettronico, non ci sono capitoli ma veri e propri flussi di cosciente incoscienza raccolti in un unico tomo lungo quasi dieci anni.
Un tomo in cui, senza peli sulla lingua né altrove (sono sufficienti quelli del suo autore, ricoperto di peli da capo a piedi), si tratta di cose serie, tavolta scherzando proprio per la serietà degli argomenti trattati.
Parliamo di politica, costume, società, massoneria, esoterismo, erotismo, sessualità, eutanasia, suicidio. Vita e morte condensate in una manciata di pagine web.
Perché la vita e la morte sono gli unici due argomenti di cui ha senso parlare. Senza prenderli troppo sul serio. Sdoganando aspetti che - dai più - sono ritenuti tabù. Ecco, noi questi tabù, vogliamo renderli totem. Non da adorare, ma da comprendere e contemplare.
Se volessimo fare un bilancio di questo ultimo anno bloggifero, scritturifero e cultural-personale - che è poi ciò che facciamo ogni 9 agosto, sin dal 2004 - possiamo dire che il bilancio è oltremodo positivo. 
Abbiamo pubblicato un libro, "Universo Massonico" (Bastogi editore), che è un compendio nato proprio e anche sulle pagine di questo blog. Un compendio di tutto ciò che c'è da sapere sulla Massoneria. Ovvero tutto ciò che non vi è mai stato svelato, depurato dai falsi complotti che vorrebbero che il sottoscritto fosse la reincarnazione di Mark Twain oppure uno dei sostenitori del Nuovo Ordine Mondiale.
Abbiamo parlato, su questo blog, della terribile dinastia dei Kennedy, ovvero la dinastia più nazifascista e mafiosa che la Storia abbia mai conosciuto ed abbiamo dimostrato come questa crisi economica globale sia frutto non delle politiche liberiste, bensì delle politiche keynesiane, stataliste e guerrafondaie dei "liberals" (fighettini di "sinistra") americani e di casa (cosa) nostra. Dei Roosvelt, dei già citati Kennedy e dei Lyndon Johnson, oltre che dei Bush, padre figlio e spirito...satanico ! E di un Obama salva-banche e condanna cittadini.
Abbiamo pertanto dato voce alle teorie ed idee del libertario statunitense Ron Paul, non a caso oscurato dai media internazionali.
Abbiamo rilanciato le battaglie culturali e politiche sulle libertà sessuali, i diritti civili, i diritti dei disabili, dei bambini  e degli anziani, assieme all'amica Ilona Staller, ideando la sua candidatura alle elezioni amministrative di Roma. E con Ilona proseguiremo a batterci per questo e molto altro.
Anche e soprattutto artisticamente parlando.
Abbiamo ideato il movimento-nonmovimento "Amore e Libertà" che ha un solo scopo: costruire la Civiltà dell'Amore dalle macerie dell'attuale inciviltà dell'odio e del dolore.
Stiamo per iniziare nuove collaborazioni giornalistiche nell'ambito di un nuovo giornale online diretto dall'ex caporedattore del TG5 Paolo Di Mizio, con una rubrica online intitolata -  presumibilmente e non a caso -  "Sacro e Profano".
Proseguiamo, dunque, l'attività che abbiamo iniziato con il compianto amico Peter Boom, attraverso questi ed altri compagni di strada. Con Ilona, Ursula Davis Hula Hop e altri.
Siamo giunti, in nove anni di blog, a superare i 4.000.000 (quattromilioni) di visite e ogni tanto ci chiediamo anche - goliardicamente - chi siano coloro i quali ci visitano.
Non promettiamo dunque nulla, quest'anno, per l'anno a venire, ai nostri fedeli lettori.
Solo di continuare, se lo vorranno, se lo vorrete, a seguirci in quest'avventura contro i pregiudizi, i falsi pudori, la criminalità politica e comune e la stupidità umana.

Luca Bagatin



25 febbraio 2013

Fine della politica. Evoluzione della Coscienza.


L'ultima immagine a destra è tratta dal sito (amico) del Partito dell'Amore

Non so, non sappiamo, forse nemmeno immaginiamo come siano o possano essere andate queste elezioni politiche invernali, a poche ore di risultati definitivi.
Ciò che sappiamo è che questa campagna elettorale ci ha delusi profondamente. Non abbiamo visto alcun entusiasmo di piazza, escluso quello mediatico-indottrinatorio di Beppe Grillo, che, a nostro parere, farà il pienone nelle urne a dimostrazione di quanto sia facile, ancora una volta, imbrogliare ed imbrigliare le masse (già imbrigliate ed imbrogliate dal Berlusconismo e dal Cattocomunismo in questi ultimi decenni).
Abbiamo visto pochi manifesti; abbiamo sentito molti dire che avrebbero votato "turandosi il naso", altri a dire che non sarebbero andati a votare per la prima volta. Perché non si sarebbero comunque sentiti rappresentati.
Chi scrive è rimasto basito. Basito dal comportamento di Oscar Giannino, alquanto poco comprensibile. Oltre che basito dal comportamento di Luigi Zingales, a pochi giorni dal voto.
Se non puoi fidarti nemmeno degli amici...si direbbe che tu debba contare, ancora una volta, sulle tue forze.
Sull'alternativa politica, ovvero sull'alternativa controculturale alla politica. Sull'utilizzo della politica per veicolare idee e progetti millenari di Libertà e Liberazione. Questo solo ha, da sempre, un senso.
Lo ha avuto alla fine degli Anni '50, negli Anni '60 e '70 statunitensi, attraverso le controculture letterarie ed artistiche Beatnik e Hippie (Liberazione dal Militarismo, Liberazione Sessuale, Liberazione dal Dogma e dal Potere, Liberazione Spirituale e riscoperta della Spiritualità Neopagana e Gnostica)  e, successivamente, negli Anni '80, con l'avvento del Cyberpunk, che ha dato vita all'avvento del web e della comunicazione globale, svincolata dai mass-media.
Da sempre, in sostanza, gli autentici cabiamenti coscienziali e sociali, non sono mai avvenuti attraverso la politica tradizionale ("Se le elezioni cambiassero qualcosa non ce le lascerebbero fare"- Mark Twain), bensì, attraverso singole intelligenze creative. Correnti artistiche, letterarie, erotiche, individualiste.
Questo blog, nel suo piccolo, ha sempre cercato, da quasi dieci anni a questa parte - con ottime e poliedriche collaborazioni di alta qualità artistica - di creare tale alternativa controculturale.
Da eredi della trazione risorgimental-garibaldin-mazziniana e, quindi, Azionista, non molleremo !

Luca Bagatin



10 gennaio 2013

Luca Bagatin è la reincarnazione di Mark Twain (ahahahahahahahahahahahah risate di sottofondo, sufficientemente crasse. Ma con classe.)

Dapprima Dio creò gli idioti. Per esercitarsi. Poi creò i comitati scolastici locali
(Mark Twain)
L'umorismo è una gran cosa, è quello che ci salva. Non appena spunta, tutte le nostre irritazioni, tutti i nostri risentimenti scivolano via, e al posto loro sorge uno spirito solare
(Mark Twain)



Apprendo, non senza sorriderne, che c'è chi è così "sveglio, brillante ed intelligente" (sic !) dal sostenere - scrivendolo pergiunta in un libro - che io sosterrei (sic !) di essere la "reincarnazione di Mark Twain", noto e brillante (lui sì davvero) scrittore statunitense dell'Ottocento.
Questo, probabilmente in quanto, nella colonna qui a destra del mio blog...un po' più in sotto, ecco, bravi, così...c'è una foto del celebre scrittore con sopra una frase che vi ho metaforicamente (appunto !) apposto: "LUCA BAGATIN IN UN'ALTRA VITA: Mark Twain".
Ora, penso che una persona di media intelligenza (forse anche di medio bassa intelligenza) sia in grado di comprendere il senso di una banale metafora come questa, derivante dalla mia stima nei confronti di uno fra i più grandi e divertenti scrittori mai esistiti quale fu Mark Twain.
Evidentemente lo "sveglio, brillante ed intelligente" in questione non è stato in grado di comprenderla.
Del resto, se lo "sveglio" mi conoscesse, comprenderebbe che - a parte la folta capigliatura, i baffoni, la passione per i sigari ed una tendenza alle facili arrabbiature (ma sempre e comunque giustificate ) - per il resto non potrei essere stato la reincarnazione di Mr. Twain.
Lui amava i viaggi, mentre io li detesto. Lui vestiva di bianco, mentre io di scuro (perché sfina !). Lui era sostanzialmente magro, mentre io...vabè, lasciamo stare !
Perché mai tutte queste precisazioni, direte voi ?
Ma perché tengo a precisare che sono la reincarnazione di Nero Wolfe, ovviamente !
E non parlo della reincarnazione di Tino Buazzelli, ma di Nero Wolfe in persona !
Del resto ne ho le prove: la mia mole lo dimostra; la mia sedentarietà, diffidenza nei confronti della gran parte delle persone, la scarsa attitudine a muovermi dalla mia poltrona lo dimostrano ! E poi anche la mia passione smodata per la birra, la buona cucina ed i polizieschi. Rigorosamente da tavolo e senza muovermi mai dalla poltrona: sono un maestro di "Cluedo", di "Mr Jack Poket" e di "Consulting Detective", un vecchio poliziesco degli anni '80 al quale gioco sin dall'età di 11 anni.
Non curo orchidee, come nella mia precedente incarnazione, ma gatti. In particolare uno: mio fratello Mirtillo ed i suoi aMici del quartierino (Simbad & Ursula).
E poi, cribbio, come Nero Wolfe, che nacque dalla penna di Rex Stout, anch'io sono un personaggio di fantasia. Benché meno famoso. Sono nato dalla cybernetica penna di Spenalzo Baglu.
Mica calzettoni !



31 ottobre 2012

(Una luce prenderò per te là fuori...) Buon Halloween...in compagnia di "Dellamorte Dellamore"



Ieri sera ho ricevuto gli auguri di Halloween da parte della Loggia Har Tzion Montesion nr. 705 Oriente di Roma all'Obbedienza del Grande Oriente d'Italia.
La cosa mi ha fatto particolarmente piacere in quanto mi sento molto legato a questa ricorrenza che celebra, assieme, la Vita e la Morte. Ovvero l'essenza - per eccellenza - del mistero (l'unico che valga davvero la pena di carpire) che pervade l'Umanità.
Nel "biglietto" di auguri c'era anche una piccola spiegazione del termine Halloween e della fastività stessa, che qui di seguito desidero riportarvi:

Il termine Halloween deriva dal fatto che il 31 di ottobre è la vigilia di Ognissanti, ovvero il giorno in cui la tradizione cristiana celebra tutti i santi, in blocco, nessuno escluso. Questa data, il 1° novembre, è denominata in inglese All Hallows' Day. A questo punto occorre tenere presente che presso i popoli antichi (e pure per gli ebrei di oggi) il giorno non incomincia allo scoccare della mezzanotte, bensì qualche ora prima, al tramonto.
Ecco perché, per esempio, si attribuisce tanta importanza alla vigilia di Natale: il 24 dicembre, infatti, non è solo il giorno prima, ma costituisce senza soluzione di continuità la prima parte del Natale stesso.
Ora, per analogia, la vigilia di Ognissanti è denominata All Hallow' Eve (dove "eve" sta per "vigilia"), ma anche All Hallows' Even (che costituisce il concetto di "vigilia" con quello di "sera"); è facile immaginare come quest'ultima definizione si sia contratta in Hallows' Even, e da lì ad Halloween il passo è stato breve.
Le origini di questa festa risalgono all'epoca in cui le isole britanniche erano dominate dalla cultura celtica, prima che l'Europa cadesse sotto il dominio di Roma. L'anno nuovo, allora, cominciava con il 1° novembre, quando i lavori nei campi erano completamente conclusi, il raccolto era al sicuro, ed i contadini potevano finalmente rilassarsi e godersi i doni che gli dei avevano loro concesso. In tale data, quindi, tutte le divinità pagane venivano ricordate ed evocate a titolo di ringraziamento ed auspicio per l'anno entrante; le porte delle dimensioni ultraterrene erano considerate aperte, per quella notte, e tutti gli spiriti erano liberi di vagare sulla terra e di divertirsi insieme agli uomini.
L'aspetto di festa gioiosa, comunque, non dispiacque alla Chiesa, che in un certo qual modo si impadronì della ricorrenza per celebrare tutti i santi del cristianesimo: ecco allora nascere il nostro giorno di Ognissanti (che non a caso, ricordiamo, precede immediatamente il Giorno dei Morti, tanto per ribadire l'inscindibile legame che collega la dimensione terrena con quella ultraterrena, sia essa la sfera celeste o molto più genericamente l'aldilà).
Da allora, l'antica Halloween è divenuta sinonimo di notte stregata, popolata da tutti gli spiriti maligni che la fantasia potesse immaginare.


Ora, spiegazioni fatte, passiamo al faceto, ovvero a quanto di più serio vi possa essere.
E pertanto mi viene in mente uno zombie amico mio, un certo Baglu.
L'ho incontrato proprio ieri e mi ha raccontato di essere stato lasciato dalla sua fidanzata. Una vita fa.
"Mi ha ferito. Non mi ha ucciso. Infondo io sono già morto".
Un grande freddurista questo Baglu, non c'è che dire !
E "freddurista" deriva da Freddy Krueger, ovviamente.
Un po' come quella sulla possibile caduta del governo Monti. Appena cadrà sarà certamente un bel...colpo di schiena !
Oppure quella dell'insegnante in pensione che non passa giorno che non canti: "Nostalgia nostalgia lavagnaaaaaaa...".
Bah, vabè, lasciamo stare.
Per Halloween, anziché un racconto horrorifico (ne ho scritto uno alcune settimane fa e, per ora, accontentatevi anzichenò) ho pensato di postarvi qui di seguito il bellissimo film di Michele Soavi "Dellamorte Dellamore", del 1994.
Inutile dire che è il mio film preferito in assoluto (anche se preferisco il libro omonimo di Tiziano Sclavi) e nel cui protagonista - Francesco Dellamorte - il mio amico Baglu dice di riconoscersi non poco.
Ovviamente non per quanto riguarda lo charme.
Buona visione. Possibilmente dopo il tramonto.



22 maggio 2012

Luca Bagatin ricorda l'attore e militante per i diritti civili Peter Boom (e vi invita alla festa in suo onore)







19 aprile 2012

"La mia vita è un Caos Calmo: Onda su Onda" monologo by Baglu



Oggi sono un po' triste. Penso...
No, non penso.
Non mi và n'è di pensare, nè di dire.
Mi va di tacere e nemmeno poi troppo.
Poco fa parlavo di un film, di un film su Enzo Tortora con un'attrice che l'ha interpretato. Una piccola parte, certo, ma io me la ricordavo.
Sono passati anni ed il mio amico Baz sostiene che per me il tempo non passi mai. Che viva in una sorta di distorsione spazio-temporale che mi permette di far sì che le cose, per me, rimangano immutabili.
L'immutabilità delle cose. Già.
Non mi và di pensarci. Non mi va di pensare che "questo è sano", "questo è malato"..."questo è giusto" oppure "questo è sbagliato".
Non mi và, in questo momento, di classificare cose che sì, è giusto classificare.
Chi parla male, pensa male. E chi pensa male, vive male. E' così.
Le cose non sono mai il risultato della casualità, poichè spesso o quasi sempre, necessitano di volontà ed impegno. Anche in dosi minimali, interiori, misconosciute.
Non lo so e dico che "non lo so" quando non mi va di dire troppo o tutto, oppure le parole non mi sovvengono.
Ed allora mi va di riportare la poesia della madre di una mia amica, che è molto bella, e non dire altro.

MIRACOLO IN CUCINA

di Tiziana Marini

UNA TORTA

DI CIOCCOLATO AMARO

CON GOCCE

DI LACRIME CANDITE

UN CUORE

DI PANNA SMONTATA

E CREMA PASTICCIONA

D’UN TRATTO RICOPERTA

DI POLVERE DI STELLE.

STELLINE BELLE

PIETOSE

ZUCCHERO A VELO,

NEVE AL PROFUMO DI VANIGLIA,

VI DONATE

AD UNA CUOCA

IMPERFETTA.



9 aprile 2012

"Lettere dalla Terra" di Mark Twain: un saggio umoristico anticlericale



Ancora una volta, con la pubblicazione di "Lettere dalla Terra" di Mark Twain, la casa editrice Liberilibri (www.liberilibri.it) si caratterizza per il suo spirito libero e libertario. Si tratta infatti di un rarissimo libro che raccoglie gli scritti irreligiosi e scettici del noto romanziere americano.
Mark Twain, infatti, è noto in Italia principalmente per i suoi romanzi dedicati alla letteratura d'infanzia ed invece egli fu anche e soprattutto acceso polemista, umorista ed anticlericale e già seppe dimostrarlo con il suo "Lo straniero misterioso", nonchè con "Il diario di Eva" e "Viaggio in Paradiso", veri e propri racconti filosofici e sui quali meditare, oltre che ridere a crepapelle.
Mark Twain, che conosceva bene la Bibbia e l'aveva interamente letta e studiata sin da quando aveva quindici anni, seppe coglierne tutte le contraddizioni che -  in "Lettere dalla Terra" - illustrerà con il suo proverbiale sarcasmo. Sarcasmo ed irriverenza talmente pungenti da convincerlo a non farlo pubblicare in vita, temendo di perdere gran parte del suo pubblico e da fargli scrivere, in una lettera ad un amico: "Domani ho intenzione di dettare un capitolo che condannerà al rogo i miei eredi e aventi diritto, se oseranno stamparlo prima del 2006 d.C., e non penso lo faranno".
In realtà, "Lettere dalla Terra", sarà pubblicato per la prima volta nel 1962 per volontà della figlia e, di recente, è stato ripubblicato solamente da Liberilibri.
In questo libro il protagonista è Satana, un arcangelo burlone, il quale si fa beffe della Creazione e del suo...Creatore.
Satana, esiliato per l'ennesima volta, decide di visitare la Terra e mantiene una fitta corrispondenza con San Michele e San Gabriele. Scrive infatti loro numerose lettere nelle quali si fa beffe della stupidità umana e delle sue tante contraddizioni ed iporcisie.
Satana, infatti, osserva come l'uomo preghi il suo Dio, anche se questi continua a mandargli innumerevoli punizioni. Si fa beffe dei dogmi cristiani, i quali prevedono Comandamenti in totale contraddizione con la natura umana e racconta di come l'uomo si immagini un Paradiso bruttissimo, fatto di individui che passano il loro tempo a pregare e cantare, ovvero due cose che sulla Terra non sono propriamente tenute in alta considerazione, visto che nessun individuo sano di mente passerebbe l'eternità a pregare e cantare !
Satana, nella fattispecie, si chiede come mai, mentre sulla Terra la cosa più piacevole che gli individui desiderano fare è "fare sesso"...nel Paradiso immaginato dagli uomini stessi, questa pratica sia del tutto proibita ed impensabile !
Inoltre, egli si chiede come mai, mentre sulla Terra i pregiudizi razziali abbondano e l'odio fra le nazioni sia all'ordine del giorno...ciò sia impensabile in Paradiso, ove tutti si amano, come per incanto !
Tanto varrebbe che gli individui cercassero di amarsi anche sulla Terra, osserva infatti Satana.
Ma l'apoteosi del sarcasmo e dell'analisi delle assurdità umane, Satana-Twain, la raggiunge allorquando analizza la religione cristiana e rileva che gli abitanti cristiani della Terra ritengono che la Bibbia contenga la "Parola di Dio".
Un libro che, come osserva Satana-Twain, contiene piuttosto un'innumerevole quantità di violenza gratuita, spesso perpetrata da Dio ai danni dell'uomo. E, pergiunta, prevede anche un luogo terribile che prende il nome di "Inferno".
E, dunque, nelle sue lettere a San Michele e San Gabriele, descrive il contenuto della Bibbia, partendo da Adamo ed Eva e raccontando come loro vennero a conoscenza di quel "Senso Morale" che la Chiesa esalta da secoli...ma che sarà la vera dannazione del mondo !
Adamo ed Eva, infatti, saranno eslulsi dal Giardino dell'Eden e tutti i loro discendenti saranno puniti...solo perché avevano mangiato una mela e scoperto i piaceri del sesso, oltre che rendersi conto di essere nudi...così come peraltro Dio stesso li aveva creati !
La raccolta di lettere di Satana-Twain, prosegue poi con la descrizione dell'Arca di Noè e di come questi radunò quantità impossibili di animali fra i quali...le mosche. Ovvero quegli insetti che poteranno le peggiori malattie infettive sulla Terra !
Il libro è dunque un crescendo di parabole e vicende della Bibbia, analizzate dall'occhio innocente dell'umorista americano e dimostrano lampanti incongruenze e contraddizioni fra la presunta volontà del Dio biblico e quello immaginato dagli uomini.
Certamente il più bel libro umoristico mai scritto dal sapore anticlericale, utilissimo per tutte le menti che amano riflettere ed andare oltre i dogmi e le apparenze.

Luca Bagatin



30 gennaio 2012

"La mia vita è un Caos Calmo: Ricordi" monologo by Baglu



Mi ricordo quando avevo 17 anni e frequentavo la sede di Rifondazione Comunista, al pomeriggio, il sabato pomeriggio. Tutti i sabati.
Mi ero anche iscritto ai giovani comunisti, anche se lì, fra quei miei coetanei non è che mi trovassi poi tanto bene.
Ci trovavamo in una stanzetta della sede, saremo stati una decina. C'era anche una ragazza fra noi, una certa Sonia alla quale, tempo dopo, si aggiunse Valentina che aveva uno o due anni meno di me.
Fumavano quasi tutti ed io non ho mai sopportato il fumo negli ambienti chiusi, specie se non ci sono finestre aperte. Qualcuno fumava anche il sigaro, forse fingendo di imitare Che Guevara.
Io me ne stavo spesso in disparte perché più che discutere loro si divertivano fra frizzi e lazzi, che a me non è che siamo mai piaciuti molto.
Allora leggevo Marx e nella sede di RC avevo acquistato anche un libretto di Mao: "I centofiori", che poi non ho nemmeno mai letto.
Mi ricordo che comunque delle volte si discuteva anche, di problematiche legate alla scuola. Una volta dovevamo preparare un volantino e diedero a me il compito di redigerlo.
Non me ne ricordo il contenuto, ma mi ricordo il titolo: NOI SIAMO CONTRO !
Una volta stampato mi modificarono il titolo con: NOI CI OPPONIAMO ! ed io mi ricordo che me la presi con il giovane Segretario, che fra l'altro era anche più maturo, belloccio e piaceva molto alle ragazze, allora.
Gli dissi che questa cosa dell'"opposizione" non mi piaceva, che noi comunisti dovevamo andare al governo ed essere "contro", se necessario, ma non "opporci", così, come se fosse bello stare all'opposizione. Dovevamo scardinare "il sistema" dall'interno e non starne fuori.
Lui non ricordo esattamente che cosa mi rispose...una cosa tipo che ero preda del conformismo borghese reazionario e che dovevo fare autocritica.
Lui viveva da solo, ma era mantenuto dal padre, primario in qualche ospedale. Io invece ero figlio di una casalinga e mi ricordo che ero l'unico a non essere "figlio di papà" e non solo perché un padre non lo avevo.
Quando conobbi Valentina lei mi piacque subito. Ad una festa con i compagni tentai anche di corteggiarla, ma con scarsissimi successi, nel senso che allora non sapevo bene come corteggiare. La guardavo negli occhi ed anche lei mi guardava. Però nulla di più.
Poi un giorno mi ricordo che la chiamai al telefono con una scusa, visto che lei si era offerta di ricopiarmi al computer un manoscritto su Marx ed il comunismo che avevo preparato tempo prima.
Le chiesi, semplicemente, se voleva mettersi con me e lei mi rispose che ci avrebbe pensato.
Ci rivedemmo, in sede, un sabato pomeriggio, ma Valentina non mi disse nulla ed allora, all'uscita, le chiesi se ci aveva pensato.
Mi rispose che...ah, sì, beh, meglio se rimaniamo amici.
Mi ricordo che Andrea, il Segretario di noi giovani comunisti, un giorno mi disse che voleva realizzare un cortometraggio sulla gioventù bruciata e l'emarginazione sociale e voleva che io interpretassi il protagonista, ovvero un ragazzo triste e deluso, idealista, che gira per la città osservando i giovani dediti a bere nei bar alla moda, che lo deridono.
Mi ricordo che l'idea non mi piaceva perché in quel personaggio mi riconoscevo sin troppo e non mi andava di interpretarlo in una pellicola.
In realtà non mi piacevo, avrei voluto essere più leggero, magari anch'io alla moda, a divertirmi.
Però non mi è mai riuscito.
In quegli anni avevo i capelli un po' più lunghi di oggi, mossi, non portavo la barba nè gli occhiali ed ero molto più magro.
Se oggi riguardo le foto di allora mi vedo con il pugno sinistro alzato, vicino a Sonia e in un'altra foto vicino a Stefano: portavo un maglione rosso a V. In una foto sono anche ritratto da solo, sorridente, accanto ad un quadro di Lenin.
Alcuni dei miei ex compagni sono finiti male, qualcuno ha avuto anche qualche processo per varie ragioni, motivi abbastanza futili, "da ragazzi".
Mi ricordo che una volta, Andrea, ci aveva invitati nella sua casa in montagna e mi prendeva in giro perché mi diceva che mi avrebbe lasciato la camera matrimoniale affinchè ci potessi dormire con Valentina, alludendo a qualche cosa di sessuale.
Mi ricordo che mi sono messo a discutere con lui, perché non mi piaceva il suo tono canzonatorio e poi gli spiegai che non ero il classico ragazzo che scopava le ragazze così, tanto per scoparle.
Poi alla fine in montagna non ci siamo andati, nè io nè Valentina.
Mi ricordo che volantinavo fuori dalle fabbriche. Sì, quella è stata la prima volta che mi ricordo di aver volantinato.
Adesso stavo pensando ad una cosa molto triste e cioè che ci sono asili nido in Italia - ma temo che il fenomeno possa essere diffuso anche all'estero - in cui le educatrici picchiano i bambini. Bambini piccolissimi, di pochi mesi.
Poi ho appreso che ci sono anche case di riposo in cui ci sono anziani ad essere maltrattati.
Ora, io mi chiedo, ma perché devono essere i deboli ad essere maltrattati ? Lo so, dirò una banalità, ma perché a me questa banalità, ogni volta che la sento, ne parlo o ne scrivo, fa stare male ?
Mi potrete anche dire, sì, vabè, ma sono casi isolati...però sono casi.
Casi come quel caso di quel disabile inglese che è stato maltrattato ed abusato sin dalla più tenera età e poi è morto a 26 anni. La cosa peggiore è che la sua storia era nota, persino alle forze dell'ordine, ma nessuno lo ha aiutato.
Però poi se ti fai un giro in rete vedi che di storie come questa, che potrebbe sembrare di fantasia, da film dell'orrore, ce ne sono tante.
Ed allora a me vengono sempre in mente i campi di sterminio nazisti, sì, quelli che in televisione non riesco a guardare.
Mi si arresta il pensiero.
Mi ricordo che una volta ho partecipato ad una manifestazione contro la pena di morte, a Trieste, e sono stato aggredito da persone che non la pensavano come me.
Sono finito a terra, c'era del fumo anche se facevo parte di un gruppetto di dieci persone "armate" solo di un cartello ciascuna con su scritto: NESSUNO TOCCHI CAINO.
Poi un'altra volta, eravamo in cinque o sei, vicini al Partito Radicale, manifestavamo per una giustizia giusta davanti al Tribunale e siamo stati "aggrediti" a parole dai girotondi che in quegli anni andavano di moda. Non ho mai capito bene perché...mi ricordo solo la solita storiella dell'essere "borghesi reazionari"...
Poi mi ricordo cose che non vorrei qui ricordare.
Penso che più ad una cosa pensi e più si radica la convinzione che tu abbia più passato che futuro.
E forse è vero, ma è triste morire senza figli.


sfoglia     luglio        settembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini