.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


4 novembre 2015

Diritto all'affettività ed alla sessualità dei carcerati ancora negato

Il diritto all'affettività ed alla sessualità dei carcerati.

Ne parlarono per primi Moana Pozzi e il Partito dell'Amore. Erano i primi Anni '90 e si stava uscendo, grazie a Riccardo Schicchi e all'esperienza di Diva Futura, da un lungo periodo di censure, di divieti, di pruderie culminanti nel reato di “violazione del comune senso del pudore”.

Il diritto all'affettività ed alla sessualità dei carcerati. Perché anche loro sono donne e uomini, non già bestie da soma, per quanto male possano avere commesso. Perché la sessualità e l'amore sono l'esatto opposto della violenza. Sono rieducazione e redenzione, alla faccia dei bempensanti o, meglio, dei malpensanti.

I giornali l'hanno presentata come una proposta sulle “stanze dell'amore” in carcere, quella dell'On. padovano Alessandro Zan. In realtà lui ha subito smentito e così si sono assopiti anche i nostri entusiasmi: mai una buona volta che la politica italiana compia una scelta di civiltà !

Niente a che fare con il sesso, la proposta di legge vuole solo aumentare i colloqui famigliari con chi ha un caro dietro le sbarre – spiega infatti il deputato del PD - oggi i colloqui avvengo in stanzoni grandi alla presenza di altre persone. Non è giusto per la privacy, i figli, ma anche il coniuge non hanno commesso nulla e hanno il diritto di avere con il loro caro un rapporto riservato. Al massimo ci si potrà avere il bacio, ma la notizia delle stanze dell'amore è travisata e esagerata”.

Al massimo un bacio. Ma non un amplesso. L'amplesso è vietato ai detenuti. Aberrazione. La sessualità è, quindi, preclusa, castrata al detenuto che, ancora una volta, è trattato da bestia da soma o, da angelo asessuato...Lucifero non ancora redento.

Persino un leghista, tale Nicola Molteni, altro deputato di questo triste Parlamento da noi tutti mantenuto, si era affrettato a dichiarare scandalizzato che questa legge avrebbe portato nientemeno che i “bordelli in carcere”. Magari lo avesse fatto, diciamo noi !

Che male può fare un detenuto o una detenuta che compiano un atto d'amore con la/il propria/o compagna/o ? O che male fa un detenuto che, dopo mesi d'astinenza, copula con una prostituta o, eventualmente, con un prostituto, a seconda delle preferenze ?

A questo, i politicanti, sembrano non pensare. Sembra quasi che la politica sia avulsa dai bisogni delle persone, perché di questo si tratta. I detenuti sono, prima di tutto, delle persone. Che, oltre a necessitare di spazi adeguati, di ore d'aria e di privacy con i propri famigliari, necessitano anche di scopare.

La stessa Costituzione repubblicana stabilisce, all'Articolo 27, che “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso d'umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”.

Il diritto all'affettività ed alla sessualità in carcere è pertanto diritto costituzionale e proibirlo o impedirlo equivale a compiere un trattamento contrario al senso d'umanità. Perché la sessualità e l'affettività sono, checché ne possano pensare i ben-mal-pensanti, l'aspetto fondante dell'umanità.


Luca Bagatin



11 ottobre 2012

Le istituzioni democratiche, quelle vere, NON commettono violenze sui minori



Relativamente a quella triste storia di quel bambino di Padova, di dieci anni, prelevato a forza dalla polizia per essere portato in una casa-famiglia, dopo essere stato affidato - con provvedimento di un giudice - al padre, ci sarebbero ben poche cose da dire.
Poche ma ferme. Di fronte a questa violenza, ai soprusi subiti da un minore, quel giudice e quelle persone della polizia - Ispettore in primis - che lo hanno prelevato, non hanno alcuna giustificazione.
Baglu si augura che tali persone, se così possono ancora definirsi, siano sospese immediatamente dai loro incarichi e che i loro nomi, alla faccia della privacy, siano resi pubblici.
Un bambino di dieci anni, in barba alle leggi di questa Repubblica monarchica, tutt'altro che liberale e democratica, quale è la nostra, deve avere la possibilità di scegliere dove e come stare, dove e con chi vivere. E soprattutto non dovrebbe subire violenze da parte di agenti di polizia. E ciò dovrebbe accadere ovunque, non solo in Italia.
Ed i genitori, qualsiasi genitore al mondo, dovrebbe, prima di separarsi dal convivente o dal coniuge, pensarci non una, ma mille, magari anche duemila e/o tremila volte. Non si rendono conto, io mi chiedo, di quanto male tali genitori possano fare ai propri figli ?
Io, purtroppo, credo di no.
E penso un'altra cosa. Penso che ogni uomo ed ogni donna, prima di mettere al mondo una vita, dovrebbero pensarci seriamente. E non prenderla alla leggera, come troppo spesso fanno. La felicità propria non va confusa con quella altrui.
Perché altrimenti si condannano tutti quanti, società compresa, all'infelicità.

Baglu - Libero Marinaio dell'Inferno Virtuale



3 novembre 2007

Al VI Congresso dei Radicali Italiani....


Si è tenuta ieri 2 novembre 2007 la seconda giornata del VI Congresso nazionale dei Radicali Italiani presso la Fiera di Padova di Via Niccolò Tommaseo 59 (l'assise si concluderà domenica 4 novembre alle ore 12.30 con l'approvazione delle mozioni e l'elezione degli organi direttivi).
Ho deciso di recarmi ieri per diversi motivi fra cui il conoscere e l'approfondire l'umore degli iscritti dopo un anno e mezzo di presenza radicale al governo e l'incontrare nuovi e vecchi amici con i quali ho condiviso in questi dieci anni numerose battaglie laiche e liberali.
Giunto alle ore 11.00 presso il padiglione che ospita il Congresso, sono stato cortesemente fermato dai numerosi stand di riviste e pubblicazioni radicali: da "Democrazia & Libertà" che tratta di diritti umani, sino a "Translimen" dell'Associazione Esperantista Radicale sino alla rivista "Agenda Coscioni" che si occupa di ricerca scientifica e che fra l'altro mi arriva già regolarmente a casa.
Indirizzato dagli standisti presso gli uffici ove si erano riunite le Commissioni tematiche (ben nove commissioni: dalle libertà economiche, ai diritti umani, alla pace, alla libertà di ricerca scientifica, ai nuovi tipi di famiglia , alla libertà in rete e a quella d'informazione, alla giustizia ed al futuro dei radicali come partito.
Per quanto io sia arrivato tardi rispetto ai lavori, ho voluto comunque assistere a quelli dell'ottava Commissione: quella sulla libertà di ricerca scientifica e religiosa.
Entro e, chi ti trovo davanti, seduto fra gli spettatori ? Il "Mago Otelma" al secolo Marco Belelli ! Potete ben immaginare il mio immediato stupore....Ad ogni modo, in silenzio, prendo posto accanto a lui (fra l'altro uno dei pochi posti ancora rimasti disponibili) e mi accingo ad ascoltare l'ottimo e toccante intervento di Alessandro Frezzato dell'Associazione Luca Coscioni, ragazzo affetto da distrofia muscolare e autore del volume "Io Alessandro Frezzato: appunti di una battaglia per la vita e per la speranza". Alessandro, come i molti altri interventi, si scaglia giustamente contro un Paese arretrato come l'Italia ove la classe politica con il supporto del Vaticano preferisce ostacolare la ricerca scientifica e quindi condannare i malati al fine di tutelare non si sa bene quale "vita".

Ascoltando Alessandro ripenso a quei "maitre à penser" nostrani che hanno più volte pubblicamente accusato i radicali di "strumentalizzare i malati" come Luca Coscioni, Piero Welby, lo stesso Frezzato e mi viene quasi da piangere e da imprecare contro cotanta ignoranza e cotanta violenza verbale che tuttavia è spesso maggioritaria nei mass media.
Per la prima volta nella storia del nostro Paese (e forse più) dei malati divengono parte attiva di una lotta per la loro stessa vita, per la loro stessa sopravvivenza e quella di altri.
E' questo che si percepisce nella sala dell'ottava Commissione fra malati, medici e ricercatori. Oltre che fra militanti e dirigenti radicali.
Più tardi mi accingo a parlare con Marco Belelli, accanto a me, che io ricordavo nelle vesti televisive del "Mago Otelma" e che ho scoperto essere persona di grande passione e lucidità politica.

Mi ha rivelato di essere militante radicale da 21 anni e che il primo Congresso radicale al quale partercipò fu quello di Bologna nel 1988 e che a quest'assise avrebbe voluto presentare una mozione per una totale lotta alla Casta ed ai suoi privilegi; per l'abolizione della Legge Merlin con la conseguente regolamentazione della prostituzione e per l'integrazione della Turchia nell'Unione Europea a patto che questa rispetti i diritti umani e civili di tutti a cominciare da quelli dei curdi e degli armeni.
Il dibattito congressuale è poi iniziato attorno alle ore 12.30 con le relazioni delle Commissioni a partire dal diritto di famiglia che, secondo i radicali dovrebbe essere riformato introducendo le cosiddette Unioni di fatto indipendentemente dall'orientamento sessuale (come peraltro avviene in quasi tutta Europa) proseguendo con la necessità di introdurre norme repressive per quanto concerne la violenza sulle donne sino a giungere all'abolizione della legge 40 sulla fecondazione assistita.
Nonostante gli interventi dei socialisti Francesco Mosca e Roberto Villetti dello Sdi sulla necessità di riaffermare la laicità dello Stato, essi non sono stati accolti con grande calore dalla platea.
Sullo Sdi, infatti, pesa l'abbandono del progetto della Rosa nel Pugno che l'On. Villetti ha cercato di giustificare affermando che i socialisti e i radicali hanno purtroppo un modo diverso di far politica: i militanti radicali sono una specie di "azionisti" parte attiva nelle loro lotte; mentre i socialisti si sentono più legati all'apparato del partito.
Fatto sta che entrambi si collocano oggi nel centrosinistra per quanto gli umori di militanti e dirigenti radicali per questa collocazione siano tutt'altro che buoni.
Non c'è stato infatti intervento o dichiarazione che non abbia sottolineato come il nostro Paese sia sempre più arretrato sotto tutti i punti di vista e poco democratico nella fattispecie per quanto concerne il sistema dell'informazione (giudicata monolitica con tanto di dati e statistiche alla mano).
C'è infatti chi ha testualmente dichiarato: "In 18 mesi di presenza radicale al governo nulla è cambiato !".
Purtuttavia l'impressone che si è percepita fra militanti, iscritti e simpatizzanti è che ci sia tutto sommato una gran voglia di lottare contro l'ignoranza diffusa, il dogma, l'ottusità politica e clericale.
E soprattutto ho avuto modo di vedere molti giovani fra i 18 e i 30 anni, cosa rarissima di questi tempi in un Congresso di partito.
Giovani provenienti un po' da tutta Italia che si sono pagati vitto e alloggio e che non sono stati "foraggiati" dall'apparato come spessissimo accade nei partiti che se lo possono permettere (anche grazie ai lauti finanziamenti pubblici ai partiti stessi, ottenuti in proporzione al loro peso elettorale).
Marco Pannella, nell'intervento delle ore 17.30 ha detto una frase che penso possa valere a sottolineare lo spirito dei radicali di oggi eredi di quelli di ieri: "L'etica della responsabilità è la premessa per l'etica della libertà". E come non dargli torto in un Paese che storicamente, ahinoi, ha sempre cercato di scaricare le proprie responsabilità su qualcun altro e che la parola "libertà" è sempre stato uno slogan scandito da tutti ma mai praticato, in quanto forse neanche conosciuto e/o sperimentato.

Sul Congresso, tuttavia, pesa un grande assente forse ingiustificato: Daniele Capezzone. E qui mi fermo e preferisco non andar oltre nella questione.
Per quanto concerne il futuro dei radicali, invece, bisognerà attendere il corso degli eventi...."nelle prossime ore, minuti, forse" come ci avverte qualcuno.

Lo storico dirigente radicale Sergio Stanzani (che fondò il primo Partito Radicale negli anni '60, con Ernesto Rossi e altri liberali ed  azionisti), tornando alla questione della Rosa nel Pugno ha ad ogni modo rivendicato il suo essere incondizionatamente da sempre liberale e non socialista in quanto essere liberale significa di per sé occuparsi di problemi sociali e, ha concluso con una riflessione che forse è nei cuori dei radicali di oggi e non solo: se il sogno di Mario Pannunzio e degli Amici de "Il Mondo" si realizzasse davvero, ovvero se nascesse una Terza Forza laica e liberale, la battaglia per una piena democrazia sarebbe inevitabilmente e finalmente vinta.
"Lo credo anch'io", penso dentro di me.

Luca Bagatin

Vorrei dedicare quest'articolo a diverse persone che mi hanno reso la giornata di ieri parcolarmente amabile.
Innanzitutto a Mina Welby che ieri mattina mi ha "buttato giù dal letto" inviandomi un affettuoso sms di "Buona giornata" alle ore 6.50 e che un mese fa mi invitò calorosamente a presenziare al Congresso.
A Marco Belelli per avermi fatto conoscere un "Divino Otelma" dal "volto umano".
A Paola Scaramuzza, amica e militante radicale di sempre che mi ha riportato ai tempi in cui raccoglievamo le firme e attaccavamo i manifesti in solitaria (e a Trieste salimmo sulla ruota del Luna Park come bambini nonostante non solo non ne avessimo l'età, ma neanche il fisico).
Al raggio di sole dai capelli dorati e riccioluti che incontrai al Congresso in serata, fra una sigaretta e l'altra, chiamato Paola Vadalà: giovanissima insegnante di lettere di Taranto il cui più grosso cruccio sono gli studenti che sbagliano l'accento sulla "e".


sfoglia     ottobre        dicembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini