.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


23 agosto 2013

Pascal Vesin: il sacerdote massone nuovo simbolo di libertà religiosa



Si chiama Pascal Vesin ed è un sacerdote cattolico francese.

Da qualche giorno si parla di lui poichè sospeso dal suo ministero religioso in quanto...ha dichiarato apertamente di appartenere alla Massoneria e di essere affiliato al Grande Oriente di Francia da tredici anni.

Apriti cielo !

Ecco l'antico anatema: se sei cattolico e, pergiunta, prete, non puoi essere anche massone.

Ma perché mai ?

Perché i massoni sono atei anticlericali ? Ma dove sta scritto ? Semmai alcuni di loro lo sono diventati, ma proprio a causa delle persecuzioni cattoliche contro l'Antica Istituzione dei Liberi Muratori che, checché se ne dica, ha una sola origine ed è gnostica, un solo credo ed è quello in Dio ed un solo scopo o, meglio, almeno tre: elevare culturalmente, spiritualmente e socialmente l'umanità intera.

E quindi Père Pascal è reo di che cosa ? Di predicare il verbo di Cristo e di farlo pergiunta due volte in quanto affiliato anche alla Massoneria ?

Forse i prelati francesi e quelli italiani non sono a conoscenza di un testo, peraltro da noi recentemente recensito, ovvero “Gesù il Maestro Muratore” di Gordon Strachan, che dimostra come lo stesso Gesù detto Il Cristo, fosse un libero muratore, ovvero un costruttore di Templi in onore a Dio.

A quale Dio si dirà ? A quello degli Ebrei, dei Cristiani, dei Buddhisti, degli Indù e persino dei Musulmani. Al Dio che pervade ogni fibra e ogni atomo del nostro corpo e dell'Universo. Al Dio della Bibbia, del Corano, del Talmud e delle Upanishad.

E' questo che dà fastidio alla Chiesa cattolica ? Lo si dica apertamente e si apra anche un confronto fra le varie fedi. Ma lo si faccia lasciando da parte le antiche rivalità e le antiche Crociate che - tesori veri o presunti dei Templari a parte - hanno causato solo morti e continuano a causarne nei Paesi ove vige il fondamentalismo religioso e la teocrazia.

Oggi, Père Vesin, dopo un pellegrinaggio a piedi - dalla Francia all'Italia - durato ben 39 giorni, è giunto a Roma ed è determinato ad incontrare il suo Papa, ovvero Jorge Mario Bergoglio, detto "Papa Francesco". A tal proposito è sorto anche un gruppo Facebook di sostenitori del sacerdote massone, intitolato "Groupe de suotien au Père Vesin", che ha all'attivo numerosissime adesioni da tutto il mondo e che ha incontrato anche il nostro più sincero consenso.

Non sappiamo quale sarà la decisione che prenderà il signor Bergoglio in merito, purtuttavia, sommessamente, desideriamo qui ricordare che la fede in Dio è un fatto di cuore, che sfugge alle leggi terrene e della pura razionalità.

Non sappiamo, dunque, se Père Vesin - che peraltro in ottemperanza al Verbo del Cristo, esempio di libertà per tutti, si è espresso anche a favore dei matrimoni omosessuali - potrà continuare a servire il Signore nella Chiesa cattolica, come egli desidera, oppure potrà farlo solo nella sua Loggia massonica. Il suo esempio, ad ogni modo, è encomiabile e merita tutto il nostro sostegno di credenti.

Credenti nella libera spiritualità del cuore, al di là del dogma.


Luca Bagatin



8 dicembre 2012

"Universo Massonico": compendio di Massoneria ed Esoterismo di Luca Bagatin. Con prefazione del Gran Maestro della Gran Loggia d'Italia degli ALAM prof. Luigi Pruneti



Sta per uscire, a giorni, il  volume "Universo Massonico" (Bastogi editrice), che raccoglie gran parte degli articoli che ho pubblicato, dal 2005 ad oggi, in riviste specializzate esoteriche e soprattutto su questo blog.
Questo mio primo (e forse ultimo, chissà) libro sulla Massoneria, consta peraltro di una bellissima ed approfondita prefazione del Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro della Gran Loggia d'Italia degli ALAM prof Luigi Pruneti.
"Universo Massonico" percorre e ripercorre le origini della Massoneria, trattando poi del significato dell'Iniziazione, del simbolismo massonico ed esoterico; dei simboli massonici ed esoterici disseminati nella letteratura ed in alcune opere musicali contemporanee, arrivando sino al falso scandalo P2 ed alla nefasta inchiesta Cordova, sfatandone e demolendone tutti gli aspetti complottistici, che ancora oggi girano nei mass media deformatori ed in rete.

Un'importante sezione raccoglie le biografie di Grandi Iniziati e massoni, restituendo loro lo spazio e l'importanza che meritano nel panorama spirituale, quali Cagliostro, Madame Blavatsky, Albert Pike, Ernesto Nathan, Saverio Fera, Giovanni Ghinazzi, Giordano Gamberini e Lino Salvini.
La parte finale comprende interviste che ho realizzato ad esperti del settore quali Nathan Gelb, autore di trhiller massonici di livello internazionale; Aldo A. Mola, massimo storico della massoneria in italia; Francesca Vigni, autrice dell'unico libro sulle donne e la massoneria; il prof. Luigi Pruneti, Gran Maestro della GLDI e la Gran Maestra della Gran Loggia Massonica Tradizionale Femminile d'Italia Gabriella Bagnolesi.

Per ricevere già il volume direttamente a casa (15 euro la copia) si può effettuare il pagamento alle seguenti coordinate, intestando il tutto a BASTOGI EDITRICE ITALIANA (specificando, nella causale "RICHIESTA DEL VOLUME "UNIVERSO MASSONICO" DI LUCA BAGATIN):

BANCOPOSTA
IBAN : IT 44 U 07601 1

5700 000011133717

C.C.P.
11133717

Appena effettuato è IMPORTANTE, per evitare ritardi o disguidi, che inviate copia della ricevuta del pagamento al numero di fax 0881/728119 oppure all'indirizzo mail bastogi@tiscali.it
Per eventuali contatti con il sottoscritto, potete scrivermi all'indirizzo mail burroughs279@yahoo.it

Luca Bagatin (nella foto con il prof. Luigi Pruneti)



25 agosto 2011

I cittadini-elettori sono il nuovo Terzo Stato



Si torna dalle ferie con una balla mazzata che ricorda il vecchio Governo Prodi con Visco all'Economia e Bertinotti come spina nel fianco.
Chi l'avrebbe mai detto che, tempo dopo, Prodi si sarebbe trasformato in Berlusconi, Visco in Tremonti e Bertinotti in Bossi e Calderoli !
Beh, in effetti, chi scrive sono anni che sostiene che nei fatti esista un unico grande partito: conservatore e illiberale, capace di unificare l'estrema sinistra e l'estrema destra in nome dello statalismo e del "più tasse per tutti".
Fra le forze politiche di oggi, invero, sembra proprio non salvarsi nessuno.
Il PdL, tanto per cominciare, si è rimangiato tutte le promesse fatte negli anni: nessuna riduzione a tre aliquote fiscali, nessuna abolizione delle Province, nessuna riforma della giustizia in senso liberale, nessuna sburocraticizzazione della macchina amministrativa. Anzi, è avvenuto l'esatto opposto. Ovvero quanto ha sempre portato avanti il Pd e l'armata brancaleone della sinistra cattocomunista.
Berlusconi uguale Prodi, Tremonti uguale Visco, infatti.
Non si salva sicuramente la Lega Nord, che è il principale partito responsabile del "più tasse per tutti" in quanto non vuole alcuna riforma delle pensioni, nè vuole abolire le Province e ridurre il numero dei Comuni.
Non si salva nemmeno Casini con la sua Udc che ha proposto l'aumento dell'IVA, tassa che comprime i già compressi consumi e che andrebbe ulteriormente a penalizzare i cittadini
Come se non bastasse è arrivata persino l'"accozzaglia delle forze sinistre" (da IdV a SeL passando per Segni) con l'aggiunta, con nostro rammarico, del PLI, che sta lanciando la raccolta di firme per un referendum che, pur volendo abolire il "porcellum", vuole il ripristino del "mattarellum": altro grande porcellum elettorale in quanto obbligherebbe alleanze con chiunque pur di accaparrarsi i collegi uninominali e favorisce unicamente le forze estremiste.
Un ritorno dalle ferie che, in sostanza, penalizzerà i cittadini-consumatori-elettori che - oggi finalmente possiamo dirlo con certezza - formano un nuovo Terzo Stato contrapposto alla classe dei Nobili (i politici) ed al Clero (la Chiesa cattolica che è esente dal pagamento dell'Ici per le attività commerciali).
Un Terzo Stato che ci sentiamo da sempre di sostenere con misure, appunto, sostenibili e liberali.
Basterebbe far pagare le imposte anche alla Chiesa cattolica per le attività commerciali; abolire il sistema dell'8 per mille; abolire le Province quali enti politici; accorpare i Comuni con meno di 15.000 abitanti; abolire le municipalizzate (lasciando che i servizi siano svolti dal privato); abolire il Senato; ridurre del 40 % gli stipendi di Parlamentari e Consiglieri regionali; privatizzare la Rai; allungare l'età pensionabile. Forse, a quel punto, le imposte potremmo persino arrivare a ridurle, magari introducendo la flat tax al 20 % per tutti e non facendo pagare un solo euro a chi ha un reddito inferiore ai 15.000 euro annui.
Per quanto riguarda, poi, la riforma della legge elettorale, la Costituzione stabilisce - a dispetto di quanto avvenuto dal '93 ad oggi - un sistema di elezione proporzionale puro. Altre strade sarebbero auspicabili, ma unicamente attraverso un'Assemblea Costituente, come nel 1946.
Personalmente auspicherei una riforma che prevedesse l'elezione diretta del Presidente della Repubblica, con funzioni di governo, slegato dai partiti ed a turno unico. Per quanto concerne l'elezione del Parlamento, a Camera unica, ritengo potrebbe benissimo essere eletto su base proporzionale pura, senza alcuno sbarramento, e mantenere unicamente funzioni legislative.
Sarebbe un bel salto di qualità in direzione di un Paese che guarderebbe al liberalismo anglosassone piuttosto che ad uno statalismo che, come diceva Ernesto Rossi, "privatizza i profitti e socializza le perdite".

Luca Bagatin



11 maggio 2011

Il 15 e 16 maggio 2011 vota per la laicità ed i diritti: contro la sinistra e questa destra !

Il 15 e 16 maggio prossimi si terranno, in molte realtà locali, le elezioni amministrative e, come di consueto, questo blog prende parte attivamente alla campagna elettorale.
L'indicazione che voglio dare è, ovunque vi saranno liste, di votare le liste con l'Edera del Partito Repubblicano Italiano.


In ben tre realtà locali, invece, vi invito a votare per i candidati laici, liberali, e libertari.
Sto parlando di:

Rimini
, città in cui vi invito a votare per l'ottimo cantante ed artista omosessuale, militante di GayLib, Ciri Ceccarini candidato in Futuro e Libertà con il candidato Sindaco Pasquale Barone.



Milano
, città in cui vi invito a votare per Andrea Furcht, Repubblicano Indipendente ed esponente dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica, il quale si candida per il Nuovo Polo per Milano, che sostiene il candidato Sindaco Manfredi Palmeri.



Pordenone, città in cui vi invito a votare per il sottoscritto che, dopo sette anni, si rimette in gioco in una candidatura politica. Ancora una volta al di fuori e contro gli attuali schieramenti politici.
Mi candido infatti come esponente del PRI nella lista civica Il Ponte che sostiene il candidato Sindaco Giovanni (detto Gianni) Zanolin.



Tre candidature laiche, per i diritti civili, contro i due schieramenti eversivi e bolliti.
Contro la sinistra e contro questa destra.



16 aprile 2010

"Inseminando Zizzania": monologo surRenale by Luca Bagatin



Che cosa resta di tutto il dolore che abbiamo creduto di soffrire da giovani ?
Niente, neppure una riminescenza.
A Rimini ci andai alcuni anni fa.
Odio il mare. Amo Rimini.
A Rimini si possono ammirare molte cose.
Le bellezze locali in primis.
A Rimini si può ammirare o rimirare ?
Amo le rime. Odio le rane.
Amo la rena di Rimini.
Ricordo quel dì a Montefiore Conca che, però, non è situato in zona marina.
Ricordo il Montefeltro, perché a "Montefeltro" è necessario aggiungere l'articolo.
Non ricordo a quale articolo di codice penale a giurispurdenza arrivammo a rimirare il mare.
Che cosa resta di tutto il dolore che ?
Cosa resta, ecco, appunto.
Poiché in base alle tue parole sarai giustificato in base alle tue parole sarai condannato.
Parole di condanna piovevano, che è forma decisamente più corretta di "piovvero".
Piovvero parole sulla città, che è come dire....una metafora, ecco, appunto.
Duepunti e acCapo.
Dopo il "post scriptum" non ci vogliono i duepunti. Io CE li metto da sempre.
Detesto il singolo puntino - solitario, appunto - apposto dopo la pi e la esse.
Piesseduepunti. La forma che preferisco.
E la forma è anche sostanza.
Sostanzialmente penso che abbia davvero, in questo senso, ragione Aldo Busi.
La forma è anche sostanza.
Che resta di tutto il dolore che abbiamo creduto ?
Abbiamo creduto di provare dolore.
Abbiamo. Creduto.
Creduto di obbedire, ma non di combattere.
Forse, di controbattere.
Abbiamo forse creduto di soffrire da giovani ?
E da vecchi, allora ?
Da vecchi non si soffre forse più ?
Che cosa resta ancora da approfondire di una vita che ha creduto - da giovane - di soffrire ?
Il peggio si riduce a un risolino......di stupore.
E le angoscie di un tempo ci appaiono così lontane da............
Da ritenere Rimini, il Montefeltro, quale metafora di un seminario sulla gioventù e oltre.




18 dicembre 2009

In ricordo di Bent Parodi di Belsito


Il sottoscritto, Bent Parodi di Belsito, Moreno Neri ed Aldo Chiarle
a Montefiore Conca (Rimini) il 9 novembre 2008
 

Ho appreso con profonda tristezza della morte di Bent Parodi di Belsito, giornalista, compagno Repubblicano e Grande Oratore Aggiunto del GOI, nonché ultimo discendente della nobile famiglia siciliana dei Gattopardo.
Ho avuto modo di conoscerlo fra il 9 ed il 10 novembre 2008, partecipando entrambi come relatori alla conferenza "Massoneria di Popolo o Massoneria d'Elite ?", organizzata dal Rito Simbolico Italiano del Grande Oriente d'Italia a Montefiore Conca in provincia di Rimini.
Di lui ricordo il temperamento gioviale, le sane mangiate a pranzo, cena e colazione, nonché le fumate di sigaretta che ci siamo piacevolmente fatti trovandoci ad alloggiare nel medesimo hotel, l'uno con la stanza accanto all'altro. E soprattutto ricordo con molto piacere le chiacchierate su esoterismo e massoneria e ciò che mi disse a proposito del mio cognome - Bagatin - che egli sosteneva derivasse da "Bagatto", la nota carta dei Tarocchi che rappresenta il prestigiatore che si evolverà in Mago.
Rimanemmo poi in contatto telefonicamente al punto che in questi giorni lo cercai al telefonino per gli auguri del Solstizio d'Inverno, comprensibilmente senza alcun successo.
Voglio ricordare Bent Parodi con una frase che mi disse proprio in hotel, prima della conferenza che tenemmo: "Per me lo scopo ultimo della Massoneria è quello di far diventare l'Umanità intera un'elite di persone migliori ed affratellate fra loro".
Una frase che non scorderò mai e che porterò sempre con me, come il ricordo di questo grande Maestro.

Luca Bagatin



14 agosto 2009

UNA GONNA SENZA L'UOVO: surRenalità d'agosto


A Meri Lao, a Roberta Tatafiore, a tutte le femministe non fancazziste
Agli uomini come me che non amano le donne che li odiano
Alla fallocrisia, che è l'ipocrisia di colui il quale pensa che le dimensioni contino qualche cosa. Specie quanto perde una partita sotto il tavolino.
A Novembre, quando la città si accende in un istante.....nonostante a dicembre risulti ben più illuminata.
Ma soprattutto ai bambini che, innocentemente, hanno scoperto il gusto per la beSTIEmmia.
Perché Dio è, prima di tutto, un bambino che l'ha fatta grossa. E ne va pure fiero ! (anvedi un po'...mortacciSua).

Baglu - Libero Marinaio dell'Inverno che tarda a venire

Una donna senza uomo è...
E’ come un naso senza officina
Un capitombolo senza la mitria
Un dizionario senza benzina
Un parafulmine senza la cipria
Una donna senza uomo è
Un perizoma senza pignatta
Un pipistrello senza culatta
Un pomodoro senza ciabatta
Un purosangue senza cravatta Una donna senza uomo è
Un paralume senza bagnino
Un palissandro senza orecchino
Un palinsesto senza zerbino
Un partigiano senza girino
Una parentesi senza diuretico
Donna è
Una pellicola senza capezzolo
C’est une femme
Una piramide senza solletico
Woman is
Una polemica senza corbezzolo
Es mujer
Mentre un uomo senza donna
Mentre un uomo senza donna
Che cazz’è
Che cazz’è
Che cazz’è...

di Meri Lao per "La città delle donne" di Federico Fellini




Una gonna senza l'uovo
parafrasando uno
Sfogo figo di una figa
monologo suRenale apparentemente illogico
ma ontologicamente onto (dal Veneto: unto)

by Baglu

Una donna senza un uomo, diciamocelo pure chiaramente, checché se ne dica, vive meglio e - forse - anche più a lungo.
Una donne senza uomo è come un naso senza officina.
Ma soprattutto un perizoma senza pignatta. Orsù, e diciamocelo: ma che ci fa un perizoma con la pignatta ! Mica è sexy una pignatta con un perizoma !
Capirei una pignatta con il capezzolo con l'orecchino o un palissandro senza la mitria (quella del prete zoroastriano ?).
Ma un purosangue senza cravatta ! Ma dove si è mai visto un purosangue senza cravatta signoramia !
E poi quella storia di Lei che è dietro al bancone e lui le dice: hai una nuova pettinatura anche oggi ?
E lei: che te tu non ha niente da fare, bellino ?
Accipicchiaripicchia ! M'ha chiamato bellino !
E quello lì comincia a fantasticare........ Ecco, perché un uomo, oggi, sa solo fantasticare.
Mica sa crearsi un futuro: prendi la legna, appoggia la legna, riprendi la legna, riappoggia la cazzuola.
E i figli ? Mica possiamo affittare il furuto (il FU-RU-TO) dei nostri figli a Lucia Rizzi !
E pensare che c'è chi non farebbe un passo senza i consigli di Lucia Rizzi che sì, vabè, assomiglia a ......(non ricordo) ma con i bimbi ci sa fare eccome !
E poi mica possiamo diventare vecchi e sbavare dietro alla barista sexy vestita come arlekkino ad Harlem e chiederle: per favore UNA CONA !
Una che ? (ti chiede la barista stronza che si diverte a farti fare la figura del fregnone).
Una CONA, che si dice tale in quanto (che) non ho ancora mangiato abbastanza gelato da vomitare.
Se l'avessi fatto mi sarebbe venuto un CONato. E allora sì che sarebbe stato maschile !
Questa guerra fra i sessi !
Ordunque dicevamo: che cazz'è un uomo senza officina o una donna senza la cipria ?
O una donna che urla: sono fieVa delle mie Vughe ! Non ho paura d'invecchiare, non ho paura di morire e trovo che l'amore E' meraviglioso !
TUTTE LE DONNE SON GIOVANI
TUTTE LE DONNE SON BELLE !
TUTTE LE DONNE HANNO PAURA D'INVECCHIARE CON UN PANTOFOLAIO ROTTINCULO CHE UNA VOLTA STUFO DI LORO LE FA APPEZZI E LE FICCA DIETRO A UN MURO !
TUTTE LE DONNE HANNO VENT'ANNI.....NON COME LA DICCI' CHE A VENT'ANNI ERA GIA' COSI' PUTTANA !



15 maggio 2009

Oggi in Romagna......il Partito Repubblicano Italiano alla riscossa !

                     

Le imminenti elezioni europee del 6 e 7 giugno prossimi vedranno il mio più totale disimpegno.
E così le amministrative di Pordenone e provincia.
Non posso né mi sento di votare (e men che meno sostenere) chi non mi rappresenta, né rappresenta un briciolo dell'elettorato laico, liberale, libertario, repubblicano e liberalsocialista.
Ho l'orticaria per le liste personali, autoreferenziali e marketingizzate. Buone sicuramente per le fiere di paese, ma non certo per rappresentare l'Italia in Europa. Idem ho l'orticaria per chi con la politica non ha nulla a che fare.
Sanremo non è Strasburgo. E Strasburgo non è nemmeno Cologno Monzese o Cinecittà.
Per cui si elegga pure chi si vorrà eleggere. Ma molti fra noi rimpiangeranno di non aver potuto votare per partiti e candidati di altri Paesi europei ben più evoluti del nostro.
Ordunque, dirò anche che non impegnarmi politicamente del tutto proprio non so. Ho sul groppone 13 anni di attività politica e, nonostante ormai preferisca dedicarmi ad altro, non sono riuscito a non entusiasmarmi quando ho appreso che la gloriosa ed accogliente terra di Romagna vedrà impegnati fior fior di candidati Sindaco del Partito Repubblicano Italiano.
Quando recentemente mi sono recato in Romagna per una conferenza pubblica alla quale sono stato invitato come relatore, ho avuto occasione di rendermi conto non solo dell'ottima cucina (che per una buona forchetta come me è davvero il massimo) e della giovialità dei suoi cittadini, ma anche della presenza di una radicatissima tradizione e fede repubblican-mazziniana, come raramente è nel resto dello Stivale.
A Rimini ho visto addirittura negozi e librerie con all'interno busti e dipinti raffiguranti Giuseppe Mazzini, che è venerato ancora come un vero e proprio “santo laico”. E quanti iscritti all'Associazione Mazziniana Italiana vi sono in Romagna, ove peraltro vi è la Sede nazionale !
La Romagna è dunque terra di passione, rivoluzione dello spirito patriottico e genuino. Romagnolo è l'attuale attivissimo Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia Gustavo Raffi, già dirigente del PRI delle sue terre, ed in Romagna nacquero le primissime Società Operaie e di Mutuo Soccorso di matrice mazzinian-garibaldina (altro che socialista ! Lo stesso colore rosso era quello dei mazziniani, e rossa è ancora oggi la bandiera del PRI con l'Edera della Giovine Europa al centro).
Il PRI è dunque ancora radicatissimo in queste passionali e gioviali zone d'Italia e rappresenta ancora un crocevia fra rivoluzione ed evoluzione, fra giustizia sociale e liberalismo classico.
Ecco perché intendo sostenere la candidatura dei Repubblicani del PRI di Romagna, mettendo nel mio piccolo a disposizione alcuni post del mio blog culturale e personale – www.lucabagatin.ilcannocchiale.it - (che vanta un migliaio di visite al giorno e oltre), pubblicandovi siti web dei candidati e relativi manifesti elettorali.
Parlo ad esempio del giovane repubblicano Luigi Di Placido (www.luigidiplacido.it), candidato Sindaco di Cesena e sostenuto dal PRI, dalla Lega Nord e dalla Lista Civica Cesena Domani: un'alternativa di centro laico all'attuale governo del Pd.
Parlo del prof. Lorenzo Costa, candidato del PRI a Lugo di Romagna (RA) (www.prilugo.altervista.org).
Parlo del candidato Sindaco repubblicano Moraldo Fantini a Cervia (www.pricervia.it) e sostenuto, oltre che dal PRI anche dall'UDC e dal PDL.
Tre candidati a Sindaco repubblicani in Romagna. Penso che ciò sia importante, specie considerando il fatto che le elezioni amministrative sono le elezioni più importanti per un territorio, anche in quanto partono proprio dal basso e vanno alla radice delle problematiche locali.
Ed allora ecco che un cittadino pordenonese, liberalsocialista e repubblicano iscritto al PRI, come me, si sente spassionatamente di sostenere gli unici candidati che ha senso sostenere e votare il 6 ed il 7 giugno. E magari potessi votarli anch'io !
Tutto il resto, invece, che senso ha ?
Dunque, visto che al giorno d'oggi vanno tanto di moda gli slogan, concludiamo dicendo: oggi in Romagna domani in Italia. Per un mazzinianesimo alla riscossa. Per una riscossa repubblicana. Unica alternativa alla sbobba rancida oggi sul mercato elettorale.

Luca Bagatin


                                



22 marzo 2009

Esoterismo e Massoneria: un convegno con il prof. Claudio Bonvecchio



Nell'ambito della rassegna "Pordenone Pensa" promossa dall'Ente Provincia di Pordenone, venerdì 20 marzo scorso alle ore 20.30 presso la Sala Consiliare della Provincia, si è tenuto il convegno dal titolo "Esoterismo e Massoneria" con relatore il prof. Claudio Bonvecchio e moderato dal prof. Adriano Segatori.
Nutritissima la presenza di pubblico, in particolare giovane e giovanissimo.
Il prof. Bonvecchio è un Libero Muratore del Grande Oriente d'Italia, la più grande ed antica Obbedienza massonica italiana, nonché autore del volume dal quale ha preso il titolo il convegno in questione ed edito da Mimesis.
Claudio Bonvecchio è partito dal concetto di Esoterismo quale disciplina che permette di "andare in profondità" entro sé stessi.
Ha così fatto un excursus delle varie discipline esoteriche dall'alchimia, alla cabala alla magia, tutte comunque lontane da qualsiasi modaiola forma di New Age, in quanto esse sono utili all'individuo unicamente come spunto per la ricerca interiore e dunque la trasformazione di sé.
Ecco dunque l'importanza del Simbolo per i Liberi Muratori, in quanto l'individuo è esso stesso "animale simbolico" immerso in una vita permeata dalla simboligia.
Il prof. Bonvecchio ha successivamente fatto un breve excursus delle origini della Massoneria a partire dalle corporazioni dei muratori medievali sino alla fondazione ufficiale, in Inghilterra, nel 1717.
Ha enunciato così i valori ed i principi cardine dell'essere massone: fare esplicita professione di fede (di qualsiasi fede); non avere pendenze penali; rispettare le leggi dello Stato e giurare fedeltà alla Costituzione dello stesso.
In questo senso la Massoneria non è una dottrina relativista proprio in quanto custode e portatrice di solidi valori spirituali, antimaterialisti e civili, il primo dei quali quello di credere nel valore del Simbolo quale mezzo di trasformazione umana.
Lo scopo della Massoneria è dunque quello di "trasformare il cuore di ciascuno" e di "costruire l'uomo interiore", come anticamente i Massoni medievali costruirono le Cattedrali gotiche attraverso l'utilizzo di simbologie iniziatiche.
Per concludere si è parlato anche della Loggia "eretica" P2 di Licio Gelli.
Il prof. Bonvecchio ha dottamente spiegato come - per ingenuità dell'allora Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia Lino Salvini - Gelli sia diventato Venerabile della Loggia Propaganda 2 e di come questo l'abbia gestita a suo uso e consumo.
A suo uso e consumo al punto da iniziare anche coloro i quali non avevano alcun interesse spirituale nell'ambito massonico, ma magari contavano di ottenerne favori nell'ambito della carriera (mito comunque sfatato dallo stesso Bonvecchio).
Gelli iniziava infatti i Fratelli "in punta della spada", ovvero senza alcun rituale massonico e senza alcun accertamento sulla loro moralità. Non a casi i primi a denunciare Licio Gelli alla Magistratura furono dei massoni del GOI.
Ad ogni modo, nonostante l'ereticità di questa Loggia, la P2 divenne il capro espiatorio di gran parte delle forze politiche di allora, le quali montarono ad arte la famosa "teoria cospirazionista ai danni dello Stato".
Non a caso, come spiegato dal prof. Bonvecchio, la commissione d'inchiesta istituita ad hoc si concluse con un nulla di fatto e la gran parte degli aderenti furono assolti (e quelli colpevoli lo furono a causa della loro scarsa moralità nei loro affari profani).
Claudio Bonvecchio ha salutato la platea ricordando che le visite ai Templi massonici sono da sempre aperte a tutti e che dal 3 al 5 aprile prossimi a Rimini si terrà la Gran Loggia, ovvero la riunione annuale dei Maestri Venerabili del Grande Oriente italiano, aperta al pubblico e che quest'anno avrà per titolo: "Costruttori di sogni possibili".

Luca Bagatin



2 gennaio 2009

"BOJA D'UN MOND LADER !": (innocente) racconto surRenale by Luca Bagatin

Inconsapevolmente, ovvero innocentemente, Giulia Innocenzi, è diventata fonte di ispirazione per questa surRenalità d'inizio d'anno.
Chi ben comincia è già a metà dell'opera, si dice.
A me l'Opera ha sempre fatto un gran sonno: meglio, decisamente, l'Avanspettacolo !

Luca Bagatin



L'avevo incontrata la sera del 31 dicembre 2008 in Piazza San Babila a Milano.
Non era una sanbabilina, ma una raccoglitrice di fondi per l'Unicef.
Quando mi vide mi riconobbe subito, ma io non riconobbi lei.
"Ehy, amore....che piacere trovarti qui ! Ma non avevi detto che rimanevi a casa oggi ?"
"Prego ?"
"Dai, amò ! Mi dai una mano ?"
"Emh....ma..ci conosciamo ?"
"Siamo sposati da due anni !"
"Sposati...? Io e te ?"
"Scherzi o fai il furbo ?"
"Faccio il..... Scherzo"
In effetti quella ragazza non era niente male: bionda, capelli lunghi, occhietti vispi....
Fatto sta che io non ero affatto sposato ! O quantomeno così credevo....
Passai la serata a raccogliere fondi per l'Unicef.
Tornammo a casa (mia) verso le 21.00.
"Amò....dai, dobbiamo sbrigarci ! I nostri amici ci aspettano per le undici ! Mica possiam far tardi, neh ? Boja d'un mond lader ! Ma qui non ci sono i miei vestiti ! Aspetta amò, che mo vedo nella mia borsa...." (la ragazza aveva con sé una specie di sacco di Babbo Natale).
"Toh, mo vedi qui ! Ci ho tutto per la serata. Aspettami qui che torno presto...".
Si infilò nel bagno e ne uscì dopo un'ora. Valse la pena attendere, visto che uscì con un bellissimo abitino rosso da sera e scarpe decolté dello stesso colore. Tacco rigorosamente 12.
"Ma....scusa cara....posso sapere almeno come ti chiami ?" possibile che non ricordassi proprio nulla ?
"Mo ti va di scerzare trombolotto mio ! Ma lo sai che sono Benedetta !"
"....dal Signore ?" chiesi, un po' imbarazzato.
Mi fece un buffetto sulle guance, facendomi anche un po' malino: "Mo come siam simpatici stasera !"
A dire il vero non avevo programmato nulla per Capodanno. Beh, vivevo solo da.....una decina d'anni !
Pensavo di passare la serata scrivendo qualche cosa al computer ed invece......ma chi era questa biondona che sosteneva di essere mia moglie ?
Fatto sta che mi preparai con il mio abito più elegante: giacca scura, pantaloni dello stesso colore, camicia rossa, niente cravatta (mi fanno venire l'allergia al collo), e poi ancora cappello Borsalino e cappotto nuovo nuovo di stecca.
"Mo come vesti scuro oggi ! E quella camicia rossa da dove l'hai tirata fuori ?"
"Beh, sai....vesto sempre così a dire il vero....non è che abbia grande passione per i vestiti...cioé...."
Mi baciò a tradimento sulla bocca: "Mo tu mi piaci così, trombolotto ! Andiamo, dove hai parcheggiato la macchina ?"
"Da nessuna parte....io non guido. Non ho mai guidato....."
Benedetta mi guardò, sorpresa. Poi, calma, disse: "Prendiam la metro, dai !"
E così prendemmo la "rossa" e ci recammo alla stazione Wagner. Mi lasciai più che altro guidare.....non avevo la più pallida idea di dove saremmo andati....
Entrammo all'Hotel Wagner. Una festa nel salone. Tanta gente, ricchi premi e gran coglion.....
Riconobbi un mio vecchio amico: Bazardelleparole.
Fece finta di non conoscermi. Era davvero invecchiato.
Tutti sembravano conoscere invece Benedetta: grandi baci, grandi abbracci..... "Mo socializza no ! Fatti sotto, baby ! Non fare come il tuo solito !" mi esortò lei....non senza energiche pacche sulle spalle.
Avrei detto che era una romagnola verace.
Brindammo al nuovo anno. Libammo ai lieti calici. Bevemmo. Rendemmo onore a Bacco. Ci ubriacammo. Finimmo a letto (dopo aver preso la stanza 457 dell'Hotel). Ci addormentammo.
Niente ciliegina sulla torta.
Fatto sta che il giorno dopo, 1 gennaio 2009, ci svegliammo. Mi svegliai, a dire il vero. E non trovai più Benedetta nel letto, accanto a me.
Solo un biglietto: "Excuse moi ! C'è stato sicuramente un malinteso....Sono alla stazione centrale, ritorno a Rimini. Scusa ancora, baci. Benedetta".
Mi vestii in fretta e, con la metro, raggiunsi in 20 minuti scarsi la stazione.
Corsi in lungo ed in largo. Vagai per i binari. La trovai, già sul treno.
"Oh...tu ? Scusami è che....che casino !"
"Ma...Benedetta, vorresti spiegarmi ?"
"No è che....è che adesso mi ricordo ! Boja d'un mond lader ! E' che l'altro giorno ho litigato con mio marito che mi ha dato uno spatafone (dopo che io gliene avevo dato uno più forte però, sorbole !) ! Si vede che quello spatafone mi ha fatta cadere e....sì, insomma, ho perso la memoria ! E, insomma, ho scambiato te per mio marito !"
"Eh...un po' immaginavo che.... Ma adesso che farai ?"
"Te l'ho scritto: torno a casa a Rimini ! Senza quel coglione dello spatafone però ! Lo mollo e mi ricostruisco una vita ! Mi ci vedi a me leader del Partito Democratico ? Io no, però, tanto vale buttarsi nella mischia, no ?"
"Ma...Bendetta....perché non rimaniamo ancora assieme, io e te ?"
"Ma và là ! Dai, mandrillone ! Che io ci ho tante cose ancora per la testa ! Bacioni, neh ? Auguri ancora di buon 2009 ! Magari ci si vede !"
Mi salutò così..... Piansi.
Poi imprecai: "Boja d'un mond lader !.



sfoglia     luglio        settembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini