.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


7 febbraio 2012

Per una Nuova Repubblica...ricordando quella Romana


La Repubblica Romana e chi se la ricorda più ?
Se non ci si ricorda di essa allora significa che non la si è voluta ricordare. Ed in effetti, se andiamo alle cronache scolastiche, non è che la si approfondisca poi molto, per quanto, tale storico avvenimento è e fu per l'Italia la base della sua futura democrazia.
Ma, andiamo con ordine.
Che cosa accadde esattamente il 9 febbraio del 1849 ?
Fu proclamata, appunto, la prima Repubblica libera, democratica e laica d'Italia. Con una Costituzione ben più libera, democratica e laica, persino della Costituzione della Repubblica italiana del 1948 che, invero, nacque dal tristissimo compromesso fra clericali e comunisti, ovvero i continuatori di quel fascismo che, a parole, dicevano di voler combattere.
Ordunque della Repubblica Romana e della conseguente Costituzione, Giuseppe Mazzini ne fu il propugnatore ed ispiratore politico e fu grazie al valore militare ed al sangue versato dai garibaldini e dal popolo romano, se i moti insurrezionali ebbero successo ed il Papa Pio IX si vide costretto a fuggire a Gaeta.
Fu dunque una rivoluzione di popolo quella che porterà Mazzini al Quirinale, trimunviro assieme ai repubblicani Aurelio Saffi e Carlo Armellini.
Una volta scacciato Papa Pio IX, dunque, la Repubblica si dotò immediatamente di una Costituzione liberale la quale, agli Articoli I e II, stabiliva che la sovranità spettasse unicamente al Popolo, il quale si dava per regola tre principi fondamentali: l’eguaglianza, la libertà e la fraternità, senza riconoscere alcun privilegio di casta o di titolo nobiliare.
In tutto il Documento si può peraltro notare come essa ricalcasse perfettamente i principi della Costituzione democratica degli Stati Uniti d’America redatta alla fine del ‘700, ovvero quanto gli USA avevano scacciato il tirannico regime monarchico inglese. Inoltre si può notare quanto fosse liberale e tutt’altro che antireligioso lo spirito di tale Costituzione, la quale, all’Articolo VIII dei Principi Fondamentali stabiliva che al Papa sarebbero comunque state concesse tutte le “guarentigie necessarie per l’esercizio indipendente del potere spirituale” e, all’Articolo precedente, si stabiliva la piena libertà religiosa dei cittadini della Repubblica.
I risorgimentali mazziniani, peraltro, fondarono la Repubblica non su valori materialisti ed ateistici, bensì su valori spirituali e teisti, considerando la Divinità - ovvero il concetto "Dio e Popolo" impresso nella bandiera Tricolore della Repubblica - quale entità adogmatica al di sopra di ogni Potere costituito o, peggio, prostituito come invece era quello papalino.
La Repubblica Romana sopravvisse solamente cinque mesi: soffocata nel sangue il 3 luglio 1849, dopo un mese di assedio, dai soldati francesi di Napoleone III alleati al Papa. Purtuttavia essa fu un evento storico fondamentale e di svolta nelle lotte risorgimentali per l’Unità d’Italia nonché per gettare il seme della speranza verso la creazione di uno Stato laico, civile e repubblicano.
Uno Stato libero dall’influenza della Chiesa e di Casa Savoia, entrambe ree di aver gettato gli italiani, specie i popolani e le classi sociali meno abbienti in generale, nel più nero sottosviluppo.
Oggi, dicevamo, a parte qualche fugace passaggio televisivo come ad esempio la fiction dedicata alla figura di Anita Garibaldi, recentemente andata in onda su Rai Uno, della Repubblica Romana non vi è quasi traccia fra il popolo, spesso bue, che rischia ogni giorno di più di involvere e di mandare al Potere la solita masnada clericale, cattocomunista, leghista o conservatrice senza nè arte nè parte.
Occorrerebbe tornare allo spirito dei giovani mazziniani che si immolavano per la Repubblica. Una Repubblica che, con Randolfo Pacciardi, vorremmo Nuova: senza finanziamenti pubblici a partiti e sindacati; Presidenziale nel solco degli insegnamenti di Mazzini; laica perché non asservita a nessuna volontà religiosa o di parte.
Occorrerebbe un'unità dei laici, dei repubblicani, dei liberali, dei liberalsocialisti sparsi in ogni dove. Occorrono soprattutto giovani che delle "mummificate celebrazioni" accademiche non ne possono più. E che non ne possono più di essere soggetti e personale politico incapace o quasi centenario.
Sono appena passate le celebrazioni dei 150 anni di Unità d'Italia, ma nessuno ancora si rende conto che, forse, l'Italia andrebbe riunificata nuovamente. Andrebbero denunciate ed annullate le sacche di parassitismo, clientelismo, corruttela presenti in ogni dove. Andrebbero decurtati del 40 - 50% tutti gli emolumenti e stipendi alla classe politica, che dovrebbe svolgere una funzione di servizio alla comunità e non vivere alle spalle di essa. Andrebbero laicizzati e democratizzati i programmi di insegnamento, introducendo nelle scuole i "Doveri dell'Uomo" di Mazzini, piccolo compedio di vita morale, etica e civile, lontana anni luce dalle assurdità anti-umanitarie del marxismo che corruppe un'infinità di menti a cavallo fra gli anni '60 e '70 del Novecento.
Occorre, insomma, tornare sulle barricate per una nuova Repubblica Romana, anzi, per una nuova Repubblica Italiana.
Perché questa qui non ci piace punto.


Luca Bagatin



12 agosto 2011

A quattro palmenti...ou désespérément sexy goulûment !






28 marzo 2009

SeSSoEsse: ovvero parliamo di sentimenti, amore, eros, donne e altre b(e)alle




E' da qualche annetto che cerco di evitare qualsiasi tipo di coinvolgimento sentimentale.
Sarà che finalmente ho preso consapevolezza dei miei limiti fisici, costituiti da un'altezza alquanto brunettian-berlusconiana e da una falsa magrezza che mi ha portato – con gli anni ed il cibo alquanto poco salubre ingurgitato– ad accumulare un discreto e discrepante (rispetto alla media dei miei coetanei trent'enni) stomaco.
Sarà anche che ho preso consapevolezza del mio carattere assai ostico, caratterizzato dalle tre ESSE: spigoloso, scostante e stravagante.
Con siffatte caratteristiche, insomma, sono alquanto poco appetibile e dunque è il caso di mettersi il cuore in pace.
E poi.....sì, insomma, non sono più disposto a soffrire pene d'amore che non hanno fatto altro che indurire la mia indole già di per sé assai poco docile.
E poi....con le donne non ho mai avuto rapporti così tanto idilliaci: se penso alle mie coetanee o sù di lì non trovo altro che ricerca dell'uomo ideale da sposare (no grazie !) e se penso alle ragazzine trovo alquanto spesso la voglia di divertirsi e sollazzarsi senza alcun inpegno sentimentale (anche qui dico ben volentieri: no grazie !).
Sono ordunque un centrista laico anche nei sentimenti: no agli impegni a vita, ma nemmeno a nessun impegno !
Diciamo che sarei anche per gli eterni fidanzamenti.....se magari avessi il fisico di George Clooney ed il carattere di Paolo Bonolis !
Eh sì, si finisce sempre per fare dei paragoni gossippar-mediatici ma, che ci volete far.....
Almeno questo è un post di quelli leggeri come piace a me.
E allora, dopo che abbiamo scodellato un po' di futilità personali dal sapor amoroso......
Proseguiamo con una classifichina dello stesso tenore.
Personalmente, da ragazzino, ero escluso da tutte le classifiche delle mie coetanee di allora.
Troppo magro, troppo serio, troppo taciturno.
Oggi sono l'opposto. Evidentemente gli estremi......non attraggono !
Ordunque dicevo, è brutto classificare. Certo.
E' brutto classificare come è sgradevole parlare di classi. E ogni volta che parliamo di classi mi vengono in mente anche le masse e dunque mi viene in mente Marco Pannella e la storia dell'aborto clandestino di massa e di classe.
Non è uno scherzo. Quando associo – verbalmente o musicalmente – qualche cosa, quest'associazione non è mai casuale o insensata.
C'è una linea rosso-sangue fra l'aborto clandestino, le clessi e le masse.
Per questo è meglio parlare degli individui, possibilmente messi in disordine (ma non necessariamente ontologicamente disordinati, o forse anche sì), e di vita nel senso di quella roba che senti quando hai la pancia e la mente piena.
E allora parliamo delle tre cose che – secondo me – meglio caratterizzano la vita, ovvero la vitalità: la bellezza, l'introspezione ed il simbolismo.
Ed allora....parliamo di DONNE !
Parliamo di donne alla luce di ciò che a me piace di loro, ovvero le caratteristiche che di loro mi incuriosiscono figurativamente, simbolicamente ed introspettivamente.
Parliamo delle donne che piacciono a me e diamo pure qualche votarello, così, pour joux.


Luca Bagatin

Cominciamo da......

Laetitia Casta



E' sempre stato il mio mito di donna.
Adoro la vistosità dei suoi denti. Adoro i suoi occhi eternamente fanciulleschi. Adoro la sua erre moscia e soprattutto il suo essere al di fuori dei riflettori.
Voto: 9

Proseguiamo con.....


Lucia “Rehab” Conti



E' l'unica persona a cui ho chiesto e con cui ho avuto la possibilità di scrivere dei racconti a quattro mani e ne sono rimasto entusiasta.
Mi ha sempre ispirato grande tranquillità (raramente una donna me ne ispira).
E' per me vera fonte di ispirazione artistica e – da quando la conosco - non riesco mai a non pensare a lei ogni qual volta inizio a scrivere o a leggere un racconto dai toni noir.
Forse è l'unica donna che sposerei.....in un'altra vita e dotato dunque di ben altre caratteristiche fisiche e caratteriali.
Voto: 10


Anne Hathaway



L'ho inserita più per far dispetto all'amico Mauro Suttora che altro.
Diciamo che adoro la vistosità del suo viso, i suoi occhioni grandi in primis. Il suo essere eternamente ragazzina, la sua vistosa magrezza.
Suttora, che l'ha intervistata più volte, mi ha invitato a guardarmene bene per tutta una serie di motivi.
Sospetto ciò sia dovuto al fatto che non voglia presentarmela.
Voto: 7


Metis Di Meo



L'ho scoperta da poco e me ne sono subito invaghito.
Anche lei non passa certo inosservata con i suoi occhi cerbiatteschi ed i suoi capelli rosso fuego.
Le ho dedicato un articolo neanche tanto corto un mese e rotti fa.
Siamo amici su Facebook (sai che bellezza !) e le ho anche inviato una mail.
Non mi ha risposto e per questo andrebbe giudicata gravemente insufficiente.
Suttora afferma che le rosse puzzano e mi suggerisce di guardarmi bene anche da lei.
Se mi capiterà di conoscerla personalmente temo dovrò quindi presentarla a Lanfranco Palazzolo.....
Voto: 6,5


Patricia Vezzuli



L'ho scoperta guardando fugacemente qualche soap opera e – di primo acchito – mi ha ricordato Lucia “Rehab” Conti.
Ho scoperto il suo sito web e ho apprezzato molto le sue poesie.
Ci siamo scritti anche un po' di volte. E' certamente una donna brillante e temo che Baccini abbia a suo tempo perso una perla rara.
Ma, si sa com'è la vita e dunque l'amore.....nulla è eterno.
Per quanto le mie posizioni sull'argomento siano le medesime di Loredana Bertè (e anch'io non sono un signore e per me la guerra giammai sarà finita ! Specie sull'argomento).
Voto: 8


Pamela Saino



Decisamente little for me.
E poi le la ricordo nelle fiction quando era una bimba !
Lo sguardo accattivante mi ha sempre catturato e così le sue labbra espressive.
Ci siamo scritti un po' di volte, è stata molto cordiale, ma – come dice la parola stessa - non si è “sbilanciata” più di tanto....che è come dire buongiorno e buonasera.
Voto: 7


Caterina Guzzanti




Amo i Guzzanti da anni: dal padre ai figli, passando per gli eventuali spiriti santi.
Ma soprattutto adoro le donne attraenti che sanno far ridere.
Non riuscirei mai ad apprezzare e/o ad amare una donna che non abbia una spiccata vena comica.
Caterina Guzzanti, poi, sa fare anche le voci ed è forse il primo caso di una donna che potrebbe alternativamente cimentarsi in parti comiche ed allo stesso tempo horror.
Inquietantemente romantica.
Voto: 8,5


 Ilona Staller



Senza di lei non avrei mai iniziato ad interessarmi di politica.
Il suo spirito sbarazzino, fricchettone, ingenuo, a tratti bambinesco e trasgressivo, la rendono un'eroina senza tempo, un'icona fra "sacro e profano".
Le sue posizioni politiche libertarie ed intransigenti l'hanno inoltre resa un mito della politica intellettualmente onesta.
Voto: 11

Giulia Innocenzi



La prima volta che l'ho sentita nominare è stato su Radio Radicale, intervistata dall'amico Lanfranco Palazzolo. Con lui, poi, non ho mai avuto modo di approfondire l'argomento.
Ha fatto una estenuante campagna elettorale per farsi eleggere leader dei giovani del Partito Democratico.
Le ho anche scritto (per darle qualche “suggerimento politico”, e forse anche per dirle che stava perdendo il suo tempo), non mi ha risposto.
So che l'hanno contattata quelli dello staff del Grande Fratello affinché entrasse nella “Casa”. Ha rifiutato.
Penso sia come i suoi “padrini” Marco Pannella e Daniele Capezzone: renderebbe meglio in televisione, magari condicendo un programma di intrattenimento.
Parlo molto seriamente.
Adoro il suo accento romagnolo e questo la “salva” quasi del tutto.....
Voto: 6,5


Giorgia Meloni



Da lei mi divide tutto, ma mi colpiscono i suoi occhi “a palla”.
Sembra una burla, ma vi assicuro che non lo è, perché è la cosa che me la rende più accattivante e (si può dire ?) sexy. E per me gli occhi sono la parte più erotica che esista. Quelli "a palla" hanno un non so che....
Ho sempre amato le ragazze di destra al punto che quando avevo 16 anni (all'epoca ero – ahimé - alquanto “rosso”), mi infrattavo nelle conferenze di Azione Giovani – come uditore – solo per ammirare queste ragazze compite, serissime, vestite di nero, a tratti truci: il massimo dell'erotismo per un tipino curioso come me !
Giorgia Meloni, un po' le rappresenta e mi fa ricordare la mia adolescenza.
Voto: 7



11 luglio 2008

"Che maniere la Manieri ! Ovvero, quella volta in cui conobbi Valeria Piattaforma in Cortellesi": racconto-cortometreggio radical-subnorbale by Luca Bagatin



Valeria Manieri non è il mio tipo.
Posto questo, posso continuare.
Conobbi Valeria impersonalmente un paio d'anni fa, grazie a Pippo Modica detto Panther. A proposito, chissà che fine ha fatto Pippo. Se ci sei batti un colpo o, quantomeno, telefonami come ai vecchi tempi (visto che il tuo cellulare non dà segni di vita).
Dicevo: conobbi Valeria Piattaforma in Manieri....personalmente, il 2 novembre dell'anno scorso. La conobbi, insomma, il giorno dei morti, fra una chiacchierata e l'altra con Marco Belelli in arte Mago Otelma al Congresso radicale di Padova.
La conobbi, ma, per far piacere a Pannella & Bonino Spa, la ri-conobbi.
Chissà perché, i radicali, si ri-conoscono. Non si conoscono mai (specie quando devono rinnovare l'onerosa quota d'iscrizione annuale per la quale un solerte call center è in funzione 24 ore su 24), questo no. Però, nelle prossime ore, nei prossimi minuti, si ri-conoscono sempre.
"Caro Marco, che piacere....", faccio a Pannella.
"No ! Il piacere è la catarsi dell'uomo, della donna, nonviolenti caluswetziani...." e attacca per mezz'ora.
Vado da Valeria, non aspetto altro.
La saluto, lei zompetta sorridente e dopo un nanosecondo mi lascia in balia degli eventi che si succedono nelle prossime ore, nei prossimi minuti, nei prossimi secondi. Come sempre su Radio Radicale e come sempre un saluto da Claudio Landi.
E' l'ora di Cinghia. E' l'ora di allargare la cinghia e di scapotombolare verso il buffet.
E qui, ancora Valeria zompettante. Zompettante in quanto non calza i tacchi.
I tacchi sono il vero cruccio della ragazza classe '84. Senza tacchi è una libellula. Con i tacchi è Paola Cortellesi una volta toltasi il trucco di Maria Montessori.
Valeria calza delle ballerine. Strano, dico io, ma se ella è femminista ?
Evidentemente detesta le ballerine al punto da calpestarle. Sono bellerine di cartapesta, di cartapecora, di cartacarbone.
La cartacarbone sottratta agli uffici di Via di Torre Argentina prima del pignoramento.
"Aò, a Lu ! Viéqquà che ce stanno e pastarelle !" mi fa in un crescendo d'enfasi danzereccia.
Alle pastarelle non so rinunciare. Potrei rinunciare a tutto, ma non al mio Babà al Rhum.
E così m'avvento fra le creme. E, non pago, mi permetto financo di salutare l'ospite d'onore Miriana Trevisan.
"Ciao Miriana, bella festa qui in casa radicale, nhé ?"
"Un pacifico settembre direi !"
"Un pacifico novembre, vorrai dire".
"Ma, Luca, che dici, è tutto gratis il buffet ?"
"Beh, ti dirò, io non  pago. Sono accreditato come reporter"
"Aò, tu nun pago ? Ammazza, te stai a strafogà !", mi fa, serafinamente serafica, Valeria. Penso sia anche un po' gelosa. Non di Miriana, bensì della mia voracità.
Ed è subito sera.
Pannella ha già cantato.
Ed allora tutti in discoteca.
Valeria praticamente mi s'incolla. Temo sia colpa della colla di pesce dei cestini alla frutta con la quale ella s'è impiastricciata le manine che successivamente ha elegantemente provveduto a pulirsi sulla mia blusetta rossa (non blu, per quanto blusetta).
Danzo per tutta la sera con la Manieri. Che maniere !
Ama portare il suo cavaliere. E mi racconta per tutta la sera che...

"con i tacchi da ferma sono sexyssima...il problema è deambulare dopo...
è un modo per dire che ho una personalità femminile ma molto molto maschiaccia...anche se estremamente romantica.
anzi sono romantica con l'aria da stronza direi.
ed anche mi dicono ultimamente, indiscutibilmente borghese. di quella borghesia un po' chic però
"

"Sì, ho capito. Sei una radical chic pansessuale"
"Aò, abbasta ! Sempre affà l'intellettuale ! E mica stamo sur Cannocchiale o ar comitato de Radicali Italiani ! Ce stamo a divertì "
"Nannì, nannì !"

Ci baciammo lungamente sulle note di "Aria...." (da stronza, diresti ?) di Gianna Nannini.
Tutta colpa della colla di pesce.


A sinistra: l'attrice Paola Cortellesi imita, su Rai Uno, Valeria Manieri
A destra: Valeria Manieri, the original, attende flessuosa che il sottoscritto esca dal suo bagno dopo essersi mangiato una spropositata quantità di maritozzi alla panna (archivio: Radio Radkala Desperanto)

A scanso di equivochi equivoci teniamo a precisare che:

1) i fatti sono pressoché tutti di fantasia
2) i luoghi sono per metà di fantasia per metà reali
3) conobbi Valeria Manieri, personalmente (ma non biblicamente) il 2 novembre 2007
4) conobbi, lo stesso giorno, anche Marco Belelli in arte Mago Otelma
5) non conobbi mai Miriana Trevisan
6) ri-conobbi Marco Pannella che, a differenza del sig. Giorgio Persichilli in arte mio padre, mi ri-conobbe a sua volta.



28 maggio 2008

Michele Boselli VS Luca Bagatin: una (impari) lotta fra erotomani in quel di Porno Eden

Il soggetto qui sotto nella foto è quel travesta di Michele Boselli, in arte Miss Welby (www.misswelby.blogspot.com), il quale manca da Pordenone da tempo immemorabile.
Il suo nome mi ronza nelle orecchie da quando avevo 17 anni, ovvero da quando raccoglievo firme con i Club Pannella Riformatori assieme a persone equivoche che negli anni che furono adoravano scatenarsi in forsennati spogliarelli pubblici a sostegno di Ilona Staller in arte Cicciolina, eletta nel Parlamento italiano nei gloriosi anni '80.



Il soggetto qui sopra nella foto che scorrazza allegramente sul radical-trabiccolo, non si sa dove abiti oggi né di che cosa si occupi esattamente.
Voci di corridoio affermano che egli si occupi di spettacolo in rinomati locali "en travesti" a Londra. Altre voci mi parlano di lui come di un callcenterista e/o un venditore porta a porta.
Fatto sta che la galassia radicale è piena di fancazzisti.



Il soggetto con gli occhi pieni di borse di cui in queste foto è sempre lui: versione capelli e versione peli pubici.
Fatto sta che il Boselli di cui sopra (l'unico Boselli per cui potrei mai simpatizzare) mi ha definito BARBOSO EROTOMANE e mi ha dedicato questo lungo sproloquio in un barbaro linguaggio a me pressoché quasi del tutto sconosciuto (un po' come il friulano ed il triestino, linguaggi che mi lasciano del tutto basito).
Sproloquio che riporto interamente (con breve carrellata di mie recentissime foto, per la gioia di Sbriciolina !):


This disgusting individual with the piggy eye is the horribly failed Italian blogger Luca Barbatin. Nowadays you can't possibly visit any of the best and most beautiful fellow Italian liberal bloggers - such as Valeria, Vulvia and many others - without stumbling in his sickening comments asking them to bare their breasts, show up in high heels, or plainly proposing (actually begging) to have sex with him.
Which is the most unlikely thing on this planet - except for me winning the lottery or the planet itself being visited by aliens -, as Barbatin's penis is no bigger than his blog's pagerank or authority: close to zero.
Barbatin lives nearby Pordenone, a small town in North-East Italy which, coincidentally, you'll easily anagram into Porno Eden. Every single day he travels by bus to Pordenone in order to connect to the internet and sistematically harass any female blogger he finds by phishing in my blogroll, and yours'.
Mind you: not just women. He's also obsessed with journalist Mario Suttora and other masculine fellow bloggers. Anyone, anything he can pleasure himself with in front of a screen. I felt we must do something to relieve him out of his misery: kill him. My friend Londradical is a professional hitman who's going to take care of the pitiful case.


Michele Boselli, è, insomma, un genio.
Un genio della comicità internettica capace di inventarsi Miss Welby, la nipotina segreta di Piergiorgio detto il Calibano, e di trasformare quella desolatissima landa del NordEst chiamata Pordenone in Porno Eden.
Porno Eden come terra di mezzo.
Pordenone come terra da zappare.
Porno Eden come patria adottiva di Luca Barbatin (che infatti è nato a Roma).
Pordenone come patria adottiva dei suonatori di claxon a tutte le ore, come patria delle automobili che se possono ti investono SOPRATTUTTO se passi sulle striscie e con il verde pedonale (Luca Barbatin è fra i pochi che utilizzano ancora i mezzi pubblici che, come disse Bruno Lauzi, sono il mezzo di trasporto dei liberali).
Porno Eden come fucina della politica sexy.
Pordenone come fucina della politica spaccamaroni ai cittadini.
Porno Eden come la terra di quelli che da ragazzini raccoglievano firme antiproibizioniste, inneggiavano alla diversità di orientamento sessuale, andavano a cena con Mario Puiatti e sopportavano i suoi insopportabili rimproveri impartiti con cadenza marziale.
Pordenone come la terra di quei ragazzini che neanche conoscono il significato della parola "tazebao" (magari pensano sia un neologismo friulico o triestico. Sic !).
Ad ogni modo, BASTA !
Non querelerò Michele Boselli, ma gli erigerò un munumento !
Però erotomane.....iooooo ?!?
Ma dai, Londradical, che stai a dì ?
Al massimo, beh, sì, sono internetticamente perdutamente innamorato di tre DONNE.
Eccheddonne !



(beh, a dire il vero....nel caso specifico di quella sulla destra è lei che è internetticamente perdutamente persa per me...mentre io nicchio alquanto anzichenò. Per quanto, a suo dire, tutti pensano che io e lei siamo andati a letto. E forse non hanno tutti i torti....chi può dirlo !
Dora Pezzilli forse ?)


sfoglia     gennaio        marzo






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini