.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


31 luglio 2007

Scusate...ma non potevo esimermi dal pubblicarlo...è troppo forte !!!! Tratto dal blog della nipotina del Calibano Piergiorgio Welby misswelby.blogspot.com

 

Monday, 30 July 2007


Questo individuo si chiama Mihai Romanciuc. Mi duole tirarlo in causa così brutalmente ma un commentatore anonimo del blog ha sostenuto che assomigli a Luca Bagatin, un altro commentatore del blog:


un terzo commentatore ravvisa invece la somiglianza di Bagatin con John Fischetti:


una quarta commentatrice, Miss Welby, vede invece una somiglianza di Bagatin con il leader politico Armando Crocicchio:


e infine un quinto commentatore segnala la somiglianza di Bagatin con Pippo Palazzolo:



il problema con Pippo Palazzolo è che ne ho trovati due nel web che si assomigliano ma non sono affatto sicura che siano la stessa persona, nel qual caso mi scuso preventivamente con entrambi:



ora però vediamo di non deviare sulla somiglianza tra i Palazzolo quello che invece è un serio dibattito sulla somiglianza di Bagatin con Crocicchio, Fischetti, Palazzolo e Romanciuc. è importante parlarne perché Bagatin è di Pordenone e Miss Welby ieri sera era in visita a Pordenone al vernissage di una nuova radio, Radio Depetro sulla frequenza:

http://62.149.225.137:8000/

un'altra importante notizia che Miss Welby vi porta dalla pittoresca città capoluogo del Friuli occidentale è l'inserimento nella barra laterale del Consultorio Telematico di Dora Pezzilli. ringrazio Pezzilli, Depetro, e a questo punto anche il loro parroco don Franco, che veglia sulle loro anime.


LA MIA RISPOSTA E' STATA IMMINENTE ED E' STATA: 
Ahahahahahah...non riesco a smettere di ridere neanche virtualmente...ahahahahaha...a dire il vero non so chi abbia detto che somiglio a Mihai Romanciuc ma penso si tratti di persona anche più miope di me ;-)
Il signor Mihai Romanciuc assomiglia moltissimo all'avvocato Alessandro Grizzo ex Uil di Pordenone.
Il sottoscritto invece credo somigli alquanto a Johon Fischetti, suo vecchio compagno di merende negli anni '96-'97-'98.
Cmq grazie molte per il post e....Alessandro Depetro ha una radio ?
Sono 11 anni che conosco quel ragazzo e mi chiedo sempre quando metterà la testa a posto e così Dora che non vedo almeno dal '96 ;-)
Ieri eri a Pordenone ?
E farmelo sapere per un caffé ?
Ora non posso che lasciarti il mio numero: 3336703161 per varie & eventuali (pregandoti però di chimarmi solo dopo le 17.30 o nel week end altrimenti non rispondo).
Baci e questo post lo riporterò certamente sul mio blog.
TROPPO FORTE !!!



30 luglio 2007

OSSERVATORIO LAICO: Il Pri per la riduzione dei costi della politica

Vorrei segnalare la seguente notizia tratta dal sito del Partito Repubblicano Italiano (www.pri.it) nella quale, oltre a proporsi necessarie norme per ridurre i costi della politica, si rilancia l'abolizione delle province e delle comunità montane.
Apprendere notizie come queste in "casa laica" mi rincuora assai e mi fa pensare ancora una volta che sia necessario rilanciare una vera Casa Laica - Liberalsocialista - Repubblicana per le Riforme,  ovvero un Partito della Democrazia Laica come vado dicendo da più di qualche tempo, proprio a partire da temi concreti come questi.


Luca Bagatin



Costi della Politica, le ricette del Pri

Il Partito repubblicano ha presentato al Senato la propria ricetta per la riduzione dei costi della politica, individuando lo strumento degli emendamenti al ddl Lanzillotta sugli enti locali, in esame presso la commissione Affari Costituzionali, come il più efficace per rendere reale e incisiva la razionalizzazione delle spese statali. Un "pacchetto" di 40 proposte di modifica che l'Edera sottoporrà, con spirito "bipartisan" alla maggioranza, attraverso il senatore Antonio Del Pennino, che ha illustrato assieme al segretario del partito Francesco Nucara le linee portanti degli interventi ritenuti indispensabili per i tagli alla spesa pubblica. "Da quando è uscito il libro ‘La casta' - ha affermato Nucara - l'attenzione si è concentrata su aspetti demagogici e marginali come gli stipendi dei parlamentari, che in realtà incidono poco sul complesso delle uscite. Noi siamo favorevoli al principio della riduzione del numero dei parlamentari, ma le vere spese sono altre, e riguardano principalmente una serie di istituzioni locali e organismi territoriali, come le province, che andrebbero abolite, e le comunità montane, che non servono".
Ad illustrare nel dettaglio gli emendamenti al ddl Lanzillotta è stato Del Pennino, il quale ha spiegato che questi si possono idealmente suddividere in quattro tronconi. "Il primo gruppo - ha spiegato - chiede la soppressione delle comunità montane e la costituzione di unioni di comuni omogenei. In Italia esistono sei milioni di ettari non montani che fanno parte delle comunità montane. Chiediamo anche il divieto del cumulo dei gettoni di presenza per i consiglieri comunali e i consiglieri di unioni comunali o di comunità". Il secondo gruppo di emendamenti riguarda invece le aree metropolitane, che devono essere quattro: "Roma, Napoli, Milano e Torino, con l'abolizione della provincia e la suddivisione del circondario in altri comuni". Per il capitolo delle spese, Del Pennino fa presente che nel nostro paese vi sono "621 presidenti di circoscrizione e diecimila consiglieri circoscrizionali, per una spesa annuale pari a 100 milioni di euro". Rispetto al testo del ddl governativo, Del Pennino ribadisce anche un'altra tradizionale impostazione del Pri: "Siamo contrari al diritto di voto agli immigrati per le elezioni circoscrizionali, poiché si tratta di un palese controsenso con l'intenzione di voler ridurre l'importanza di questi consigli".
La terza parte degli emendamenti riguarda le province: "Siamo contro - avverte Del Pennino - la formula usata dal ddl, che parla di ‘ridefinizione' delle province, un termine vago che può significare anche un aumento delle province. Noi vogliamo che sia esplicita la riduzione delle province".
Quarto principio proposto, quello della presenza di una sola figura di manager in burocrazie locali, che invece negli ultimi anni hanno visto un proliferare delle figure dirigenziali. "Rutelli - osserva Nucara - dice che vuole fare un tavolo dei coraggiosi. Questa sarebbe una buona occasione per dimostrare coraggio, ma temiamo che non se ne farà nulla, perché lui e la Lanzillotta sono ostaggio di una maggioranza inefficace e dannosa per il Paese".

 



28 luglio 2007

Che cos'è un bacio ? Un apostrofo rosa fra le parole....TI ARRESTO !


Apprendo una sconvolgente notizia: due ragazzi gay, rispettivamente di 27 e 28 anni si stavano BACIANDO davanti al Colosseo !!!!!

Chiaramente sono stati fermati dai carabinieri e portati in caserma del Celio ieri notte a Roma e denunciati per atti osceni il luogo pubblico.
Ci sarebbe da sorridere se non vi fosse da piangere.
Eh sì, cari miei, perché già il baciarsi in luogo pubblico di per sé a volte urta la  sensibilità  dei "benpensanti" (che evidentemente non hanno nulla di meglio che "benpensare" ed impicciarsi maliziosamente degli affari altrui), figuriamoci se a farlo sono due omosessuali.
Evidentemente l'amore scandalizza ancora.
Evidentemente desta meno disgusto vedere al telegiornale corpi martoriati, foto di ragazzine stuprate e/o apprendere dell'ennesima fuga di gas che ha fatto saltare un intero palazzo.
Evidentamente la "razza umana" spesso chiama e ama il sangue, la morte e la violenza.
Evidentemente preferiamo lasciarci attrarre da tutto ciò che arreca danno agli altri piuttosto che compiacerci del loro star bene, del loro voler e volersi bene.
Evidentemente poi nel cervello coviamo ancora il tabù che chi è portatore dell'organo genitale maschile lo deve utilizzare unicamente per fonderlo a quello femminile e non per altri utilizzi che la nostra (mal)educazione classica giudicherebbe "blasfemi", degni della Sodoma e Gomorra di bibilica memoria.
Evidentemente se financo due donne si baciassero taluni le giudicherebbero addirittura eccitanti se non "lubriche".
Mi chiedo quanta sessuofobia e quanto sessismo aneli le povere menti malate della società italica tanto che se fosse vivo l'esimio Dottor Freud avrebbe tanto pane per i suoi denti da sfamare l'intero Terzo e Quarto Mondo.
Mi chiedo poi il perché le forze dell'ordine si interessino oggi al vecchio articolo 527 del codice PENale che punisce il reato di atti osceni in luogo pubblico e se ne freghino altamente del vero degrado delle nostre città che vede sempre più spesso dilagare il malaffare e la criminalità agli angoli della strada con furti e rapine d'ogni genere, nonché bottiglie di birra lasciate a terra, panchine divelte nei parchi, atti vandalici ovunque.
"Non si tratta di una questione di omosessualità , ma di legalità", ha detto all'agenzia di stampa Reuters il colonnello dei carabinieri, Alessandro Casarsa e ha proseguito affermando: "Di fronte alla palese violazione della norma che tutela un luogo pubblico visitato ogni giorno da migliaia di persone, i due sono stati denunciati a piede libero, così come succede a qualsiasi coppia o singolo che si comporta nella stessa maniera".
Evidentemente, il volersi bene, l'amarsi, per le forze dell'ordine è un reato.
Ed allora il male e la violenza trionfino pure bellamente.
 
Luca Bagatin (che si sta spogliando - degna di nota la maglietta della salute e le brache calate dalle quali sono visibili gli slippini rossi - in luogo privato e commettendo testé un atto osceno in luogo PUBBLICO in quanto visionabile da chiunque nel presente blog)



26 luglio 2007

MARCO PANNELLA PER IL PARTITO DEMOCRATICO

 
Sono tutt'altro che un sostenitore del Partito Democratico, anzi, diciamo pure che ne sono un fiero avversario.
Il Partito Democratico all'italiana rappresenta infatti la sommatoria di postcomunisti e di postdemocristiani con alle spalle la grande industria e l'alta finanza al punto che in quegli ambienti ci fu chi già più di un decennio fa propose tale grande alleanza, tale rinnovato compromesso storico.
Ci fu però anche chi nei primi anni '90 propose un "Partito Democratico all'americana" fatto di laici, liberali, ambientialisti, antiproibizionisti e socialisti.
Lo fecero Marco Pannella e i radicali.

Caduta la Prima Repubblica e venendo a mancare i cinque partiti democratici storici (Dc, Psi, Psdi, Pri e Pli) che, nel bene o nel male governarono questa nostra Repubblica dal dopoguerra, un'alternativa laica e liberale poteva farsi largo e così ecco che nacquero i convegni per il Partito Democratico aperti dalla "Lista Pannella per il Partito Democratico", appunto.
Oggi Marco Pannella pare quasi rilanciare quel progetto ed infatti lancia provocatoriamente (per quanto forse un po' strumentalmente, ma ciò poco importa) una raccolta di firme popolare per essere eletto Segretario Nazionale del Partito Democratico ed alla quale personalmente, pur non illudendomi, mi sento di aderire con entusiasmo.
Se utopisticamente l'impresa avesse successo il compromesso storico dei nuovi Dc e dei nuovi Pci sfumerebbe ed avremo alla guida del Democratic Party of Italy un laico liberale e libertario. Oltre che naturalmente un anglosassone che un progetto Democratico ha sempre sostenuto.
A quel punto penso proprio che non potrei fare a meno di votare ed invitare a votare codesto Partito che potrebbe essere forse un'alternativa all'attuale monopartitismo imperfetto.
Nell'agosto 1999, durante la campagna per i referendum liberali e liberisti lanciata dai radicali, ricordo che sulla stampa locale di Pordenone scrissi un articolo dal titolo "Base per il Partito Democratico" nel quale invitai i radicali a rilanciare non solo i temi liberali in economia, ma anche quelli relativi ai diritti civili ed individuali oltre che ambientiali e sociali. E conclusi il pezzo dicendo che un Partito Democratico all'americana con all'interno laici, liberali e socialisti avrebbe potuto candidarsi quale oppositore alla conservazione berlusconiana e di questa sinistra istituzionale all'italiana (Ds in primis).
Oggi è forse tempo di riprendere in mano quella vecchia battaglia, magari avendo il coraggio di rilanciare il vecchio sogno azionista di Giustizia e Libertà: il Partito della Democrazia Laica.


Luca Bagatin


CHIUNQUE PUO' RACCOGLIERE LE FIRME

PER LA CANDIDATURA DI MARCO PANNELLA A SEGRETARIO NAZIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO!


si tratta più che mai di una raccolta "fai-da-te" (niente a che vedere con le raccolte storiche dei radicali per i referendum o per le liste elettorali...), ma occorre fare in fretta: c'è poco tempo!

i consiglieri comunali, provinciali e circoscrizionali (le uniche figure istituzionali ammesse dal Partito Democratico alla raccolta… ) non devono apporre alcun tipo di timbro, ma devono solo firmare il modulo; possono raccogliere direttamente le firme o incaricare persone di loro fiducia

Si può scaricare il modulo (e riprodurlo a piacere) dal sito www.radicali.it

oppure richiederlo telefonando allo 06/689791 oppure scrivendo una email a pannella@radicali.it

su ogni modulo possono essere raccolte solo le firme dei residenti in una determinata Circoscrizione: Piemonte 1, Piemonte 2, Emilia Romagna, ecc. - la lista completa è sul sito www.radicali.it

http://www.radicali.it/pannella_pd/circoscrizioni.doc

niente certificati elettorali! non serve la certificazione di iscrizione nelle liste elettorali

per firmare bisogna aver compiuto 16 anni

I moduli con le firme devono essere consegnati a Roma entro Domenica prossima 29 luglio

2 Comizi con Marco Pannella ed Emma Bonino

GIOVEDI' 26 LUGLIO A ROMA

· dalle 18 alle 20 al Pantheon

· e dalle 21.30 alle 23.00 a Piazza Navona

durante i comizi si potrà firmare per la candidatura di Pannella nel partito democratico



21 luglio 2007

"Morals and Dogma of the Ancient and Accepted Scottish Rite of Freemasonry"

Pur con questo caldo e con la grande mole di lavoro scribacchesco che mi attende e che mi terrà occupato praticamente sino a settembre (week end compresi) come rinunciare a dei brevi ma intensi squarci di lettura ?
Poiché evidentemente non sono soddisfatto nel leggere libri di volume inferiore alle 500 pagine ho deciso di immergermi in un tomo (comunque diviso in tre agili volumi) di oltre 700 pagine: "Morals and Dogma of the Ancient and Accepted Scottish Rite of Freemasonry", ovvero "Morale e Dogma del Rito Scozzese Antico ed Accettato della Massoneria" scritto dal Sovrano Gran Commendatore Albert Pike e pubblicato per la prima volta nel 1871.

Ovviamente, non conoscendo pressoché una parola di inglese ho acquistato l'edizione italiana (Bastogi editrice) dei primi due volumi: "Morals and Dogma - i primi tre gradi massonici" e "Morals and Dogma - dal Maestro Segreto al Principe di Rosacroce".
Confesso che mai mi sarei aspettato una lettura più scorrevole e comprensibile anche ai "profani".
Naturalmente non è certo mia intenzione scrivere qui una prefazione su dei volumi di alta filosofia massonica, per quanto scritti da uno spirito schietto e genuino quale quello del Pike, bensì semplicemente invogliare il lettore ad immergersi in un'universo apparentemente lontano, quello massonico, che nei fatti non è altro che una filosofia di Vita, ovvero di un'Umanità alla continua ricerca del proprio Tempio interiore da edificare nel corso dei secoli per mezzo dello studio e dell'utilizzo di simboli ed allegorie.
"La Massoneria è un sistema di regole etiche velate in allegorie ed illustrate da simboli da cui si possono attingere lezioni di moralità e filosofia". Questo è ciò che si può leggere all'inizio del secondo volume di "Morals and Dogma" e mi pare un'ottimo sunto sia della filosofia esoterica quanto del volume stesso che tratta dei vari gradi (dal primo sino al trentatreesimo) del Rito Scozzese Antico ed Accettato, uno dei più prestigiosi riti massonici di tradizione anglosassone.

Come possiamo leggere sul retro di copertina dell'edizione curata dalla Bastogi, "Albert Pike fu iniziato nella Western Star Lodge N. 1 di Little Rock nel 1850 e divenne massone a quarant’anni di età. Per le sue qualità morali e culturali giunse in breve tempo a conseguire il grado di Maestro Massone.
Nel 1852, assieme ad altri sedici fratelli, fondò una loggia-figlia della Western Star di cui divenne due anni dopo Maestro Venerabile. 
Del 1854 è il manoscritto di oltre 400 pagine, in cui Pike rielaborò i rituali di tutti i gradi che gli erano stati fino a quel momento conferiti. Intanto, nel 1855 il Supremo Consiglio di Washington istituiva una Commissione per curare un’edizione "riveduta e corretta" dei Rituali dal 4° al 32° grado e chiamava anche Pike a farne parte. 
Un tale compito, che comportava un’immensa mole di ricerche, fu portato a termine dal solo Pike, che sintetizzò nei suoi Rituali (editi nel 1866) undici anni di intenso lavoro. 
Fu eletto nel 1859 Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del R.S.A.A. della Giurisdizione Sud degli Stati Uniti d’America. 
Le nuove responsabilità nel frattempo intervenute sollecitano il Pike ad altre più impegnative prove. Nel 1868 consegna al Supremo Consiglio per l’imprimatur il libro che lo renderà famoso, osannato e criticato, quel Morals and Dogma of the Ancient and Accepted Scottish Rite che aveva cominciato a scrivere nel 1855 come note ai Rituali dei Gradi dal 4° al 32° e che, riveduto e rielaborato più volte, vide la luce nel 1871".
Personalmente consiglio a tutti i liberi pensatori come me, agli appassionati di filosofia, nonché a tutti i denigratori della Massoneria (che evidentemente ne sanno poco o nulla) ed ai Massoni che non ne conoscevano l'esistenza (ed ahimé sono molti) la lettura.
Ne trarranno certamente illuminazione per un'esistenza da vivere con maggiore pienezza all'insegna del trinomio Fratellanza (universale e senza distinzione alcuna), Uguaglianza (da non intendere come mero livellamento, bensì come riconoscimento dell'"altro come un proprio simile, come un proprio specchio") e Libertà (dalla paura, dai dogmi, dalle costrizioni, dall'autorità) il tutto alla Gloria dell'Essere Supremo nella forma in cui ciascuno preferisce credere.

 
Luca Bagatin



18 luglio 2007

O CON GLI INNOVATORI O CON I CONSERVATORI

 


Bene ha fatto il Ministro Emma Bonino a rimettere il suo mandato nelle mani di Prodi.
Era ora che qualcuno, oltre a Daniele Capezzone, mettesse in discussione la linea conservatrice di questo Governo che preferisce tutelare coloro i quali sono già tutelati secondo il dettato della sinistra "ridicola" (altro che radicale, ridicola davvero).
O si sta con gli innovatori o con i conservatori comunisti ed i loro sodali insomma.
"La spesa che se ne va per previdenza, malattie e salute è il 93%, mentre casa, disoccupati e famiglie si dividono il restante 6%", questo è ciò che ha rilevato Emma Bonino e noi con lei.
Non si può pensare di abbassare l'età pensionabile. Pena l'impossibilità di garantire un futuro certo alle giovani generazioni nonché un welfare che tuteli chi oggi è escluso dal sistema produttivo.
Ne consegue che non è possibile mediare con i massimalisti sostenuti financo dai sindacati conservatori.
Occorro pertanto escluderli da qualsiasi maggioranza di governo.
Daniele Capezzone, il quale ha recentemente fondato il network Decidere.net, ha lanciato due date: il 22 settembre a Roma una manifestazione a favore della riforma delle pensioni ed il 29 settembre a Milano a favore di un consistente abbassamento delle tasse al fine di favorire lo sviluppo.
Farò di tutto per essere presente ad entrambe o quantomeno le sosterrò.
E' proprio da qui, io penso, che potrebbe nascere un movimento più ampio: riformista, liberale e autenticamente liberalsocialista al di là degli schieramenti oggi presenti.
Un movimento per le riforme di cui il nostro Paese ha urgente bisogno e di cui sentono il bisogno soprattutto gli "esclusi", i non "sindacalizzati", ovvero il Terzo Stato del nostro tempo.
 
Luca Bagatin



16 luglio 2007

Per Corso Libero Bovio

 
L'avvocato penalista milanese Corso Libero Bovio si è ucciso sparandosi un colpo con una 357 Magnum alcuni giorni fa, senza lasciare alcun messaggio a spiegazione del suo gesto.

E' con profonda tristezza che vorrei ricordarlo.
Leggevo i suoi colti e puntiali articoli nella rubrica "Giustizia e dintorni" curata sulla Voce Repubblicana e quando ho appreso la notizia al telegiornale mi sono sentito un colpo al cuore. E' stato come se una parte di me se ne andasse via per sempre.
E' questo ciò che probabilmente accade quando ti affezioni ad un articolista che pure non conosci, ma di cui condividi gran parte del pensiero.
Corso Libero Bovio era un repubblicano senza altri aggettivi che vantava fra i suoi avi proprio quel Giovanni Bovio di Trani che è considerato uno dei personaggi più autentici del laicismo ottocentesco di matrice mazziniana.
Nell'apprendere della sua morte sono venuto a conoscenza, purtroppo tardivamente, che egli era anche un poeta ed uno scrittore financo di fiabe e ciò, non so perché, ha agginto commozione alla commozione.
Avrei voluto conoscerlo personalmente.
Oggi siamo in molti a chiederci il motivo del suo gesto, purtuttavia credo sia bene ricordarlo con il suo sorriso di sempre.
Perché un sorriso, a volte, può essere più forte del dolore.
E il dolore che la vita spesso ci arreca è transitorio, ma un sorriso può superare ogni tempo e durare in eterno nei nostri cuori.
 
Luca Bagatin 



9 luglio 2007

L'ALTERNATIVA LIBERALE E SOCIALISTA PER L'ALTERNANZA


Vorrei esprimere alcune brevi e personali considerazioni sull'assemblea "per una Costituente Liberalsocialista" che si è tenuta ieri a Chianciano e sul Congresso del Nuovo Psi .
I Socialisti, come i Liberali, non stanno né a destra né a sinistra, ma sempre dalla parte della LIBERTA'.
Questo mi ha insegnato l'amico Aldo Chiarle, partigiano socialista ed opinionista dell'Avanti dal 1945.
Pensare di costituire una forza socialista e liberale in questa sinistra o con al suo interno personale politico antitetico con la storia e la cultura liberale e socialista (penso ad i postcomunisti e ai neodiessini della Cosa Rossa) equivale al tradire non solo la storia del partito che fu di Turati, ma anche impedire la formazione di una forza che vada al di là del socialismo (come io spero) e che guardi alla modernizzazione del Paese.
Pensare poi di aggregare laici, liberali e socialisti all'interno della Casa delle Illibertà (avete letto bene, Illibertà, con la I maiuscola) mi parrebbe parimenti assurdo, controproducente e financo dannoso per motivi che apparirebbero lampanti anche al primo che passa.
Una Terza forza, al di là e contro gli attuali schieramenti conservatori sarebbe l'unica ALTERNATIVA per l'ALTERNANZA Laica, Liberale, Liberalsocialista.
Soluzioni diverse servirebbero solo a tirare a campare garantendo la poltrona a chi ce l'ha già o a chi ambisce ad averla per la mera prosecuzione di un Potere fine a sé stesso.
Ce lo insegnò Gaetano Salvemini nell'articolo "Qualche sasso in capponaia" del 24 dicembre 1949 apparso su "Il Mondo", organo liberale diretto da Mario Pannunzio. Articolo, ahinoi, inascoltato da sempre dall'intellighenzia laica, dall'allora Psi, Psdi, Pri, Pli e oggi dai vari socialisti, liberali, repubblicani i quali preferiscono vendersi o svendersi a questo o quello schieramento al fine di ottenere qualche deputato in più, qualche assessore, qualche ministro, "qualche sasso in capponaia" in più insomma, utile solo a sé stesso.
Perché nei fatti una politica laica e liberale non è portata avanti da alcuno, a parte la buona volontà dei singoli (penso qui a Daniele Capezzone).
Le province italiane sono state abolite ?
Il sistema pensionistico è stato riformato ?
Abbiamo un welfare che garantisca realmente chi ne ha bisogno ?
L'ambiente è realmente tutelato ?
Le opere pubbliche di interesse collettivo sono state portate avanti ?
I diritti civili e la ricerca scientifica hanno fatto passi avanti in questi ultimi anni ?
La risposta a tutti questi questiti mi pare chiara: no.
Ed allora a che cosa serve "qualche sasso in capponaia" laico in siffatta situazione ?
Una vera ALTERNATIVA per una vera ALTERNANZA, al fine di arrestare il declino si impone (e l'alternativa non mi pare certo il governo dell'Unione prodiana come credono da qualche tempo i radicali....).
Lo diciamo da anni ma...tant'è.

Luca Bagatin

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: per pressoché tutta l'estate sarò impegnato in un progetto professionale top secret che mi vedrà assai occupato. Per cui potrei essere assente dal web per un po'.



6 luglio 2007

LUCIA CONTI FOR CANDIDATE

Altro che Fabrizio Corona in politica.....(ma fateci il piacere...)

E' una brava vocalist e narratrice; ha uno sguardo acCATTIVAnte al punto giusto;, si fa il **** nei concerti assieme a due sgallettati (Max e Tiz) e soprattutto....è un'amica.

Lucia Conti in politica, ma soprattutto...nelle piazze di tutta Italia e forse più.

www.bettyfordcenter.it
http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendid=27538246



5 luglio 2007

FABRIZIO CORONA IN POLITICA ?

Questa mattina mi è arrivato via mail il seguente comunicato stampa al quale non ho potuto fare a meno di rispondere....

COMUNICATO STAMPA

Dichiarazione di Giuseppe GRAZIANI
segretario nazionale del Partito della Rifondazione Socialista
  
Fabrizio Corona in Politica?
 
Graziani (PRS) a Corona: “Perché non metti a frutto la tua popolarità per il bene dell’Italia e dei giovani?”
 
"Ho voluto incontrare Fabrizio Corona, noto personaggio del gossip italiano, perché i giovani socialisti – che ho l’onore di guidare – hanno a cuore 4 proposte di legge di iniziativa popolare, per le quali cominceremo presto a raccogliere le firme in tutta Italia,  per:
- ridurre i privilegi al ceto politico;
- diminuire i costi della Pubblica Amministrazione;
- maggiore equità sociale (meno fisco);
- garantire le convivenze”.
Lo ha dichiarato Giuseppe Graziani, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Socialista.
Ho chiesto a Corona “Perché non metti a frutto la tua popolarità su questioni che tutto il Paese condivide?”. E su questo abbiamo cominciato un rapporto di comunicazione tra noi che potrebbe vederlo impegnato anche politicamente.
“Se son garofani... fioriranno!” ha concluso Graziani.
Roma, 4 luglio 2007


HO VOLUTO INCONTRARE UNA CORONA....SARA' CHE SONO IMBRIACO MA....dichiarazione di Baglu Libero Marinaio dell'Inferno

Perché invece non ci mettiamo tutti d'accordo per fare un'unica grande riforma che contempli una rinnovata istruzione per i nostri giovani a partire dalla consapevolezza dei loro doveri sino ad insegnar loro a non chinare mai la testa di fronte ai soprusi ed alle mediocrità d'ogni genere ?
Perché non insegnamo loro a capire che la televisione attuale è pressoché sempre una cattiva maestra che produce superficialità e mediaticità utili solo a far guadagnare teleimbonitori quali Mauruzio Costanzo, la di lui consorte, Lele Mora e il signor Corona che, sarà anche innocente, ma che, a pressoché nessuno, può fregar di meno ?
Ora, il signor Corona ha raggiunto una popolarità tale dal volersi mettere in politica al pari delle vedette nostrane (e ahinoi non solo) Gabriella Carlucci, la Carfagna, il divin Luxuria e la divetta belga Tania Derveaux che elargisce fantomatici (quanto virtuali) rapporti orali in cambio di voti alla sua qualunquistica (e qualunque) lista ?
Faccia pure, per carità, ma non si vada ad alimentare detti fenomeni privi non solo di una qualsiasi onestà intellettuale, ma anche di un qualsiasi uso consapevole e produttivo della  nostra materia grigia che dovrebbe essere al servizio dei cittadini e delle nuove generazioni.
Stop alle rivoluzioni (mediatiche e mediocri).
Largo alle evoluzioni dell'intelligenza e della creatività umana.

Baglu
Libero Marinaio dell'Inferno

L'Inferno, 5 luglio 2007

PS: IN TAL SENSO IL POST QUI SOTTO NON E' DA SOTTOVALUTARE...


sfoglia     giugno   <<  1 | 2  >>   agosto






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini