.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


31 ottobre 2008

Reazionari scontri di piazza contro la Riforma Gelmini.....mentre il problema rimane un altro



Ciò che sta accadendo da alcune settimane fra studenti estremisti contro la Riforma Gelimini della scuola è assolutamente increscioso e deprecabile.
La violenza non è mai ammissibile. Quella fra giovani studenti fa veramente accapponare la pelle, peraltro.
Non ritorna il '68 con la "fantasia al potere" (uno slogan che in realtà si tradusse in ben altro con i protestatari di allora oggi classe dirigente di questo martoriato Paese), bensì la violenza di piazza gratuita che è sempre incivile ed antidemocratica.
Come antidemocratiche ed incivili sono le occupazioni abusive  delle stazioni dei treni, delle strade bloccando il traffico e delle scuole impedendo a coloro i quali vogliono entrare a scuola, di farlo.
Lo è ancor più in quanto il nocciolo della questione della protesta è assolutamente pretestuoso: si contestano i tagli alla scuola come se questi non ci fossero mai stati con i governi precedenti.
Il sottoscritto si battè a suo tempo e continua a farlo contro i finanziamenti diretti ai diplomifici ed alle scuole private confessionali. Lo fece e continua a farlo democraticamente, cercando di spiegare che è uno spreco di risorse in quanto coloro i quali hanno i mezzi per andare nelle cosiddette scuole private, è corretto che ci vadano a spese loro. Diversa è la questione di chi sceglie di andare alla scuola privata, ma ha un reddito famigliare che non gli consente questa possibilità di scelta. A quel punto si intervenga pure, ma con un semplice bonus scuola sul servizio (e non con un finanziamento diretto a pioggia alla scuola in questione).
Ora, si noti bene che determinati tagli alla scuola sono ed erano auspicabili. Mi pare assurdo contestare la reintroduzione del "maestro unico". Tutti noi, oggi trentenni e oltre, abbiamo imparato benissimo anche con un unico maestro. Marco Pannella ha colto nel segno quando ha detto che i "tre maestri" erano utili ad accontentare i relativi sindacati di riferimento: Cgil, Cisl e Uil.
Non si tratta di licenziare, ma di bloccare le assunzioni e di giungere a garantire uno stipendio dignitoso a degli ottimi e preparati insegnanti. Che siano anche giustamente rigorosi come vuole proprio questa Riforma.
Una Riforma che blocchi il lassismo fra i banchi, causa forse anche dell'autonomia scolastica introdotta da un quindicennio, la quale ha messo in concorrenza le scuole pubbliche al punto da renderle assai simili a dei diplomifici.
Ora, probabilmente, il fulcro della questione è un altro: abbiamo un corpo insegnante universitario gerontocratico (con insegnanti dai doppi e tripli lavori) ed un sistema di assistenti universitari che divengono dei veri e propri portaborse (il cosiddetto "baronismo").
Su questo quasi nessuno dice nulla. Non sarebbe forse il caso di approfondire la questione e di aprire un dibattito su questo e magari anche sull'abolizione del valore legale del titolo di studio, affinché uno studente sia valutato per le sue capacità e buona volontà e non per il "titolo" in sé ?
Non sarebbe forse il caso di parlare di una vera riforma delle Università che premi effettivamente le Università più produttive e con gli studenti effettivamente meritevoli (e non gli amici degli amici, i figli dei figli ecc...) ?
Interrogativi, ahinoi, senza risposta da tempo.
Ma su tutto ciò nessuna protesta.

Luca Bagatin



30 ottobre 2008

LIBERTA' DI PENSIERO, LAICISMO E SESSUALITA': articolo by Peter Boom

IL PILOTA SEI TU
 presentazione by Luca Bagatin



La Chiesa cattolica, o, più in generale, tutte le Chiese e le Religioni Istituzionalizzate Monoteiste, condannano la sessualità.
La sessualità è quell'aspetto della vita terrena che, se attivata, maggiormente ci avvicina a Dio: alla nostra Divinità interiore.
Una scossa psicoattiva che percorre tutto il nostro corpo in grado di farci sperimentare l'Estasi Divina !
E, poiché ciascuno di noi è potenzialmente Divino, ovvero è il "pilota" della propria esistenza senza alcuna necessità di "droghe religiose o dogmatiche psicoattive al punto da giungere ad annientare il cervello", approfondiamo insieme il concetto di Pansessualità offertoci dall'amico Peter.
E offriamo a noi stessi un'alternativa ai condizionamenti esterni ed alle repressioni, OH YEAH !

Luca Bagatin




LIBERTA’ DI PENSIERO, LAICISMO E SESSUALITA’

by Peter Boom

Essere laico vuol dire propugnare e rispettare la liberta’ di pensiero e quindi anche la liberta’ sessuale di ognuno. Quest’ultima naturalmente entro certi limiti. Infatti, in una societa’ libera, democratica e laica devono essere esaminati soltanto i comportamenti violenti contro la volonta’ delle persone, soprattutto se indifese.
Abbiamo dentro di noi un po’, chi piu’ chi meno, tutta la gamma dei comportamenti sessuali, e nella nostra societa’ ad impronta esclusivamente eterosessuale la nostra "Pansessualita’" viene condizionata e colpevolizzata per motivi ideologici e purtroppo questo condizionamento psicofisico delle nostre diverse sessualita’ crea enormi danni sociali, addirittura omicidi e suicidi.
Qui devo un attimo spiegare la mia "Teoria della Pansessualita’", che è stata riconosciuta ufficialmente e pubblicata dalla "European Federation of Sexology" nel 2002. Ecco la definizione:
"Per Pansessualita’ si devono intendere tutte le sessualita’ della persona, eterosessuale, gay, lesbica, bisessuale, transessuale, autosessuale, etc.), siano esse tutte in egual misura esistenti o alcune di esse permanentemente od occasionalmente prevalenti nella persona."
L’umana Pansessualita’ e’ naturalissima ed e’ ormai comprovata dalle diverse Scienze, Biologia, Sociologia, Antropologia, Psicologia, Sessuologia ed anche dalla Storia.
Ideologismi di certe religioni, probabilmente per motivi di controllo sociale, hanno proibito, talvolta anche con una repressione feroce sul piano fisico e psichico, la masturbazione, l’omosessualita’ e tutta la sessualita’ non connessa alla procreazione, creando cosi’ un deserto innaturale, praticamente rispettato da nessuno, grazie a Dio (se esiste).
Non voglio qui parlare dell’Islam che con la sua spada semina "castigo cocente" prima o poi per tutti. Parliamo dell’Italia e della chiesa cattolica che organizza adunanze oceaniche, ma ... che risulta poco seguita nei suoi dettami (pillola, aborto, preservativi, comportamenti sessuali).
Negli ultimi anni la chiesa cattolica attacca ed offende violentemente soprattutto l’omosessualita’ e gli omosessuali, proprio perche’ nella nostra societa’ essa sta uscendo fuori con organizzazioni, con i Gay Pride, con grande pubblicita’ e cambiamenti politici-legali.
La chiesa dice di voler dare accoglienza agli omosessuali. Ma come?! Prima condanna la loro omosessualita’, distruggendoli, mortificandoli e dopo li vuole accogliere ordinando loro di astenersi dai rapporti sessuali, secondo lei peccaminosi, socialmente disadattati, colpevoli, senza giustificazione morale, condannati, gravemente depravati, rifiutati da Dio, anomali, intrinsecamente disordinati, ai quali non si possa dare alcuna approvazione.
Una insegnante di religione, naturalmente cattolicissima, mi disse un po’ di tempo fa: "Caro Peter, la chiesa non condanna solo l’omosessualita’, ma quasi tutta la sessualita’". L’ho solo guardata, perche’ ora la chiesa, volendo prevenire i crimini dei preti pedofili, ha richiesto i consigli di sessuologi, psicologi, andrologi e psichiatri (Pontificia Accademia per la vita).
Chi condanna la naturalissima "Pansessualita’" ha bisogno di cure, perche’ la repressione della sessualita’ crea bubboni psicofisici spesso molto gravi.



28 ottobre 2008

"Frammenti"......di Rosa Piccolo



Certo non è cosa semplice recensire un libro di poesia.
Sono, invero, le poesie che sono più facili a scriversi.
Linguaggio evocativo per eccellenza, è utilizzato sin dall'adolescenza da tutti coloro i quali sentono l'esigenza di esprimere il proprio o comunque uno stato d'animo, un'emozione, un sentimento.
Così come avviene con la musica.
Con la differenza che nella poesia i versi possono essere sciolti e liberi ed il ritmo può anche essere completamente assente.
E' ciò che avviene nel libro "Frammenti" di Rosa Piccolo (Aletti Editore) che è anche una mia "vecchia scoperta" come blogger e che conosco da anni sotto lo pseudonimo di Calzetta, la quale è stata così gentiile da inviarmi una copia del suo primo libro, per recensirlo.
Rosa ci racconta di una storia d'amore tormentata - quasi sicuramente autobiografica - per mezzo di "frammenti di poesia". Frammenti che in realtà sono un unicuum, quasi che il libro fosse un romanzo fatto di intime emozioni ed immagini.
Un romanzo che parla di un amore romantico, necessariamente tragico, ove la protagonista è una "lei" che ama un "lui", legato purtuttavia ad un'altra donna.
Un classico, ma anche un "frammento" di vita nella sua molteplicità di vicissitudini. Intense, per quanto transitorie e burrascose.

Luca Bagatin

Vorrei darmi alla morte,
Concedermi tutta ad essa
Lasciarmi prendere senza pensieri
Così non sarò costretta
A vederti felice con lei
Mentre passeggerete per la strada
Quando cenerete intimamente al ristorante
Se ti dirà che aspetta tuo figlio
E il tuo sorriso non avrà fine
Come il primo giorno che ti ho visto
Quando il mio cuore si è aperto
Come quella piccola rosa
Che una volta l'anno
Sboccia nel mio giardino.
Anche quella appassisce
Come l'amore.

Rosa Piccolo





25 ottobre 2008

"Lucia "Rehab" Conti nel Paese delle Bambole": mediometraggio allegorico by Luca Bagatin



Non si sa com'è e/o come non è.
Fatto sta che Lucia "Rehab" Conti si ritrovò nel bosco circondata da bambole d'ogni specie e orsacchiotti di pezza dalle dimensioni a dir poco smisurate.
Vestita nel suo abito da sera più nero e fine, con indosso delle calze nere provocanti e delle scarpette rosse con il tacco da far invidia alla versione più avventente di "Dorothy" del Mago di Oz, ella guarda il nostro teleobiettivo, sorniona e divertita. Per nulla stupita da ciò che la circonda.
Il nostro teleobiettivo inquadra l'evidente scritta rossa sul suo decoltè: ALICE.
Ora si siede per terra, incurante del tavolino e delle sedie bianche sulle quali sono sedute talune bambole dagli abiti coloratissimi e financo d'epoca (vi sono bambole abbigliate con costumi del '500 e del '700).
Si ravviva i lunghi capelli neri. Si sente anch'ella un po' bambola, un po' bambina, un po' donna.
Se non che una di queste simpatiche creaturine immateriali prende vita. E' una Barbie o simila. Biondissima, con un abitino da collegiale, sorridente nella sua innocenza. Tende la mano a Lucia, la quale gliela bacia con una certa voluttà lasciandole copiosamente il segno del rossetto.
La bambola ritira la mano e se la porta alla bocca, baciando a sua volta il rossetto lasciato da Lucia, la quale si alza, fa l'occiolino verso di noi e porge le braccia al collo della biondona oramai non più immateriale.
La bambola la guarda con i suoi occhioni azzurri, le sorride ancora....ma il suo sorriso si ferma nel momento in cui Lucia la bacia sulla bocca con trasporto.
Le due donne si avvinghiano l'un l'altra giungendo a fondersi.
E' qui che il nostro teleobiettivo smette di riprenderle per lasciare tranquillamente alle loro effusioni.
L'orsacchiottone senza un occhio, seduto sulla bianca seggiola, ci guarda, un po' corrucciato. E' in quel momento che ci accorgiamo che, poco più in la, sono riuniti dei gatti d'ogni colore e razza, eretti su due zampe, in una stanza senza pareti ma con il solo pavimento a scacchi bianchi e neri. Bardati tutti quanti con fascie, medaglioni, guanti bianchi e grembiulini.
Si tratta senza dubbio della Gran Loggia dei Gatti.
Un gatto bianco, poco più grosso degli altri, è posto fra due colonne contrassegnate, alternativamente, dalle lettere J e B che sorreggono: l'una il Sole, l'altra la Luna.
Si tratta di Fat McQuack, il Maestro Venerabile.
Gli altri gatti, rispettosamente, lo ascoltano mentre lui brandisce un maglietto.
"Fratelli, i Lavori di questa Rispettabile Loggia devono proseguire nella Camera di Mezzo. Fratello Maestro delle Cerimonie, conduci i Fratelli Compagni d’Arte fuori dal Tempio, avvertendoli di attendere la ripresa dei Lavori nel loro Grado".
Uno dei gatti, quello rossiccio, esegue.
"Fratello Maestro delle Cerimonie, provvedi a decorare il Tempio per la Camera di Mezzo."
Il gatto Maestro delle Cerimonie esegue.
Il Venerabile McQuack batte tre colpi di maglietto.
Poi prosegue: "Fratello 1° Sorvegliante, sei tu Maestro Libero Muratore?"
Il gatto che ora inquadra il nostro teleobiettivo, a chiazze nere e bianche, risponde senza indugio: "Venerabilissimo Maestro, come Apprendista ho imparato a conoscere gli strumenti del Libero Muratore ed ho salito una scala dritta di tre gradini; come Compagno d’Arte ho imparato a servirmi degli strumenti ed ho salito una scala curva di cinque gradini; ora conosco l’Acacia e sono in grado di lavorare sulla Tavola da Disegno".
.........
La tenuta di Loggia è improvvisamente interrotta dall'arrivo di Lucia e della Barbie di cui sopra....
"MIAOOOOO.....Due donne !" qualche gatto afferma allarmato.
"Calmatevi, Fratelli !" interviene Fat McQuack. "Le signore avranno i loro buoni motivi per aver interrotto i lavori di questa Rispettabile Loggia....nevvero ?".
Lucia, sommessamente interviene: "Beh....no....dev'essere questo bosco...."
Fat McQuack la osserva, comprensivo e sorridente. Nell'ostilità generale, specie dei gatti-massoni più anziani.
"Siamo passate dalla stanza delle tende rosse....." cerca di spiegare Lucia.
Il Maestro Venerabile assume un'espressione improvvisamente seria e preoccupata.
Una luce abbaglia tutti i presenti e lo stesso nostro teleobiettivo si annebbia completamente.....sino a fissarsi su una figura, una donna in età, con i capelli castani e gli occhiali grandi e spessi. Tiene in mano un ceppo di legno. Ne siamo certi: è la Signora Ceppo.
"....ora l'afferra.....la sta schiantando a terra.....non c'è......non c'è più.....non c'è più il soffio.....il soffio della vita" proferisce con roca flebile voce scoppiando in un pianto a dirotto che si trasforma in un lamento e successivamente in un latrato.
La Signora Ceppo scompare.
Fat McQuack si mette una zampa sotto il mento, pensoso. "FORZA" "SAGGEZZA", gridano i gatti-massoni tutti quanti assieme.
Fat McQuack annuisce, poi afferma: "Contro l'ipocrisia". Fa un lungo silenzio, poi riprende: "L'individuo è lo specchio del mondo. L'ipocrisa presuppone il "non detto". Ma il vero Segreto è il Conosci te stesso. La menzogna e la calunnia, il non detto, l'ipocrisa....sono il tradimento del Segreto. La negazione della Vita".
"LO SPECCHIO RIFLETTE IL SEGRETO" proferiscono in coro i gatti-massoni.
Il nostro teleobiettivo inquadra la scritta rossa sul decoltè di Lucia: ALICE.
Lucia e Barbie si baciano appassionatamente.
DISSOLVENZA.
Nella scena successiva compare improvvisamente Leonardo Da Vinci (interpretato da Peter Boom) che fissa il nostro teleobiettivo, pensoso.
Con marcato accento olandese ci dice: "Sesso e genere sono insignificanti fra loro. L'essere umano è un essere sessuale completo. Il problema nasce con il condizionamento....esterno".
DISSOLVENZA
Lucia "Rehab" Conti ci guarda. Ci manda un bacio, mostrandoci il suo sguardo più accattivante.
Infine inghiotte una tartaruga.



by Luca Bagatin



24 ottobre 2008

Aspettando Halloween.......

Through the darkness of future past
The magician longs to see.

One chants out between two worlds

Fire walk with me.



Inquietanti presenze, fra i boschi di Twin Peaks......quelle che vivono nella Loggia Nera, la stanza con le Tende Rosse....ricordate ?
Sì, inquietanti presenze maligne che vivono attorno a noi e.....in taluni di noi.
Chi è Bob ?
Io le ho incontrate....sono prodotte da.....dal male scaturito dalla mente umana....dai pensieri negativi......dall'odio.....dall'ego......si insinuano nella mente e nelle viscere di chi ha PAURA.
E' la PAURA che le fa vivere, crescere, fortificarsi....
Chi è Bob ?
Io le ho incontrate.....questi "Esseri" possono.....possono essere combattuti con.....l'Amore.....la Fratellanza della Loggia Bianca.....la Fratellanza ci può salvare.....
Laura.....Laura.....
Perché  ?
Perché no ?
Vi siete mai chiesti perché qualcuno compie una strage senza alcun motivo....apparente ? Gli Esseri della Loggia Nera.....si insinuano nella mente......fanno compiere gesti orribili......
Non posso dire di più.....e non commenterò mai oltre questo mio scritto......
What is Bob ?
Laura.....Laura....
Why ?
Because.....si insinuano......la paura....ricordate.....non abbiate MAI paura.



22 ottobre 2008

Lucia "Rehab" Conti........il ritorno



Ancora tu....ma non dovevamo vederci più ?
Non mi sorprende lo sai ?
Tu come stai ?
E' stupido lo sai.
Che domanda inutile anche se sembri più giovane.
Sarò ancora....sperando che non sia follia.
E tu........(ci) sarai ?



20 ottobre 2008

ABBASSO FACEBOOK !!!!



Che acciderbola è questa moda del Facebook (che poi, in italico idioma si pronuncia "feisbuc", alla faccia del barbarico idioma denominato "inglese") proprio non l'ho ancora capito.
O forse mi rifiuto di capirlo.
Per me i "fenomeni di massa" sono sempre dei fenomeni. Ma da baraccone.
Sarà che non ho fiducia nella e nelle masse e che la massa mi ricorda l'aborto clandestino. Di massa e di classe, appunto !
Sarà che i social forum dove puoi appiccicare le tue foto non fanno per me: dovrei avere molto tempo (e voglia) per seguirli e mi annoiano clamorosamente.
Diciamo che Facebook è simpatico solo per le foto che ci trovi: io infatti mi sono iscritto unicamente perché lì ho scovato una mia vecchia conoscenza e perché posso attingere alle foto (sono un amante dell'immagine, nonché curiosissimo).
Per il resto.....decisamente meglio l'universo dei blog (e nella fattispecie quello del Cannocchiale: unica piattaforma graficamente allettante, chiara, lineare e in continuo miglioramento).
Universo dei blog che purtroppo ultimamente è un po' inflazionato proprio a causa di questa psicosi da FEISBUC (che per me è più "buc" che altro) !
Ad ogni modo, il mio giudizio su questo "social networking" fondato da un ragazzino ormai miliardario (neanche avesse scoperto l'acqua calda ai tempi preistorici ! Ma non c'era già MySpace che fra l'altro è molto più accogliente e accattivante ?), è personalissimo.
Ma perentorio al punto che non lo utilizzerò MAI (a parte la caccia alle foto ;-).
Lo dico soprattutto ai molti gentili utenti che cercano di invitarmi ai più disparati forum, ma ai quali non aderisco proprio in quanto preferisco investire nel mondo dei blog, che ritengo essere l'unica vera frontiera della comunicazione nel solco di un corretto equilibrio fra immagine, parola scritta e confronto diretto.
Al Facebook ufficiale, al massimo, contrappongo il feisbuc di www.sickgirl.it al quale sono orgogliosamente iscritto: molto più burlesque e libertarizzante.  http://www.sickgirl.it/utente.php?nome=Luca+Bagatin

Luca Bagatin



18 ottobre 2008

RAI: privatizziamola una volta per tutte (anche) per toglierla al controllo della politica



Ancora fumata nera per quanto concerne l'elezione del 15esimo giudice della Corte Costituzionale e del Presidente della Commissione di Vigilanza Rai.
I radicali fanno lo sciopero della fame e a noi rode lo stomaco, nonostante sia discertamente pieno.
Ci rode perché ne abbiamo ben d'onde dei ricatti politici fatti passare per "dialogo fra maggioranza e opposizione" - come ha giustamente rilevato l'opinionista Davide Giacalone su "Libero" del 16 orrobre scorso: io voto per Leoluca Orlando alla Commissione di Vigilanza se tu mi voti Gaetano Pecorella alla Corte Costituzionale.
Ma stiamo scherzando ?
E poi questi qui sono quelli che denigrano la Prima Repubblica e.....l'hanno financo distrutta portando via anche ciò che di buono essa aveva prodotto in termini di successo dell'Italia nello scenario internazionale !
Ci rode anche perché, francamente, siamo stanchi di sentir parlare di organismi inutili quale la Vigilanza Rai: orpello del monopolio pubblico radiotelevisivo controllato dai partiti e dalla politica.
Ciò, peraltro, la dice lunga sul carattere pseudo liberale di questo nostro Paese e la sua radicatissima (in)cultura cattocomunista e clericofascista e che tanto lo hanno reso l'ultima ruota del carro in Occidente.
La questione è seria, ma anche molto semplice: la Rai è un carrozzone costoso ed inutile. Non svolge servizio pubblico né accresce la cultura del Paese ("Super Quark" e "Voyager" sono rarissimi "raggi di sole" fra le "tenebre" della rincorsa all'audience). Serve unicamente per giustificare l'introito dell'ingiusto ed iniquo canone di abbonamento (spesso peraltro sempre più "eluso" dai nuovi utenti della televisione che preferiscono - e non li biasimiamo - non dichiarare di possedere un apparecchio televisivo), nonché per piazzare i soliti "amici degli amici" e - come dicevamo prima - per garantire un controllo politico e partitico del palinsesto.
E' così dai tempi della Prima Repubblica ed è uno scandalo senza eguali nel mondo civile.
Mi fanno sorridere i socialisti di Nencini oggi: fanno lo sciopero della fame imitando Pannella perché le loro proposte di legge non vengono fatte conoscere dai mass media. Ma si ricordano lor signori quando Rai Due era lottizzata al Psi (come Rai Uno lo era alla Dc e Rai Tre al Pci) e non c'era spazio per gli altri ? I radicali già allora denunciavano questo scandalo ! Ma i socialisti zitti !
E' un probelma annoso quello della "parzialità dell'informazione", della "mediaticizzazione" ovvero della non-informazione, della non-comunicazione. In Rai.....ma anche negli altri mezzi di comunicazione di massa ove si tende a far passare ciò che conviene di più in quel preciso momento.
Nel silenzio più totale - peraltro - della casta denominata Ordine dei Giornalisti istituita durante il fascismo ed assente in tutti i Paesi civili....guarda caso !
La Rai è un carrozzone inutile, dicevamo. La si privatizzi allora, come peraltro previsto dal Referendum del 1995 che abrogò la norma che definisce pubblica la Rai.
Referendum che raggiunse il quorum e vinto con il 55 % dei voti. Referendum tradito dalla classe politica di allora: che poi è quella di oggi e che meriterebbe davvero di essere delegittimata dall'elettorato e bollata come antidemocratica (ri-eletta, invece, anche "grazie" all'abolizione delle preferenze sulla scheda elettorale....sic !).
Si privatizzi il carrozzone ed il gioco è fatto: niente più controllo politico sulla televisione, apertura al mercato, ampliamento dell'offerta radio-televisiva e abolizione del canone annuo sulla possessione degli apparecchi televisivi.
Ovviamente si preferisce mantenere tutto com'è e puntare a Leoluca Orlando alla Commissione di Vigilanza per dare maggior spazio mediatico al partito di Di Pietro. Oppure darla a qualcun altro, ma sempre per il medesimo motivo in barba al pluralismo ed alla libertà d'informazione !
Se proprio si vogliono lasciare le cose così come sono (in barba ai cittadini, lo ribadiamo), almeno si cerchi di limitare i danni e l'intrusione "politica" nei palinsesti.
Si nomini un presidente della Commissione indipendente dai partiti, ma autenticamente competente nel settore. Anche un emerito sconosciuto, va benissimo e forse è anche meglio.
La stessa cosa la si faccia con il Consiglio di Amministrazione e la Presidenza della Rai: stop a nomine politiche e partitiche, sì a incarichi dati a professionisti della comunicazione e della cultura indipendente.
Mi viene in mente - or ora - un bravissimo giornalista, comunicatore nonché docente universitario: Alessandro Cecchi Paone.
Uno che sì, ha fatto anche politica, ma lo ha fatto sempre dalla parte dei cittadini e senza alcun tornaconto "di parte".
Ora, io butto lì questa bellissima utopia...concreta.
Siamo purtroppo in pochi a sollevare la questione di cui sopra e la cosa stupisce ancor di più. O forse è l'ennesima conferma che i cittadini sono stanchi della "politica politicata e dell'informazione massmediatica che favorisce solo i soliti noti".
Una questione purtuttavia - questa sì - che riguarda la democrazia e la libertà del nostro Paese.

Luca Bagatin



16 ottobre 2008

"VALERIA ED IO", perché no ?


Naso e bocca di Valeria Manieri; capelli ed occhi del sottoscritto

Dovrei proporre a Massimo Bordin, direttore di Radio Radicale (che mi informano peraltro essere un lettore di codesto mio blog) una trasmissione d'intrattenimento radiofonico.
Fra un mozartiano Requiem e l'altro (assolutamente Divino, alla faccia degli atei ascoltatori di Radio Radicale !), perché non inserire un contenitore di svago e fancazzismo puro ? Una sorta di "chiavetta usb" nel Pannellico Sistema Radiofonico Scatarrante Senza Filtro e Senza Veline (mannaggialloro !) ?
Con l'aiuto di Valeria Manieri (www.piattaforma.ilcannocchiale.it), forse, si potrebbe.
"Valeria ed io" (nella variante surCLASSante: "Valeria e Dio") oppure "Forma Piatta". Titoli semplici e lineari. Ovvero controcorrente.
I testi autoprodotti dal sottoscritto e dalla bionda blogger romana.
Musica di sottofondo di Battisti, della Nannini e di Cristicchi. Ma anche cacofonie e CACCHIOfonie di sottofondo.
"Radical Blog", ecco un altro titolo che mi sovviene.
Per parlare di noi blogger, ma anche di pensieri, parole, illusioni, speranze, racconti, poesie. Di quello che ci pare insomma.
Introducendo magari qualche filo diretto con gli ascoltatori.
Non sto scherzando, Bordin. Se ci sei batti un colpo.
Questo blog qui è una fucina di idee. E se è riuscito a rac(C)imolare 600 visite quotidiane nel giro di poco tempo, non è certo perché si pettina i peli pubici (peraltro impettinabili. Ribelli financo al gel ! Ma non provate per credere....PLIIIIIIISSSSSS !!!).
E così, a volte, mi piace mettere a disposizione le mie idee per qualche valido progetto (ovviamente non gratis però ! Si deve pur vivere....per quanto a buon mercato) cultural-comunicativo-marketingaro.
Ovviamente il progetto cadrà nel nulla, si badi bene.
Così come sono sempre i migliori ad andarsene. Sbattendo la porta con il sorriso posto fra le Grandi Labbra ed il Monte di Venere.


Luca Bagatin



14 ottobre 2008

LA LAICITA' NEL FUTURO by Peter Boom

PRESENTAZIONE by Luca Bagatin

La storia della "sana laicità" e della "laicità positiva" è davvero INQUinantemente RATZingerante.
La laicità è ontologicamente sempre positiva e sempre sana: permette di esprimere un'opinione e di dibatterla nel pieno rispetto dell'opinione altrui.
L'aspetto "malato" ovvero "negativo" è il dogma. Al quale la laicità si contrappone.
Esso è frutto della psiche più cervellotica, gretta e ristretta e/o il frutto di una convenienza personale (al mantenimento di determinate pseudo-verità costituite che permettono privilegi, sesterzi, specifiche influenze politiche e culturali).
L' amico Peter Boom ci parla esaurientemente della "Laicità nel futuro". Lo fa come sempre senza peli sulla lingua e genuinamente, come piace a noi.
Buona lettura e buon approfondimento personale !

Luca Bagatin (nella foto con l'immancabile pelosissimo fratellino)


LA LAICITA' NEL FUTURO by Peter Boom

La laicità ha un futuro? Nel passato soprattutto le religioni regolavano la vita nei paesi, come ancora oggi vediamo da molte parti. Esse cercano di convincere e spesso impongono alla gente di credere e che bisogna vivere seguendo rigorosamente i dettami dei capi religiosi i quali affermano essere ispirati da una deità e da sacre scritture.
Secondo il mio avviso le deità traggono le loro origini dai fenomeni della natura, e le sacre scritture sono ricordi storici e abbellimenti aperti alle più svariate interpretazioni.
Sono sempre i ministri di culto che parlano a nome di un Dio e che interpretano antiche scritture a modo loro. Qui bisogna tener ben presente che ciò che è stato scritto è stato prima tramandato oralmente, poi trascritto e tradotto nelle varie lingue spesso anche con poca precisione. Chi conosce le lingue sa quanto è difficile dare il giusto senso alle parole ed ai testi.
La grande antropologa Margaret Mead scrive della tribù Manus in Nuova Guinea che questa popolazione vive in un mondo dove "spiriti invisibili dirigono molte delle loro attività". Spiriti invisibili trasmessi da generazione a generazione non solo nelle convivenze più primitive, ma anche nelle nostre società moderne.
Non è cambiato granché dalle origini al giorno di oggi. Spesso l'uomo sembra aver bisogno di credere in qualcosa per riempire il vuoto del suo "non comprendere" la propria esistenza, delle sue paure e di tutte le sensazioni che ci offrono la vita e la morte.
Il credente, sto naturalmente parlando di tutte le religioni, si aggrappa al suo credo come ad un'ancora di salvezza e spesso non vuole sentir ragione per paura di perdersi, di annegare nel grande mare del pensiero.
Non mi stancherò mai di dire che ognuno dev'essere libero di credere ciò che vuole, ma sappiamo bene che di solito le religioni con la verità in tasca fanno di tutto per condizionare il prossimo fino ad arrivare persino a guerre sante, uccisioni e crudeltà legalizzate in nome di un Dio. Ciò malgrado le religioni esigono il rispetto da tutti.
Anche le parole, soprattutto se pronunciate da leader religiosi e politici, possono uccidere, e le parole che emarginano, negando libertà inalienabili all'essere umano, vanno denunciate.
Nessuno e niente è perfetto sotto la luce del sole e anche le nostre parole vanno ponderate con la massima umiltà, direi in modo agnostico, che in pratica vuol dire "ammettere di non sapere abbastanza".
I diversi religiosi e i diversi laici dovrebbero quindi evitare di usare pronunciamenti assolutistici che possano portare a emarginazione, morte e altri gravi disagi sociali.
Il laico essendo meno condizionato può vivere la spiritualità in modo più aperto ai vari ragionamenti, anche a quelli religiosi, e può osservare con meraviglia la vita, la natura, il tutto.
Sembra che oggi tanti segnali indicano un regresso, un ritorno all'idolatrìa di gente che adora statuette ed altre manifestazioni assolutamente strumentali.
Il credere diventa una barriera eretta contro lo spaziare liberamente e gioiosamente nel mondo spirituale e anche materiale.
Malgrado questa barriera vedo un grande futuro per la laicità che, grazie alla globalizazione culturale ed alla conoscenza delle diverse religioni e filosofie, ha già riscontrato una condivisione di coscienza in paesi dove il pensiero libero viene bandito, ripudiato e talvolta anche vietato per legge.
Molte religioni e molti stati totalitari che manifestano una fissità ideologica non riconoscono i diritti civili ed umani che dovrebbero essere uguali e valere per tutti, il pensiero laico invece questi diritti li promuove.
L'istituzione delle Nazioni Unite è ispirata allo spirito laico e questo vale anche per la Costituzione di stati democratici e liberali, create per far convivere gente di diverse razze, religioni e mentalità.
Cosa certamente non facile da realizzarsi, ma importantissimo al fine di evitare ingiustizie e discriminazioni commesse dalle teocrazie e dai totalitarismi.
Nel mondo moderno, grazie alla laicità, la discriminazione viene semprepiù considerata un reato.
Nel futuro, secondo me, si troverà sempre più posto per una visione laica che darà la massima importanza ai diritti civili ed umani. Nascerà una mentalità che include e non esclude.
Attraverso lo sviluppo mondiale delle comunicazioni, oramai irreversibile, la gente verrà sempre più a conoscenza dei differenti modi di pensare, cosa che prima era molto difficile.
Infatti, in Italia l'unica religione era quella cattolica-romana, interrotta soltanto da entità laiche nascoste come la Massonerìa, la Carbonerìa, da un Garibaldi, un Mazzini e altri.
Ricordiamoci anche che il filosofo Benedetto Croce studiò in Germania e contribuì fortemente ad introdurre nuove correnti di pensiero in Italia sfidando l'isolazionismo della chiesa imperante.
La Cina e molti paesi islamici mantengono tuttora uno stretto controllo su internet e i massmedia, ma fino a quando e come potranno continuare in questa politica?
Il mondo è vario e la civile convivenza dovrà necessariamente essere basata sull'accettazione della diversità. Il mio augurio è che una nuova filosofìa laica, basata sui diritti civili ed umani uguali per tutti, penetri sempre dippiù nelle menti per diventare universale.



sfoglia     settembre   <<  1 | 2  >>   novembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini