.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


27 febbraio 2009

Il nuovo bipolarismo (senza più il PD): Liberali contro Conservatori



Il bailamme maggioritario e confusionista degli ultimi quindici anni sembra abbia portato ad un ribaltamento delle posizioni politiche dei partiti italiani.
In tutta questa confusione notiamo tuttavia una rivalutazione delle tematiche laiche e liberali che caratterizzarono il nostro Paese negli anni '70 e '80 (e che videro uniti socialisti, repubblicani, liberali e radicali): pensiamo al "caso Englaro"; ma anche alla discussione sulla libertà di ricerca scientifica senza condizionamenti dogmatici; sulle coppie di fatto e sui nuovi diritti di cittadinanza.
Ora, con tutti ciò, la necessità di un Polo Liberaldemocratico a vocazione maggioritaria che porti avanti queste istanze e difenda le conquiste del passato, si impone.
Un Polo Liberaldemocratico che dovrà necessariamente scontrarsi con uno Conservatore.
Oggi ci troviamo in totale assenza di un'opposizione credibile (visto e considerato anche la pessima gestione governativa dei precedenti governi ulivisti-unionisti-prodiani-cattocomunisti), in calo vertiginoso nei consensi e nei sondaggi e senza una cultura di riferimento saldamente laica e democratica (il PD è nei fatti una sintesi fra la cultura del vecchio PCI togliattian-berlingueriano e la DC demitiana).
Oggi ci troviamo un governo per certi versi liberale e per altri no. Da una parte abbiamo interessanti riforme liberalsocialiste del mercato del lavoro e sugli ammortizzatori sociali - per quanto limitate - nonché riforme della pubblica amministrazione; dall'altra abbiamo posizioni da Medioevo sui diritti individuali e la ricerca scientifica. Oltre che sciagurate posizioni concilianti con la pseudo-democrazia russa di Vladimir Putin.
Il Presidente Berlusconi non fa certo una bella figura quando afferma che Eluana Englaro andava "salvata" in quanto poteva avere dei figli. E la medesima pessima figura - questa anche a livello internazionale - la fa ogni qual volta parla dell'amico Vladimir.
E' anche per questo che eminenti personalità del PdL come Paolo Guzzanti, Massimo Teodori, Guglielmo Castagnetti ed altri l'hanno abbandonato per approdare ad altri lidi liberaldemocratici.
E non è un caso che Gianfranco Fini, già leader di AN, stia prendendo posizioni in linea con la liberaldemocrazia europea su coppie di fatto, sull'antifascismo (accompagnato giustamente dall'anticomunismo), su ltestamento biologico e per una politica estera filo-occidentale ed a fianco di Israele (anche qui, invece, i cattocom sono divisi).
"Il Giornale" di qualche giorno fa ha ironizzato su un Gianfranco Fini possibile leader del PD. Nulla di più sbagliato.
Il PD è un partito confusionista e scarsamente riformatore, come abbiamo scritto. Gianfranco Fini, diversamente, è un grande leader liberaldemocratico e la stessa AN sta mutando gran parte del suo dna al punto da annoverare Piero Gobetti fra i suoi ispiratori.
Ovviamente, come ha spiegato anche il prof. Pier Franco Quaglieni del Centro Pannunzio, AN fa un'operazione errata e strumentale. Però a parer mio non è impensabile o strumentale il fatto che una parte dei suoi elettori-militanti sia autenticamente liberale, non di destra e nemmeno postfascista.
Con ciò voglio semplicemente dire che per avere un rinnovato bipolarismo all'occidentale anche in Italia e che veda contrapporsi Liberali a Conservatori, è necessaria una scomposizione del PdL.
Altro che partito unico !
Una volta fuori gioco il PD - e questo è il momento - ecco che potrebbero compattarsi i liberali, laici, repubblicani e persino i socialisti non attratti da un centrosinistra alla deriva. Ed ecco che di tale rassemblement potrebbe far parte a pieno titolo Gianfranco Fini (magari anche come leader, chissà) ed i liberali del suo partito che decideranno di seguirlo, Renato Brunetta, Jas Gawronski, ed ancora Capezzone, Della Vedova ed i liberali oggi nel PD come Valerio Zanone, la Sbarbati ecc...
E soprattutto, auspichiamo, moltissimi giovani da inserire da subito nella futura classe dirigente di questo possibile Polo Liberaldemocratico.
Ecco che il sogno dei Mario Pannunzio e de "Gli amici del Mondo" si realizzerebbe: ovvero la costituzione di un grande partito liberale di massa, non di destra, progressivo, ma al contempo rigoroso e soprattutto filo-occidentale.
Che si contrapponga ad un partito conservatore, che purtroppo nel nostro Paese finirebbe comunque per essere vaticano, medievale, a tratti cattocomunista, a tratti clericofascista.
Beh, siamo comunque il Italia: il Paese della Controriforma....come ebbe a dire Ugo La Malfa.

Luca Bagatin



25 febbraio 2009

PALPITAZIONI: cortometraggio by Luca Bagatin



Mi trovavo a teatro....ascoltavo quel concerto jazz....tutti quei musicisti e....quella cantante di colore.
Che profondità nella voce.
Amo il jazz, voglio dire, non che io non riesca a non ascoltare altra musica, solo che Duke Ellington.....
Non riesco a capire come sia potuto accadere: addormentarmi al secondo pezzo e ritrovarmi in quella specie di foresta con Emma.
Emma era bella, con la sua dolce arpa, i suoi capelli neri, il suo sguardo da bambina.
Mi ricordavo di lei al tempo del College. Avevamo avuto una storia, nulla di importante....almeno per lei.
Ah...era difficile per me tornare indietro di quasi trent'anni. Preferivo così lasciarmi cullare dalle sue note: Haydn, Mozart, Bach....con Emma che mi sorrideva nel suo abito rosso.
No, non era rosso. Era la mia Coscienza alterata a farmelo percepire tale. Lei era in bianco e nero.
Fu terribile ritrovarmi d'incanto sul palco, con i musicisti jazz attorno e con tutto quel sangue a terra. Con...quella donna che mi osservava, il suo sguardo truce... Lei non era Emma.
Pallida, emaciata, capelli nerissimi, occhi profondi, labbra rosse e carnose.
Ma...riecco la scena con Emma: la foresta, la cascata, l'arpa.
Ci baciammo.
Fu un attimo bellissimo interrotto da un forte dolore al dito mignolo della mia mano destra.
Eccolo lì, a terra, sul palco del teatro. Sanguinante.
Lei, lo raccoglie. Se lo porta alle labbra e lecca tutto il sangue. Lei non è Emma, è l'altra.
Ligeya, mi sussurra all'orecchio.
Lei è Ligeya. Ma chi è Ligeya ?
Intorno a me il vuoto. Le tende rosse. La Loggia Nera.
Vorrei non entrarvi. Desisto. Poi entro.
Emma è lì ad aspettarmi. Ci baciamo. Ancora.
ARBMES EMOC IAM E' ETNIEN
La guardo. Emma si trasforma in Ligeya. Ligeya mi bacia.
Annuisco. Grido. Cado a terra con un coltello conficcato nel mio cuore.
I musicisti del teatro mi guardano e sorridono. Duke Ellington, guardandomi da sopra, reclina la testa: prima a destra e poi a sinistra. Ride. Scompare.
- Emma ! -, chiamo.
Suono d'arpa. Sempre più forte. E' nel mio orecchio.
Sono in acqua. Nuoto anche se ricordo che prima di allora non avevo mai saputo farlo. La cascata bagna e lava la mia testa. Mi rinfresca, ma poi sento freddo.
- E' il freddo della morte –, dice Ligeya, nuda, di fronte a me
- Consolante –, rispondo ironico io.
In realtà vorrei capire ciò che sta accadendo. Sto sognando oppure no ?
E perché mi trovo in questa strana dimensione onirica, con uno strano torpore addosso ?
- La risposta è sopra al Tempio: Do you know yourself ? - mi dice, ridendo, Ligeya.
Scuoto la testa in segno di negazione.
Due mani afferrano le mie.... per un attimo temo il peggio ed un brivido scuote la mia schiena.
Sono di nuovo seduto a teatro, al concerto jazz in onore di Duke Ellington. Accanto a me c'è Emma.
Mi prende la mano amorevolmente carezzandomela. Recide il mignolo della mia mano destra con un coltellino d'argento molto affilato, sorridendo. Getta il dito a terra.
La macchina da presa lo inquadra in un Primissimo Piano.



Con uno speciale ringraziamento a Emanuela Battigelli (Emma; prima foto a sinistra ed alla fine del racconto) ed a Lucia "Rehab" Conti (Ligeya; prima foto a destra
)



23 febbraio 2009

L'ETA' DELL'ORO



Un giorno Nuova Repubblica sorgerà
Allorquando il Romano Altare più non sarà

Dottrine false ed immonde imputridiranno
All'Alba di un nuovo anno

Sarà la fine del Romano Trono e del “vicino” Altare
E un nuovo Oceano di Amore sarà il nostro mare

Sarà l'inizio di un nuovo radioso cammino
Ove l'individuo sarà pilota, anche il più piccino

I Sacerdoti del Tempio finalmente saranno scacciati
Ed in Ciel voleranno schiere d'Angeli alati.

Novella Età dell'Oro la chiameranno
E terminerà ogni affanno

Maitreya ritornerà sulla Terra
E annuncerà la lieta novella

Come accadrà non è d'intenderci dato.
Quel che è certo è che non sarà causa del mero fato.

Colui che semina raccoglie, è detto...
E l'Altissimo a nessun - a caso - fa dispetto...

Ed allor liberati saremo dall'antico ed immondo giogo e gridar potremo:

ET IN ARCADIA EGO






20 febbraio 2009

"YR Magazine": nuovo strumento di comunicazione dei Massoni del Rito di York


I Liberi Muratori del Grande Oriente d'Italia escono dalle Colonne dei Templi innalzati alla Virtù ed alla Gloria del Grande Architetto dell'Universo ?
Forse. Del resto è proprio con la Gran Maestranza dell'avvocato Gustavo Raffi che il GOI si è sempre più aperto alla società ed alle sue vicissitudini – per così dire – terrene con interventi sulla laicità dello Stato, sulle nuove forme di famiglia e di convivenza ed altro ancora nel solco della tradizione Liberomuratoria e di Libero Pensiero.
La Massoneria del Grande Oriente, pur mantenendo un suo equilibrato ruolo di Associazione “discreta”, ha visto sempre più crescere il numero dei suoi affiliati – specie giovani - ed una maggiore incidenza nel panorama culturale italiano.
Non a caso, in casa GOI, ma più precisamente nell'ambito dei cosiddetti Alti Gradi della Massoneria del Grande Oriente, ovvero presso il Gran Capitolo dei Liberi Muratori dell'Arco Reale del Rito di York, è nata una innovativa e freschissima rivista: YR Magazine.
Rivista quadrimestrale di cultura massonica del Rito di York in Italia, YR Magazine si presenta più che bene: coloratissima e ricchissima di immagini, con un linguaggio ed una grafica più vicine a quelle del web e della multimedialità piuttosto che a quelle delle riviste scientifiche classiche, grige, pesanti e pedanti.
Non è un caso che il Gran Capitolo dell'Arco Reale abbia investito moltissimo nel suo blog www.rdyork.blogspot.com (con il quale, talvolta, collaboro anch'io, per inciso) curato da Almerindo Duranti e sul quale è possibile approfondire i diversi aspetti della vita massonica del Rito, oltre che naturalmente trovarvi news storiche ed esoteriche.
Il Rito di York è senza dubbio un particolare Ordine di emanazione templare che attinge, pertanto, dalla Storia, dalla cultura e dalla tradizione dei Cavalieri Templari e ad esso possono accedervi unicamente coloro i quali hanno superato il terzo grado della Massoneria cosiddetta “azzurra”, ovvero quello di Maestro.
In questo senso YR Magazine è un ottimo strumento di approfondimento del Rito stesso e di tutto ciò che gravita vi gravita attorno.
Non a caso nel primo numero di YR possiamo trovare un'interessante articolo di viaggio che tratta della curiosa Rosslyn Chapel, ovvero quella Chiesa scozzese piena zeppa di simboli massonici, templari, gnostici e che ha ispirato i maggiori romanzi esoterici degli ultimi anni, nonché che affascina oggi tutti gli studiosi ed i ricercatori del mistero.
In YR troviamo inoltre stralci di teoria e pratica massonica; un'accurata Tavola sul Rito di York stesso, tratto da un pomeriggio di studi esoterici tenuto a Siena il luglio scorso e molto altro ancora fra cui un discorso del Sommo Sacerdote del Rito: Giuseppe Fabbri.
Che dir di più, oltre che alla rivista collaborerà per prossimi numeri anche il sottorscitto, che merita di essere letta perché il carattere tipografico utilizzato è ottimo anche per chi ha qualche problemino di vista, che la carta di cui è composta è patinata e che il suo formato è pratico e non ingombrante ?
Collegatevi dunque a www.rdyork.blogspot.com per avere maggiori informazioni in merito.
E buona lettura.

Luca Bagatin



18 febbraio 2009

LUOGOCOMUNISMO OMOFOBO A SANREMO



Luca era gay e forse lo era anche Povia.
Affari loro.
Oggi non lo sono più ?
Doppiamente affari loro.
Ma, chi è il gay e chi è il cantante ?
Il gay o, meglio, l'omosessuale, è colui il quale ama e/o ha una relazione sentimentale e finanche sessuale con una persona del suo stesso sesso.
Il cantante è Povia e questa volta dimostra una certa POVertà intellettuale. Oltre che canora.
Sarà che eravamo abituati alla strappalacrime “I bambini fanno oh !”, senza peli sulla pancia e sulla lingua (i bambini, infatti, sono fortunatamente liberi dai condizionamenti e dai principi morali dei quali sono invece schiavi gli adulti), ma questa pretenziosa canzone presentata alla 59esima edizione di Sanremo di Luca che era gay e che ora sta con lei proprio non ci piace.
A parte il ritornello tutto “sanremese”, melenso al punto giusto, Povia qui pretende di darci una lezioncina di psicologia freudiana (ed infatti cita  - scomodandolo - anche il Padre della psicanalisi !) raccontando di un tizio – mio omonimo peraltro – che ha dei genitori separati con un padre che non vede mai e con una madre oppressiva oltremisura....e per questo inizia ad avere relazioni con uomini !
Beh, siamo al trionfo del luogocomunismo e di una storiella che raccontavano quando ero bambino.
E' un po' come la storiella del se ti masturbi poi finisce che diventi cieco.
Ora: non sappiamo perché il Nostro abbia deciso di presentare questa canzone, peraltro assai discussa e discutibile anche prima della sua presentazione ufficiale al Festival della Canzone italiana.
Sappiamo però che in Italia e nel mondo vi sono milioni di omosessuali e siamo anche abbastanza convinti del fatto che non siano una minoranza come si vuole far intendere.
Se il Nostro, peraltro, fosse un tantino più informato e documentato, saprebbe che c'è anche chi ha enunciato la Teoria della Pansessualità (riconosciuta e pubblicata dalla European Federation of Sexology) – parlo del signor Peter Boom (chi legge il mio blog ha imparato a conoscerlo bene) - secondo la quale è perfettamente naturale che ciascuno di noi abbia pulsioni erotiche sia eterosessuali che omosessuali.
Alla faccia delle infantili storielle che ti raccontano che, se cresci solo con tua madre – magari oppressiva - e non hai una figura maschile di riferimento finisce che diventi gay !
Così, con una semplice canzone in diretta televisiva, finisci per fare disinformazione e fomentare anche sciocche discriminazioni, oltre che pericolosi complessi in taluni giovani che magari in quella situazione si trovano e ti stanno ad ascoltare (sic !).
E torniamo al problema dei condizionamenti esterni e dei principi morali che una società sessuofobica e clericalizzata cerca di inculcarti, annullando la tua possibilità di pensare e gestire la tua vita individualmente.

Luca Bagatin



17 febbraio 2009

FEBBRAIO: MESE DI LAICITA'



Sarà per merito (o colpa) del fato, ma il mese di febbraio è indubbiamente il periodo più denso di avvenumenti "caldi" per chi milita o ha militato nella cosiddetta area laica-liberaldemocratica-liberalsocialista e di libero pensiero.
Non saprei francamente da dove iniziare, ma credo sia il carso di iniziare in ordine cronologico.
Il 9 febbraio si commemora il 160esimo anniversario della Repubblica Romana (1849) che vide protagonisti Mazzini, Garibaldi, Aurelio Saffi, Gofferdo Mameli e molti altri rivoluzionari repubblicani e patrioti che per 5 mesi riuscirono a costituire nello Stato pontificio una piccola repubblica democratica estromettendo il Papa dai suoi poteri temporali. Una repubblica la cui Costituzione rispecchiò in linea generale la Costituzione degli Stati Uniti d'America (che risentì negli anni successivi di un forte influsso mazziniano, oltre che chiaramente essere imprtontata ai valori massonici di Fratellanza, Uguaglianza e Libertà) e di quella italiana attuale.
Il 9 febbraio di 42 anni fa moriva poi un grande ed encomiabile "ribelle" del liberalsocialismo: Ernesto Rossi. Un "democratico ribelle" come passò poi alla storia. Una storia ingrata che spesso dimentica questa fondamentale figura del Partito d'Azione, dell'antifascismo, dell'anticomunismo, dell'anticlericalismo e del socialismo liberale italiano. Ernesto Rossi fu uomo politico in prima linea nella denuncia delle angherie del regime corporativo fascista (segnaliamo il celebre "Il manganello e l'aspersorio"). Dopo la caduta del regime mussoliniano e l'avvento di quello democristiano, fu fervente anticlericale denunciando l'ingerenza del Vaticano nella politica e nella cultura italiana (si ricordino le mitiche "Pagine anticlericali").  La sua arguta e brillante penna contribuì alla fondazione del settimanale laico e liberale "Il Mondo" diretto da Mario Pannunzio (in cui collaborò poi tutta la "créme" liberalsocialista e repubblicana del dopoguerra da Gaetano Salvemini a Ugo La Malfa passando per Vittorio De Caprariis, Bendetto Croce, Einaudi e financo un giovanissimo Marco Pannella) nel quale non mancavano mai le sue inchieste sul malaffare politico e finanziario del nostro Belpaese denunciando in particolare l'oligarchia della grande industria e dell’alta finanza che nel nostro Paese ha prosperato con l’aiuto dell’intervento pubblico, secondo la consueta «comoda politica della privatizzazione dei profitti e della socializzazione delle perdite».
Proseguendo nel nostro excursus sugli avvenimeti cruciali di questi giorni, come non ricordare il centenario della morte (16 febbraio 1907) del Vate del Risorgimento ovvero di Giosue (senza l'accento finale, mi raccomando !) Carducci di cui è recentissimamente uscita una approfondita biografia dello storico Aldo A. Mola edita da Bompiani: "Giosue Carducci: scrittore, politico, massone". Chi scrive ammira il Carducci non solo in quanto la sua celebre poesia "San Martino" fu l'unica che ebbe facilità ad imparare ai tempi della scuola elementare, quanto piuttosto per i versi dell'"Inno a Satana", componimento scritto dal Poeta in una notte e assai poco conosciuto (a causa di una certa cultura clericale onnipresente quando c'è da mistificare la Bellezza e la Verità dell'umana espressione che attinge da un cuore puro e sincero). Ricordiamo qui: "Via l'aspersorio/prete, e il tuo metro! No, prete, Satana/Non torna in dietro!" ove il suo Satana è in realtà, come ci ricorda lo stesso Prof. Mola: "il Dio della libertà che sconfigge il Geova dei sacerdoti, ossia il clericalismo bigotto, invadente negli affari di Stato e ostacolo al progresso sociale." Carducci ha insomma la stessa visione del Divino che hanno i mazziniani e gli gnostici come il frate domenicano di Nola, Giordano Bruno, condannato al rogo dalla Chiesa cattolica ed ivi morto il 17 febbraio 1600 per aver affermato che «Cristo non era Dio ma un mago incredibilmente abile" e che "L'universo è infinito e contiene un numero similmente infinito di mondi, e che tutti sarebbero abitati da esseri intelligenti" oltre che per la sua visione di Dio come immanente ovvero che "il Divino che è il Tutto, e del Tutto che è il Divino". Giordano Bruno fu un libero pensatore gnostico che attinse le sue Conoscenze per mezzo dell'esperienza diretta (unione con il Divino) ed i suoi studi ermetici (da Ermete Trimegisto, il Dio Thot degli Egizi) ed i quali meriterebbero un articolo di approfondimento a parte. Ci limitiamo qui a riportare queste mere nozioni che auspichiamo siano utili a coloro i quali vogliano approfondire l'argomento.
L'8 febbraio del 2007 è invece venuta a mancare una militante che ha fatto sognare molte donne negli anni '70: Adele Faccio. Grazie ad Adele (nonché ad Emma Bonino e a Marco Pannella), oggi le donne sono più libere e consapevoli dei loro diritti. Grazie al carcere che ha dovuto affrontare per aver dichiarato pubblicamente di aver interrotto volontariamente una gravidanza oggi vi è una legge sull'aborto che tutela le donne e le loro scelte consapevoli (grazie alla quale fra l'altro gli aborti si sono ridotti e quelli clandestini in condizioni inumane sono pressoché completamente scomparsi). Come non equiparare Adele Faccio ai grandi del Risorgimento e della Resistenza antifascista libertaria e socialista.
In questo febbraio 2009 è invece venuta a mancare Eluana Englaro, il cui spirito è finalmente stato liberato da un corpo reso vegetale.
La sua dipartita ha riaperto la vecchia frattura fra laico liberali e cattolici fondamentalisti.
Che questo febbraio 2009 ci porti consiglio e buone nuove per un avvenire che auspichiamo essere più civile, democratico, europeo ed occidentale. E che veda contrapposti unicamente Liberali e Conservatori.



Luca Bagatin



15 febbraio 2009

TRENTENNALE BAGATINIANO

15 febbraio 1979 - 15 febbraio 2009



Morte e risurrezione delle ossa (con ciccia annessa....sopratTutto)

IL TRENTENNALE
(ballata un po' stonata e a tratti esaGItTata)

IL TRENTENNALE
A Carnevale
Non è un maiale

IL TRENTENNALE
Ogni scherzo vale
E poi no, no, CHE non fa male

IL TRENTENNALE
Un po' di pepe &... un po' di sale
Vado dar cinese.... a cucinaLe

La vita è la vita e lo sai perché ?
Non devo render conto.... nemmeno a teeeee

Quando mi sveglio alla mattina
E capisco che è una giornata strana
Mi sento così..... un po' una ranaaaaa

Penso e ripenso alla mia età
Do cosìììì.... un bacio alla mia metààààà (sai com'è ieri  - che era San Valentino - s'era magnata er baccalà)
E partecipe la rendo del triste lutto
Che poi se ci pensi bene non è così bruttooooo

Sono arrivato a 30
Non posso più mangiar caramelle alla menta
Ed allor.....dico che ne ho 15 !

(quindiciiiiii)

IL TRENTENNALE
Festeggio col caviale
No, no, non credo....che faccia così male

IL TRENTENNALE
CHE TEMPORALE !
Non riesco quasi a parlare

IL TRENTENNALE
Che rotta di ba...e

IL TRENTENNALE
Che rotta di ballllll !!!!!!

BI-BI-BI-BI
DU BA DU'

DUUUUUUUUUUUUUU'




13 febbraio 2009

Il Congresso del PLI e il nuovo bipolarismo tutto da costruire




Il 20 – 21 e 22 febbraio prossimi si terrà il Congresso del Partito Liberale Italiano, partito storico che fu del conte Camillo Benso di Cavour, di Benedetto Croce, di Luigi Einaudi, di Giovanni Malagodi ed altri.
Anch'io, pur essendo di tradizione liberalsocialista e mazziniana oltre che iscritto al PRI, mi sono permesso di votare e fare campagna elettorale per il PLI alle scorse elezioni politiche.
L'ho fatto e lo rifarei certamente in mancanza del simbolo repubblicano dell'Edera e di una componente laica e liberaldemocratica forte e riconoscibile.
L'ho fatto e lo rifarei perché non ho simpatia per – come lo definisce il Segretario uscente del PLI stesso, Stefano De Luca – questo bipolarismo all'amatriciana.
L'ho fatto e lo rifarei perché sì, Berlusconi ha fatto e sta facendo delle riforme interessanti e liberali, ma assolutamente limitate e poi ha alleati come la Lega Nord che queste riforme liberalizzanti le stanno frenando alla grande (si pensi all'abolizione delle Province !).
L'ho fatto e lo rifarei ma, intendiamoci, anche per dare la sveglia ai compagni Repubblicani ed ai Liberali del PdL che sarebbe ora che costituissero una loro componente tale da contrapporsi ai conservatori all'interno del calderone berlusconiano.
Plaudo anche alla discesa in campo di Arturo Diaconale - direttore di uno dei giornali con cui collaboro con più piacere,  L'Opinione delle Libertà - che ha deciso di candidarsi alla segreteria del PLI in alternativa a De Luca e sostenuto anche dall'ex radicale Marco Taradash.
Per quanto Diaconale punti ad un'alleanza formale fra PLI e PdL, cosa forse un po' difficile giacché il PdL sta puntando a fagocitare tutti i partiti piccoli anti-centrosinistra.
Plaudo all'adesione al PLI di Paolo Guzzanti, giornalista di tradizione liberalsocialista che ho sempre apprezzato moltissimo, e che ha deciso di abbandonare un partito di plastica come il PdL.
Interessante sarebbe una prospettiva di federazione fra forze Liberali, Repubblicane e Liberalsocialiste anti-centrosinistra capaci di attirare personalità laiche del PdL (e scontente della sua linea clericale) tali da costituire un Polo Liberale, capace di puntare ad un 15-20 % dell'elettorato e che si contrapponga ai conservatori ed ai clericali in genere.
Silvio Berlusconi non è eterno e, nonostante oggi sia l'unico a mantenere un po' d'ordine nel suo schieramento politico e capace di arginare le derive più destrorse, bisognerà pur pensare ad un dopo.
Un dopo che vedrà certamente ridotto ai minimi termini un Pd ormai in caduta libera e senza prospettive di lungo termine e un dopo che ridisegni il nuovo bipolarismo all'insegna della tradizione europea ed occidentale.
Un bipolarismo, dunque, che potrà vedere Liberali che si contrapporranno a Conservatori e che nasceranno da una scomposizione costruttiva del PdL, oggi partito di plastica, come abbiamo scritto precedentemente, e che vede una pluralità di culture al suo interno (dal radicale Capezzone al clericale Giovanardi).
Un disegno a parer mio costruttivo il Paese che finalmente chiuderà con la stagione delle tifoserie e dei contenitori senza contenuto e che potrebbe assistere ad una rinnovata stagione di laicità e libertà.

Luca Bagatin



11 febbraio 2009

NON AMARMI

Ma tu credi che sia giusto stare insieme a tempo perso ?



9 febbraio 2009

TrasgreKattiva ragazza per TrasgreKattivo blog



Ahahaha...in 30 anni di vita penso di non aver mai conosciuto una donna che mi ha fatto virtualmente girare la testa come lei. Al punto che - pur da fuorilegge del matrimonio - se mi chiedessero di sposarla non ci penserei due volte, a costo di rovinarmi definitivamente la vita e soprattutto di rovinarla a lei !
Così frizzante e creativa. Così piena di scritte sulle braccia. Così naturalmente vicina al mio stile nell'intendere la vita ed agli spunti a tratti surRenali che vi propino in questo blog.
E' da un po', forse, che non parlo di lei, ma di sicuro non me ne sono scordato.

Non avendo la possibilità tecnica di postarli, vi segnalo i link ai video di Youtube su Lucia "Rehab" Conti che più mi hanno divertito ed appassionato:

http://www.youtube.com/watch?v=Z1dat_3Q5Xw&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=czKi_v0iXuI
(qui non spaventatevi se vedete Maurizo Costanzo all'inizio del video e lo sentite dire robe tipo "sciosciaria rock" o "è una cattiva piena"...sic !)

Inoltre ecco a voi il link al nuovissimo video dei Betty Ford Center PSYCHOVICIOUS che personalmente mi ricorda un po' il fumetto "Maus" di Spiegelman ed un racconto horror/grottesco dal titolo "Niente è mai come sembra", che scrissi a quattro mani proprio con Lucia qualche anno fa ambientato - anche - in un manicomio.

http://www.youtube.com/watch?v=nntMHU7ZOY4





sfoglia     gennaio   <<  1 | 2  >>   marzo






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini