.
Annunci online

  lucabagatin [ Blog di Luca Bagatin, utopico, utopista, scrittore e liberalsocialista mazzinian-repubblicano..."Et in Arcadia ego". Questo blog è dedicato alla memoria dell'attore Peter Boom (1936 - 2011), già per lungo tempo collaboratore di questo spazio web ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


EDIZIONI MEDITERRANEE
Margheritando il Cuore
M.
IL MIO LIBRO: Universo Massonico
IL MIO (secondo) LIBRO: Ritratti di Donna
Eduard Limonov
FRENTE TRANSVERSAL Peronista y Kirchnerista
Alianza Pais
FEMEN
Movimiento Evita
PATRICIA VEZZULI
Nathalie Cardone
DEBDEASHAKTI: la Dea che viene da Venere
Studio Stampa
FRENTE AMPLIO
Lettera e Spirito - Rivista di Studi Tradizionali
TRE EDITORI
Partido Socialista Unido de Venezuela
ISTITUTO JUAN DOMINGO PERON
La Vera Cronaca
SERENA MARZUCCHI
Ursula Davis Hula Hop
ARCHIVIO PERONISTA
Mattatoio N. 5
AMORE E LIBERTA' Official Website
Amore e Libertà Blog
Ilona Staller per Roma 2013
DEBDEASHAKTI
Ente Nazionale Protezione Animali
LAVINIA GUGLIELMAN
Massimilano Giannocco
FONDAZIONE "CHE" GUEVARA
Domenico Mazzullo
ASSOCIAZIONE MOANA POZZI
Francesca Veronica Sanzari
PARTITO DELL'AMORE
Partido Justicialista
LA GAUCHE MODERNE
Venexia Editore
ELENA OVECINA
Dignitas
MELAGIOLI
Il Gioco dell'Eroe by Gianluca Magi
ALAIN DE BENOIST
LA VOZ DEL SANDINISMO
PETER BOOM
Imperial Club
CAOS TRA LE PENTOLE
Book Crossing
ORLANDO
George Washington Masonic Memorial
ALDO GRITTI
Museo di Simbologia Massonica
LUIGI PRUNETI
Notiziario Massonico Italiano
ERICA MELARGO
Parti Radical (France)
C.L.I.P.S.A.S.
Venezolana de Television
RON PAUL 2012
Montichiari CONTRO GREEN HILL
LIBERILIBRI
Scaffale Massonico
ENRICA BONACCORTI
Editions Maconniques Castelli
ISTITUTO DI STUDI "LINO SALVINI"
IlSudEst
Grand Orient De France
EVO MORALES Presidente
Socrate 2000
L.I.C.E.
Metis Di Meo
SENTIERI REPUBBLICANI
Moreno Neri
MU'AMMAR GHEDDAFI
Evita Peron
Mouvement Européen pour la Démocratie Directe
Hugo Chavez
EDGARDO SOGNO
Ipertesto Edizioni
CARLO MANCOSU EDITORE
Bocca di strada
EROS E' LIBERAZIONE: Tinto Brass blog
Manfredi Pomar
FRANC MAçONNERIE MAGAZINE
Loggia Heredom 1224
GRAN LOGGIA D'ITALIA UMSOI
Regime Scozzese Rettificato
PSICOSINTESI
Rondò Veneziano
ILARIA DRAGO
Blog maçonnique d un jeune franc-maçon sur la Franc-Maçonnerie en France
PIER CARPI: UN MAESTRO
Secreta Magazine
BYE BYE BEAUTIFUL
Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici
QUATUOR CORONATI
SECRETA: il forum
CUATRO F Periodico del PSUV
Padre Anthony Elenjimittam
LA LETTERA G
FEDERAZIONE GIOVANILE REPUBBLICANA di Romagna
A.M.O.R.C.
Gruppo Studi Swedenborghiani
PORTOBELLO by Enzo Tortora
Hiram Blog
ALICE BAILEY
ROSSLYN CHAPEL
Gran Loggia Italiana
POLAR FRANC-MACON
BLOG DEL RITO DI YORK
Ho fatto SPLASH !
Delitti sotto la cenere by Nathan Gelb: il video
NATHAN GELB
Cagliostro e il Rito Egizio
MAURIZIO NICHETTI
Nuova Carboneria Italiana
RITO DI YORK
Un simpatico gioco McCain Vs Obama
DOVE ERAVAMO RIMASTI ?
Helena is Red
PAMELA SAINO
Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce
LOGGIA 33
Per il Diritto ad una Morte Dignitosa
ENZO TORTORA
SATHYA SAI BABA Bhajans
Scuola Internazionale della Rosacroce d'Oro
LANFRANCO PALAZZOLO
Giovannino senza paura
ANGELO PEZZANA
ELENA ORLANDO
L'Italia è la mia Patria: Ambra
DISINCANTO
Patrizia D'Amico
CRISTINA KIRCHNER
Pansessualità
PETER BOOM
Giuseppe Varlotta
SICK GIRLS
Kuthuma: periodico di Alchimia e Tradizione Iniziatica Occidentale
MAX BUNKER Press
Blog di Giordano Bruno Guerri
OMBRA D'ARGENTO
Libertarian Party
BrUNO BoZzettO
IL PADRETERNO
Spincon
TRACINGBOARDS: A MASONIC SITE
Amici di Garibaldi
Bombay !!!
GIORDANO BRUNO GUERRI
Solo Pittori Artisti Mutilati
JUPITER EDIZIONI
Non è la Rai
NON E' LA RAI: X ANNI DOPO
Il Mistero di Paul McCartney
LE DROIT HUMAIN
Robert Lomas
Fratellanza Bianca Universale
STORIA DI IERI, OGGI E DOMANI
The Buick Brothers
GIUSTIZIA GIUSTA
IL TIBETANO: Le Scuole Iniziatiche dell'Antica Saggezza
REMO REMOTTI
Mito di Donna: LUCIA "REHAB" CONTI
Partito d'Azione Liberalsocialista
MINA "VAGANTE" WELBY
Il Silenzio Infranto
SEMPRE SULLA BRECCIA
ALACRAN EDIZIONI
Decidere.net
SOCIALISMO LIBERALE PROGRESSISTA
Socialisti.net
MISS WELBY: LA NIPOTE SEGRETA DEL CALIBANO
MARIA MONSE'
Radicali italiani
ITALIA LAICA
La Voce Socialista
L'OPINIONE DELLE LIBERTA'
Fondazione Craxi
ANDREA G. PINKETTS
Il Blog di Panther
Sai Baba
Società Teosofica
UNO STORICO MILITANTE SOCIALISTA: PIER LUIGI BAGLIONI
Laetitia Casta
ASSOCIAZIONE MAZZINIANA ITALIANA
Gran Loggia d'Italia
ASSOCIAZIONE REDUCI GARIBALDINI
Ordo Templi Orientis
SITO DEL PROF. CLAUDIO NICOLINI
Sito di Davide Giacalone
QUADERNI RADICALI
Il Riformista
ANTICLERICALE.NET
Associazione Luca Coscioni
CENTRO MARIO PANNUNZIO
Antiproibizionisti.it
ALESSANDRO CECCHI PAONE
ESOTERIA: Massoneria e dintorni
Grande Oriente d'Italia
G. MAZZINI 2005
Psychomedia: Salute Mentale e Comunicazione
LIBERALCAFE
Un simpatico gioco pro-referendum sulla ricerca scientifica sulle cellule staminali
IO CI METTO LA FACCIA
Lega del Filo d'Oro
ITALIALAICA: IL GIORNALE DEI LAICI
Jiddu Krishnamurti
RIFORMATORI LIBERALI
Giordano Bruno
CARBONERIA
Rito Scozzese Antico ed Accettato
LA TRADIZIONE INIZIATICA TRA ORIENTE ED OCCIDENTE
La Loggia Montesion
WOODY ALLEN
La Melagrana: pagina di cultura esoterica
RITO SIMBOLICO ITALIANO
Federazione dei Liberaldemocratici
CARMELAAAAAA!!!
Ordine Martinista Universale
MOVIMENTO SUFI
Massoneria Italia
IL MANDIR DELLA PACE
Angelologia
LEGA ITALIANA ABOLIZIONE CONCORDATO
Movimento Federalista Europeo
LIBERTA' DI SPIRITO
Aislinn: la Fata-blogger
BAZARDELLEPAROLE
Picaresco: la BloggeRivista
NUVOLAROSSA: PASIONARIO DEL REPUBBLICANESIMO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA: PORTALE DEL MISTERO
AKHENATON
MARTIN RUA: un blog massonico
Gran Loggia Regolare d'Italia
UNA STRONZA PERFETTA
Rito Orientale di Misraim e Memphis
BETTY FORD CENTER
Alice è sempre Alice
CALZETTA CHE PASSIONE
Bastogi: Casa Editrice esoterica
FILMOGRAFIA TRASH DI ANDREA G. PINKETTS
Pagine corsare di P.P. Pasolini
GIANFRANCO FUNARI
Le Trottoir
BerCamp: esperimenti democratici
OGGETTISTICA MASSONICA
Radicali di Sinistra
PROFONDO ROSSO STORE
LibMagazine
L'ORLANDO IL PORTENTO
Valeria la Vera
VIOLA VALENTINO
Valeria Manieri
LO SCIAMANO
Fuoco Sacro
AUTISMO ON-LINE
Epilessia Web
EDIZIONI TEOSOFICHE
Democrazia Laica
PER LA ROSA NEL PUGNO
Twin Peaks
TRENITALIA
Facciamo Breccia
Blog Italia
PLASTIC SOLDIER REVIEW
Arcana Intellego
IL FATTO ON LINE: BOLLETTINO D'ATTUALITA' ECO-COMPATIBILE
Severino Mingroni
SABRINA MARINANGELI
Critica Sociale
POLITICALINK
Massoneria sulla stampa
CHIESA EVANGELICA VALDESE
Capanno Garibaldi
SOCIETA' PER LA CREMAZIONE - TORINO
Cremazione.it
BLOG LAICI
Maria Montessori

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


31 agosto 2009

A Venez(Z)ia !!! A Vene(Z)zia !!!



Una bella gitarella fuoriPorta fa bene anche agli orsi.
Se si tratta di Venezia poi.....
Lo ammetto: ho un debole per le città. Detesto abbastanza la campagna e vivrei per secoli fra colate di cemento e smog.
Direte che è strano per un beatnik psychedelico, per quanto orso, ma, dopo anni di vita a contatto con la Natura, sarebbe ora anche di cambiare musica.
Ho un debole in particolare per due città: Milano e Venezia.
E' che fondamentalmente amo il fresco ed aborrisco il caldo (che fisicamente mi fa anche stare parecchio male, al punto che ogni estate o ingrasso o dimagrisco in maniera non troppo salutare...quest'anno è toccato al dimagrimento ed è meglio così, una volta tanto, và !).
E' che Milano mi ricorda la Milano da bere e le bevute allo "Smouth" con Andrea G. Pinketts e le mie ex lombarde con le quali ero solito ballare la Lambada (sì, so ballare miei cari...perché ?)...TI...RA...RI...LALLA'.....(so anche cantare un po', ma su foglio elettrolitico non rende, come si può ben notare....).
Mentre Venezia non mi ricorda nulla, ma è per me un'immersione nella favola.
Una favola esoterica, esotica, fumettistica alla Hugo Pratt (l'unico che è riuscito a rendere - forse - il vero spirito di Venezia).
Venezia è per me il mistero, l'amore quello vero, sentito, percepito con ogni cellula del corpo.
Venezia è lo spirito di Giacomo Casanova, l'Iniziato, l'Amante, l'Avventuriero dal cuore d'oro.
Venezia è la terra dei miei avi, i Dogi Contarini, di cui si dice che la mia bisnonna materna fosse diretta discendente.
E così, ogni estate, mi reco in gita - per così dire-  a Venezia.
Da solo. Perché non amo visitare una città in compagnia.
Voglio percepirne tutta l'essenza, addentrarmi fra le calli, visitare librerie polverose e bancarelle.
Anche il sudore che affiora sulla mia pelle è benvenuto, frutto della calura e dell'umidità della laguna.



E così, pur volendo scrivere un post leggero, mi trovo a scriverne uno che ne è l'opposto.
Avrei voluto parlare della famiglia WASP che, una volta fermatomi a riposare in un baretto, mi si è letteralmente accalcata intorno: madre, padre (con patta dei pantaloni regolarmente aperta), figli e nonno... E il tutto nonostante fumassi animatamente una sigaretta SENZA FILTRO che evidentemente non li ha minimamente disturbati !
Avrei voluto parlare di quel prete vestito come piace a me, ovvero all'antica - con il clergyman - lungo, nero come un corvo gesuita dei tempi che furono, che si aggirava con passo spedito ed una valigia nera in mano per Piazza San Marco, fra ragazzine semi(S)vestite e turisti per caso come me.
Avrei voluto parlare anche del fatto che sono riuscito a trovare una ristampa del giallo-cult "Fotofinish" di Luciano Secchi, al secolo Max Bunker (o viceversa)....per i patiti dell'Agenzia Investigativa Riccardo Finzi e dei gialli d'autore.
Trovato ovviamente nella libreria "Acqua alta" (particolarissima, polverosissima, bagnata dall'acqua e piena zeppa di libri fuori catalogo....anche dell'amico Mauro Suttora - sia detto per inciso -) di cui ho anche accennato in un mio recente articolo su "Secreta Magazine" a proposito di un libro che vi trovai su Raimondo de Sangro.



Avrei voluto parlare anche della ragazza austro-ungarica che tentava d'adescarmi....ma io ero già perso nei miei pensieri (e poi sarò all'antica, ma quelle che fanno il primo passo mi smorbano del tutto)....



E così, sorseggiando una bibita ghiacciata vicino all'Hotel Belle Epoque, prima di tornare a casa, ho osservato la scena dei venditori ambulanti, dei saltimbanchi, delle attrazioni in abito Settecentesco.....un affresco quasi felliniano. Mi è venuta malinconia e poi mi sono anche commosso e poi, beh, sì, avrei voluto danzare anch'io....magari con la musica di Battiato come sottofondo o quella di Mozart, anche se poco c'entra con la città lagunare.
Venezia non è una città come le altre. E' onirica. Sospesa letteralmente fra la realtà ed il sogno. L'acqua la sostiene.
E ove c'è l'acqua, c'è l'essenza dell'Eros, della Vita.




28 agosto 2009

Luigi Magni: il regista del nostro Risorgimento anticlericale



Luigi Magni è l'unico regista italiano che, nella storia del Cinema, è riuscito a rendere giustizia al nostro Risorgimento ed in particolar modo ai suoi martiri.
Parliamo in particolare dei martiri condannati a morte dall'allora Stato Pontificio o Stato della Chiesa che dir si voglia. Patrioti, anticlericali, ebrei, carbonari.
Martiri come i carbonari Angelo Targhini e Leonida Montanari, ricordati ne "Nell'anno del Signore", film del '69, che non devono essere ricordati nei libri di scuola, come rammenta lo stesso Magni, perché uccisi dal regime dei preti !
Un regime, quello della Roma Papalina, ove agli ebrei non era consentito professare la propria fede ed ove i loro figli venivano rapiti e fatti impunemente battezzare da Santa Romana Ecclesia. Un regime ove le vaccinazioni erano proibite e così il progresso scientifico (vi ricorda niente ?). Ove solamente il Potere di Cardinali, Vescovi ed Aristocratici contava qualche cosa.
Tutto ben documentato negli affreschi cinematografici di Luigi Magni, appunto: dal film già citato a "In nome del Papa Re", sino a "La notte di Pasquino" del 2002, con un intramontabile Nino Manfredi nei panni di Pasquino.
Affreschi storici, presentati come delle commedie dal cast ricchissimo e brillante: comprendenti attori del calibro di Nino Manfredi appunto, Ugo Tognazzi, Claudia Cardinale, Alberto Sordi, ma profondamente drammatici, vista la drammaticità degli eventi che vedono sempre protagonisti popolani ed eroi del nostro Risorgimento in lotta per la conquista della libertà dalla tirannia.
Eroi anticlericali, perché il clericalismo è il contrario della pace religiosa, è il Potere che si traveste da agnello. Che dice di voler "salvare l'anima"....ma alla fine condannare il corpo !
E condannati a morte per decapitazione furono i vari Targhini e Montanari, appartenenti alla gloriosa Società segreta della Carboneria, per aver voluto rovesciare codesto Potere ed erigere la Repubblica. Correva l'anno 1825 e da allora passeranno anni e generazioni: verranno Mazzini e Garibaldi, e, con l'aiuto dell'astuto Cavour, si giungerà finalmente all'unità d'Italia ed alla cadita del Potere temporale dei Papi ed alla proclamazione di Roma Capitale il 20 settembre del 1870.
Sarà il riscatto degli oppressi, del popolo romano, degli ebrei, dei massoni, dei carbonari tutti.
Sarebbe ora che la televisione italiana ed il Cinema nostrano rendesse merito a questo grande artista che fu Luigi Magni e che nelle scuole di ogni ordine e grado fossero proiettate e fatte conoscere le sue opere.
Senza il Risorgimento e quei martiri oggi l'Italia sarebbe un Paese non solo profondamente diviso, ma - quel che è più grave - ancora più arretrato di quel che già è....per merito della Chiesa. Di una Chiesa che da sempre fa politica.

Luca Bagatin



26 agosto 2009

OMOFOBIA: UN PROBLEMA NAZIONALE ED INTERNAZIONALE by Peter Boom

IL PROBLEMA.....
presentazione di Luca Bagatin


Il problema è sempre lo stesso: il cazzismo.
No, non il razzismo in sé, proprio il cazzismo, avete capito bene (anche nella sua variante "teocazzica o "teocazzista"...peggio mi sento !).
L'ignoranza, l'incultura, la stupidità mista a conformismo ipocrita inculcato ed in(o)culato dalla "tradizione". Che altro non è che il radicamento e la propagazione di tale beotaggine.
Beotaggine che nasce poi sempre ed esclusivamente dalla paura. Paura di sé stessi e del proprio simile.
Paura della perdita di ipotetiche radici (ma le radici sono una roba amara già di per sé, provate a mangiarle come faceva il contdino vicino a casa mia quando ero bambino !).
Paura del progresso e dunque dell'evoluzione interpersonale.
L'evoluzione della coscienza.
Sono estremamente estermista ?
No, sono spietatamente sincero. Come sempre.
Ma non vado oltre qui. Non avrebbe senso, visto che l'amico Peter Boom, inviandomi i due pezzi che seguono, spiega le cose per benino - perlomeno per quanto concerle l'omofobia, tornata tristemente alla ribalta della cronaca nera internazionale e nazionale - con importanti segnalazioni utili all'approfondimento.

Luca Bagatin

TERRORISMO ANTIGAY

di Peter Boom



Il terrorista antigay, uccidendo a Tel Aviv almeno tre giovanissimi gay e ferendone molti, ha sparato contro la “propria” omosessualità, cioè per dimostrare a sé stesso ed agli altri di non avere tendenze omosessuali. E' persona che soffre di una grave forma di omofobia interiorizzata.

Chi è al cento per cento eterosessuale non avrebbe mai sentito l'esigenza di essere violento o anche critico nei confronti di omosessuali. Anzi, direbbe uno in meno nella caccia alle donne, o se donna una in meno nella conquista dei maschi.

Una grave colpa hanno certe religioni, soprattutto monoteiste ed i loro direttorii, per le continue ed infami condanne dell'omosessualità esponendo altri esseri umani allo scherno, al disprezzo, all'esclusione e in certe regioni alla flagellazione, alla carcerazione ed addirittura alla pena di morte. Tutto questo con la scusa di una “legge naturale” che non corrisponde a nessuna realtà umana.

La vera NATURA del sesso sta invece descritta nella Teoria e la Filosofia della Pansessualità che si può consultare gratuitamente e senza pubblicità sul sito più grande del mondo sulla sessualità umana, creato dal professor Erwin J. Haeberle, eminente sessuologo della Humboldt University di Berlino: http://www2.hu-berlin.de/sexology (cliccare su LINK e poi su SEXUAL ORIENTATION) o direttamente su: http://www.pansexuality.it (italiano e inglese).

Importante è comunque la ferma condanna dello schifoso ed esecrabile attentato da parte dei due rabbini-capo e del governo d'Israele.

Ora spetta al poco cristiano Vaticano di firmare presso le Nazioni Unite la proposta del Presidente francese Sarkozy per la depenalizzazione dell'omosessualità, proposta che la Santa Sede si è rifiutata di firmare adducendo ridicoli e vergognosi pretesti preteschi.

Nel mondo islamico è solo agli inizi un dibattito sull'ammissibilità dell'omosessualità (http://thejakartapost.com/news/2008/03/27/islam-039recognizes-homosexuality039.html ).


Peter Boom negli anni '70, allora cantante ed attore professionista e Peter Boom oggi, militante per i diritti civili degli omosessuali ed ideatore della Teoria della Pansessualità


GAY ATTACCATI DA PERSONE SOFFERENTI DI OMOFOBIA INTERIORIZZATA

di Peter Boom


Gravissimi fatti agevolati dal Vaticano e dallo Stato Italiano che si rifiuta di approvare una legge contro l'omofobia. Ha dato un forte segnale di buonsenso il Sindaco di Roma Gianni Alemanno chiedendo l'immediato arresto e conseguente carcerazione per l'uomo che con un coltello ha gravemente ferito un ragazzo omosessuale spaccando la testa ad un altro con una bottiglia

Oggi dunque, in Italia, non si va in carcere quando si aggredisce e ferisce gravemente una persona. Bel esempio di giustizia!!!

Immaginiamoci allora se la faccenda si fosse svolta così:

Aggredito con un coltello un ragazzo omosessuale. L'aggressore è rimasto gravemente ferito.

Il ragazzo omosessuale è stato immediatamente associato alle carceri per aver procurato gravi lesioni. Il sindaco ed il vescovo si sono recati in ospedale per esprimere la loro solidarietà all'uomo ferito.”

Il governo italiano rimane latitante nel riconoscere i diritti di tutti i cittadini, anzi sembra di non conoscere del tutto i diritti civili ed umani della persona.

Può l'Italia essere ancora giudicato un paese civile?



24 agosto 2009

Renato Brunetta Sindaco di Venezia ? Molto meglio Premier !



Alcune settimana fa, un caro amico vicino agli ambienti laici del PdL, mi ha detto entusiasta: "Sai che l'anno prossimo Brunetta sarà candidato Sindaco a Venezia ?". Incredulo e un po' perplesso gli ho risposto: "Ma...davvero ?". "Certo !", mi ha risposto lui candidamente, ma con sicurezza.
Fatto sta che apprendo alcuni giorni fa, come tutti gli "addetti ai lavori", che il Ministro per la Funzione Pubblica Renato Brunetta, è stato proposto come candidato Sindaco di Venezia dal leghista Calderoli, con tanto di PdL stizzito in quanto nulla pare essere stato deciso.
Nulla è stato deciso ? Ma è veramente proprio così..... ?
Ad ogni modo, sia come sia, sarebbe un vero peccato. Un modo palese, dunque, per allontanare dal Governo l'unico Ministro e uomo politico forte e credibile in questo momento.
Uno che ha rivoluzionato la Pubblica Amministrazione nel giro di un anno e mezzo e che non le manda a dire a nessuno in fatto di economia.
Un vero laico ed un vero liberalsocialista. Un uomo di sinistra in un governo di centrodestra sempre più leghistizzato.
E proprio la Lega Nord è il vero problema della maggioranza. Dal non voler abolire le sprecone Province all'introduzione dell'arcaico dialetto nelle scuole, questo partito del nord culturalmente più arretrato si sta dimostrando la vera spina nel fianco di Berlusconi.
Ad ogni modo torniamo al Ministro Brunetta. L'unico che secondo noi potrebbe succedere alla guida del Cavaliere e rendere il PdL un vero partito riformatore. O quantomeno l'unico che potrebbe guidare un'area laico-liberale capace di staccarsi dal PdL e costruire la nuova alternativa a questo bipolarismo attualmente senza un'opposizione credibile.
Questo piccolo-grande uomo veneto rischia dinque di ritrovarsi candidato Sindaco (e molto probabilmente Sindaco eletto) di una bellissima città come Venezia, ma certamente si ritroverebbe così politicamente fuori dal gioco della politica nazionale.
Se possibile, vorremmo evitarlo.
Vorremmo che il Ministro Brunetta ci pensasse attentamente in quanto moltissimi credono in lui ed in una sua futura leadeship di Governo del Paese.
Pochissimi sono infatti oggi i politici realmente preparati in Italia. Renato Brunetta incarna competenza e carattere di polso capace di non piegarsi ai compromessi.
Non vorremmo che taluni "alchimisti della politica" - come si dice in gergo - stessero remandogli contro.....
Attendiamo dunque fiduciosi lo sciogliersi dei nodi.

Luca Bagatin



22 agosto 2009

ALCHIMIA A SAN LEO



E mentre i soliti portatori di zizzania senza costrutto disquisiscono del presunto esoterismo presente a Villa Certosa (che sia vero o meno, poco francamente importa), a San Leo, nel Montefeltro, si disquisice dottamente di esoterismo serio e dei nuovi orizzonti dello spirito, nell'ambito di AlchimiAlchimie.
Un incontro di liberi pensatori per rendere onore al Grande Iniziato, conte Alessandro Cagliostro, che proprio nella fortezza di San Leo fu ingiustamente imprigionato e, dalla quale, secondo la leggenda, riuscì a smaterializzarsi ed a uscirne (visto e considerato che il suo corpo fisico non fu mai trovato).
Dal 22 al 26 agosto si terranno dunque conferenze ed incontri con Erwin Laszlo, presidente del Club di Budapest e filosofo della scienza; Gabriele Mandel, maestro Sufi; Luigi Pruneti, Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro della Gran Loggia d'Italia degli ALAM; nonché lo psicoterapeuta Alessandro Meluzzi.
Gli argomenti trattati saranno, oltre all'alchimia e l'esoterismo, anche le culture dei Nativi d'America, i Catari, la misteriosofia di Templari e Maya.
Inoltre vi sarà l'occasione per incontrare gli esponenti di 10 religioni diverse in un franco confronto-incontro.
Previsti per tutte le giornate spettacoli itineranti ah hoc con musica celtica ed irlandese.
Segnalo inoltre che saranno presenti i miei amici e colleghi di "Secreta Magazine" e del Rito di York del Grande Oriente d'Italia, che presenteranno questa nuova accattivante rivista del mistero in edicola dal giugno scorso e con la quale collaboro con entusiasmo.
Un incontro che si rinnova, nel solco del Sacro e del Libero Pensiero senza dogmi o pregiudizi.

Luca Bagatin



"Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo;
al di fuori del tempo e dello spazio,
il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza...”  
(conte Alessandro Cagliostro)

Annie Besant, eminente rappresentante della Società Teosofica e grande riformatrice dell'Ottocento britannico, affermò che il conte Cagliostro appare di tanto in tanto, in diversi punti della terra e che è immortale.
Chi scrive ha preparato un articolo di prossima pubblicazione su riviste specializzate che tratterà approfonditamente la figura di Cagliostro, al di là delle stupidaggini abitualmente raccontate a sproposito (anche da Wikipedia, sia detto per inciso).

Luca Bagatin



21 agosto 2009

PRO - FUMO DI MARE O PROFUMO DI MARE ?: Crudités ou Cruauté ?

h(ER)r Komandante Unknow(n)





19 agosto 2009

CIAO, NANDA !




A sinistra: Fernanda Pivano e Jack Kerouac
A destra: Fernanda Pivano, Andrea Carlo Cappi ed Andrea G. Pinketts

La Nanda ci ha lasciati all'età di 92 anni.
E' inutile che di questo breve post ne faccia un articolo. Non avrebbe senso.
Di solito non amo i commiati, perché consapevole che la Vita continua. Sempre e comunque. Anche se in forme talvolta a noi comuni (im)mortali sconosciute (ma ne siamo proprio certi ?).
La Nanda, quando avevo 17 anni, mi ha appassionato alle letture beatnik e dunque ad un certo tipo di scrittura: frenetico, jazzistico, a tratti incessante e surrealmente energetico.
A 17 anni lessi tutto quanto potevo sui '50, i '60 ed i '70 americani, attraverso i libri e gli articoli della Nanda.
Avrei voluto viverli davvero quegli anni. Sarei morto alcolizzato come Bukowski oppure vissuto sino agli 80 anni suonati come l'eroinomane William S. Burroughs.
Avrei urlato SHOT ME ! come Kerouac, il cattolico, il mammone, il vagabondo zen alla ricerca del Satori in quel di Parigi.
E poi ritrovai la Nanda nelle prefazioni ai libri di Andrea G. Pinketts, che è un amico, e che la Nanda considerava un vero scrittore post-moderno.
Di Beatnik, oggi, non ce ne sono più. O forse siamo rimasti in pochi e non sappiamo più nemmeno che cazzo voglia dire questo termine.
O forse non lo abbiamo mai saputo veramente.
Battuti o beati ? Parassiti ? Pidocchi ? Antiborghesi anfetaminizzati ma mai irregimentati ? Buddhisti zen con la passione per il Tantra ? Drogati, sfigati, inculati.
Beat è il viaggio dantesco, il beat è Cristo, il beat è Ivan, il beat è qualunque uomo, qualunque uomo che rompa il sentiero stabilito per seguire il sentiero destinato
(Gregory Corso)

Beat: è il beat da tenere, è il beat del cuore, è l’essere beat e malmessi al mondo…
(Jack Kerouac)

Beat è Cristo. Beat è il battito del cuore.
E' l'essere malmessi al mondo ?
Forse. Anzi....perché no ?
Fernanda Pivano - a noi italiani spagettiemandolino fanfanberlinguerianizzati ci ha fatto amare tutto questo.
Generazione dopo generazione.
E poi Bukowski, Hemingway.....tutti i duri e gli impuri della letteratura mondiale.
Duri & impuri che non ci sono pressoché più, nel panorama cloroformizzato, mediocritizzato, mediocaZZizzato d'oggi.
Ma chi se ne frega, infondo.
Il solco è stato tracciato ai tempi del conformismo piccolo borghese, spaccando letteralmente il muro di certa ipocrisia.
Oggi non ci resta che proseguire, risvegliare, animare.
Psicosessualmente le coscienze !
Sopra di noi solo il Cielo.
Oh Yea !
E grazie, Nanda.

Luca Bagatin



16 agosto 2009

"MICHELE PALOMBELLA, QUASIOCCUPATO": cortometraggio by Luca Bagatin

Michele Palombella era dedito al fumo.
Fumava, fumava, pareva che la cosa che al mondo lo interessasse di più fosse fumare.....
Fumare incessantemente, ma non solo. Anche pensare...ricordare...vivere....




Mi chiamo Michele Palombella, ho quarant'anni e sono un quasioccupato.
Non mi chiedete che significa perché non lo so. E nemmeno mi interessa poi tanto dirvelo, visto che non mi ascoltate mai.
Quantomeno non mi ascoltate da venticinque anni.
Avevo quindici anni quando qualcuno di voi mi mise con la testa dentro al cesso ed in quel cesso ci sono rimasto per i successivi venticinque anni.
Il problema....il problema....ma perché mai dovrebbero esservi problemi.
Una quasifamiglia, una quasicasa, una quasirelazione, una quasiautomobile.
Prima dei diciannove anni stavo meglio. Anzi no, prima dei venti. Non è che stavo bene, questo no. Però stavo meglio.
Allora militai anche nelle file del partito...... Non che fossi realmente convinto delle idee di quel partito, però lì trovai qualcuno che mi faceva sentire parte....
Sentire parte.....
Che bello il verbo "sentire". Ai ventenni d'oggi interesserà veramente "sentire" qualcosa ?
E poi "parte"...essere parte....parteggiare...farsi le canne in compagnia....
I tagli che porto sul corpo non sono "ferite di guerra". Me li sono fatti io attorno ai ventidue anni. Due sul petto, un paio sulle braccia.....qualche mozzicone di sigaretta spento sul braccio.....
Ecco, ora voi pensate che io pensi ad alta voce.....e invece no. E INVECE NO ! Sto URLANDO ad alta voce.
Ma che ne sapete voi che cosa significhi non ridere mai, non ricordarsi come si piange, non riuscire a proferire parola con i vecchi amici perché.....perché sono vecchi e voi vi sentite ancora giovane.
Ma che ne sapete voi che pensate solo a scopare virtualmente, a crearvi per anni una vita virtuale e poi magari anche a scopare oltre lo schermo senza "vedere" chi vi sta attorno.
Chi vi sta attorno....che continua ad osservarvi, ad amarvi - per quella merda che siete - ....ma rimane in silenzio.
Ed in silenzio rimarrà per sempre.
Ma che ne sapete voi che significa passare una vita a smistare ricordi.
............
Il mio più grande difetto è quello di non saper comunicare. Cioè, è uno dei difetti. L'altro è l'avere un pessimo carattere.
Con gli anni ci si abitua. Voglio dire: con gli anni mi sono abitiato anche a me stesso. MI SONO ABITUATO A QUESTA VITA VUOI CHE NONMIABITUIAMESTESSO ?????
Una volta mi piaceva una ragazza e, come al solito, le ho chiesto se potevo innamorarmi di lei.
Ora, sembra che non sia possibile esternare così apertamente i propri sentimenti.
Sembra che non sia possibile.....
Sembra che tutto ti sfugga....come il fumo di una sigaretta.....
Sembra che la cosa più naturale del mondo tu debba complicarla.
Ma che ne sapete voi che vi vantate di sapere tutto perché l'avete visto in televisione a Uominiedonne.
Che ne sapete voi di che significa non temere la morte perché si è già morti e non si può morire due volte, no.
No, non si più.
Ora, c'è questa domanda che io vi faccio - sapendo che non potete sentirmi ovviamente - che cos'è un uomo senza una donna ?
No perché una donna senza un uomo sta benissimo, è assodato.
Ma viceversa.....?
...............



Michele Palombella, quarant'anni, quasioccupato.
Trovato morto il 15 agosto 200... con un colpo di pistola alla tempia.
Non ha lasciato messaggi.
Non ha lasciato nessuno.
Forse, è solo un eroe di "carta".

Igienica.



14 agosto 2009

UNA GONNA SENZA L'UOVO: surRenalità d'agosto


A Meri Lao, a Roberta Tatafiore, a tutte le femministe non fancazziste
Agli uomini come me che non amano le donne che li odiano
Alla fallocrisia, che è l'ipocrisia di colui il quale pensa che le dimensioni contino qualche cosa. Specie quanto perde una partita sotto il tavolino.
A Novembre, quando la città si accende in un istante.....nonostante a dicembre risulti ben più illuminata.
Ma soprattutto ai bambini che, innocentemente, hanno scoperto il gusto per la beSTIEmmia.
Perché Dio è, prima di tutto, un bambino che l'ha fatta grossa. E ne va pure fiero ! (anvedi un po'...mortacciSua).

Baglu - Libero Marinaio dell'Inverno che tarda a venire

Una donna senza uomo è...
E’ come un naso senza officina
Un capitombolo senza la mitria
Un dizionario senza benzina
Un parafulmine senza la cipria
Una donna senza uomo è
Un perizoma senza pignatta
Un pipistrello senza culatta
Un pomodoro senza ciabatta
Un purosangue senza cravatta Una donna senza uomo è
Un paralume senza bagnino
Un palissandro senza orecchino
Un palinsesto senza zerbino
Un partigiano senza girino
Una parentesi senza diuretico
Donna è
Una pellicola senza capezzolo
C’est une femme
Una piramide senza solletico
Woman is
Una polemica senza corbezzolo
Es mujer
Mentre un uomo senza donna
Mentre un uomo senza donna
Che cazz’è
Che cazz’è
Che cazz’è...

di Meri Lao per "La città delle donne" di Federico Fellini




Una gonna senza l'uovo
parafrasando uno
Sfogo figo di una figa
monologo suRenale apparentemente illogico
ma ontologicamente onto (dal Veneto: unto)

by Baglu

Una donna senza un uomo, diciamocelo pure chiaramente, checché se ne dica, vive meglio e - forse - anche più a lungo.
Una donne senza uomo è come un naso senza officina.
Ma soprattutto un perizoma senza pignatta. Orsù, e diciamocelo: ma che ci fa un perizoma con la pignatta ! Mica è sexy una pignatta con un perizoma !
Capirei una pignatta con il capezzolo con l'orecchino o un palissandro senza la mitria (quella del prete zoroastriano ?).
Ma un purosangue senza cravatta ! Ma dove si è mai visto un purosangue senza cravatta signoramia !
E poi quella storia di Lei che è dietro al bancone e lui le dice: hai una nuova pettinatura anche oggi ?
E lei: che te tu non ha niente da fare, bellino ?
Accipicchiaripicchia ! M'ha chiamato bellino !
E quello lì comincia a fantasticare........ Ecco, perché un uomo, oggi, sa solo fantasticare.
Mica sa crearsi un futuro: prendi la legna, appoggia la legna, riprendi la legna, riappoggia la cazzuola.
E i figli ? Mica possiamo affittare il furuto (il FU-RU-TO) dei nostri figli a Lucia Rizzi !
E pensare che c'è chi non farebbe un passo senza i consigli di Lucia Rizzi che sì, vabè, assomiglia a ......(non ricordo) ma con i bimbi ci sa fare eccome !
E poi mica possiamo diventare vecchi e sbavare dietro alla barista sexy vestita come arlekkino ad Harlem e chiederle: per favore UNA CONA !
Una che ? (ti chiede la barista stronza che si diverte a farti fare la figura del fregnone).
Una CONA, che si dice tale in quanto (che) non ho ancora mangiato abbastanza gelato da vomitare.
Se l'avessi fatto mi sarebbe venuto un CONato. E allora sì che sarebbe stato maschile !
Questa guerra fra i sessi !
Ordunque dicevamo: che cazz'è un uomo senza officina o una donna senza la cipria ?
O una donna che urla: sono fieVa delle mie Vughe ! Non ho paura d'invecchiare, non ho paura di morire e trovo che l'amore E' meraviglioso !
TUTTE LE DONNE SON GIOVANI
TUTTE LE DONNE SON BELLE !
TUTTE LE DONNE HANNO PAURA D'INVECCHIARE CON UN PANTOFOLAIO ROTTINCULO CHE UNA VOLTA STUFO DI LORO LE FA APPEZZI E LE FICCA DIETRO A UN MURO !
TUTTE LE DONNE HANNO VENT'ANNI.....NON COME LA DICCI' CHE A VENT'ANNI ERA GIA' COSI' PUTTANA !



12 agosto 2009

Per una scuola libera dalla Religione (di Stato)


La sentenza del TAR del Lazio, che esclude l'insegnamento della religione cattolica dalla valutazione sul profilo scolastico degli studenti, è una sentenza degna di un Paese civile.
L'Italia da un quindicennio conosce scarsissimi squarci di civilità. Quando giungono: ben vengano, visto che ci fanno ricordare che viviamo in Europa e nell'Occidente democratico (ovvero non in una teocrazia).
E così sia, miei cari parrucconi: la religione cattolica a scuola è materia di serie B.
Non vi sta bene ?
Vogliamo allora far notare che gli insegnanti di Religione sono pagati dalla Stato, ma scelti dalla Curia ?
Vogliamo far notare come la Religione cattolica sia materia gravemente "di parte" in una scuola pubblica che si pretenderebbe essere laica ?
Vogliamo farlo notare alla Ministra Gelmini che pur stimiamo quando si tratta di ridurre gli sprechi, che sarebbe bene ridurli anche e proprio in quel settore/materia scolastica ? (altro che fare ricorso !!!!).
Ovvero, se uno vuole conoscere qualche cosa della Religione cattolica vada pure a catechismo. Ci siamo andati anche noi, da bambini, infondo.
Ma la scuola rimanga luogo di cultura libera (e di culto libero), per favore.
E gli insegnanti di Religione li paghino pure i preti nelle loro parrocchie.
Dateci pure degli anticlericali borghesi, d'antan, vieti, vietati e così via.
Ne andiamo fieri proprio in quanto non solo amiamo il concetto del Sacro, ma finanche la libera Spiritualità, che spesso stanno alla base del Libero Pensiero di bruniana memoria (di quel Giordano Bruno che tentò invano di spiegare alla Chiesa i suoi grossolani errori, anche spirituali, e che per questo finì al rogo).
Aborriamo l'ateismo proprio perché gli atei sono come i clericali: sbandierano Dio e la Religione a loro esclusivo uso e consumo.
Ed invece, sommessamente ma con una certa forza, vogliamo sostenere la laica e liberale abolizione dell'ora di Religione, sostituendola con la ben più utile ora di Storia delle Religioni. Magari anche Storia delle Religioni dalle Antiche Civiltà ai nostri giorni: un vero excursus approfondito nel solco del Sacro.
E si lascino anche nelle Chiese quei tanto vilipesi crocifissi ! Non li si esponga in luoghi nei quali, francamente, non c'entrano nulla (così come un cane non si è mai visto in una Chiesa) !
E allora, fra corsi e ricorsi di ministri e politici impazziti alla ricerca della benedizione taleban-vaticana, fra laici e laicisti, sanamente laici e laici malati come noi (malati d'amore per il Sacro, non certo per il Potere Temporale e Secolare, lo ribadiamo)......ricordiamoci ora e sempre della massima che Toqueville ispirò al conte di Cavour: "Libera Chiesa in Libero Stato".
Il XX Settembre è vicino. Ed anche Papa Paolo VI soleva ricordare che la liberazione dal potere temporale dei Papi fu un bene per l'Italia.
Non rimane, oggi, che liberare l'Italia dai politici (del Pd e del PdL) soggetti a certe nefaste influenze che vorremmo - sommessamente - definire "insanamente clericali ed ancor più illiberali".


Luca Bagatin


sfoglia     luglio   <<  1 | 2  >>   settembre






"La vita mi pesa, ma credo sia debito di ciascun uomo
di non gettarla se non virilmente o in modo che rechi
testimonianza della propria credenza."

 Giuseppe Mazzini