Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Icone anni'80 dimenticate: Anja Pieroni e Antonella Interlenghi

Erano molto belle, ma chi le ha più viste ?
Anja Pieroni e Antonella Interlenghi erano due promettenti quanto sconosciute attrici degli anni '80 che recitarono in piccoli ruoli in film horror e/o leggeri.
Anja Pieroni, poi, era famosissima per essere l'allora amante di Battino Craxi, il grande statista socialista, nonché "regina" della GBR, una piccola ma influente emittente televisiva di Roma.
Bella come poche, Anja, negli anni '80 studentessa di liceo, recitò in diversi film di successo di Dario Argento quali "Tenebre 2" ed "Inferno", e fu probabilmente il suo sguardo "vampiresco" ad ispirare il vate dell'horror all'italiana. Anche Neri Parenti la volle in un suo film, accanto all'intramontabile Paolo Villaggio, nel 1985, a recitare la parte della compagna del Conte Dracula in "Fracchia contro Dracula". Poi, di lei, non si seppe più nulla.
Solo un articolo del maggio 2001 apparso sulla rivista "Capital", ci riferisce che si è trasferita a Montecarlo per amore di un facoltoso avvocato svizzero che ha poi sposato...e oggi la vediamo così in questa foto, un po' ingrassata magari, ma pur sempre piacente.

Antonella Interlenghi, invece, nota anche con il nome d'arte di Almanta Keller, l'abbiamo potuta rivedere nel 2000 nella fiction "Valeria medico legale" a fianco di Claudia Koll, oltre che di recente su "Incantesimo". Ma molti di noi la ricordano, giovanissima (in realtà giovane lo è anche oggi essendo nata nel 1961 !) nell'83 in uno dei primi "Vacanze di Natale" dei fratelli Vanzina con Jerry Calà e Christian De Sica, nonché in una piccola parte a fianco degli indimenticabili Ugo Tognazzi e Michel Serrault in "Matrimonio con vizietto" dell'85. Come indimenticabile è il suo sguardo malinconico, nonché le sue labbra e la sua voce seducente.
Due attrici ormai dimenticate, forse. Soprattutto da coloro i quali, oggi giovanissimi, non hanno mai visto quei film che noi, pur ragazzini allora, ricordiamo distintamente.
Andavamo pazzi per la televisione di vent'anni fa: quella dei "Ragazzi della Terza C" e di "Classe di Ferro", quella di "Telemike" e di "Okay il prezzo è giusto", quella di "DomenicaIn" di Gianni Boncompagni e di "Portobello" diretta dal mitico Enzo Tortora e dai mille film con Tognazzi, Pozzetto, Gastone Moschin, Gigi e Andrea.....
Una televisione "fatta in casa", magari un po' alla buona e a tratti un po' vuota, sciocca financo. Per carità, nulla da dire.
Ma volete mettera l'allora con l'oggi ?
Oggi per la maggiore i programmi sono importati dall'estero, i reality e la virtualità fine a sé stessa impazza e i comici fanno un uso crescente del turpiloquio per far ridere (chi ?)...
E gli ascolti subiscono di conseguenza sempre maggiori flessioni.
Noi, sommessamente, fra le macerie della tv d'oggi, preferiamo ritirare fuori dal cappello due "vecchie icone", quasi passate inosservate ai più anche allora, quali la Pieroni e la Interlenghi. Due icone che amammo e di cui fummo anche allora "segretamente", ovvero simpaticamente, "innamorati" e di cui, ahinoi, nemmeno il web pare pressoché oggi ricordarsi.

 
Luca Bagatin

Pubblicato il 30/8/2007 alle 18.2 nella rubrica ARTICOLI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web