Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Da "La Voce Repubblicana" del 27 novembre 2007

NEL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI by Candide


Sembrerà strano, ma Giuseppe Mazzini sta diventando di moda.
E' spesso citato, celebrato e qualche volta è persino studiato in ambienti e da persone che fino a ieri ne ignoravano anche il nome.
Destino beffardo. Nei centoquarantasette anni che ci separano dalla pubblicazione dei "Doveri dell'uomo", il suo "Dio, Patria e Famiglia" è stato quasi sempre irriso e relegato a credo da una piccola e fastidiosa minoranza, come sanno bene i lettori di questo giornale.
Ma le cose non vanno meglio quando quella massima diventa invece popolare e plebiscitaria. E' accaduto col fascismo che fece di "Dio, Patria e Famiglia" una tragica caricatura, fondando su di essa l'esatto contrario di ciò che Mazzini voleva e sognava. Accade oggi, in forma più tenue, ma non meno irritante, analoga mistificazione.
Confondono Dio col clericalismo, la famiglia con l'assistenzialismo e la patria con la nazionale di calcio.
E in nome di tutto questo, disinvoltamente e serenamente, citano Mazzini.

Pubblicato il 1/12/2007 alle 10.13 nella rubrica MEDITAZIONI FOLLI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web