Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Pordenone e i suoi (dis)servizi pubblici

Pordenone, grigissima città in quel del "ricco" (e assai poco ridente) Nord Est d'Italia è già eufemisticamente "ben messa" così......senza che l'Amministrazione comunale ci metta del suo.....


LETTERA APERTA ALLA STAMPA LOCALE SULLA SITUAZIONE DEI TRASPORTI PUBBLICI DELLA CITTA' DI PORDENONE

Sono un utente del servizio di trasporto extraurbano da 15 anni ininterrotti e sono rimasto assai contrariato e perplesso di come l'Amministrazione comunale di Pordenone abbia pensato di spostare il capolinea dei bus e delle corriere extraurbane in Piazzale Oberdan (a partire dal 15 aprile n.d.a.) senza un piano organico e definito, concordato preventivamente con la società che gestisce il servizio di trasporto pubblico stesso (Atap).
E' notizia di oggi che probabilmente (dopo un braccio di ferro serrato con i commercianti di Piazzale Risorgimento) sarà comunque prevista una fermata in Viale Dante, ma il luogo preciso non è dato ancora di sapere (non lo sé né l'Atap, né soprattutto, il che è ben più grave, la stessa Amministrazione comunale !).
E per quanto riguarda le fermate extraurbane di Vale Trento e quelle urbane di Via Cavallotti ? Verranno dismesse anche queste costringendo i poveri utenti-lavoratori o studenti a raggiungere a piedi la Stazione ferroviaria (nuovo sito previsto per il capolinea dei bus dal 15 aprile n.d.a.)?
E' veramente sconcertante come non si sia nemmeno pensato a noi utenti che, anche per scelta ecologista oltre che di comodità personale, preferiamo prendere i mezzi pubblici che solo a Pordenone pare vengano demonizzati dallo stesso Comune !
Ma lo sa il Sindaco Bolzonello che il vero problema di Pordenone è l'inquinamento generato da una quantità insostenibile di automobili in tutto il ring (siamo pressoché la città con maggiore densità di automobili in Italia e con livelli di inquinamento automobilistico che non fanno certo invidia alle grandi città metropolitane) e che non sono certo le targhe alterne a risolvere il problema?
Perché, diversamente da quanto si sta facendo, non si potenzia il trasporto pubblico urbano ed extraurbano (in continua crescita grazie agli studenti, ai lavoratori che consapevolmente preferiscono evitare il mezzo privato ed agli stranieri senza mezzo), magari anche contribuendo ad abbassare le tariffe (anch'esse in continuo vertiginoso aumento) ed invece non si disincentiva il traffico automobilistico ?
Perché, per concludere poi, si vuole smantellare il Parco di Piazza IV Novembre per trasformarlo probabilmente in un nuovo parcheggio (già da tempo parte di esso è stata convertita in parcheggio auto) ?
Davvero l'Amministrazione bolzonelliana vuole passare alla Storia della città come l'amministrazione meno ambientalista e meno a misura d'uomo che Pordenone abbia conosciuto sin d'ora?

Luca Bagatin
utente del servizio di trasporti extraurbani Atvo/Atap da 15 anni

Pubblicato il 4/1/2008 alle 17.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web