Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

"La Sacra Famiglia: una perfetta "famiglia di fatto"" by Peter Boom

CIVILE E' IL CONTRARIO DI INCIVILE.
NATURALE E' IL CONTRARIO DI INNATURALE.
presentazione by Luca Bagatin


Come sempre Peter Boom ci impressiona per la sua chiarezza d'esposizione senza tanti giri di parole.
La Sacra Famiglia fu una famiglia di fatto. Ebbene sì, nulla da eccepire.
Del resto è l'Amore la più grande energia del Cosmo.
E così, trovandoci in clima natalizio, ecco la Sacra Famiglia prensentata da Peter Boom come rinnovato messaggio d'amore al di là dei dogmi, delle follie mentali delle Chiese, del loro Potere e della sessuofobia che ne deriva.
"La famiglia naturale è un'unione basata sugli affetti e non esclusivamente su attributi femminili e maschili che devono produrre figli", scrive Peter Boom.
E a pensarci bene - dico io - naturale è il contrario di innaturale ! Ovvero di imposto (dall'incultura, dalla morale, dalle elucubrazioni mentali, dal dogma, da una società malata che non conosce ovvero ri-conosce l'individualità e quindi la libertà) !
E così, cari amici lettori, poiché non siamo fatti per viver come bruti......ma attingiamo all'Albero della Conoscenza eccovi l'ultimo articolo che Mr. Boom ha scritto per noi.

Luca Bagatin


LA SACRA FAMIGLIA, UNA PERFETTA "FAMIGLIA DI FATTO".
by Peter Boom

Una famiglia basata sui sentimenti umani ispirati da Dio, questa è la Sacra Famiglia. Anche per chi non crede nella Bibbia può essere significativo il mondo delle esperienze storiche umane, degli affetti e degli odi, delle fortune e delle disgrazie, che le Sacre Scritture ci tramandano.
La vergine Maria fidanzata con il falegname Giuseppe, prima di coabitare con lui si trovò incinta di Gesù. Giuseppe, vedendo la sposa in stato interessante, pensò di ripudiarla, ma in sogno gli apparì un angelo che lo convinse di tenere con sé la futura madre con il bambino.
Giuseppe era un uomo senza donna, Maria una donna senza marito e Gesù un bambino senza padre. Eppure si unirono come famiglia, una famiglia fondamentale, la "Sacra famiglia" del cristianesimo, una perfetta famiglia di fatto basata sui migliori sentimenti umani quali l’amore e l’affetto.
Anche dal punto di vista legale si può parlare in questo caso di una vera famiglia che non nega la responsabilità di mutua assistenza e di allevare il figlio concepito extraconiugalmente. Il messaggio biblico da proprio importanza a quegli affetti tra le persone che rendono la vita valevole di essere vissuta, affetti che non possono venir assoggettati da regole, imposizioni o addirittura da leggi che pongono divieti ad unioni basate su sentimenti profondi di amore ed amicizia.
I veri sentimenti non guardano il colore della pelle, le età, le classi di appartenenza o il sesso. I sentimenti autentici sono divini e travalicano ogni differenza. Ecco il significato del messaggio evangelico.
D’altronde, non avrebbe il Dio onnipotente potuto creare un Gesù Cristo dal niente, come aveva creato Adamo, senza aver bisogno di scomodare un’imbarazzata vergine Maria e un povero falegname che si sentì cornuto?
Invece no, ha voluto dare un segnale ben preciso, un segnale d’amore creando una perfetta "Famiglia di fatto". Una "Unione di fatto" nella nostra società "cosiddetta civile" abbisogna invece di leggi che garantiscano gli stessi diritti a tutti (diritto di eredità, di visitare la persona congiunta in ospedale, in carcere, per accedere ad una abitazione popolare, etc., etc.).
La Costituzione garantisce l’uguaglianza dei diritti per tutti, regola indispensabile per ogni società che voglia definirsi democratica. La "famiglia naturale" è un’unione basata sugli affetti e non esclusivamente su attributi femminili e maschili che devono produrre figli. In natura esistono (anche presso il mondo animale) coppie eterosessuali senza prole, coppie omosessuali, triple bisessuali (esseri umani, piccioni, corvi, oche, etc.). L’unione sessuale, lo sanno bene i sessuologi, può essere incredibilmente varia in natura, infatti è "pansessuale". Un’unione quindi non è basata, come molti ancora credono, su prestazioni eterosessuali, ma bensì su diversi comportamenti "naturalissimi" di sessualità e soprattutto su una profonda intesa affettiva.


Pubblicato il 18/12/2008 alle 7.0 nella rubrica TEORIA DELLA PANSESSUALITA' by PETER BOOM.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web