Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

SeSSoEsse: ovvero parliamo di sentimenti, amore, eros, donne e altre b(e)alle




E' da qualche annetto che cerco di evitare qualsiasi tipo di coinvolgimento sentimentale.
Sarà che finalmente ho preso consapevolezza dei miei limiti fisici, costituiti da un'altezza alquanto brunettian-berlusconiana e da una falsa magrezza che mi ha portato – con gli anni ed il cibo alquanto poco salubre ingurgitato– ad accumulare un discreto e discrepante (rispetto alla media dei miei coetanei trent'enni) stomaco.
Sarà anche che ho preso consapevolezza del mio carattere assai ostico, caratterizzato dalle tre ESSE: spigoloso, scostante e stravagante.
Con siffatte caratteristiche, insomma, sono alquanto poco appetibile e dunque è il caso di mettersi il cuore in pace.
E poi.....sì, insomma, non sono più disposto a soffrire pene d'amore che non hanno fatto altro che indurire la mia indole già di per sé assai poco docile.
E poi....con le donne non ho mai avuto rapporti così tanto idilliaci: se penso alle mie coetanee o sù di lì non trovo altro che ricerca dell'uomo ideale da sposare (no grazie !) e se penso alle ragazzine trovo alquanto spesso la voglia di divertirsi e sollazzarsi senza alcun inpegno sentimentale (anche qui dico ben volentieri: no grazie !).
Sono ordunque un centrista laico anche nei sentimenti: no agli impegni a vita, ma nemmeno a nessun impegno !
Diciamo che sarei anche per gli eterni fidanzamenti.....se magari avessi il fisico di George Clooney ed il carattere di Paolo Bonolis !
Eh sì, si finisce sempre per fare dei paragoni gossippar-mediatici ma, che ci volete far.....
Almeno questo è un post di quelli leggeri come piace a me.
E allora, dopo che abbiamo scodellato un po' di futilità personali dal sapor amoroso......
Proseguiamo con una classifichina dello stesso tenore.
Personalmente, da ragazzino, ero escluso da tutte le classifiche delle mie coetanee di allora.
Troppo magro, troppo serio, troppo taciturno.
Oggi sono l'opposto. Evidentemente gli estremi......non attraggono !
Ordunque dicevo, è brutto classificare. Certo.
E' brutto classificare come è sgradevole parlare di classi. E ogni volta che parliamo di classi mi vengono in mente anche le masse e dunque mi viene in mente Marco Pannella e la storia dell'aborto clandestino di massa e di classe.
Non è uno scherzo. Quando associo – verbalmente o musicalmente – qualche cosa, quest'associazione non è mai casuale o insensata.
C'è una linea rosso-sangue fra l'aborto clandestino, le clessi e le masse.
Per questo è meglio parlare degli individui, possibilmente messi in disordine (ma non necessariamente ontologicamente disordinati, o forse anche sì), e di vita nel senso di quella roba che senti quando hai la pancia e la mente piena.
E allora parliamo delle tre cose che – secondo me – meglio caratterizzano la vita, ovvero la vitalità: la bellezza, l'introspezione ed il simbolismo.
Ed allora....parliamo di DONNE !
Parliamo di donne alla luce di ciò che a me piace di loro, ovvero le caratteristiche che di loro mi incuriosiscono figurativamente, simbolicamente ed introspettivamente.
Parliamo delle donne che piacciono a me e diamo pure qualche votarello, così, pour joux.


Luca Bagatin

Cominciamo da......

Laetitia Casta



E' sempre stato il mio mito di donna.
Adoro la vistosità dei suoi denti. Adoro i suoi occhi eternamente fanciulleschi. Adoro la sua erre moscia e soprattutto il suo essere al di fuori dei riflettori.
Voto: 9

Proseguiamo con.....


Lucia “Rehab” Conti



E' l'unica persona a cui ho chiesto e con cui ho avuto la possibilità di scrivere dei racconti a quattro mani e ne sono rimasto entusiasta.
Mi ha sempre ispirato grande tranquillità (raramente una donna me ne ispira).
E' per me vera fonte di ispirazione artistica e – da quando la conosco - non riesco mai a non pensare a lei ogni qual volta inizio a scrivere o a leggere un racconto dai toni noir.
Forse è l'unica donna che sposerei.....in un'altra vita e dotato dunque di ben altre caratteristiche fisiche e caratteriali.
Voto: 10


Anne Hathaway



L'ho inserita più per far dispetto all'amico Mauro Suttora che altro.
Diciamo che adoro la vistosità del suo viso, i suoi occhioni grandi in primis. Il suo essere eternamente ragazzina, la sua vistosa magrezza.
Suttora, che l'ha intervistata più volte, mi ha invitato a guardarmene bene per tutta una serie di motivi.
Sospetto ciò sia dovuto al fatto che non voglia presentarmela.
Voto: 7


Metis Di Meo



L'ho scoperta da poco e me ne sono subito invaghito.
Anche lei non passa certo inosservata con i suoi occhi cerbiatteschi ed i suoi capelli rosso fuego.
Le ho dedicato un articolo neanche tanto corto un mese e rotti fa.
Siamo amici su Facebook (sai che bellezza !) e le ho anche inviato una mail.
Non mi ha risposto e per questo andrebbe giudicata gravemente insufficiente.
Suttora afferma che le rosse puzzano e mi suggerisce di guardarmi bene anche da lei.
Se mi capiterà di conoscerla personalmente temo dovrò quindi presentarla a Lanfranco Palazzolo.....
Voto: 6,5


Patricia Vezzuli



L'ho scoperta guardando fugacemente qualche soap opera e – di primo acchito – mi ha ricordato Lucia “Rehab” Conti.
Ho scoperto il suo sito web e ho apprezzato molto le sue poesie.
Ci siamo scritti anche un po' di volte. E' certamente una donna brillante e temo che Baccini abbia a suo tempo perso una perla rara.
Ma, si sa com'è la vita e dunque l'amore.....nulla è eterno.
Per quanto le mie posizioni sull'argomento siano le medesime di Loredana Bertè (e anch'io non sono un signore e per me la guerra giammai sarà finita ! Specie sull'argomento).
Voto: 8


Pamela Saino



Decisamente little for me.
E poi le la ricordo nelle fiction quando era una bimba !
Lo sguardo accattivante mi ha sempre catturato e così le sue labbra espressive.
Ci siamo scritti un po' di volte, è stata molto cordiale, ma – come dice la parola stessa - non si è “sbilanciata” più di tanto....che è come dire buongiorno e buonasera.
Voto: 7


Caterina Guzzanti




Amo i Guzzanti da anni: dal padre ai figli, passando per gli eventuali spiriti santi.
Ma soprattutto adoro le donne attraenti che sanno far ridere.
Non riuscirei mai ad apprezzare e/o ad amare una donna che non abbia una spiccata vena comica.
Caterina Guzzanti, poi, sa fare anche le voci ed è forse il primo caso di una donna che potrebbe alternativamente cimentarsi in parti comiche ed allo stesso tempo horror.
Inquietantemente romantica.
Voto: 8,5


 Ilona Staller



Senza di lei non avrei mai iniziato ad interessarmi di politica.
Il suo spirito sbarazzino, fricchettone, ingenuo, a tratti bambinesco e trasgressivo, la rendono un'eroina senza tempo, un'icona fra "sacro e profano".
Le sue posizioni politiche libertarie ed intransigenti l'hanno inoltre resa un mito della politica intellettualmente onesta.
Voto: 11

Giulia Innocenzi



La prima volta che l'ho sentita nominare è stato su Radio Radicale, intervistata dall'amico Lanfranco Palazzolo. Con lui, poi, non ho mai avuto modo di approfondire l'argomento.
Ha fatto una estenuante campagna elettorale per farsi eleggere leader dei giovani del Partito Democratico.
Le ho anche scritto (per darle qualche “suggerimento politico”, e forse anche per dirle che stava perdendo il suo tempo), non mi ha risposto.
So che l'hanno contattata quelli dello staff del Grande Fratello affinché entrasse nella “Casa”. Ha rifiutato.
Penso sia come i suoi “padrini” Marco Pannella e Daniele Capezzone: renderebbe meglio in televisione, magari condicendo un programma di intrattenimento.
Parlo molto seriamente.
Adoro il suo accento romagnolo e questo la “salva” quasi del tutto.....
Voto: 6,5


Giorgia Meloni



Da lei mi divide tutto, ma mi colpiscono i suoi occhi “a palla”.
Sembra una burla, ma vi assicuro che non lo è, perché è la cosa che me la rende più accattivante e (si può dire ?) sexy. E per me gli occhi sono la parte più erotica che esista. Quelli "a palla" hanno un non so che....
Ho sempre amato le ragazze di destra al punto che quando avevo 16 anni (all'epoca ero – ahimé - alquanto “rosso”), mi infrattavo nelle conferenze di Azione Giovani – come uditore – solo per ammirare queste ragazze compite, serissime, vestite di nero, a tratti truci: il massimo dell'erotismo per un tipino curioso come me !
Giorgia Meloni, un po' le rappresenta e mi fa ricordare la mia adolescenza.
Voto: 7

Pubblicato il 28/3/2009 alle 10.2 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web