Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Intervista esclusiva all'attrice Patricia Vezzuli per www.lucabagatin.ilcannocchiale.it by Luca Bagatin

Devo ammettere che, in generale, non seguo le soap opera.
Non che non mi piacciano in sé, più che altro non mi interessano. Pur comprendendo abbastanza bene il motivo per il quale sono seguite da un certa fascia o "target", come si dice in gergo, di persone.
Qualche anno fa mi capitò ad ogni modo di soffermarmi a guardarne una di queste. "Vivere" per l'esattezza, ma unicamente attratto da un solo ed unico personaggio: Marianna Ponti.
Mi sono soffermato su di lei perché l'ho trovata profondamente elegante e seducente. O seducente in quanto elegante. Non parlo del personaggio "Marianna", in sé. Non unicamente almeno. Parlo di Patricia Vezzuli, l'attrice che la interpretava.
E così, come mi capita in questi casi, folgorato da chissà cosa e su chissà quale via di Damasco, ho deciso di documentarmi.
Scoprendo dunque che Marianna...ehm....no, Patricia, fu finalista di Miss Italia del 2001, milanese di Sesto San Giovanni, ex fidanzata di Baccini prima che questi perdesse il lume della ragione per Dolcenera (perdendoci del tutto, a parer mio, con tutto il rispetto per la cantante siciliana), e soprattutto che la ragazza - peraltro mia coetanea - aveva alle spalle un curriculum di tutto rispetto come attrice di teatro (oltre che come interprete di numerosi spot pubblicitari).
Fu così che la contattai, apprezzando anche molto il suo sito web che pur non è graficamente bellissimo. Lei mi rispose, in tutta naturalezza, ed ora eccomi qui a porle delle semplici domande, da bravo curioso, in amicizia.



Luca Bagatin:
Com'era Patricia da bambina ?

Patricia Vezzuli: Era una bambina molto buona..mia madre mi chiamava Papa Giovanni….Da piccola il mio sogno era di diventare una missionaria. Ho sempre mostrato una forte propensione verso le forme d’ arte, caratteristica innata considerando che provengo da una famiglia molto semplice e meravigliosa. Ricordo che portavo dei grossi occhiali rosa, non mi consideravo una bella bambina, così ho lavorato molto sulla mia personalità e sulla mia simpatia per conquistare le persone.Sono sempre stata benvoluta da tutti, adoravo andare a scuola e andavo molto bene. Credo che l’ adolescenza sia stato il periodo più bello della mia vita.


Luca Bagatin: Com'è nata la tua passione per la recitazione ? Voglio dire.....è stato un amore a prima vista ?

Patricia Vezzuli: No…l’ ho scoperta con gli anni…ho iniziato studiando danza classica per otto anni, poi mi sono accorta di avere una bella voce e mi sono dedicata allo studio del canto. Per un periodo ho cantato in un gruppo rock. Infine ho scoperto la recitazione e mi sono resa conto che era la forma d’ arte che mi completava maggiormente, così è iniziata la mia avventura….


Luca Bagatin: I più ti ricordano come Marianna Ponti della soap "Vivere". Che cos'ha "quel" personaggio in comune con te ? In che cosa differisce ?

Patricia Vezzuli: Marianna è un’ idealista, onesta e generosa, sogna l’ amore romantico proprio come me…a dire la verità al momento non mi vengono in mente differenze ma forse perché è un personaggio che ho reso veramente mio…


Luca Bagatin: Come ho scritto, la cosa che mi ha colpito più del tuo modo di recitare è l'eleganza. Dono naturale o frutto (anche) di anni di studio e preparazione ?

Patricia Vezzuli: L’ eleganza è un’ attitudine naturale…non si impara, nasce nel profondo dell’ animo e si manifesta anche nel modo di porsi.



Luca Bagatin: Hai lavorato diversi anni in teatro. Preferisci l'ambiente teatrale o televisivo ?

Patricia Vezzuli: In realtà ho fatto solo delle piccole esperienze teatrali e relative agli studi che ho intrapreso. Ho lavorato di più in televisione e lo scorso anno ho girato un film, un noir in bianco e nero dal titolo Aimless. Mi affascina il cinema e adoro il set.


Luca Bagatin: Che cosa consiglieresti ad una ragazza che vuole intraprendere oggi la carriera di attrice ?

Patricia Vezzuli: Di studiare tanto e di intraprendere questa carriera solo se alla base c’ è una grande passione. E’ un lavoro meraviglioso e molto difficile. Sono più le delusioni che le vittorie e solo l’ amore può darti la forza di andare avanti.


Luca Bagatin: Sarebbe banale chiederti che progetti hai per il prossimo futuro....ed allora ti pongo una domanda che non c'entra nulla con ciò.
Ho notato che su Facebook sei iscritta al G.I.R.P. Gruppo Italiano Ricerche sul Paranormale. Occupandomi di una rubrica fissa per una rivista che tratta di mistero ("Secreta: il Mistero, l'Uomo, l'Infinito", in edicola dal 28 maggio n.d.r.), ti dirò che la cosa mi ha colpito.
Credi al paranormale e/o hai avuto delle esperienze dirette nel settore ?

Patricia Vezzuli: Sono sempre stata affascinata dall’ esoterismo. Questo mi ha portato a studiare tutto ciò che ruota intorno alla spiritualità, dalle arti divinatorie alle religioni e a guardare con occhi diversi i “ segni” che quotidianamente si manifestano nella nostra vita….


Luca Bagatin: Visto che privatamente mi hai rivelato di essere sempre in attesa di qualche cosa.....mi chiedo se si trattasse di quest'intervista amichevole !
Poiché infine non posso non chiedertelo...anche se non amo molto le banalità.....stai lavorando a qualche cosa in questo periodo ?

Patricia Vezzuli: Quest’ anno è stato molto difficile lavorativamente parlando. Ma sono fermamente convinta che la tua intervista mi porterà fortuna!!!!



Beh, ringrazio la simpatica e bella Patricia che, con questo complimento, mi ha reso praticamente un tutt'uno con la mia dylandoghiana camicia rossa d'ordinanza !
Credendo entrambi ai segni che quotidianamente si manifestano nella nostra vita, non posso che annoverare il nostro incontro fra questi.

Luca Bagatin

E.....buon compleanno cara Pat !!!

Pubblicato il 31/5/2009 alle 7.5 nella rubrica ARTICOLI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web