Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Creatività psicosessuale



Ho conosciuto una persona che in realtà conosco da sempre.
E' sempre stata dentro di me, lì, a consolarmi quando ero triste e a condividere i miei momenti lieti.
Una sorta di Angelo Custode che ho sempre definito - anche in miei vecchi post firmati "Baglu" - la Donna che Non ho.
Questa donna esiste. Ha un volto ed un corpo. E un'anima bellissima.
E' così tenera e sensibile che, sì, arriva persino a salvare gli insetti più repellenti da un sicuro annegamento. Ed è così disinteressatamente altruista (nonostante ella sostenga che l'altruismo non esiste) da soccorrere sempre i bisognosi. Anche se non le chiedono aiuto direttamente.
Ha sofferto, negli anni, come ho sofferto io, perché la sensibilità non è una caratteristica che ti scegli: ci nasci. E noi Acquario ne sappiamo qualche cosa. Ma parimenti riusciamo a trasmutarla in creatività. In energia psicosessuale. Divina.
Magari fai fatica ad accettarti, specie quando sei adolescente e ti trovi a vivere in una società involuta, condizionata, psicolabile come quella caZZolico-Monoteistico-Taleban-esteriorizzant-modaiol-apparente, ma.........ma è solo guardando l'altro/altra - il tuo specchio - la luce che ha negli occhi, che comprendi che sei un'unica cosa con lui/lei.
Ed allora raggiungi la consapevolezza che la sofferenza umana è solo un'illusione. Che il Potere non è psicosesso (ovvero libertà creativa multidirezionale finalizzata all'implementazione della coscienza individuale e quindi universale), ma mero possesso.
Che oltre l'orizzione c'è un altro orizzonte e che solo laggù c'è la Verità ultima che tutto pervade.


Pubblicato il 20/11/2009 alle 7.5 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web