Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

L'amore non muore

Due cassaforti si incontrano: che combinazione ! :-D


Tagli....cicatrici....inferni.
Pronto ? Mi richiami ?
Portami via.
No, vivi. Viviamo. Vivo.
Perché certi segni uno se li fa solo per sentirsi davvero vivo.
Ancora.
La vita....la morte.....
La morte non è che una dimensione onirica, ve l'avevo mai detto ?
L'infelicità è un vizio ?
La felicità ti fa spavento, fratello.....
Do you remember, Jack ?
Baglu è tornato, ma non è più solo una voce elettronica....anonimamente infernale.
E' qualche cosa di più: un megafono che non ha nulla da perdere, ma tutto da guadagnare. E che pensa sempre con la sua testa.
Una testa dura, a tratti vuota.
Un cuore che pulsa e che palpita.
Un cuore che sogna e che - sì - vive.


Hai mai pensato di essere solo ?
Ti sei mai sentito incazzato con il mondo ?
Hai mai provato a scriverlo su un blog ?
Hai mai provato ad utilizzare il web in maniera creativa ?
Hai mai pensato che Facebook non sia altro che una montatura organizzata da un imberbe ragazzino WASP dal sapore hilteriano ?
Hai mai pensato - sin da ragazzino - che infondo persone dello stesso sesso possano amarsi, oltre che scoparsi ?
Hai mai pensato che la disabilità vera è quella di chi pensa in maniera conformata e conformista ? Conformando il suo cervello ai canoni prestabiliti da generazioni di idioti che da secoli sono finiti sotto terra ?
Hai mai pensato che la vera droga è la quotidianità del nasci, produci, consuma, crepa ?
Pensa in grande, ma anche no.
Pensa che la politica è l'arte del possibile. Ma solo se applichi la psicologia sessualmente attiva ai neuroni del politico di turno.
Pensa che il resto sono solo cazzate e che l'attuale classe politica del carrozzone mediatico Pd-IdV-PdL-Lega-Udc sarà cibo per vermi fra qualche decennio.
Merda fatta di parvenu di un triste verietà che non ha rispetto per i suoi stessi elettori.


No, non piangere.
Sorridi.
Ridi anche per una barzelletta obsoleta o sciocca. Al fulnicotone.
Anche se fulnicotone non significa nulla. In sé.
Quei segni, quelle cicatrici - io - le conosco.
Sono le cicatrici che ti fanno comprendere che hai un'anima. E l'anima è priva di tagli e cicatrici.
E' oltre il bene ed il male.
E comprendi che quelle esperienze negative non torneranno più.
Sei cresciuto, sei vivo.
Sei passato dalla morte alla Rinascita.
Dall'oscurità alla Luce.
Sei pronto per conoscere l'Amore.


Baglu, Libero Marinaio

Pubblicato il 8/1/2010 alle 6.58 nella rubrica MEDITAZIONI FOLLI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web