Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

IL PAPA E LA PEDOFILIA articolo by Peter Boom

Chi fa violenza ad un bambino commette il più atroce crimine contro l'umanità.
Perché il bambino è, invero, il nostro "Io" più profondo. La nostra dimensione interiore.


Luca Bagatin

IL PAPA E LA PEDOFILIA
di Peter Boom



Più in basso il comunicato stampa della Santa Sede (da
internet Yahoo) nel quale il Papa se la prende con i suoi
sacerdoti pedofili e con i vescovi che hanno taciuto sulle
malefatte dei loro dipendenti.
Il primo a dare le dimissioni dovrebbe essere proprio lui
Joseph Ratzinger e se fossero ancora in vita anche i suoi
predecessori, che tutti hanno cercato di nascondere e di
imporre il segreto sui tantissimi casi (moltissimi ancora
non scoperti)che hanno rovinato tante vite di ragazze e
ragazzi innocenti costretti a subire le represse voglie
sessuali clericali. Malgrado il fatto che Papa Benedetto XVI
sia considerato "non processabile" grazie alla sua alta
carica in qualità di Capo di uno Stato straniero dovrebbe
essere così cristiano da consegnarsi immediatamente alle
Forze dell'Ordine per farsi poi giudicare dal Tribunale per
i Diritti Umani per PLURIFAVOREGGIAMENTO DELLA PEDOFILIA in
quanto ha firmato il documento che ha imposto il segreto
sulla pedofilìa all'interno della chiesa cattolica con il
risultato che i preti trovati colpevoli venissero soltanto
trasferiti ad altre sedi da dove hanno continuato
impunemente ed ancora più tranquilli con le loro turpe
azioni.
Bisognerà altresì appurare la connivenza di tutti i
prelati dei quali nessuno mai ha protestato pubblicamente
contro le aberranti direttive della Santa Sede.
Tutto questo era già noto da parecchi anni!
Tutti i fedeli ed i credenti sono stati traditi da questa
gerarchia vaticana e dovrebbero far sentire forte le loro
voci.

Peter Boom.



(Articolo da Yahoo in data 16 febbraio 2010)
Papa Benedetto XVI ha detto ai vescovi irlandesi, parlando
dello scandalo sulla pedofilia che ha scosso la Chiesa
cattolica, che l'abuso sessuale sui bambini da parte di
sacerdoti è un "crimine abominevole" che deve essere
affrontato con determinazione, fa sapere il Vaticano.
"Il Santo Padre ha osservato che l'abuso sessuale sui
bambini e i giovani non è solo un crimine odioso ma anche
un peccato grave che offende Dio e ferisce la dignità
della persona umana creata a sua immagine".

Papa Benedetto XVI, i 24 vescovi irlandesi e gli alti
funzionari vaticani si sono incontrati dopo lo scandalo
emerso in Irlanda in seguito al Rapporto Murphy, dove si
condannano gli abusi contro i bambini perpetrati da alcuni
preti cattolici in Irlanda.

Nel rapporto, pubblicato a novembre, si sostiene che la
Chiesa abbia nascosto "in maniera ossessiva" questi abusi
sui bambini, perpetrati nell'arcidiocesi di Dublino dal 1975
al 2004, e abbia messo in atto una politica del "non
chiedere e non dire".

I colloqui, i primi di questo tipo in Vaticano in otto anni,
sono serviti per mettere a punto un piano di azione e
potrebbero portare ad altre dimissioni all'interno della
gerarchia ecclesiastica irlandese. Quattro prelati, per
altro, si sono già dimessi.

"Mentre ci rendiamo conto che l'attuale situazione dolorosa
non sarà risolta rapidamente, (il Papa) ha sfidato i
vescovi ad affrontare i problemi del passato con
determinazione e risolutezza, e ad affrontare la crisi
presente con onestà e coraggio", ha aggiunto il
comunicato.

I vescovi "hanno anche enfatizzato il loro impegno alla
collaborazione con le autorità civili in Irlanda - del
Nord e del Sud - e con il Comitato nazionale per la
salvaguardia dei bambini nella Chiesa cattolica in Irlanda
per garantire che gli standard, le politiche e le procedure
della Chiesa rappresentino la migliore pratica in
quest'area", si legge nella nota.

Il rapporto Murphy sostiene che tutti i vescovi di Dublino
fossero a conoscenza di alcune denunce, ma che fossero più
preoccupati di proteggere la reputazione dell'arcidiocesi
che di salvaguardare i bambini.

Quattro vescovi hanno già rassegnato le loro dimissioni, e
il Papa le ha già accettate in uno dei casi. Il gruppo
"One in Four", del quale fanno parte alcune vittime, ha
già fatto un appello ai vescovi irlandesi coinvolti in
questa "cultura di omertà", chiedendo loro di rassegnare
le proprie dimissioni.

Pubblicato il 22/2/2010 alle 7.46 nella rubrica TEORIA DELLA PANSESSUALITA' by PETER BOOM.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web