Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

"133018/P/10 – 017351/10" articolo di Peter Boom dalla parte dei diritti dei disabili

    QUANDO E' L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE AD ESSERE INVALIDA
(e andrebbe mandata a casa "de facto" senza passare per nuove elezioni)
presentazione di Luca Bagatin

Facendo seguito all'articolo pubblicato su questo blog il 23 settembre scorso dal titolo "Quando l'Amministrazione Comunale non rispetta gli invalidi", l'amico Peter Boom mi ha inviato questa nuova denuncia-scandalo.
Denuncia che lo riguarda in prima persona, ma che non fa certo onore all'Amministrazione Comunale di Viterbo che si riconferma irrispettosa nei confronti dei portatori di handicap.
Chiunque volesse aggiungere qualche cosa su questo argomento e/o volesse denunciare mancanze o iniquità del proprio Comune relativamente ai diritti dei disabili può farlo inviandomi una mail all'indirizzo: burroughs279@yahoo.it
Perchè queste abnormi vergogne non possono sussistere in un Paese civile.

Luca Bagatin

133018/P/10 – 017351/10

di Peter Boom


Questo numero vuol dire che non potrò più andare con la macchina nel centro storico di Viterbo, nemmeno con il mio contrassegno di handicappato bene esposto sul parabrezza. Ero andato al concerto di Harold Bradley dentro il bellissimo cortile del Comune, i posti per gli handicappati erano tutti occupati ed ho parcheggiato accanto alla macchina dell'organizzazione dell'evento che sul parabrezza teneva esposta l'autorizzazione del Comune. Alle 21.50, come sta scritto sulla multa, l'A.P.L. il signor M.G. ha fatto la multa a me e anche agli organizzatori, i quali gentilmente hanno preso la multa mia dicendomi che l'avrebbero fatta levare dal sindaco Marini. Già martedì 21 settembre, esterrefatto dal trattamento riservato agli invalidi in questa città, scrissi un lungo articolo pubblicato su alcuni quotidiani e su una dozzina di siti internet. Soltanto la dittà Stannah indignata mi ha telefonato da Milano, ma l'indifferenza degli amministratori, forse impegnati in ben altri affari, è enorme. Ho chiesto al sindaco di farmi annullare la multa, altrimenti l'ingresso in città per fare compere nei negozi, che già stanno in crisi, diventerebbe troppo rischioso ed oneroso, come per andare allo Schenardi (dove ho saltato la presentazione del libro “L'ho buttato giù con un pugno” degli scrittori Emanuela Moroni e Roberto Pomi; volevo andare ad altre manifestazioni, ad una libreria e ad un negozio di articoli sanitari per il mio handicap. Potevo andare a rischiare un'altra volta? NOOOOOOOOOO!!!
Si può anche fare ricorso contro la multa ma già una volta l'ho fatto e costa moltissimo tempo e noie e malgrado il mio handicap ho ben altro da fare. Una multa, anzi una multona, la farei al Comune di Viterbo che è gravemente carente ed incapace per quanto riguarda il controllo sui posti riservati agli handicappati; ho diverse volte ribadito il pericolo a causa delle tante macchina senza alcun permesso parcheggiate, di giorno e di notte, nel centro storico di Bagnaia che impediscono il passaggio di Vigili del Fuoco, ambulanze, Polizia e Carabinieri. Ho fatto notare tante volte che le strisce pedonali non si vedono più (vedasi articolo del 23 settembre).
Vorrei far presente agli amministratori che la parola Comune (di tutti) vuol dire agire nell'interesse di tutti, appunto della Comunità e non contro la Comunità. Il Sindaco deve vigilare sui vigili come in questo caso. Se ci sono enti che non funzionano a dovere come l'Enel (continui black out), come certe compagnie telefoniche e/o di internet che lasciano per mesi persone e addirittura ditte senza telefono (dopo anni di lamentele Bagnaia è ancora senza ADSL che forse tra pochi mesi arriverà), come le Belle Arti che hanno reso quasi impossibile alle produzioni cinematografiche di girare a Villa Lante da dove hanno fatto scappare anche la bellissima mostra “La conserva della neve”.
Ora ho appreso che il Festival Barocco non si fa più. Tutto questo con gravi danni per l'economia locale. Dello scandaloso malfunzionamento della ASL pure ho parlato e scritto ampiamente.
Il sindaco di tutta la COMUNITA', magari in collaborazione con la Prefettura, dovrebbe chiamare i dirigenti di questi Enti per farli funzionare in modo più efficiente e comunque nell'interesse di tutta la Comunità. Altri Comuni hanno dimostrato che questo è possibile e allora perché a Viterbo no? Oggi ho pagato la multa! Ma che “guadagno” è???

Peter Boom
http://digilander.libero.it/pboom - http://www.pansexuality.it

Pubblicato il 12/10/2010 alle 14.39 nella rubrica TEORIA DELLA PANSESSUALITA' by PETER BOOM.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web