Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

"Il cassetto chiuso" recensione di Peter Boom

                                                 IL CASSETTO CHIUSO                                               
di Peter Boom




Un libro certamente non commerciale, costruito sui documenti del nonno Filippo de Cupis, ufficiale garibaldino, dal nipote Adriano, edito da Portofranco.
Una testimonianza valida e preziosa del periodo garibaldino, ritrovata in una cassetta sigillata ed ereditata molti anni dopo da Adriano.
Nelle lettere ed i documenti sbiaditi, custoditi gelosamente ed aperti dopo circa 120 anni, si sono ritrovati interessanti e veraci notizie riguardanti la nascita dell'Unità d'Italia.
Nonno Filippo descrive l'entusiasmo che allora mosse la gente a ribellarsi e il coraggio malgrado le continue disfatte e fughe soprattutto dalle truppe francesi sbarcate a Civitavecchia in difesa del Vaticano. Garibaldi riuscì ogni volta a rincuorare le sue camicie rosse ed a tirare su il morale. Gli alti ideali di Libertà, Giustizia, Eguaglianza e Tolleranza davano loro la forza per i tremendi sacrifici, talvolta pagando con la vita.
Ideali che al giorno di oggi sembrano completamente assopiti. L'Italia vive momenti molto difficili ed una buona parte della popolazione vive addirittura di stenti grazie a politiche disastrose, corrotte e colluse con mafie, poteri del Vaticano (IOR) e con un sistema giudiziario e fiscale indegno per un paese moderno e civile.
Chi governa cerca di mantenere il potere in tutti i modi, la corruzione aumenta e, nella maggior parte dei casi, rimane purtroppo impunita. Laddove regna la confusione è molto più facile pescare nel torbido, fare gli affari propri e farla franca.
L'Italia è un paese ricchissimo di risorse umane sia lavorative, scientifiche e di know how, possiede un patrimonio enorme in monumenti, antichità, arte, oltre ad un clima che attrae milioni di turisti da tutto il mondo ogni anno. Il sole, il vento e molte altre possibilità per generare energia pulita potrebbero rendere il paese autosufficiente anche da questo punto di vista.
Forse un novello Garibaldi potrebbe cambiare queste terre bellissime dagli imbrogli, le frodi ed il malcostume endemico facendo reagire le masse popolari.
Una rivoluzione culturale, non violenta, sarebbe veramente necessaria.
I documenti di nonno Filippo testimoniano anche il suo crollo finanziario in conseguenza di truffe borsistiche e bancarie. Ai giorni nostri il malaffare Parmalat fa pensare alla famosa frase “L'histoire se répéte”, malgrado la Consob, verifiche pro forma sulle banche e l'impossibile controllo sullo IOR, la banca del Vaticano.
Il nipote di Filippo De Cupis, il signor Adriano, spirito libero ed anticonformista, ha aggiunto nel libro la prefazione di Annita Garibaldi Jallet, l'introduzione scritta da Amedeo Ciotti e le postfazioni di Elio Veltri  e Marco Travaglio.

Peter Boom
http://digilander.libero.it/pboom
http://www.pansexuality.it

Pubblicato il 19/3/2011 alle 7.5 nella rubrica TEORIA DELLA PANSESSUALITA' by PETER BOOM.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web