Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Le indagini di Marx ed Engels


Karl Marx e Friedrich Engels. Che cosa vi fanno venire in mente ?
Certo, i massimi teorici del comunismo e del socialismo scientifico. Fini filosofi ed economisti, per quanto non totalmente condivisibili, in particolare nella nostra epoca.
Il loro fu un sodalizio che andava, purtuttavia, ben oltre l'attività politica ed intellettuale. Come ricorda Eleanor Marx, figlia del celebre filosofo, i due erano uniti da un profondo senso di amicizia, legata spesso da un fine umorismo che li faceva ridere a crepapelle.
Il lato umano, ma anche filosofico ed in particolare umoristico del duo più celebre della Storia del comunismo, è tratteggiato ottimamente da Dario Piccotti ed Alvaro Torchio, entrambi laureati in Filosofia ed insegnanti di materie umanistiche. I due autori, infatti, in "Marx ed Engels: indagini di classe" (Rubbettino editore), immaginano il duo più celebre della Storia imbattersi in efferati delitti ed in storie curiose, popolate di spettri...ma davvero si tratta di fenomeni soprannaturali ?
A scoprirlo saranno gli stessi Marx ed Engels, che, indossati i panni di investigatori per caso, riusciranno a risolvere cinque enigmi dai risvolti sociali, psicologici e filosofici.
Nei racconti vedremo un Marx umile, a tratti iracondo, ma comunque innamorato della moglie e delle figlie; mentre Engels, ricco industriale inglese, sarà più pragmatico e meno idealista, ma immensamente generoso, particolarmente con l'amico.
In "Delitti spiritico", Marx ed Engels si imbatteranno in un illusionista in grado di far resuscitare i morti ma...ecco che nel teatro ove ha luogo la rappresentazione, muore un celebre membro della borghesia capitalista londinese !
In "Il vampiro assassinato", un celebre banchiere è trovato morto con un paletto conficcato nel cuore all'interno del suo studio chiuso dall'interno ! Per scagionare la classe operaia ecco pronti Marx ed Engels ad investigare.
In "Indagine durante il congresso" ci troviamo in piena preparazione della Prima Internazionale dei Lavoratori, che avrebbe visto uniti per la prima volta marxisti, mazziniani, socialisti ed anarchici. Purtuttavia uno del mambri di spicco dell'Internazionale, Georg Eccarius, ha un problema grave da risolvere: il suo futuro genero è stato coinvolto in un presunto omicidio. Gli amici Marx ed Engels, saranno dunque pronti ad offrirgli i loro servigi ed a scoprirne di più.
In "Spettri a Ramsgate", i padri del comunismo, si troveranno a risolvere un caso, per così dire, dai risvolti "soprannaturali". Purtuttavia il loro spirito positivista verrà loro in soccorso.
Per finire "Morte di un sovversivo", ove i due, giunti in Italia a trovare Giuseppe Garibaldi, si imbatteranno nell'omicidio di un giovane anarchico, seguace di Bakunin.
Lo stile dei racconti è impeccabile ed accattivante. Dei brevi "gialli di classe" in tutti i sensi, quelli di Piccotti e Torchio, ove Storia, analisi sociologica, economica, filosofica (da Kant ad Hegel passando per Feuerbach) e politica si fondono con il genere giallo.
Racconti, quelli di Dario Piccotti ed Alvero Torchio, che proseguiranno nel recente "Marx ed Engels, investigatori - Il filo rosso del delitto" (Stampa Alternativa), che prossimamente sarà nostra cura recensire.

Luca Bagatin

Pubblicato il 7/7/2012 alle 15.3 nella rubrica ARTICOLI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web