Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Il Gioco dell'Eroe


Cos'è il Gioco dell'Eroe ?
E' un percorso iniziatico, una danza, un viaggio verso l'interno del nostro essere.
E' una forma nuova di meditazione sia attiva che passiva.
Passiva perché agisce mediante il rilassamento, attiva perché attiva (appunto !) i centri energetici del nostro corpo, sia che ne siamo consapevoli immediatamente oppure no.
"Il Gioco dell'Eroe", come scrive il cantautore Franco Battiato nella prefazione all'omonimo libro di Gianluca Magi, "è un grande sasso gettato in un immobile stagno".
L'immobile stagno della nostra quotidianità, vissuta spesso senza consapevolezza, con la passività del non-vivere, bombardati da una miriade di messaggi mediatici e provenienti dall'esterno, per lo più inutili alla nostra evoluzione spirituale e mentale.
"Il Gioco dell'Eroe" è un libro ed un CD editi dalle Edizioni Il Punto d'Incontro e predisposti, appunto, da Gianluca Magi, massimo esperto italiano di religioni e filosofie orientali e docente delle stesse presso l'Università di Urbino (oltre che ricordiamo la sua significativa apparizione nel film "Niente è mai come sembra" dello stesso Franco Battiato, accanto al regista e scrittore Alejandro Jodorowsky, di cui è molto amico).
Il libro è una guida per il lettore, l'aspirante iniziato, il neofita, realizzata sotto forma di dialogo. Un dialogo fra Magi (soprannominato, non a caso, da suo figlio Cristoforo di otto anni "Il Magio") e la giornalista Anna Mazzone.
Una guida verso il cosiddetto "mondo extra-ordinario" che non è lontano da noi, bensì è in noi. Ed il Gioco è propedeutico a metterci in comunicazione con esso.
Noi siamo gli Eroi che intraprendono un viaggio che solo apparentemente è lontano. Ed invece si trova in quello che l'autore chiama il "Santuario Interiore" (il famoso Tempio Interiore dei Liberi Muratori e degli antichi Costruttori di Cattedrali).
Il CD allegato al libro è, infatti, una meditazione giudata dalla voce stessa di Gianluca Magi, la quale, con un suono mistico di sottofondo, conduce la nostra mente alla ricerca della Giuda, ovvero di quell'essere spirituale che dimora in noi, che è sempre con noi, e che può essere richiamato ogni qual volta ne abbiamo necessità, al fine di riceverne risposte utili alla nostra vita. La nostra Guida si trova alla fine di una profonda scala a chiocciola, che gira su sè stessa per sette volte...
Il Gioco dell'Eroe, in realtà, non è nulla di nuovo né di straordinario. Esso attinge agli archetipi teorizzati dallo psicanalista Carl Gustav Jung, al simbolismo che ci circonda e di cui è costellata la nostra Storia più antica. Esso permette semplicemente il risveglio di tali archetipi. Pone un ordine interiore ai simboli e li fa affiorare alla nostra coscienza.
Se praticata con costanza, la meditazione contenuta nel CD è un ottimo esercizio mentale ed il libro-intervista di Gianluca Magi è un ottimo manuale, sia per coloro i quali sono già avezzi di pratiche spirituali, sia per i profani.
Se poi desidererete approfondire il Gioco dell'Eroe, oppure contattare direttamente l'autore, potete accedere al sito www.gianlucamagi.it.
Buon gioco a tutti i lettori.

Luca Bagatin

Pubblicato il 18/8/2012 alle 15.30 nella rubrica SPIRITUALITA' - GNOSI - TEOSOFIA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web