Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

"Luoghi comuni sulla Massoneria" di Franca Barbetti Celetto (lettera pubblicata sul Messaggero Veneto del 12/12/2012)

Ho letto lo scorso 25 novembre una lettera al Direttore del signor Luciano Miele , del direttivo PD di Marano Lagunare, che ironizzava circa le “lezioni” di filosofia che sta tenendo il consigliere regionale del PD Marco Travanut.

Non entro nel merito della discussione “politica” tuttavia mi permetto di notare come, per l’ennesima volta, nella lettera sia stata tirata in ballo la Massoneria, senza, a mio parere, pertinenza e motivo alcuno.

Se anche il relatore, per spiegare le concezioni filosofiche di Kant e Cartesio, avesse bisogno di far riferimento ai testi di De Crescenzo, autore del quale apprezzo moltissimo la simpatia e la sagacia, non credo potrebbe tuttavia rinvenire in lui posizioni del tutto obbiettive sulla Massoneria.

Ricordo, in particolare, i suoi commenti circa l’appartenenza, ormai ampliamente documentata, di Totò alla Massoneria.

"Non può essere vero - sbottava lo scrittore - io che l' ho conosciuto, lo posso dire: tutto poteva essere tranne che un massone. Io parlerei di un' incompatibilità di tipo caratteriale. Perché ci si iscrive ad un' associazione più o meno segreta? Per ricavarne dei vantaggi, per contare di più. Ma a che tipo di vantaggi poteva aspirare uno come Totò, che nel suo campo era il massimo, e che ovunque andava era conosciuto ed amato da tutti?".

Ed è proprio qui che De Crescenzo si sbaglia. I luoghi comuni sono quelli, la realtà è un'altra. Luciano De Crescenzo farebbe bene ad approfondire lo studio ed evitare di cadere nel ridicolo come quando parla, addirittura, di liste malavitose, con il solito riferimento alla P2.

La Massoneria è tutt’altra cosa, è un’istituzione vivace, moderna, capace di attrarre anche i giovani non perché offre loro potere, soldi o appoggi politici, ma valori, e lo sta dimostrando giorno per giorno con manifestazioni, convegni, eventi di tipo culturale ed etico ma soprattutto con la testimonianza e l’esempio di tanti Liberi Muratori nella vita quotidiana.

E’ convinto il signor Miele che altrettanto si possa oggi sostenere dell’attuale classe politica?

Franca Barbetti

Delegato Magistrale della Regione Friuli della Gran Loggia d’Italia degli ALAM

Pubblicato il 15/12/2012 alle 17.10 nella rubrica SPIRITUALITA' - GNOSI - TEOSOFIA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web