Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

Il 26 e 27 maggio 2013 a Roma votiAMO Ilona STALLER e Luca BAGATIN nel PARTITO LIBERALE ITALIANO. Per una Capitale laica, liberale, libertaria, eroticamente, socialmente e civilmente sostenibile



I componenti del comitato “Con Ilona Staller per Roma” candidati nelle liste del Partito Liberale alle elezioni comunali di Roma del 26 e 27 maggio, ovvero Luca Bagatin (scrittore, blogger, autore della candidatura di Cicciolina nelle liste liberali), Soraya Roselli e la stessa Ilona Staller, lanciano alcune idee una Roma diversa rispetto a quella degli ultimi vent'anni. Una Roma senza burocrazia, senza clientelismo, alternativa rispetto a coloro i quali l'hanno governata in questi anni.

Roma è una metropoli, ma non ha raggiunto ancora livelli europei di vivibilità. Pensiamo ai trasporti pubblici: dopo le 22 di sera le metropolitane finiscono la loro corsa e, la domenica, i mezzi pubblici sono ridottissimi. Come fa un povero cittadino o un turista ad andare da una parte all'altra della città ?

Poi c'è la questione della continua cementificazione del territorio: si continua a costruire da decenni, senza criterio e l'ambiente non è salvaguardato. E a guadagnarci sono solamente i grandi costruttori e non certo la povera gente, che cerca casa ma non la trova se non a prezzi elevatissimi.

E' fondamentale, poi, eliminare gli sprechi di danaro pubblico dell'amministrazione Capitolina, destinando risorse ai più bisognosi e meritevoli, accorpando magari anche le varie circoscrizioni”.




L'ex parlamentare Ilona Staller, lo scrittore e giornalista Luca Bagatin e Soraya Roselli, candidati nelle liste del Partito Liberale Italiano alle elezioni comunali di Roma del 26 maggio prossimo, propongono - fra le altre cose - di istituire cliniche per animali convenzionate con il Comune di Roma, al fine di garantire cure sanitarie adeguate agli amici animali dei cittadini che, sempre di più, fanno fatica a potersi permettere cure veterinarie presso strutture private. Inoltre, per combattere il fenomeno dell'abbandono e del maltrattamento di animali, propongono pene più severe, in quanto l'animale domestico è un vero e proprio componente della famiglia e come tale merita tutela e rispetto.
Oltre a questo Staller, Bagatin e Roselli, intendono promuovere l'istituzione dell'Anagrafe pubblica degli eletti nel Cosiglio comunale, al fine di garantire la piena trasparenza delle istituzioni. I cittadini hanno il diritto di sapere chi sono i loro amministratori, consiglieri ed assessori, ovvero quanto sono presenti, quanto guadagnano ed i compiti che svolgono.



Una città civile ed europea come dovrebbe essere Roma, non può non venire incontro alle esigenze dei suoi cittadini ed in particolare dei cittadini disabili.
E' di pochi giorni fa la denuncia di un ragazzo diversamente abile che, alla fermata di Piazza di Spagna, ha riscontrato il non funzionamento dell'apposito montacarichi e così non ha potuto muoversi in centro città.
La medesima problematica, a Roma, è annosa, come segnalato anche più volte anche dalla trasmissione televisiva "Striscia la Notizia".
Noi, componenti del comitato "Con Ilona Staller per Roma", ovvero Luca Bagatin, Soraya Roselli e la stessa Ilona Staller, candidati nelle liste del Partito Liberale Italiano alle elezioni amministrative di Roma, intendiamo batterci fuori e dentro il Consiglio comunale, affinché i trasporti pubblici siano accessibili a tutti.
Altra fondamentale battaglia politica che vogliamo condurre a fianco dei disabili, è quella relativa all'abbattimento delle barriere architettoniche (come già è stato fatto nella città di Pordenone, che non da oggi è la prima città italiana senza barriere architettoniche), ovvero affinché i marcapiedi ed i luoghi pubblici siano dotati di scivoli che permettano ai diversamente abili di salire e scendere, in totale sicurezza e libertà.

Noi componenti del comitato "Con Ilona Staller per Roma", candidati nelle liste del Partito Liberale Italiano alle elezioni comunali di Roma del 26 maggio, ovvero lo scrittore e giornalista Luca Bagatin, Soraya Roselli e la stessa Ilona Staller, proponiamo per la Capitale più strutture socialmente utili, per anziani, bambini e senzatetto. Strutture verdi e fruibili da tutti, con personale specializzato composto da animatori ed educatori.
Inoltre, per quanto riguarda il rispetto delle norme del condice stradale, proponiamo una cultura della formazione e dell'informazione, che veda protagoniste le stesse forze di polizia municipale, affinché formino ed informino gli stessi automobilisti al rispetto delle norme del codice. Auspichiamo, in questo senso, un'Amministrazione pubblica amica del cittadino e che responsabilizzi il cittadino medesimo al rispetto delle norme e del comune vivere civile.





Anziché proporre ingiustificati aumenti del prezzo del biglietto dei trasporti pubblici di Roma, come ha proposto qualcuno, vorremmo piuttosto ridurre i prezzi dei biglietti e rendere efficiente il servizio di trasporti pubblico urbano, anche nei giorni festivi e oltre le ore 22 di sera.
Roma è una metropoli turistica oltretutto, che non può permettersi di fornire ai suoi cittadini ed ai turisti servizi costosi ed inefficienti, specie in periodi di crisi.
Non possiamo inoltre più tollerare continui scioperi nel settore dei trasporti. Occorrono seri tavoli di concertazione con gli autisti di metro e autobus, al fine di venire incontro alle loro giuste esigenze, senza purtuttavia danneggiare i lavoratori romani, gli studenti, i pendolari ed il turismo della città di Roma.




L'ex parlamentare ed artista Ilona Staller in arte Cicciolina e lo scrittore e giornalista Luca Bagatin, entrambi candidati nelle liste del Partito Liberale Italiano alle elezioni comunali di Roma del 26 maggio, aderiscono alla campagna di raccolta firme lanciata in questi giorni dall'Associazione Luca Coscioni, relativa all'eutanasia legale.
Staller e Bagatin ritengono che la battaglia per l'eutanasia legale non solo sia una lotta di civiltà, diritto, libertà ed autodeterminazione dell'individuo, ma anche una battaglia d'amore e di profonda umanità, contrapposta alla sofferenza dei malati che, consapevolmente, vogliono avere la possibilità di decidere sul loro destino, con dignità.


Ilona Staller: Quando fui eletta in Parlamento, negli Anni '80, denunciai, prima e meglio di Beppe Grillo, la crisi della partitocrazia ed il malaffare politico. Oggi la situazione è ulteriormente peggiorata e così, assieme all'amico scrittore, giornalista e blogger Luca Bagatin - che mi ha presentata al Partito Liberale – e che ha ideato la mia candidatura e che sarà candidato con me in lista, ho deciso di tornare ad impegnarmi concorrendo alla carica di consigliere comunale. Sempre dalla parte dei cittadini e sempre con idee libertarie.

Vorrei una Roma diversa rispetto a quella degli ultimi vent'anni. Una Roma senza burocrazia, senza clientelismo, alternativa rispetto a coloro i quali l'hanno governata in questi anni.

Destra e sinistra, in Italia ed a Roma, praticamente, si assomigliano. Fingono di litigare fra loro, ma, alla fine, si spartiscono il potere. E' quanto accade ed è accaduto, per questo ho deciso – con Luca Bagatin – di presentarmi, come già feci in passato, in un partito diverso: il Partito Liberale Italiano, che ha una storia antica e porta avanti ideali di libertà, al di fuori del Pd e del PdL.

Roma è una metropoli, ma non ha raggiunto ancora livelli europei di vivibilità. Pensiamo ai trasporti pubblici: dopo le 22 di sera le metropolitane finiscono la loro corsa e, la domenica, i mezzi pubblici sono ridottissimi. Come fa un povero cittadino o un turista ad andare da una parte all'altra della città ?

Poi c'è la questione della continua cementificazione del territorio: si continua a costruire da decenni, senza criterio e l'ambiente non è salvaguardato. E a guadagnarci sono solamente i grandi costruttori e non certo la povera gente, che cerca casa ma non la trova se non a prezzi elevatissimi.

E' fondamentale, poi, eliminare gli sprechi di danaro pubblico dell'amministrazione Capitolina, destinando risorse ai più bisognosi e meritevoli, accorpando magari anche le varie circoscrizioni.

Un'altra mia storica battaglia è quella della regolamentazione della prostituzione. I comuni sono pronti ad incassare i miliardi di euro che si avrebbero da una prostituzione censita, fiscalizzata e controllata, evitando così prelievi “pornografici” come l'Imu. Voglio quindi istituire un comitato elettorale fuori dai partiti e trasversale, magari proprio a partire da Roma.

Con Luca Bagatin e Soraya Roselli, entrambi candidati con me nella lista del Partito Liberale a mio sostegno, proponiamo poi la realizzazione dei Parchi dell'Amore, sull'esempio dei Paesi più civili d'Europa, destinate ad attività sessuali in piena sicurezza.

Poi, sempre assieme a Bagatin ed a Roselli, ho sottoscritto ieri la piattaforma "Per Roma Gay Friendly", proposta dalle associazioni Gay Center, Arcigay Roma, ArciLesbica Roma e Azione Trans, che si sostanzia in questi punti fondamentali: riconoscimento e tutele per le coppie di fatto. Roma, dove c’è una delle maggiori realtà metropolitane italiane, deve adoperarsi per sostenere la famiglia recependo la definizione che ne dà il DPR 223/89. Con tale definizione, si ricomprendono infatti nel concetto di famiglia anche le coppie di persone dello stesso sesso conviventi e ad esse si attribuiscono i medesimi diritti che hanno tutte le famiglie. In questo modo è possibile rafforzare e incrementare i servizi per tutte le forme familiari, a prescindere dal tipo di riconoscimento giuridico, come ad esempio per l’assegnazione delle case popolari o il sostegno alle giovani coppie.
E' poi necessario dedicare più attenzione agli aspetti culturali del mondo LGBT incentivando, sviluppando e sostenendo progetti per la realizzazione di spazi culturali, mostre, cinema, teatro e di tutte le forme artistiche che si propongono di diffondere una cultura dell’inclusione e delle differenze. Roma deve riconoscere e valorizzare le iniziative a temativa LGBT di aggregazione e visibilità nei quartieri della città, così come le attività turistiche e commerciali aperte a tutte e a tutti, per superare ogni forma di discriminazione, partendo dalla attuale Gaystreet, favorendo tale modello anche in altre zone della città.
Bisogna migliorare i servizi di assistenza e di prevenzione relativi alle malattie a trasmissione sessuale. Un particolare riguardo va riservato alle persone sieropositive all'HIV o affette da AIDS, per le quali vanno migliorate l'assistenza domiciliare e gli altri servizi sociali.
Sono infine necessarie specifiche campagne e iniziative di informazione e comunicazione tese a contrastare il pregiudizio omofobico e transfobico e le discriminazioni, soprattutto attraverso interventi nelle scuole e promozione di buone pratiche.

www.ilonastallerperroma.blogspot.it

Pubblicato il 7/5/2013 alle 13.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web