Blog: http://lucabagatin.ilcannocchiale.it

"Ritratti di donna nel nuovo libro di Luca Bagatin". Articolo di Clelia Delponte tratto da "Il Gazzettino" di Pordenone del 30 agosto 2014





PASIANO - Sta riscuotendo interesse il libro "Ritratti di Donna" (Ipertesto Edizioni), scritto da Luca Bagatin, classe 1979, nato a Roma, ma cresciuto a Pasiano. Già collaboratore di diversi giornali e riviste, studioso in particolare di massoneria ed esoterismo, Bagatin è anche autore del blog www.lucabagatin.ilcannocchiale.it, nonchè fondatore nel 2013 del pensatoio (anti)politico e (contro) culturale Amore e libertà. Il libro raccoglie interviste realizzate negli anni a musiciste, artiste, scrittrici, portatrici di un pensiero altro e di punti di vista ed esperienze originali: dalla femminista Roberta Tatafiore a Ilona Staller, affrontando diverse tematiche, dalla psicologia alla politica, dall'eros ai diritti dei disabili, al diritto alla morte. «Le donne - dice Bagatin, impegnato in una serie di presentazioni a Roma - sono da secoli bistrattate oppure oggetto di morbosità da parte di una società patriarcale, maschilista, frustrata, dedita alla ricerca di un piacere effimero e del guadagno facile. Io da sempre amo il mistero che emanano. Il mio modello ideale è una donna libera e liberata. La donna che sarà libera dal potere, dal danaro, dalla religione, saprà recuperare la cultura tipica delle antiche civiltà della terra. Per questo ho dato ampio spazio al mito della Donna selvaggia descritta da Clarissa Pinkola Estés nel saggio Donne che corrono coi lupi. E la dedica è alla memoria di Moana Pozzi: donna eretica, erotica ed eroica. Una Donna Selvaggia». La prefazione è curata da Debora De Angelis, attivista per l'assistenza sessuale ai disabili, un tema che le sta particolarmente a cuore. «La disabilità - dice Bagatin - è uno dei tabù per la nostra società che ci vorrebbe tutti sani, belli e vitali. Ma tutti abbiamo diritto alla sessualità e all'affettività. Altro tabù che affronto è il suicidio attraverso la vicenda di Tatafiore». C'è anche un capitolo Donne e massoneria... «Ho intervistato Francesca Vigni, che ne ha scritto un saggio, e Gabriella Bagnolesi, ex Gran maestra della Gran loggia massonica femminile d'Italia che, pochi sanno, fu fondata dall'attrice Franca Bettoja, moglie di Ugo Tognazzi».

Clelia Delponte

p.s. Due doverose precisazioni. "Ritratti di Donna" non è solo una raccolta di interviste, ma anche di mie poesie ed articoli attorno al mondo femminile. In seconda battuta il libro è dedicato anche alla memoria di Moana, ma lo è soprattutto ad Alessia, Donna Selvaggia doc.

Pubblicato il 2/9/2014 alle 12.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web